Spagna: sì a matrimoni e adozioni per omosessuali

Dibattito sulla vita sociale e sui problemi politici.

Se si potesse votare per una legge sul matrimonio civile per i Gay senza adozione votereste:

66
65%
No
34
33%
Non so
2
2%
 
Voti totali: 102

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 11830
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Spagna: sì a matrimoni e adozioni per omosessuali

Messaggioda paoolino » ven apr 22, 2005 3:49 pm

Matrimoni gay, la Spagna inizia la svolta

Primo via libera alla legge che consente le unioni tra omosessuali. La riforma prevede che possano adottare anche i bambini

MADRID (SPAGNA) - La prima parte della rivoluzione ora è compiuta. In Spagna la Camera dei deputati ha dato il primo via libera al progetto di legge che consentirà le unioni matrimoniali tra omosessuali.

Con l'approvazione di questa legge si riforma il Condice civile per dare alle unioni omosessuali lo stesso trattamento giuridico di quelle eterosessuali, il che permetterà, tra le altre cose, di adottare bambini. In particolare il testo prevede la sostituzione delle parole «maritò e moglie» con «coniugi» e le parole «padre e madre» con «genitori». «Il matrimonio - si legge nel testo - avrá gli stessi requisiti e effetti nel caso in cui entrambi i contraenti siano dello stesso sesso o di sesso opposto». Tra i deputati contrari quelli del Partito Popolare, (che hanno la maggioranza in Senato), i nazionalisti del CiU e i baschi del Pnv.

fonte: corriere.it
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 11830
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Messaggioda paoolino » ven apr 22, 2005 3:53 pm

Io sono favorevole per metà a questa riforma fortemente voluta da Zapatero. Pienamente favorevole alle unioni civili tra coppie omosessuali.

Assolutamente contrario alla possibilità per queste coppie di avere figli in affidamento.

E voi che ne pensate?
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15489
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Apollo_Creed. » ven apr 22, 2005 3:53 pm

sul matrimonio son stradaccordo

sul'adozione non so, è un po' più delicata la cosa, ci vorrebbero (son già state fatte??????) delle perizie di psicologi per provare che non abbia conseguenze troppo negative per la psiche del bimbo
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

Avatar utente
paranoid
Gran Maestro
Messaggi: 1341
Iscritto il: mer mag 09, 2001 2:00 am
Contatta:

Messaggioda paranoid » ven apr 22, 2005 4:02 pm

Contrario solo alle adozioni per ovvie ragioni pedagogiche (non la storiella stupida degli amichetti che prendono in giro). Credo che ogni bambino abbia il diritto di crescere con una presenza materna, femminile, accanto.

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 25645
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Messaggioda klaus » ven apr 22, 2005 4:03 pm

Viva la Spagna!

Apollo_Creed. ha scritto:sul matrimonio son stradaccordo

sul'adozione non so, è un po' più delicata la cosa, ci vorrebbero (son già state fatte??????) delle perizie di psicologi per provare che non abbia conseguenze troppo negative per la psiche del bimbo


già è anche giusto chiederselo...è doveroso.

Magari ci si dovrebbe chiedere secrescere in un istituto coi preti o le suore non abbia conseguenze psicologiche.
Ma nessuno se lo è mai chiesto.

mmmmm pregiudizio...ma no dai.
Ultima modifica di klaus il ven apr 22, 2005 5:07 pm, modificato 1 volta in totale.
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15489
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Apollo_Creed. » ven apr 22, 2005 4:10 pm

klaus ha scritto:
Apollo_Creed. ha scritto:sul matrimonio son stradaccordo

sul'adozione non so, è un po' più delicata la cosa, ci vorrebbero (son già state fatte??????) delle perizie di psicologi per provare che non abbia conseguenze troppo negative per la psiche del bimbo


già è anche giusto chiederselo...è doveroso.

Magari ci si dovrebbe chiedere secrescere in un istituto coi preti o le suore non abbia conseguenze psicologiche.
Ma nessuno se lo è mai chiesto.

mmmmm pregiudizio...ma no dai.



guarda penso che sia evidente che io non sia razzista anzi. anche la crescita in un istituto di suore o preti dovrebbe essere analizzata. però io mi attenevo all'argomento, le suore e i preti stanno già occupando molto spazio in questi giorni :D
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 11830
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Messaggioda paoolino » ven apr 22, 2005 4:31 pm

paranoid ha scritto: Credo che ogni bambino abbia il diritto di crescere con una presenza materna, femminile, accanto.


Anche paterna, nel caso di coppie lesbiche.
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 25645
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Messaggioda klaus » ven apr 22, 2005 4:34 pm

Premesso che mi riferivo alla società in generale (anche se ho citato un tuo interbento per entrare in tema), se il discorso orfanatrofi non c'entra con le adozioni allora non mi è chiaro di che si stà parlando.

Riaffermo la domanda stralegittima (alla luce del numero di bambini affidati ad istituti): un bambino solo è preferibile affidarlo ad una coppia omosessuale, o ad un istituto?

Attualmente in realta la disputa è fra istituto e coppia eterosessuale che per adottare oltre a spendere decine di milioni deve sottoporsi ad ogni sorta di perizia.

Altra domanda, se una lesbica ha un figlio le và sottratto per il supremo interesse del minore?? (a che cosa poi?)
e se sì lo affidiamo all' istituto o ad una coppia eterosessuale?
Ultima modifica di klaus il ven apr 22, 2005 5:09 pm, modificato 2 volte in totale.
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 25645
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Messaggioda klaus » ven apr 22, 2005 4:35 pm

via i figli piccolo alle vedove e ai vedovi!!!!
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15489
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Apollo_Creed. » ven apr 22, 2005 4:37 pm

klaus ha scritto:Premesso che mi riferivo alla società in generale (anche se ho citato un tuo interbento per entrare in tema), se il discorso orfanatrofi non c'entra con le adozioni allora non mi è chiaro di che si stà parlando.

Riaffermo la domanda stralegittima (alla luce del numero di bambini affidati ad istituti): un bambino solo è preferibile affidarlo ad una coppia omosessuale, o ad un istituto?

Attualmente in realta la disputa è fra istituto e coppia eterosessuale che per adottare oltre a spendere decine di milioni oltre a sottoporsi ad ogni sorta di perizia.

Altra domanda, se una lesbica ha un figlio le và sottratto per il supremo interesse del minore?? (a che cosa poi?)
e se sì lo affidiamo all' istituto o ad una coppia eterosessuale?


è un po' controversa la situazione. non so quale sia la cosa migliore se l'istituto o la coppia omosessuale. ci vorrebbe l'intevento di qualche illuminato (non quelli del forum :D )

per la lesbica è un vero e proprio bordello, boh!
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

Avatar utente
pocaluce
PocoIlluminato
Messaggi: 11897
Iscritto il: mar dic 18, 2001 1:00 am
Località: Cinecittà, Roma

Messaggioda pocaluce » ven apr 22, 2005 4:55 pm

d'accordissimo su entrambi i provvedimenti.
sinceramente questa storia della presenza paterna e/o materna mi sembra un po' tirata per i capelli. In fin dei conti, non sarebbe il primo caso in cui un bimbo cresce senza madre o senza padre, basti pensare agli esempi già citati della condizione di vedovanza, o più semplicemente ai figli di genitori separati/divorziati, che non sempre hanno la possibilità di vedere in una misura ragionovele il genitore a cui non sono stati affidati.
Sulla questione degli istituti religiosi poi, ci sarebbe da fare un bel discorso, ma si corre il rischio di generalizzare quindi mi riservo di informarmi prima di dire fesserie.
Sinceramente, una volta che una coppia che non possa avere figli (etero od omo) ha deciso di sancire la loro unione in modo legale e per "tutta la vita", mi sembra preferibile scegliere loro rispetto ad un istituto dove per forza di cose un bambino cresce privato della stessa idea di famiglia.
A lot of people say, "Yeah, I like Dennis Rodman," but they don't really mean that. I'm a big Dennis Rodman fan. I've been a Rodman fan since 1998 when he was in all his controversy, so that's never going to change.

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 25645
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Messaggioda klaus » ven apr 22, 2005 5:17 pm

Libera chiesa in libero stato....

Cominciamo:

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 22 apr - E' 'arbitrario e contrario al bene comune il riconoscimento dello Stato al 'diritto inesistente' alle nozze gay. Lo afferma la Conferenza episcopale spagnola che sulla possibilita' delle coppie gay di adottare minori parla di 'un vero attentato contro i bambini innocenti che costituisce uno dei punti piu' critici del progetto'. I vescovi spagnoli non hanno dubbi: 'Non e' giusto che due persone dello stesso sesso pretendano di sposarsi'.


Che aspetta Benedetto Raztinger a farsi sentire...
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
whiterussian
Drugo
Messaggi: 19753
Iscritto il: ven nov 14, 2003 12:50 pm
Località: Macedonia, 356 a.C.

Messaggioda whiterussian » ven apr 22, 2005 5:35 pm

Uhh che paura il figlio orecchione....

Grande Spagna, grande Zapatero.

Ricordo che lo stesso Gesù scacciò gli omosessuali dal tempio, e per farlo usò la frusta. Il vero attentato ai bambini innocenti è riempirgli la testa di strònzate, poi arriva il vescovo e gli si deve baciare la mano.

Adolf Ratzinger pensaci tu!

Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15489
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Apollo_Creed. » ven apr 22, 2005 5:43 pm

whiterussian ha scritto:
Adolf Ratzinger pensaci tu!


un uomo una leggenda :wink:


whiterussian, mica ratzinger... oh! :D
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

Avatar utente
Marco Rodella
Saggio
Messaggi: 6644
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Dime càn ma no 'taliàn

Messaggioda Marco Rodella » ven apr 22, 2005 6:32 pm

Matrimoni : NO !

Adozioni : manco morto.

Piuttosto, vengano riconosciuti ai cu.li. alcuni diritti, tipo in caso di eredità o altri attualmente validi solo per coppie etero.
Ma il matrimonio, dai .... Vadano a vivere assieme, facciano testamento e non rompano le pallle. Perchè bisogna sposarsi per forza ???
Già è inutile sposarsi di suo .....

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 12693
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Messaggioda uglygeek » ven apr 22, 2005 9:18 pm

se vogliono sposarsi con quale diritto tu vorresti impedirglielo?

Albornoz
Massimo Carbone
Messaggi: 17951
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am

Messaggioda Albornoz » ven apr 22, 2005 10:40 pm

L'importante è spiegare loro, quando si fa educazione sessuale, che invece a casa i papà se lo buttano in cùlo. Però dipende, a volte è sempre uno che se lo prende. Inquadramento, converrete, che meglio prepara alla vita.

A questa condizione sono assolutamente favorevole.

Avatar utente
Karelias
Illuminato
Messaggi: 4104
Iscritto il: mar ott 01, 2002 2:00 am
Località: Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla

Messaggioda Karelias » ven apr 22, 2005 11:08 pm

Zapatero non ha idea, di come lo cacciano a calci alle prossime elezioni. Ecco cosa dà il voto del popolo sotto la spinta emozionale.





l'adozione per le coppie gay è un provvedimento vergognoso.
questi paladini della libertà a tutti i costi del modernismo, dell'uomo che pone come limite solo l'uomo stesso e la sua volontà, giocando a piacimento con la vita degli altri per soddisfare la propriai ......... a me fanno venire i brividi.
ecco, i veri nazisti, altro che Adolf Ratzinger
#1#

Albornoz
Massimo Carbone
Messaggi: 17951
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am

Messaggioda Albornoz » ven apr 22, 2005 11:20 pm

Senti un po', ma che fine ha fatto il Pezz?
Sinceramente all'inizio io pensavo che tu e lui foste una coppia gay.

A parte scherzi, digli di farsi sentire, qua sui topic su 'sti temi, o in privè.
Baci, Albo.

Avatar utente
Karelias
Illuminato
Messaggi: 4104
Iscritto il: mar ott 01, 2002 2:00 am
Località: Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla

Messaggioda Karelias » ven apr 22, 2005 11:50 pm

Albornoz ha scritto:Senti un po', ma che fine ha fatto il Pezz?
Sinceramente all'inizio io pensavo che tu e lui foste una coppia gay.

A parte scherzi, digli di farsi sentire, qua sui topic su 'sti temi, o in privè.
Baci, Albo.


perchè hai qualcosa contro le coppie gay??? :D

ti rispondo in privato, non vorrei che qualche capezzone qualsiasi la menasse anche per l'OT
(si scherza ok :D )

Avatar utente
whiterussian
Drugo
Messaggi: 19753
Iscritto il: ven nov 14, 2003 12:50 pm
Località: Macedonia, 356 a.C.

Messaggioda whiterussian » sab apr 23, 2005 3:41 am

Che se io scopro che mio figlio mi diventa orecchione, vivo me lo mangio.

Almeno Vito Catozzo ti faceva sorridere...

Albornoz
Massimo Carbone
Messaggi: 17951
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am

Messaggioda Albornoz » sab apr 23, 2005 9:47 am

L'amante è meglio della moglie, si sa, legalizzare poligamia e la poliandria, che se si vogliono sposare in tre tu con che diritto glielo vuoi impedire?

E dai che cojoni, Whiterussian, tranquillo, sei un incivile per natura :D
Un pericoloso fanatico.
Qua al mondo esiste gente che è del tutto favorevole alla libertà sessuale generale, per tutti, contenta di poterne approfittare secondo i propri gusti, ma crede fermamente che la famiglia sia questione di altro tipo.

Ovviamente quando il giornalista gay Scalise se ne esce con l'intervista ad un ragazzo gay palestinese, perseguitato dalla polizia di Arafat solo per la sua condizione, e costretto a fuggire dai territori, non può contare di certo sugli incivili come te, interessati solo alla polemica politica contro il Vaticano, e non certo a parlar male del (fortunatamente) appena defunto summenzionato criminale.

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 25645
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Messaggioda klaus » sab apr 23, 2005 10:53 am

Albornoz ha scritto:L'importante è spiegare loro, quando si fa educazione sessuale, che invece a casa i papà se lo buttano in cùlo. Però dipende, a volte è sempre uno che se lo prende. Inquadramento, converrete, che meglio prepara alla vita.

A questa condizione sono assolutamente favorevole.


Ok mi raccomando se hai un figlio spiega che il pensierino di buttarlo in cu.lo alla moglie è moralmente più legettimo (wow o magari tu sei uno dei redattori per le leggi di alcuni stati usa contro la sodomia in generale :D ).

Ai bambini oltre tre anni spiegherei subito anche il concetto di pompa con ingoio che però e lecito solo per coppie etero.

No aspetta .... ora Ratzinger chiedera una bella legge per rendere lecito solo il rapporto vaginale in posizione del "Missionario".

Prima che vi inc.zziate mi scuso con tutti per la volgarità ma mi sono voluto uniformare.

Piuttosto, vengano riconosciuti ai cu.li. alcuni diritti, tipo in caso di eredità o altri attualmente validi solo per coppie etero.
Ma il matrimonio, dai .... Vadano a vivere assieme, facciano testamento e non rompano le pallle. Perchè bisogna sposarsi per forza ???



l'adozione per le coppie gay è un provvedimento vergognoso.
questi paladini della libertà a tutti i costi del modernismo, dell'uomo che pone come limite solo l'uomo stesso e la sua volontà, giocando a piacimento con la vita degli altri per soddisfare la propriai ......... a me fanno venire i brividi.


Dichiarazioni da brividi di bigotti in via di estinzione.
Il vostro è un tempo preso a prestito. #1#
Ultima modifica di klaus il mar apr 26, 2005 1:43 pm, modificato 2 volte in totale.
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 11830
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Messaggioda paoolino » sab apr 23, 2005 11:38 am

Premetto che mi considero un liberale e che sono completamente indifferente a qualsiasi influenza da parte di autorità religiose.

Il motivo per cui sono fermamente contrario alla possibilità di fare adottare bambini a coppie di omosessuali è che, a mio modo di vedere, quello che si andrebbe a formare non è un ambiente familiare normale.
Sarò di mentalità conservatrice in questo ma per me la Famiglia prevede una figura maschile, il padre, una figura femminile la madre, e i figli.

Si chiede " e allora i vedovi?", sinceramente la trovo una provocazione poco pertinente. In questo caso parliamo di figli che restano sotto la tutela di uno dei genitori naturali e per un bambino è certamente più traumatico essere separato dal genitore naturale che vivere con un unico genitore.
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 25645
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Messaggioda klaus » sab apr 23, 2005 11:57 am

paoolino ha scritto:Il motivo per cui sono fermamente contrario alla possibilità di fare adottare bambini a coppie di omosessuali è che, a mio modo di vedere, quello che si andrebbe a formare non è un ambiente familiare normale.
Sarò di mentalità conservatrice in questo ma per me la Famiglia prevede una figura maschile, il padre, una figura femminile la madre, e i figli.

Si chiede " e allora i vedovi?", sinceramente la trovo una provocazione poco pertinente. In questo caso parliamo di figli che restano sotto la tutela di uno dei genitori naturali e per un bambino è certamente più traumatico essere separato dal genitore naturale che vivere con un unico genitore.


E allora gli istituti...e allora le lesbiche (sterilizzare?)
Le domande pertinenti ci sono, sono già state poste tre interventi più in alto.
Se non hai risposte e le vuoi ignorare almeno non prenderci in giro.
Un bambino che cresce fra 50 preti o suore (e stò parlando della maggioranza degli orfani fino a 30anni fà, e di un buon numero ancora oggi) dove le trova le tue figure di riferimento??
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Willard
Membro
Messaggi: 441
Iscritto il: dom gen 30, 2005 12:05 am
Località: Milano
Contatta:

Messaggioda Willard » sab apr 23, 2005 12:14 pm

Considerando i canoni di normalità della società in cui viviamo, non è che mi dispiaccia tanto l'idea che il nucleo familiare in questione sia diverso da quelli più diffusi, in realtà. In ogni caso, io sono sulla stessa linea di pensiero di klaus in questo caso e mi stupisco di come si possano usare termini offensivi come quelli usati più sopra da un utente e poi addirittura dal "moderatore" per descrivere l'omosessualità di una persona. Anzi, in realtà non mi stupisco granché: treant'anni fa c'era il "problema" dei meridionali, oggi quello degli omosessuali...Niente di nuovo sotto il sole, quindi.
Les roses de l'Europe sont le festin de Satan

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 11830
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Messaggioda paoolino » sab apr 23, 2005 12:32 pm

klaus ha scritto:E allora gli istituti...e allora le lesbiche (sterilizzare?)
Le domande pertinenti ci sono, sono già state poste tre interventi più in alto.
Se non hai risposte e le vuoi ignorare almeno non prenderci in giro.
Un bambino che cresce fra 50 preti o suore (e stò parlando della maggioranza degli orfani fino a 30anni fà, e di un buon numero ancora oggi) dove le trova le tue figure di riferimento??


Non capisco dove vi (o ti) prendo in giro. Se l'ho fatto non era assolutamente mia intenzione.

Per quanto riguarda le domande su "istituti" e "coppie di lesbiche", beh, non sono certamente di facile risposta, almeno per me che non sono nè un fondamentalista religioso, nè un fondamentalista liberale. Per cui devo meditarci bene, poi ti risponderò.
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Avatar utente
PINDARO
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 62324
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Messaggioda PINDARO » sab apr 23, 2005 1:18 pm

klaus ha scritto:
Dichiarazioni da brividi di bigotti in via di estinzione.
Il vostro è un tempo preso a prestito. #1#



purtroppo non sono in via d'estinzione...

klaus ha scritto:Libera chiesa in libero stato....




Che aspetta Benedetto Raztinger a farsi sentire...


ci aveva gia' pensato


LETTERA Al VESCOVI DELLA CHIESA CATTOLICA SULLA CURA PASTORALE DELLE PERSONE OMOSESSUALI


Congregazione per la dottrina della fede
(10 ottobre 1986)

....

Il cap. 3 della Genesi mostra come questa verità sulla persona umana quale immagine di Dio sia stata oscurata dal peccato originale. Ne segue inevitabilmente una perdita della consapevolezza del carattere di alleanza, proprio dell'unione che le persone umane avevano con Dio e fra di loro. Benché il corpo umano conservi ancora il suo "significato sponsale", ora questo è oscurato dal peccato. E' il deterioramento dovuto al peccato continua a svilupparsi nella storia degli uomini di Sodoma (cf Gen. 19, 1-11). Non vi può essere dubbio sul giudizio morale ivi espresso contro le relazioni omosessuali. In Levitico 18, 22 e 20, 13, quando vengono indicate le condizioni necessarie per appartenere al popolo eletto, l'autore esclude dal popolo di Dio coloro che hanno un comportamento omosessuale.

Sullo sfondo di questa legislazione teocratica, san Paolo sviluppa una prospettiva escatologica, all'interno della quale egli ripropone la stessa dottrina, elencando tra coloro che non entreranno nel regno di Dio anche chi agisce da omosessuale (cf 1 Cor 6, 9). In un altro passaggio del suo epistolario egli, fondandosi sulle tradizioni morali dei suoi antenati, ma collocandosi nel nuovo contesto del confronto tra il cristianesimo e la società pagana dei suoi tempi, presenta il comportamento omosessuale come un esempio della cecità nella quale è caduta l'umanità. Sostituendosi all'armonia originaria fra il Creatore e le creature, la grave deviazione dell'idolatria ha condotto a ogni sorta di eccessi nel campo morale. San Paolo trova l'esempio più chiaro di questa disarmonia proprio nelle relazioni omosessuali (cf Rom 1, 18-32). Infine, in perfetta continuità con l'insegnamento biblico, nell'elenco di coloro che agiscono contrariamente alla sana dottrina, vengono esplicitamente menzionati come peccatori coloro che compiono atti omosessuali (cf 1 Tim 1, 10).

7. La Chiesa, obbediente al Signore che l'ha fondata e le ha fatto dono della vita sacramentale, celebra nel sacramento del matrimonio il disegno divino dell'unione amorosa e donatrice di vita dell'uomo e della donna. E' solo nella relazione coniugale che l'uso della facoltà sessuale può essere moralmente retto. Pertanto una persona che si comporta in modo omosessuale agisce immoralmente.

Scegliere un'attività sessuale con una persona dello stesso sesso equivale ad annullare il ricco simbolismo e il significato, per non parlare dei fini, del disegno del Creatore a riguardo della realtà sessuale. L'attività omosessuale non esprime un'unione complementare, capace di trasmettere la vita, e pertanto contraddice la vocazione a un'esistenza vissuta in quella forma di auto-donazione che, secondo il Vangelo, è l'essenza stessa della vita cristiana. Ciò non significa che le persone omosessuali non siano spesso generose e non facciano dono di se stesse, ma quando si impegnano in un'attività omosessuale esse rafforzano al loro interno una inclinazione sessuale disordinata, per se stessa caratterizzata dall'autocompiacimento.

Come accade per ogni altro disordine morale, l'attività omosessuale impedisce la propria realizzazione e felicità perché è contraria alla sapienza creatrice di Dio. Quando respinge le dottrine erronee riguardanti l'omosessualità, la Chiesa non limita ma piuttosto difende la libertà e la dignità della persona, intese in modo realistico e autentico.

Tuttavia oggi un numero sempre più vasto di persone, anche all'interno della Chiesa, esercitano una fortissima Pressione per portarla ad accettare la condizione omosessuale, come se non fosse disordinata, e a legittimare gli atti omosessuali. Quelli che, all'interno della comunità di fede, spingono in questa direzione, hanno sovente stretti legami con coloro che agiscono al di fuori di essa. Ora questi gruppi esterni sono mossi da una visione opposta alla verità sulla persona umana, che ci è stata pienamente rivelata nel mistero di Cristo. Essi manifestano, anche se non in modo del tutto cosciente, un'ideologia materialistica, che nega la natura trascendente della persona umana, così come la vocazione soprannaturale di ogni individuo.

I ministri della Chiesa devono far in modo che le persone omosessuali affidate alle loro cure non siano fuorviate da queste opinioni, così profondamente opposte all'insegnamento della Chiesa. Tuttavia il rischio è grande e ci sono molti che cercano di creare confusione nei riguardi della posizione della Chiesa e di sfruttare questa confusione per i loro scopi.



E' pertanto in atto in alcune nazioni un vero e proprio tentativo di manipolare la Chiesa conquistandosi il sostegno, spesso in buona fede, dei suoi pastori, nello sforzo volto a cambiare le norme della legislazione civile. Il fine di tale azione è conformare questa legislazione alla concezione propria di questi gruppi di pressione, secondo cui l'omosessualità è almeno una realtà perfettamente innocua, se non totalmente buona. Benché la pratica dell'omosessualità stia minacciando seriamente la vita e il benessere di un gran numero di persone, i fautori di questa tendenza non desistono dalla loro azione e rifiutano di prendere in considerazione le proporzioni del rischio, che vi è implicato.
La Chiesa non può non preoccuparsi di tutto questo e pertanto mantiene ferma la sua chiara posizione al riguardo, che non può essere modificata sotto la pressione della legislazione civile o della moda del momento. Essa si preoccupa sinceramente anche dei molti che non si sentono rappresentati dai movimenti pro-omosessuali, e di quelli che potrebbero essere tentati di credere alla loro ingannevole propaganda. Essa è consapevole che l'opinione, secondo la quale l'attività omosessuale sarebbe equivalente, o almeno altrettanto accettabile, quanto l'espressione sessuale dell'amore coniugale, ha un'incidenza diretta sulla concezione che la società ha della natura e dei diritti della famiglia, e li mette seriamente in pericolo.

10. Va deplorato con fermezza che le persone omosessuali siano state e siano ancora oggetto di espressioni malevole e di azioni violente. Simili comportamenti meritano la condanna dei pastori della Chiesa, ovunque si verifichino. Essi rivelano una mancanza di rispetto per gli altri, lesiva dei principi elementari su cui si basa una sana convivenza civile. La dignità propria di ogni persona dev'essere sempre rispettata nelle parole, nelle azioni e nelle legislazioni.

Tuttavia, la doverosa reazione alle ingiustizie commesse contro le persone omosessuali non può portare in nessun modo all'affermazione che la condizione omosessuale non sia disordinata. Quando tale affermazione viene accolta e di conseguenza l'attività omosessuale è accettata come buona, oppure quando viene introdotta una legislazione civile per proteggere un comportamento al quale nessuno può rivendicare un qualsiasi diritto, né la Chiesa né la società nel suo complesso dovrebbero poi sorprendersi se anche altre opinioni e pratiche distorte guadagnano terreno e se i comportamenti irrazionali e violenti aumentano.

11. Alcuni sostengono che la tendenza omosessuale, in certi casi, non è il risultato di una scelta deliberata e che la persona omosessuale non ha alternative, ma è costretta a comportarsi in modo omosessuale. Di conseguenza si afferma che essa agirebbe in questi casi senza colpa, non essendo veramente libera.


Roma dalla Sede della Congregazione per la Dottrina della Fede, 10 ottobre 1986.

JOSEPH Card. RATZINGER

#1# #1# #1# #1# #1# #1# #1# #1# #1#
Ludwig Wittgenstein: «Se pure tutte le possibili domande della scienza ricevessero una risposta, i problemi della nostra vita non sarebbero nemmeno sfiorati»

Avatar utente
whiterussian
Drugo
Messaggi: 19753
Iscritto il: ven nov 14, 2003 12:50 pm
Località: Macedonia, 356 a.C.

Messaggioda whiterussian » sab apr 23, 2005 1:31 pm

Albo, ti ha risposto correttamente klaus e per farlo è dovuto scendere ai tuoi livelli di volgarità.

Tra un pò torniamo alla verginità sino al matrimonio, dai che ci divertiamo tutti. Il vero problema è che la famiglia non è un nucleo perfetto. Bella infanzia col padre ubriacone che picchia la mammina. Oppure la mamma muore e il padre riesce benissimo a tirare su i figli. Non c'è una regola. Quel che è certo è che non c'è bisogno di niente per i bambini, solo di amore.
E se ci fossero meno persone come te, nessuno andrebbe a chiedere al bimbo se i papà se lo buttano in cùlo, per usare un'espressione dei nostri tempi, perché discriminazioni non se ne dovrebbero fare, tantomeno sessuali. Ma che te lo dico a fare?

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 12693
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Messaggioda uglygeek » sab apr 23, 2005 2:24 pm

whiterussian ha scritto:Albo, ti ha risposto correttamente klaus e per farlo è dovuto scendere ai tuoi livelli di volgarità.

Tra un pò torniamo alla verginità sino al matrimonio, dai che ci divertiamo tutti. Il vero problema è che la famiglia non è un nucleo perfetto. Bella infanzia col padre ubriacone che picchia la mammina. Oppure la mamma muore e il padre riesce benissimo a tirare su i figli. Non c'è una regola. Quel che è certo è che non c'è bisogno di niente per i bambini, solo di amore.
E se ci fossero meno persone come te, nessuno andrebbe a chiedere al bimbo se i papà se lo buttano in cùlo, per usare un'espressione dei nostri tempi, perché discriminazioni non se ne dovrebbero fare, tantomeno sessuali. Ma che te lo dico a fare?

Parole sante.

Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15489
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Apollo_Creed. » sab apr 23, 2005 2:30 pm

klaus ha scritto:
Albornoz ha scritto:L'importante è spiegare loro, quando si fa educazione sessuale, che invece a casa i papà se lo buttano in cùlo. Però dipende, a volte è sempre uno che se lo prende. Inquadramento, converrete, che meglio prepara alla vita.

A questa condizione sono assolutamente favorevole.


Ok mi raccomando se hai un figlio spiega che il pensierino di buttarlo in cu.lo alla moglie e moralmente più legettimo (wow o magari tu sei uno dei redattori per le leggi di alcuni stati usa contro la sodomia in generale :D ).

Hai bambini oltre tre anni spiegherei subito anche il concetto di pompa con ingoio che però e lecito solo per coppie etero.

No aspetta .... ora Ratzinger chiedera una bella legge per rendere lecito solo il rapporto vaginale in posizione del "Missionario".

Prima che vi inc.zziate mi scuso con tutti per la volgarità ma mi sono voluto uniformare.



ha stragione klaus, la promiscuità etero non credo sia migliore della omosessualità non promiscua!

i gay non è che se vedono uno a 90 glielo buttano al cu.lo automaticamente! mica sono animali!
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

Avatar utente
Karelias
Illuminato
Messaggi: 4104
Iscritto il: mar ott 01, 2002 2:00 am
Località: Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla

Messaggioda Karelias » sab apr 23, 2005 5:49 pm

Apollo_Creed. ha scritto:ha stragione klaus, la promiscuità etero non credo sia migliore della omosessualità non promiscua!

esatto. Infatti la Chiesa è contro entrambe.

La Chiesa è , di principio, contro ...."l' inclinazione sessuale disordinata, per se stessa caratterizzata dall'autocompiacimento.
Come accade per ogni altro disordine morale, l'attività omosessuale impedisce la propria realizzazione e felicità perché è contraria alla sapienza creatrice di Dio. Quando respinge le dottrine erronee riguardanti l'omosessualità, la Chiesa non limita ma piuttosto difende la libertà e la dignità della persona, intese in modo realistico e autentico."

Per la Chiesa da duemila anni la sessualità è solo e soltanto indirizzata alla procreazione.
Quindi è palese che : rapporti promiscui eterosessuali, con o senza contraccettivo e rapporti omosessuali (in toto, visto che il rapporto non può avere fini procreativi) sono contrari ai precetti.

Mi spiace, se vi aspettavate la benedizione anche per andare ad inchiappettarsi dovrete aspettare ancora un po'.

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 25645
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Messaggioda klaus » sab apr 23, 2005 6:07 pm

Karelias ha scritto:
Apollo_Creed. ha scritto:ha stragione klaus, la promiscuità etero non credo sia migliore della omosessualità non promiscua!

esatto. Infatti la Chiesa è contro entrambe.

La Chiesa è , di principio, contro ...."l' inclinazione sessuale disordinata, per se stessa caratterizzata dall'autocompiacimento.
Come accade per ogni altro disordine morale, l'attività omosessuale impedisce la propria realizzazione e felicità perché è contraria alla sapienza creatrice di Dio. Quando respinge le dottrine erronee riguardanti l'omosessualità, la Chiesa non limita ma piuttosto difende la libertà e la dignità della persona, intese in modo realistico e autentico."

Per la Chiesa da duemila anni la sessualità è solo e soltanto indirizzata alla procreazione.
Quindi è palese che : rapporti promiscui eterosessuali, con o senza contraccettivo e rapporti omosessuali (in toto, visto che il rapporto non può avere fini procreativi) sono contrari ai precetti.

Mi spiace, se vi aspettavate la benedizione anche per andare ad inchiappettarsi dovrete aspettare ancora un po'.


DRIIINNNN

Buongiorno Karelias... apri gli occhi.
La legge di cui parla il topic è legge dello stato.
Se la chiesa si limitasse ha dettare ciò che è giusto o sbagliato per i suoi appartenenti, tutto andrebbe bene.

Ma la chiesa vuole che lo stato faccia le leggi come se tutti fossimo cattolici praticanti.. ed è questo il problema.

E' di questo che si dibatte.

Poi sui dibattiti interni dei fedeli sui dogmi e tutto il resto io vi lascio liberi da non credente di fare ciò che volete.

Leggiti bene il post di apertura, e buona giornata.
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
whiterussian
Drugo
Messaggi: 19753
Iscritto il: ven nov 14, 2003 12:50 pm
Località: Macedonia, 356 a.C.

Messaggioda whiterussian » sab apr 23, 2005 6:54 pm

Esatto klaus. Dio mica ha ordinato a tutti di comportarsi secondo certi dettami. Siccome non mi sembra che gli omosessuali siano una razza inferiore, è dovere di uno stato riconoscere una unione che già di fatto esiste, la cui esistenza non viola alcuna legge dello stato stesso. Poi un cattolico o chi per lui non vuole, pazienza, neanche lui è opbbligato a contrarre matrimonio omosessuale.

Dunque Karelias, io rispetto la tua idea che l'uomo non può essere il fine ultimo delle cose, ma abbi anche tu rispetto per chi vuole inchiappettarsi, per usare un'altra minimizzazione volgare della faccenda, in santa pace.

Ciao.

Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15489
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Messaggioda Apollo_Creed. » sab apr 23, 2005 7:22 pm

whiterussian ha scritto:Esatto klaus. Dio mica ha ordinato a tutti di comportarsi secondo certi dettami. Siccome non mi sembra che gli omosessuali siano una razza inferiore, è dovere di uno stato riconoscere una unione che già di fatto esiste, la cui esistenza non viola alcuna legge dello stato stesso. Poi un cattolico o chi per lui non vuole, pazienza, neanche lui è opbbligato a contrarre matrimonio omosessuale.

Dunque Karelias, io rispetto la tua idea che l'uomo non può essere il fine ultimo delle cose, ma abbi anche tu rispetto per chi vuole inchiappettarsi, per usare un'altra minimizzazione volgare della faccenda, in santa pace.

Ciao.


mi sembra abbiano detto tutto il grande whiterussian e l'altrettanto grande klaus.

non c'è più lo stato pontificio nè il cesaropapismo, la chiesa ha diritti sui praticanti non sui cittadini italiani. il cu.lo è loro ci faccian ciò che voglion, la bocca delle donne è loro ingoiino ciò che voglion
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

Avatar utente
Karelias
Illuminato
Messaggi: 4104
Iscritto il: mar ott 01, 2002 2:00 am
Località: Ducato di Parma, Piacenza e Guastalla

Messaggioda Karelias » sab apr 23, 2005 8:25 pm

klaus, era in risposta ai precedenti post vostri che prendevano in giro una presunta chiesa dedita a sparare agli omosessuali e a benedire la promiscuità eterosex, ovviamente.


La chiesa si rivolge ai cattolici. I suoi appelli sono quindi anche rivolti verso i rappresentanti politici di credo cattolico e solo a questi (ribadito tante volte anche dal nuovo Papa).
La chiesa si rivolge alle coscienze di coloro che credono.


Ed è anche ingenuo pensare ad una chiesa per la quale quello che lo stato decide va sempre bene. Che poi è quello che vorreste voi. Alla Chiesa solo le anime e nessun commento su ciò che accade nel mondo. Il precedente papa non avrebbe quindi dovuto appoggiare solidarnosch, affossare i totalitarismi, criticare le guerre o denunciare povertà ed ingiustizie perchè "compito dello stato".
La Chiesa su certe cose, è ovvio, non può tacere in quanto riconosce e si fa portavoce di determinati precetti contenuti nella legge naturale.
E quando lo stato promuove delle leggi aberranti è suo dovere intervenire. Quando lo stato promuove leggi non democratiche è giusto e doveroso il suo intervento.

E scusate, dico, meno male che c'è. Meno male che c'è qualcuno che prova, almeno, a dare un freno, a dare dei limiti entro i quali muoversi.
Mi spaventerebbe essere in mano solo al livello culturale dei D'Alema, dei Berlusconi, dei Prodi o degli Zapatero; essere in mano alle mode ed alle opportunità del momento.....


white, chi si vuole inchiappettare è libero di farlo, e non sarà certo l'omelia di un prete o di un papa a fargli cambiare idea; lo faranno senza il benestare della chiesa come milioni di persone cristiane ogni giorno trombano senza il benestare delle chiesa.
L'adozione però quella no, niente esperimenti con dei bambini.
(a questo punto spero che klaus non tiri fuori nuovamente la storia di Magdalene e gli istituti dei preti pedofili).

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 11830
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Messaggioda paoolino » sab apr 23, 2005 10:56 pm

Vorrei consigliare di non vedere la questione solo come una contrapposizione tra credenti e non credenti.

Io che non sono credente, sono comunque contrario alla legge riguardante l'adozione.

Inoltre per quanto riguarda il discorso "libera Chiesa in libero Stato" credo che la Chiesa abbia il diritto di esprimere le proprie opinioni e il cittadino del libero Stato può tranquillamente decidere se seguirle o meno, è un suo problema religioso e morale.

E' chiaro che se vincono le elezioni partiti politici che si ispirano ai valori cattolici non vareranno leggi molto contrarie ai dettami della Chiesa, d'altra parte Zapatero, ma prima ancora i referendum su aborto e divorzio ci insegnano che se le elezioni i partiti vicini alla Chiesa le perdono, i dettami della Chiesa vengono tranquillamente ignorati.

Fa parte della democrazia e bisogna accetarlo.
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Burano
Saggio
Messaggi: 6811
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Messaggioda Burano » dom apr 24, 2005 10:21 am

La chiesa è un gruppo di pressione, e come tale è normale che faccia pressione su chi è al governo e chi fa le leggi per tentare di fargli seguire i suoi dettami.

Lo scandalo semmai sono i politici genuflessi che confidando nel suo appoggio e in genere sopravvalutando il famigerato 'voto kattolico', assecondano le gerarchie e parlano da ferventi cattolici.

Ecco il problema: perfino in Spagna, paese cattolico, chi è al governo tira dritto per la sua strada fregandosene del parere e delle pressioni delle gerarchie. E non lo fa solo Zapatero perchè è 'de sinistra'. Aznar (a cui Berlusconi nel 2001 disse di ispirarsi :roll: ) fece la legge sulle coppie di fatto e a livello locale ci fu la promozione di politiche di riduzione del danno come la somministrazione controllata di eroina per i tossicodipendenti.
Il problema, quindi, è sempre l'Italia e il suo bipolarismo democristiano.
Lo voglio rivedere, Fabio

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 25645
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Messaggioda klaus » dom apr 24, 2005 11:26 am

Karelias ha scritto:klaus, era in risposta ai precedenti post vostri che prendevano in giro una presunta chiesa dedita a sparare agli omosessuali e a benedire la promiscuità eterosex, ovviamente.


Ancora una volta no Karelias.
Culi e inchiappettamenti sono stati tirati fuori dai benpensanti come te, che tirano il sasso e poi nascondono la mano.
Eppure è tanto facile... il topic è li basta leggere ....via un aiutino in ordine cronologico:

Piuttosto, vengano riconosciuti ai cu.li. alcuni diritti, tipo...


L'importante è spiegare loro, quando si fa educazione sessuale, che invece a casa i papà se lo buttano in cùlo


Karelias ha scritto:Ed è anche ingenuo pensare ad una chiesa per la quale quello che lo stato decide va sempre bene. Che poi è quello che vorreste voi


Ingenuo??...vedi Karelias è proprio qui l' errore la chiesa si deve adeguare alle leggi dello stato e invitare i propri fedeli a comportarsi rettamente nonostante quelle.

E' invece ingenuo pensare che una holding come la chiesa foraggiata a milioni di euro da 100 e passa concordati con decine di stati fra cui le peggiori dittature, più vari oboli tipo 8 per mille possa ancora permettersi di dettare costumi morali, ed avvelenare l'esistenza di migliaia di individui.

La chiesa è contro i matrimoni gay...dica ai gay che si sposano che sono fuori dalla chiesa.
E' contro il divorzio...dica ai divorziati che sono fuori dalla chiesa.
E' contri rapporti prematrimoniali..chiarisca a chi li pratica che è fuori dalla chiesa.

Non si sogni nemmeno invece di imporre per legge questi comportamenti!



Karelias ha scritto:(a questo punto spero che klaus non tiri fuori nuovamente la storia di Magdalene e gli istituti dei preti pedofili).


Io ai preti pedofoli non ho fatto accenni.
Si parla di adozioni e si dice che i gay sono inadatti perchè mancano le figure di riferimento della famaglia.
Mi sembra che preti, suore o operatori del settore siano figure altrettanto distanti (se non di più..molto di più) ma decine di miglaia di bambini sono loro affidati.

Ma tu fai finta di non capire o davvero non hai una risposta dico una, da dare?
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

boccons
Illuminato
Messaggi: 3724
Iscritto il: mer gen 16, 2002 1:00 am

Messaggioda boccons » dom apr 24, 2005 12:21 pm

matrimonio si (ma poi che ce ne frega).
adozioni no.


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite