tremonti e i mutui? Meglio non toccare niente.

Dibattito sulla vita sociale e sui problemi politici.
boccons
Illuminato
Messaggi: 3724
Iscritto il: mer gen 16, 2002 1:00 am

tremonti e i mutui? Meglio non toccare niente.

Messaggioda boccons » dom mag 25, 2008 12:20 am

24/5/2008 (8:11) - BOCCIATO ACCORDO RAGGIUNTO DAL GOVERNO COL CREDITO
"Sui mutui 20% di interessi in più"
Il ministro dell'Economia Giulio Tremonti

Le associazioni dei consumatori
preparano class action contro banche
VANNI CORNERO
TORINO
Il popolo dei mutui va all’attacco dell’accordo tra Abi e governo sulla rinegoziazione. A guidare gli scontenti sono le associazioni dei consumatori: «il rischio è di pagare interessi aggiuntivi del 10-20% - spiega Paolo Landi di Adiconsum - e molte famiglie rischiano di essere indotte ad una scelta sbagliata». Inoltre, secondo l’associazione, è indispensabile un incontro con l’Abi «per chiarire alcuni aspetti tecnici» e con il Governo «per sapere come intende utilizzare i 20 milioni di euro previsti nella Finanziaria per i mutui a favore delle famiglie disagiate». Altre due associazioni, Adusbef e Federconsumatori, vanno oltre, annunciando una class action contro Abi e banche, perchè, sostengono: «L’accordo è una sanatoria mascherata del decreto Bersani, violato ripetutamente dalle banche e che il governo deve far rispettare».

Insomma, secondo Adusbef e Federconsumatori, l’accordo, preceduto dalla minaccia del ministro Tremonti, di un giro di vite fiscale sul credito «si limita ad offrire una soluzione che alcune banche già proponevano da quando i tassi hanno cominciato ad impennarsi». Questo il meccanismo: se la rata non è sopportabile si riduce e quanto corrisposto in meno, rivalutato da tassi di remunerazione per la banca, viene accodato alla fine del mutuo e ne comporterà l’allungamento. Quindi, accusano le associazioni dei consumatori «le banche ci guadagnano due volte, sia fidelizzando il cliente con l’allungamento del mutuo, sia incamerando maggiori interessi e commissioni sulle rate». La soluzione proposta da Adusbef e Federconsumatori sarebbe di sostituire il decreto con una nuova norma che obblighi le banche a dar seguito, a costo zero, alla ristrutturazione del mutuo.

occhio che tremonti dopo 5 anni in cui ha fatto dei buchi negli stagni (e nelle tasche di tutti noi) adesso si inventa qualcosa....

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 120348
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Messaggioda Nickognito » dom mag 25, 2008 12:36 pm

francamente avevo valutato la proposta de governo sui mutui come un modo di farsi pubblicità e nient'altro.

La proposta di Tremonti , semplicemente, non aggiunge nulla di nuovo. In sostanza costringe le banche a fare quello che comunque già fanno. E' del tutto normale che se non ce la fai a fare un mutuo, diminuisci la rata, e lo paghi piu' a lungo. Per cui non vedo come questo provvedimento possa cambiare qualcosa. In pratica, non cambia nulla.

Né nel bene, né nel male.

c.
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

Albornoz
Massimo Carbone
Messaggi: 17951
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am

Messaggioda Albornoz » mer mag 28, 2008 11:59 pm

Nickognito ha scritto:
La proposta di Tremonti , semplicemente, non aggiunge nulla di nuovo. In sostanza costringe le banche a fare quello che comunque già fanno. E' del tutto normale che se non ce la fai a fare un mutuo, diminuisci la rata, e lo paghi piu' a lungo.
c.


Ah si, e come mai sono del tutto normali anche le procedure esecutive immobiliari delle Banche?

E' del tutto normale anche che un mutuo a tasso variabile sia spontaneamente rinegoziato a rata fissa 2006?

orangeman
Saggio
Messaggi: 5781
Iscritto il: lun mag 14, 2007 12:27 am

Messaggioda orangeman » gio mag 29, 2008 12:24 am

Albornoz ha scritto:
Nickognito ha scritto:
La proposta di Tremonti , semplicemente, non aggiunge nulla di nuovo. In sostanza costringe le banche a fare quello che comunque già fanno. E' del tutto normale che se non ce la fai a fare un mutuo, diminuisci la rata, e lo paghi piu' a lungo.
c.


Ah si, e come mai sono del tutto normali anche le procedure esecutive immobiliari delle Banche?

E' del tutto normale anche che un mutuo a tasso variabile sia spontaneamente rinegoziato a rata fissa 2006?


Il problema è che a conti fatti è solo una dilazione ulteriore.. quello che prima lo pagavi in 20 anni con la proposta Tremonti lo estingui in 22 anni (esempio).
Life's a bummer when you're a hummer

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 43605
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Messaggioda Nasty » gio mag 29, 2008 8:30 am

orangeman ha scritto:
Albornoz ha scritto:
Nickognito ha scritto:
La proposta di Tremonti , semplicemente, non aggiunge nulla di nuovo. In sostanza costringe le banche a fare quello che comunque già fanno. E' del tutto normale che se non ce la fai a fare un mutuo, diminuisci la rata, e lo paghi piu' a lungo.
c.


Ah si, e come mai sono del tutto normali anche le procedure esecutive immobiliari delle Banche?

E' del tutto normale anche che un mutuo a tasso variabile sia spontaneamente rinegoziato a rata fissa 2006?


Il problema è che a conti fatti è solo una dilazione ulteriore.. quello che prima lo pagavi in 20 anni con la proposta Tremonti lo estingui in 22 anni (esempio).


Ma a tasso fisso? Voglio dire, nei due ulteriori anni si pagheranno interessi extra o no? Perchè se così non fosse, a parità di spesa, si risparmierebbe ( leggi inflazione ).

Ciò senza tener conto della boccata d'aria che si potrebbe respirare con la rata più bassa sin d'ora.
Provaci ancora Steph!

Grass
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 701
Iscritto il: mar dic 10, 2002 3:21 pm

Messaggioda Grass » gio mag 29, 2008 9:03 am

Nasty ha scritto:
orangeman ha scritto:
Albornoz ha scritto:
Nickognito ha scritto:
La proposta di Tremonti , semplicemente, non aggiunge nulla di nuovo. In sostanza costringe le banche a fare quello che comunque già fanno. E' del tutto normale che se non ce la fai a fare un mutuo, diminuisci la rata, e lo paghi piu' a lungo.
c.


Ah si, e come mai sono del tutto normali anche le procedure esecutive immobiliari delle Banche?

E' del tutto normale anche che un mutuo a tasso variabile sia spontaneamente rinegoziato a rata fissa 2006?


Il problema è che a conti fatti è solo una dilazione ulteriore.. quello che prima lo pagavi in 20 anni con la proposta Tremonti lo estingui in 22 anni (esempio).


Ma a tasso fisso? Voglio dire, nei due ulteriori anni si pagheranno interessi extra o no? Perchè se così non fosse, a parità di spesa, si risparmierebbe ( leggi inflazione ).

Ciò senza tener conto della boccata d'aria che si potrebbe respirare con la rata più bassa sin d'ora.


cambi il mutuo da tasso variabile a fisso (I.R.S. + spread) ma il nuovo mutuo avrà una durata più lunga (per permetterti di avere una rata più bassa) e quindi restituirai i soldi alla banca più tardi. Visto che gli interessi sono proporzionali al tempo pagherai più interessi. Più tempo=più interessi.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 120348
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Messaggioda Nickognito » gio mag 29, 2008 9:23 am

Albornoz ha scritto:
Nickognito ha scritto:
La proposta di Tremonti , semplicemente, non aggiunge nulla di nuovo. In sostanza costringe le banche a fare quello che comunque già fanno. E' del tutto normale che se non ce la fai a fare un mutuo, diminuisci la rata, e lo paghi piu' a lungo.
c.


Ah si, e come mai sono del tutto normali anche le procedure esecutive immobiliari delle Banche?

E' del tutto normale anche che un mutuo a tasso variabile sia spontaneamente rinegoziato a rata fissa 2006?


1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 120348
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Messaggioda Nickognito » gio mag 29, 2008 9:25 am

Grass ha scritto:cambi il mutuo da tasso variabile a fisso (I.R.S. + spread) ma il nuovo mutuo avrà una durata più lunga (per permetterti di avere una rata più bassa) e quindi restituirai i soldi alla banca più tardi. Visto che gli interessi sono proporzionali al tempo pagherai più interessi. Più tempo=più interessi.


esatto. solo che lo puoi fare già senza la legge. (ci saranno le ovvie e dovute eccezioni.
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

orangeman
Saggio
Messaggi: 5781
Iscritto il: lun mag 14, 2007 12:27 am

Messaggioda orangeman » gio mag 29, 2008 9:44 am

Nickognito ha scritto:
Grass ha scritto:cambi il mutuo da tasso variabile a fisso (I.R.S. + spread) ma il nuovo mutuo avrà una durata più lunga (per permetterti di avere una rata più bassa) e quindi restituirai i soldi alla banca più tardi. Visto che gli interessi sono proporzionali al tempo pagherai più interessi. Più tempo=più interessi.


esatto. solo che lo puoi fare già senza la legge. (ci saranno le ovvie e dovute eccezioni.


Soprattutto a quanto pare, al momento, le banche non sono nemmeno obbligate a rinegoziare il mutuo.
Life's a bummer when you're a hummer

Albornoz
Massimo Carbone
Messaggi: 17951
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am

Messaggioda Albornoz » gio mag 29, 2008 11:32 am

Nickognito ha scritto:
Albornoz ha scritto:
Nickognito ha scritto:
La proposta di Tremonti , semplicemente, non aggiunge nulla di nuovo. In sostanza costringe le banche a fare quello che comunque già fanno. E' del tutto normale che se non ce la fai a fare un mutuo, diminuisci la rata, e lo paghi piu' a lungo.
c.


Ah si, e come mai sono del tutto normali anche le procedure esecutive immobiliari delle Banche?

E' del tutto normale anche che un mutuo a tasso variabile sia spontaneamente rinegoziato a rata fissa 2006?




Si tranquillo, tu vai in Banca chiedi i soldi e quando puoi li rendi, che problema c'è.

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 18534
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Messaggioda alessandro » gio mag 29, 2008 1:09 pm

orangeman ha scritto:
Soprattutto a quanto pare, al momento, le banche non sono nemmeno obbligate a rinegoziare il mutuo.


CAMBI BANCA.

in pratica, paghi un po' meno la rata ma per piu' anni.
in coda al mutuo dovrai pagare la differenza che non hai pagato prima + gli interessi maturati negli anni.
in pratica paghi di piu'.

e' un acosa che le banche fanno gia'.
gli dici di allungare da 10 a 12 anni e la rata diminuisce.
e' la stessa cosa. La scelta migliore e' la Surroga. (almeno stando agli esperti)
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

orangeman
Saggio
Messaggi: 5781
Iscritto il: lun mag 14, 2007 12:27 am

Messaggioda orangeman » gio mag 29, 2008 3:10 pm

alessandro ha scritto:
orangeman ha scritto:
Soprattutto a quanto pare, al momento, le banche non sono nemmeno obbligate a rinegoziare il mutuo.


CAMBI BANCA.

in pratica, paghi un po' meno la rata ma per piu' anni.
in coda al mutuo dovrai pagare la differenza che non hai pagato prima + gli interessi maturati negli anni.
in pratica paghi di piu'.

e' un acosa che le banche fanno gia'.
gli dici di allungare da 10 a 12 anni e la rata diminuisce.
e' la stessa cosa. La scelta migliore e' la Surroga. (almeno stando agli esperti)


Più facile a dirsi che a farsi sai..
Life's a bummer when you're a hummer

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 18534
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Messaggioda alessandro » gio mag 29, 2008 3:23 pm

orangeman ha scritto:
Più facile a dirsi che a farsi sai..


bisogna dare attuazione al decreto Bersani, ma l'ABI si mette di traverso.
le lobby e la libera concorrenza fanno a pugni.

altro che finto tasso fisso.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 65060
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Messaggioda Pindaro » gio mag 29, 2008 4:14 pm

Ma ancora non hanno trovato il buco lasciato dalla sinistra per il quale non faranno un emerito cazzo per i prossimi 5 anni?
Oppure ordineranno a Bondi e Fede di pilotare qualche aereo e sacrificarsi.
Ma perché fuorviante???!?

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 18534
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Messaggioda alessandro » gio mag 29, 2008 4:18 pm

PINDARO ha scritto:Ma ancora non hanno trovato il buco lasciato dalla sinistra per il quale non faranno un emerito cazzo per i prossimi 5 anni?
Oppure ordineranno a Bondi e Fede di pilotare qualche aereo e sacrificarsi.


per il momento hanno sottratto 300 milioni di euro per traghettare Alitalia dall'accordo con AirFrance al fallimento.
300 milioni raccattati qua e la'. ci sono ricercatori senza stipendio per questo e laboratori che chiuderanno
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
alcol
Massimo Carbone
Messaggi: 16589
Iscritto il: ven apr 15, 2005 8:53 pm

Messaggioda alcol » gio mag 29, 2008 6:00 pm

alessandro ha scritto:ci sono ricercatori senza stipendio per questo e laboratori che chiuderanno


deo gratias!magari finalmente resteranno i pochi meritevoli e si creeranno pochi gruppi di ricerca ma validi.
te lo dico per esperienza diretta, le università scientifiche sono piene di cazzàri che fanno i dottorandi o i ricercatori ma non capiscono una sega.
più selezione, meno posti, una vera meritocrazia.

tra l'altro direi che la filastrocca del "sì ma loro ci hanno lasciato un bu
MyMag si divide in due categorie: chi parla di tennis e chi sparla di tennisti.(cit)

Partito anti-poltronati

Qui siamo uno step più avanti

Avatar utente
alcol
Massimo Carbone
Messaggi: 16589
Iscritto il: ven apr 15, 2005 8:53 pm

Messaggioda alcol » gio mag 29, 2008 6:01 pm

alessandro ha scritto:ci sono ricercatori senza stipendio per questo e laboratori che chiuderanno


deo gratias!magari finalmente resteranno i pochi meritevoli e si creeranno pochi gruppi di ricerca ma validi.
te lo dico per esperienza diretta, le università scientifiche sono piene di cazzàri che fanno i dottorandi o i ricercatori ma non capiscono una sega.
più selezione, meno posti, una vera meritocrazia.

tra l'altro direi che la filastrocca del "sì ma loro ci hanno lasciato un buco enorme nei conti e la contingenza internazionale è sfavorevole" sia veramente bipartisan al 100%.
MyMag si divide in due categorie: chi parla di tennis e chi sparla di tennisti.(cit)

Partito anti-poltronati

Qui siamo uno step più avanti

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 18534
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Messaggioda alessandro » gio mag 29, 2008 6:17 pm

alcol, lo sapevo. appena si nominano i ricercatori... :D

comunque il guaio dell'italia non e' certo che si spende troppo in ricerca, spendiamo la meta' della media europea.

il guaio e' che non c'e' quell ache tu chiami selezione.

si investe poco e magari un po' a caso o a raccomandazione.

e scommetto che i soldi verranno dati o tolti con lo stesso criterio.
ma magari, tu che ci sei dentro, lo sai meglio di me.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Albornoz
Massimo Carbone
Messaggi: 17951
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am

Messaggioda Albornoz » gio mag 29, 2008 6:36 pm

Topic surreale

Immagine

Avatar utente
alcol
Massimo Carbone
Messaggi: 16589
Iscritto il: ven apr 15, 2005 8:53 pm

Messaggioda alcol » gio mag 29, 2008 9:04 pm

alessandro ha scritto:ma magari, tu che ci sei dentro, lo sai meglio di me.


grazie a dio, non più.

ma torniamo pure in topic :wink:
MyMag si divide in due categorie: chi parla di tennis e chi sparla di tennisti.(cit)

Partito anti-poltronati

Qui siamo uno step più avanti

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 18534
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Messaggioda alessandro » ven mag 30, 2008 9:28 pm

Accordo Governo-Abi sui mutui: rata piu' pesante nel lungo periodo

Invia a un amico





L'accordo tra Governo e Abi sulla rinegoziazione dei mutui a tasso variabile varato dal Governo (decreto legge del 21 maggio scorso) non ci convince. Il provvedimento si rivolge a chi ha stipulato un mutuo a tasso variabile per l'abitazione principale prima del 28 maggio 2008 (data di entrata in vigore del decreto), prevedendo una riduzione delle rate il cui ammontare è riportato a quello medio del 2006. Questo significa che la rata costante che ne deriva incorpora già i rialzi dei tassi variabili dovuti agli aumenti del tasso di riferimento della Bce iniziati a dicembre del 2005: per esempio, l'Euribor 1 mese (l'indice di riferimento della maggior parte dei mutui a tasso variabile) è passato dal 2,41% di gennaio 2006 al 3,64% di dicembre 2006. In pratica, siamo di fronte a una rinegoziazione di un mutuo a tasso variabile in un mutuo che resta a tasso variabile, ma a rata costante. Cosa ci guadagna il mutuatario? Secondo i nostri calcoli, ben poco nel lungo periodo: tutta l'operazione, infatti, porta a una riduzione della rata attuale (e nemmeno di tanto), ma rimanda semplicemente al futuro i maggiori oneri dovuti alla situazione di mercato (in quasi tutti i casi facendo pagare pure di più di quanto previsto dal piano di ammortamento iniziale). Lo stesso governo ha ammesso che questa possibilità è solo l'ultima spiaggia per coloro che non riescono a ottenere condizioni migliori in altro modo (con la normale rinegoziazione oppure con la portabilità tramite surrogazione). Tra l'altro l'accordo Abi-governo avrà effetto con le prime rate costanti solo dal primo gennaio 2009.

Il rischio che vediamo all'orizzonte è che il mercato dei mutui sia paralizzato dall'Accordo perché indurrà le banche a offrire solo questa possibilità con queste caratteristiche e il consumatore non avrà la possibilità di valutare anche gli altri strumenti a sua disposizione. In primis, proprio la surrogazione del mutuo a costo zero tanto poco amata dalle banche che, nonostante la legge, ancora non la applicano (come dimostra la nostra inchiesta). Il monito viene anche dal presidente dell'Antitrust, Antonio Catricalà, che si è espresso sull'Accordo invitando le banche a offrire comunque condizioni migliori.

L'ambiguità delle banche è emersa anche nella recente dichiarazione del presidente dell'Abi, Corrado Fissola, a proposito dei mutui cartolarizzati: l'estinzione anticipata e quindi la sostituzione (con i relativi costi a carico del mutuatario) sarebbe l'unica soluzione per chi è in affanno con la rata del mutuo. Così l'Abi è uscita allo scoperto sulla vera prassi delle banche riguardo questo tipo di mutui dopo le false rassicurazioni sulla possibilità di surrogarli. In realtà anche per i cartolarizzati la legge prevede la portabilità.

Sarebbe stato meglio se il Governo si fosse concentrato maggiormente sulla portabilità del mutuo a costo zero, spronando le banche ad attuarla veramente a vantaggio anche della concorrenzialità oltre che dei mutuatari che hanno oggi - anche se ancora con molte difficoltà - la possibilità di scegliere operatori competitivi sul mercato trasferendovi a costo zero il capitale residuo del loro mutuo.

Abbiamo scritto al ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, per esprimere le nostre perplessità sull'Accordo e per sollecitare l'attenzione sull'applicazione della portabilità a costo zero.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Burano
Saggio
Messaggi: 7044
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: tremonti e i mutui? Meglio non toccare niente.

Messaggioda Burano » sab gen 20, 2018 12:05 pm

In questo paese per introdurre la surroga dei mutui (cosi come l'abolizione dei costi di ricarica dei cellulari), c'è voluto Bersani..rendiamoci conto :o :D
Lo voglio rivedere, Fabio


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti