Coronavirus la sindrome mondiale

Dibattito sulla vita sociale e sui problemi politici.
Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 5621
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Monheim » mar mar 24, 2020 10:14 pm

ThePiper ha scritto:Potrei pure fare dell'umorismo nero ma non mi sembra il caso.

Prova a farlo negro.

s&v
Illuminato
Messaggi: 3409
Iscritto il: mar ago 09, 2011 6:11 pm

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda s&v » mar mar 24, 2020 10:34 pm

Intanto, in Messico:

https://www.latimes.com/world-nation/st ... ez-obrador

In recent weeks, as Mexico’s neighbors to the north and south have restricted air travel and closed schools and businesses to slow the spread of the coronavirus, Mexican President Andrés Manuel López Obrador has nonchalantly portrayed his country as one on the sidelines of the global health crisis.
“Pandemics ... won’t do anything to us,”

At a large rally over the weekend, López Obrador waded proudly into the crowd, kissing children and embracing supporters. He has made a show of waving off offerings of anti-bacterial gel. And on Wednesday, before appearing at another large event, he showcased a collection of good-luck charms that he carries with him, including Catholic scapulars and a U.S. 2-dollar bill.

Eletto anche questo eh...

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 26835
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda klaus » mar mar 24, 2020 10:49 pm

Troppe sirene stasera :x
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 15754
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda uglygeek » mar mar 24, 2020 10:53 pm

Anche Greta dice di essere probabilmente positiva, non lo sa per certo perché in Svezia fanno analisi solo ai ricoverati, ma che per lei è passato tutto con un leggero mal di gola e un po’ di stanchezza mentre suo padre ha anche la febbre.

Una cosa che stupisce di questo virus è anche quanto poco molti giovani contagiati si ammalino, che è un meccanismo perfetto per il virus per propagarsi. In molti casi il sistema immunitario fa presto a vincere anche se il virus rimane comunque presente per qualche tempo.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 127791
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mar mar 24, 2020 10:56 pm

Coronavirus, la solidarietà della Germania: altri land pronti ad accogliere pazienti italiani https://www.repubblica.it/esteri/2020/03/24/news/germania_coronavirus_pazienti_italiani_ospedali-252192271/

Nascondono così bene loro morti truccando i dati che trovano spazio anche per prendere i nostri!

Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 68915
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Pindaro » mar mar 24, 2020 11:05 pm

Nickognito ha scritto:Coronavirus, la solidarietà della Germania: altri land pronti ad accogliere pazienti italiani https://www.repubblica.it/esteri/2020/03/24/news/germania_coronavirus_pazienti_italiani_ospedali-252192271/

Nascondono così bene loro morti truccando i dati che trovano spazio anche per prendere i nostri!


E per un paio d'anni dall'Italia sono arrivati solo insulti nei confronti della Germnaia e la Merkel.
Ma siamo tutti uguali. E soprattutto sticazzi.
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.


Nickognito ha scritto:Anche perché molte persone vivono una esistenza non grigia, vedono tanti bei posti e tramonti e non sono tutti pessimisti come su mymag

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 127791
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mar mar 24, 2020 11:12 pm

– A new smart quarantine system of the coronavirus infected identification to be launched after Easter will enable to map an infected person’s movements in the past five days thanks to the data from mobile phones and payment cards, Czech Central Crisis Staff head Roman Prymula told CTK today.

The coronavirus-infected persons will have to give an informed consent to the monitoring. During an interview with a sanitary officer, they should remember whom they met, Deputy Health Minister Prymula said after a meeting of the Central Crisis Staff.


He added that he would like to test the system in the second week of April.

With the infected persons’ consent, their movement will be traced back on the basis of the monitoring of their mobile phone operators in the past five days plus their card payments, Prymula described.

The contacts with the infected, found out during the interview with a sanitary officer, will be addressed immediately, quarantine will be imposed on them and their samples will be taken for testing, he added.
Not all people with the new virus will be detected this way due to the absence of the symptoms among some 10-20 percent, but the majority will be found, Prymula noted.

PM Andrej Babis (ANO) decided that the military would be strongly involved in the new system and get many powers in this respect, Prymula said.

The smart quarantine system will be accompanied by sanctions for the quarantine violations as well, he warned.

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 45712
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nasty » mar mar 24, 2020 11:13 pm

Pindaro ha scritto:
Nickognito ha scritto:Coronavirus, la solidarietà della Germania: altri land pronti ad accogliere pazienti italiani https://www.repubblica.it/esteri/2020/03/24/news/germania_coronavirus_pazienti_italiani_ospedali-252192271/

Nascondono così bene loro morti truccando i dati che trovano spazio anche per prendere i nostri!


E per un paio d'anni dall'Italia sono arrivati solo insulti nei confronti della Germnaia e la Merkel.
Ma siamo tutti uguali. E soprattutto sticazzi.


In realtà nessuno nasconde che abbiano una quantità di posti di terapia intensiva davvero esagerata, inesauribile sostanzialmente, ma a livello mondiale credo.

L'aspetto dei morti è un altro argomento. Non muore proprio nessuno in Germania, rispetto a Spagna, Italia, ma anche Francia.

Boh.
Provaci ancora Ando'! ( E' mancato il cinismo )

Avatar utente
Fantasio
Illuminato
Messaggi: 3909
Iscritto il: mer mag 24, 2006 1:49 pm
Località: Roma

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Fantasio » mar mar 24, 2020 11:19 pm

Pitone ha scritto:
Fantasio ha scritto:Lo studio ungherese è palesemente errato e basato su numeri che coincidono casualmente. La differenza tra Hubei è Italia la si vede bene da questo grafico:
Immagine
A parte il "balzo" centrale, dovuto a una modifica nei criteri che hanno usato per determinare chi fosse infetto, è evidente che i nostri casi stanno aumentando a dismisura quando, nel periodo corrispondente, nell'Hubei stavano già rallentando.
Gli ungheresi non si rendono conto che le misure che abbiamo preso noi sono poca cosa in confronto a quelle prese nell'Hubei (oltre che tardive), ed è questo che fa la differenza tra fermare e non fermare l'epidemia.


Pazzesco comesi possa leggere un grafico, quindi freddi numeri poco interpretabili, in maniera diametralmente opposta.
Io leggo per ora una crescita simile ma (incredibilmente) inferiore.

Questo 4 giorni fa.

Oggi diresti la stessa cosa?
Allegati
hubei.png
hubei.png (29.97 KiB) Visto 608 volte
"And he gave so much, and he wanted so little in return"

Avatar utente
Pitone
Massimo Carbone
Messaggi: 18981
Iscritto il: ven nov 08, 2002 1:00 am
Località: Estremissimo ponente ligure/Sardegna
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Pitone » mar mar 24, 2020 11:26 pm

No, ma quattro giorni fa avrei fatto le stesse analisi :D
Fuck off means naw, naw means mibbie, mibbie means aye n aye means anal...

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 127791
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mar mar 24, 2020 11:30 pm

Prima dicevate che non c'erano casi in Germania e li nascondevano. Adesso che vi sono ma nascondono i morti. Quando inizieranno a morire chissà cos'altro.

Ah ok, gli over 60 malati in Germania sono meno di un terzo in percentuale degli italiani.

Ma niente, non deve valere come spiegazione. Un mese fa tutti a dire che in Germania c'erano gli stessi casi della Lombardia e li nascondevano.

In Germania stanno prendendo i giovani prima che abbiano contatti coi vecchi.
E sono partiti dopo, un po'chi vuole a morire. E curano meglio, hanno più posti, nel nord Italia hanno mandato i medici al macello.

A sto punto quando vecchi tedeschi moriranno sono curioso cosa si tirerà fuori

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 15754
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda uglygeek » mar mar 24, 2020 11:33 pm

Pitone ha scritto:No, ma quattro giorni fa avrei fatto le stesse analisi :D

Ma si vedeva gia' che la curva era convessa e non concava (o viceversa).
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 127791
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mar mar 24, 2020 11:36 pm

Che poi anche nel paese dove vivo ieri morti lo 0 per cento , oggi lo 0.15 per cento.

E no, non per solo coronavirus, un malato terminale fra i tre morti, anche gli altri due con altre malattie

ThePiper
FooLminato
Messaggi: 14319
Iscritto il: gio lug 21, 2011 6:01 pm

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda ThePiper » mar mar 24, 2020 11:39 pm

La Germania è la migliore come posti letto in Europa, ma ci sono altri che si difendono egregiamente.

Noi siamo un disastro, come pure la Spagna.

https://it.euronews.com/2020/03/20/coronavirus-quali-paesi-europei-hanno-piu-posti-in-terapia-intensiva

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 15754
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda uglygeek » mar mar 24, 2020 11:40 pm

Nickognito ha scritto:Prima dicevate che non c'erano casi in Germania e li nascondevano. Adesso che vi sono ma nascondono i morti. Quando inizieranno a morire chissà cos'altro.

Ah ok, gli over 60 malati in Germania sono meno di un terzo in percentuale degli italiani.

Ma niente, non deve valere come spiegazione. Un mese fa tutti a dire che in Germania c'erano gli stessi casi della Lombardia e li nascondevano.

In Germania stanno prendendo i giovani prima che abbiano contatti coi vecchi.
E sono partiti dopo, un po'chi vuole a morire. E curano meglio, hanno più posti, nel nord Italia hanno mandato i medici al macello.

A sto punto quando vecchi tedeschi moriranno sono curioso cosa si tirerà fuori

Infatti! Poi non capisco questa frenesia nel voler dimostrare che noi non siamo peggio di altri.

A parte che nella vita, che si e' migliori di qualcuno lo devono dire gli altri non ce lo si dice da soli. Ma poi questa non e' l'olimpiade delle bare, non e' che vinciamo la bambolina se i tedeschi avranno un morto in piu'.
Avremmo vinto piuttosto se avessimo avuto pochi morti grazie al nostro sistema sanitario perfetto, dotato di letti, ventilatori, mascherine, con medici attrezzati per operare senza rischi per loro e senza rischiare di divenire a loro volta vettori di infezione.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Avatar utente
fabio86
Massimo Carbone
Messaggi: 47391
Iscritto il: gio lug 23, 2009 6:53 pm
Località: The Island

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda fabio86 » mar mar 24, 2020 11:47 pm

ThePiper ha scritto:La Germania è la migliore come posti letto in Europa, ma ci sono altri che si difendono egregiamente.

Noi siamo un disastro, come pure la Spagna.

https://it.euronews.com/2020/03/20/coronavirus-quali-paesi-europei-hanno-piu-posti-in-terapia-intensiva


Purtroppo questo spiega molto.

Avatar utente
mp4/18
Saggio
Messaggi: 7023
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:19 pm
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda mp4/18 » mar mar 24, 2020 11:50 pm

uglygeek ha scritto:
Nickognito ha scritto:Prima dicevate che non c'erano casi in Germania e li nascondevano. Adesso che vi sono ma nascondono i morti. Quando inizieranno a morire chissà cos'altro.

Ah ok, gli over 60 malati in Germania sono meno di un terzo in percentuale degli italiani.

Ma niente, non deve valere come spiegazione. Un mese fa tutti a dire che in Germania c'erano gli stessi casi della Lombardia e li nascondevano.

In Germania stanno prendendo i giovani prima che abbiano contatti coi vecchi.
E sono partiti dopo, un po'chi vuole a morire. E curano meglio, hanno più posti, nel nord Italia hanno mandato i medici al macello.

A sto punto quando vecchi tedeschi moriranno sono curioso cosa si tirerà fuori

Infatti! Poi non capisco questa frenesia nel voler dimostrare che noi non siamo peggio di altri.

A parte che nella vita, che si e' migliori di qualcuno lo devono dire gli altri non ce lo si dice da soli. Ma poi questa non e' l'olimpiade delle bare, non e' che vinciamo la bambolina se i tedeschi avranno un morto in piu'.
Avremmo vinto piuttosto se avessimo avuto pochi morti grazie al nostro sistema sanitario perfetto, dotato di letti, ventilatori, mascherine, con medici attrezzati per operare senza rischi per loro e senza rischiare di divenire a loro volta vettori di infezione.

Amen
Pete - The King of Swing
"Gasquet nei quarti agli Us Open? Se gioca il torneo femminile, forse. Ma forse" cit. PINDARO

stefano61
Saggio
Messaggi: 9280
Iscritto il: ven gen 26, 2007 3:50 pm
Località: Faenza

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda stefano61 » mer mar 25, 2020 12:23 am

Aanalisi, direi, esaustiva delle differenze tra il tasso di letalità tedesco e quello di altri paesi in questo articolo del Washington Post:

https://www.washingtonpost.com/world/eu ... story.html

Tra i passaggi salienti:

The biggest reason for the difference, infectious disease experts say, is Germany’s work in the early days of its outbreak to track, test and contain infection clusters. That means Germany has a truer picture of the size of its outbreak than places that test only the obviously symptomatic, most seriously ill or highest-risk patients.

Other factors, such as the age of those infected and the timing of Germany’s outbreak, also play a role in the differing death rates. But testing widely has been key. Germany, with 31,150 cases at midday Tuesday, appeared to have a larger outbreak than France, with 20,149. But the higher death rate in France implies there were more undiagnosed cases there. France’s outbreak could be larger than Germany’s.

Germany has not carried out mass testing of the kind employed in countries such as South Korea. But initially, at least, the country’s health authorities tracked infection clusters meticulously. When an individual tested positive, they used contact tracing to find other people with whom they had been in touch and then tested and quarantined them, which broke infection chains.

South Korea, which has been praised as a model for responding to the outbreak, has a death rate of 1.2 percent. Busse credits Germany’s lower rate to timing. “In South Korea, there’s been a longer duration of infections, so we can’t really compare,” he said. “We have lots of newly positive cases. They didn’t have the chance to die yet.”

Busse said Germany is more comparable to Norway. The Scandinavian country is at a similar point in its outbreak, it’s also worked to test and contain cases, and it also has a death rate of 0.4 percent.


Epidemiologist Karl Lauterbach, a member of the German parliament, noted that the German outbreak started with large numbers of young people — “people who came back from holidays.”

The young have fared better with the coronavirus than the elderly. Italy’s initial outbreak struck at the heart of an aging population. Lauterbach said he expected Germany’s death rate to rise as more vulnerable segments of society are infected.

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 5621
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Monheim » mer mar 25, 2020 3:25 am

Un po' sorpreso non sia già stato segnalato (tramite la funzione cerca sembra proprio di no), consiglio il film Il buco trovabile su Netflix e adatto al preciso momento storico anche di ciò che si sta verificando causa Covid-19.

Avatar utente
balbysauro
Massimo Carbone
Messaggi: 63098
Iscritto il: mer nov 28, 2007 6:53 pm
Località: Palermo

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda balbysauro » mer mar 25, 2020 4:40 am

cifre fuori da ogni scala
ma chissà che una frazione di verità non possa esserci

https://www.lettera43.it/cina-morti-cor ... refresh_ce

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 6875
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » mer mar 25, 2020 5:30 am

balbysauro ha scritto:cifre fuori da ogni scala
ma chissà che una frazione di verità non possa esserci

https://www.lettera43.it/cina-morti-cor ... refresh_ce


a pensar male si fa peccato...

...ma sei diventato complottista? :)

sulla Germania il discorso é corretto, resta il fatto che non essendoci un criterio comune di definizione dei decessi, ognuno sostanzialmente può fare e dire quello che gli pare, queato mi pare abbastanza ovvio.

il tutto però mi fa sorgere una curiosità, non ho mai trovato sul trattamento dei deceduti in Italia. quanti erano in terapia intensiva? quanti solo in ospedale? quanti sono morti a casa? ho la sensazione che molto dei morti provengano dalla terapia intensiva ma vi siano stati messi solo dopo troppo tempo dall'inizio della malattia a causa della mancanza di disponibilita, con una situazione polmonqre ormai compromessa.
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
Pitone
Massimo Carbone
Messaggi: 18981
Iscritto il: ven nov 08, 2002 1:00 am
Località: Estremissimo ponente ligure/Sardegna
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Pitone » mer mar 25, 2020 7:36 am

Abbiamo ora i dati qui in Italia, come possono essere anche solo lontanamente realistici numeri simili?
Mi sembra davvero un po' oltre.
Fuck off means naw, naw means mibbie, mibbie means aye n aye means anal...

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 29437
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Ombra84 » mer mar 25, 2020 7:42 am

fabio86 ha scritto:
ThePiper ha scritto:La Germania è la migliore come posti letto in Europa, ma ci sono altri che si difendono egregiamente.

Noi siamo un disastro, come pure la Spagna.

https://it.euronews.com/2020/03/20/coronavirus-quali-paesi-europei-hanno-piu-posti-in-terapia-intensiva


Purtroppo questo spiega molto.

più letti, più cure, meno morti?
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 49223
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » mer mar 25, 2020 7:49 am

Pitone ha scritto:Abbiamo ora i dati qui in Italia, come possono essere anche solo lontanamente realistici numeri simili?
Mi sembra davvero un po' oltre.


Ma certo.
Malgrado la battaglia di Nickognito e di altri, ma chi se ne frega della gara delle bare, abbiam già detto delle difformità con Olanda e Svizzera, anche là non hanno terapia intensiva?

F.F.
Nasty ha scritto:
Dino non sbagliava mai le finali, lui no. Non zoff


Nickognito ha scritto:Ho Licenziato per molto meno .

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 12800
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda paoolino » mer mar 25, 2020 7:59 am

Io non ne faccio una questione di trucco, noto semplicemente che la Germania ha dati anomali rispetto agli altri paesi. In particolare la percentuale di contagi nella fascia anziana della popolazione.
Questa anomalia si spiega? A me la spiegazione data lascia delle perplessità: per quanto gli anziani tedeschi abbiano stili di vita diversi da quelli spagnoli, italiani o francesi, non credo che vivano rintanati in bunker e che qualche contatto sociale col resto della popolazione lo avranno anche loro.
Da queste considerazioni, ipotizzo che l’anomalia tedesca si possa spiegare con criteri diversi nell’effettuazione dei tamponi (che non è un imbroglio). Lo si potrà capire in una fase successiva, e posso tranquillamente anche sbagliarmi.
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 49223
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Johnny Rex » mer mar 25, 2020 8:04 am

paoolino ha scritto:Io non ne faccio una questione di trucco, noto semplicemente che la Germania ha dati anomali rispetto agli altri paesi. In particolare la percentuale di contagi nella fascia anziana della popolazione.
Questa anomalia si spiega? A me la spiegazione data lascia delle perplessità: per quanto gli anziani tedeschi abbiano stili di vita diversi da quelli spagnoli, italiani o francesi, non credo che vivano rintanati in bunker e che qualche contatto sociale col resto della popolazione lo avranno anche loro.
Da queste considerazioni, ipotizzo che l’anomalia tedesca si possa spiegare con criteri diversi nell’effettuazione dei tamponi (che non è un imbroglio). Lo si potrà capire in una fase successiva, e posso tranquillamente anche sbagliarmi.


Ipotesi Complottistica; Lo Sapevano già (le ipotesi su una pandemia formulata ancora nel 2012) ed erano meno impreparati dei Latini del Cazzo .
Anziani già bunkerizzati da anni in attesa dell'evento.
Ipotesi Realistica; Uso dei Tamponi sul modello Tosco-veneto e un gran numero di posti in terapia intensiva A ridurre la mortalità.
Ipotesi Certa; Anomalie ci sono.

F.F.
Nasty ha scritto:
Dino non sbagliava mai le finali, lui no. Non zoff


Nickognito ha scritto:Ho Licenziato per molto meno .

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 127791
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mer mar 25, 2020 8:29 am

Johnny Rex ha scritto:
Pitone ha scritto:Abbiamo ora i dati qui in Italia, come possono essere anche solo lontanamente realistici numeri simili?
Mi sembra davvero un po' oltre.


Ma certo.
Malgrado la battaglia di Nickognito e di altri, ma chi se ne frega della gara delle bare, abbiam già detto delle difformità con Olanda e Svizzera, anche là non hanno terapia intensiva?

F.F.


Beh forse no, hai i dati?

Ma poi perche' solo la Germania? La Cechia fin qui ha tre morti su oltre 1500 infetti, il primo 95 anni, il secondo malato terminale di turmore, la terza donna con altre patologie. (avessero voluto mentire sui numeri avrebbero detto 0).

In Svizzera poi, ci sono 8-9 volte meno morti che in Italia e poco piu' del doppio della Germania.In piu' la Svizzera confina con la Lombardia.

La mia battaglia non e' fare la gara delle bare, ma proprio andare contro chi la fa. Noi siamo un paese dove c'e' stato il focolaio maggiore d'Europa, scoperto troppo tardi, dove ci sono pochi posti in terapia intensiva, dove ci sono poche protezioni per medici e infermieri e tutto e' stato gestito male, dove il virus e' arrivato presto con decisioni errate dei politici, dove gli anziani hanno molta vita sociale e contatti con i giovani. Dobbiamo imparare da questi errori, non ripeterli, non dire che gli altri stanno truccando i dati.

Perche'? Perche' quando iniziarono i contatti in Lombardia qua eran tutti a dire 'aha, vedranno anche gli altri, non siamo solo noi , c'e' anche da loro ma non fanno i tamponi!'.

E cosa deriva da questo pensiero? Che non si considera la Lombardia un caso eccezionale, e si agisce di conseguenza, spargendo il contagio, non intervenendo con decisione.

Se invece si fosse accettata la realta', cioe' che no, il virus non era ovunque, era in Lombardia, cosa avremmo avuto come risultato? Quarantena completa nelle zone colpite, divieto di entrare e uscire da li', tutto sbarrato, con l'esercito, molte forze disponibili mandate in loco, magari degli aiuti europei, tutti i turisti presenti li' mandati a casa e tenuti in quarantena nelle varie regioni e paesi. Sai quante persone in piu' sarebbero sopravvissute?

E lo stesso per gli altri aspetti: non so, mettere prima gli anziani in isolamento.

In Spagna eran tutti a far feste e movida, prima dello scoppio del virus, su. Mi scriveva un'amica ceca 'che belli gli spagnoli, non sono come noi, sono allegri, sempre tutti insieme a festeggiare, io a Praga adesso sarei a casa da sola o con un'amica, qui ci son centinaia di persone'.

Impariamo a gestire queste situazioni e magari smettiamo sempre di criticare la Germania, semmai imitiamola.

Del resto, la differenza tra Veneto e Lombardia e' nettissima. In Germania, ancora piu' del veneto, hanno fatto test molto prima. In Germania, ci sono quasi il triplo di infermieri che in Italia.

Ah, quali sono i paesi europei con meno infermieri? Grecia, Italia e Spagna.

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 6875
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » mer mar 25, 2020 8:31 am

Johnny Rex ha scritto:
paoolino ha scritto:Io non ne faccio una questione di trucco, noto semplicemente che la Germania ha dati anomali rispetto agli altri paesi. In particolare la percentuale di contagi nella fascia anziana della popolazione.
Questa anomalia si spiega? A me la spiegazione data lascia delle perplessità: per quanto gli anziani tedeschi abbiano stili di vita diversi da quelli spagnoli, italiani o francesi, non credo che vivano rintanati in bunker e che qualche contatto sociale col resto della popolazione lo avranno anche loro.
Da queste considerazioni, ipotizzo che l’anomalia tedesca si possa spiegare con criteri diversi nell’effettuazione dei tamponi (che non è un imbroglio). Lo si potrà capire in una fase successiva, e posso tranquillamente anche sbagliarmi.


Ipotesi Complottistica; Lo Sapevano già (le ipotesi su una pandemia formulata ancora nel 2012) ed erano meno impreparati dei Latini del Cazzo .
Anziani già bunkerizzati da anni in attesa dell'evento.
Ipotesi Realistica; Uso dei Tamponi sul modello Tosco-veneto e un gran numero di posti in terapia intensiva A ridurre la mortalità.
Ipotesi Certa; Anomalie ci sono.

F.F.


invece che "saperlo" potevano "aspettarselo" , come descritto nell'articolo messo sopra, questo leva ogni teoria complottistica. faccio notare che in Italia é stato dichiarato lo stato d'emergenza nazionale il 31 gennaio, e ci siamo preparati stanziati 5 milioni. non potevamo saperlo? ok ma quantomeno potevamo aspettarcelo altrimenti perché dichiarare lo stato d'emergenza? in germania non sono come si sono comportati PRIMA ma evidentemente in concreto hanno fatto qualcosa di più.
detto ciò, la manipolazione dei numeri, resta un'ipotesi in aggiunta a quanto scritto sopra, non in sostituzione
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 26835
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda klaus » mer mar 25, 2020 8:43 am

Paolo79 ha scritto:
balbysauro ha scritto:cifre fuori da ogni scala
ma chissà che una frazione di verità non possa esserci

https://www.lettera43.it/cina-morti-cor ... refresh_ce


a pensar male si fa peccato...

...ma sei diventato complottista? :)

sulla Germania il discorso é corretto, resta il fatto che non essendoci un criterio comune di definizione dei decessi, ognuno sostanzialmente può fare e dire quello che gli pare, queato mi pare abbastanza ovvio.

il tutto però mi fa sorgere una curiosità, non ho mai trovato sul trattamento dei deceduti in Italia. quanti erano in terapia intensiva? quanti solo in ospedale? quanti sono morti a casa? ho la sensazione che molto dei morti provengano dalla terapia intensiva ma vi siano stati messi solo dopo troppo tempo dall'inizio della malattia a causa della mancanza di disponibilita, con una situazione polmonqre ormai compromessa.


Dai su si vuol suggerire che in Cina ci siano stati 21.000.000 di morti? E che siano riusciti a nasconderlo?
Mah....
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 17681
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda maxredo » mer mar 25, 2020 8:48 am

Io ancora non capisco perchè vi affannate tanto su questi numeri (ok non abbiamo molto da fare, ci sta) che sono palesemente inconfrontabili.
Sono dati che vengono estrapolati con modalità diverse, da persone diverse in momenti diversi in posti diversi etc etc...non c'è nulla di uguale.
E' come cercare di capire se corre più veloce un africano o un americano senza avere un cronometro, senza sapere su che superficie corrono, come sono allenati, chi li misura, che unità si usano etc etc

Per un confronto che abbia un minimo di scientifico il punto di partenza sono le condizioni in cui un test viene fatto che devono essere pressochè identiche o quasi...e qui di identico no c'è nulla.

E' come telefonare alla zia in cina e chiedere come è il tempo e poi chiamare la nonna negli usa e poi tirare fuori un trattato sulla metereologia nel mondo :)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 127791
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mer mar 25, 2020 8:49 am

paoolino ha scritto:Io non ne faccio una questione di trucco, noto semplicemente che la Germania ha dati anomali rispetto agli altri paesi. In particolare la percentuale di contagi nella fascia anziana della popolazione.
Questa anomalia si spiega? A me la spiegazione data lascia delle perplessità: per quanto gli anziani tedeschi abbiano stili di vita diversi da quelli spagnoli, italiani o francesi, non credo che vivano rintanati in bunker e che qualche contatto sociale col resto della popolazione lo avranno anche loro.
Da queste considerazioni, ipotizzo che l’anomalia tedesca si possa spiegare con criteri diversi nell’effettuazione dei tamponi (che non è un imbroglio). Lo si potrà capire in una fase successiva, e posso tranquillamente anche sbagliarmi.


Hanno controllato prima, con piu' tamponi, hanno controllato i molti turisti infetti che venivano dall'Italia, hanno piu' anziani in case di riposo, si, non bunker.

Ma ripeto, non solo in Germania, anche qui, per dire, finora. Qua in Cechia, per dire, il primo provvediamento in assoluto, prima di avere casi di virus accertati nel paese, e' stato di impedire le visite a case di riposo ed ospedali.

Ho amici di qui, o esteuropei, che mi hanno detto piu volte 'e' incredibile come in Italia per esempio al pronto soccorso vadano le famiglie, da noi va il malato da solo, nessuno aspetta in sala di attesa'.

Ci sono tanti fattori, ma la Germania non e' l'unica eccezione. Guardate anche la Corea. Ha un tasso pure basso. Ma, soprattutto, la Corea ha avuto il problema di una numerosissima setta che ha portato la malattia tenendola nascosta alle autorita'. Senza di essa, la mortalita' sarebbe davvero bassissima, probabilmente.

Austria, Norvegia, Repubblica Ceca, hanno dati come o migliore dei tedeschi. Pero' no, c'e' la voglia di parlare dell'Olanda, invece che dell'Austria, per dire che in Germania c'e' qualcosa di strano. Poi si dice che in Giappone pure stanno barando. E si continua a non vedere che in Italia abbiamo la situazione peggiore del mondo e pero' noi siamo i bravi che facciamo i tamponi, Conte e' bravo e meno peggio di molti altri, sfiga che siamo stati i primi...

Abbiamo fatto disastri e dobbiamo fare di tutto per non ripeterli. Questo dovremmo pensare.

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 26835
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda klaus » mer mar 25, 2020 8:53 am

In Germania in proporzione hanno 1/10 dei morti della Toscana.
Se non mentono la Toscana ha per ora 100 posti liberi in rianimazione.
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 26835
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda klaus » mer mar 25, 2020 8:57 am

Percentualmente la toscana ha testato lo 0.004% e la Germania il 0,003%
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 26835
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda klaus » mer mar 25, 2020 8:59 am

Io qualche perplessità la ho. Non mi aspetto che a quello stadio di contagio la Germania abbi 2800 morti come noi ma nemmeno 160.
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Avatar utente
Paolo79
Saggio
Messaggi: 6875
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Paolo79 » mer mar 25, 2020 9:05 am

klaus ha scritto:In Germania in proporzione hanno 1/10 dei morti della Toscana.
Se non mentono la Toscana ha per ora 100 posti liberi in rianimazione.


sarebbe interessante capire quanti posti di terapia intensiva ci sono liberi al centro e al sud e poi capire anche il perchè non vengono occupati
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
klaus
The Cardinal
Messaggi: 26835
Iscritto il: sab ott 11, 2003 8:35 pm
Località: Firenze

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda klaus » mer mar 25, 2020 9:14 am

Premetto che non auguro alla Germania di attraversare quello che stiamo passando noi (sono stato il primo a postare il fatto che i Tedeschi si sono pres in carico 8 nostri ammalati con tanto di foto dl parlamentare che si è impeganto su questo).
Io (e credo altri) ho solo una genuina curiosità di capire.
Il virus ha una mortalità x che poi cresce al momento del collasso del sistema sanitario.
Non sembra essere così facendo almeno il parallelo che ho fatto io.
Ora o mi si dice che in Germania e in Corea lo stato ha dato a tutti un saturimetro per poter ricoverare precocemente i malati a rischio di insufficienza respiratoria o non so cosa pensare.
Sono sicuro che la Germania se avesse medicine più efficienti ce lo comunicherebbe.
Il primo a postare un messaggio alla Rinascita di questo forum

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 127791
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mer mar 25, 2020 9:17 am

klaus ha scritto:In Germania in proporzione hanno 1/10 dei morti della Toscana.
Se non mentono la Toscana ha per ora 100 posti liberi in rianimazione.



Una settimana fa Germania e Toscana avevano lo stesso numero di morti, adesso no, li ha piu' la Germania e i casi saliranno sempre di piu'.

In Toscana il virus e' arrivato un po' prima, in questa ondata. E, soprattutto, i vecchi sono moltissimi di piu'. E quelli muoiono, non gli altri, in genere.

Mi pare, tra l'altro, che un quarto o un quinto dei decessi della Toscana e' composto da gente venuta dalla Lombardia.

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 11671
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Rosewall » mer mar 25, 2020 9:22 am

Rosewall ha scritto:@Paoolino -> un'ipotesi è che in Germania (dove la progressione dei casi confermati giorno per giorno sta ricalcando quella italiana, con una settimana di ritardo) il rapporto rilevati/infettati sia (molto) maggiore. Sarebbe strano perché non risulta che stiano applicando sistemi coreani.
Dell'ipotesi secondo cui le morti sono registrate altrimenti non dico perché non so.
Un'altra ipotesi (imho più probabile) è che la popolazione tedesca colpita presenta PER ADESSO una percentuale di over 70/80enni inferiore rispetto a quella italiana (ad una settimana fa, per fare il confronto). La mortalità cresce drammaticamente in quelle classi di età. È possibile? Sí, se ad esempio il contagio italiano fosse stato maggiormente guidato da ospedalizzazioni, visite ambulatoriali, pronto soccorso, case di riposo. È possibile saperlo adesso senza aspettare gli studi futuri? No, naturalmente.
Un'ulteriore ipotesi, che potrebbe abbinarsi alla precedente, riguarda la maggiore concentrazione dei casi e conseguente crisi sanitaria, ma presa da sola non spiegherebbe il differenziale di una settimana fa.
Altre ipotesi (ad esempio, over 70-80 più compromessi sul piano respiratorio degli omologhi tedeschi) non hanno senso senza prima grossi studi retrospettivi.
a due settimane da allora, l'ipotesi sulla diversa composizione per età della popolazione colpita mi sembra sempre la più quotata. L'assenza di attrito in terapia intensiva non giustifica il differenziale rispetto a tutte le regioni mondiali dove - per ora - non c'è attrito.
Sul miglior tracciamento di cui parla l'articolo ci andrei cauto. Può darsi, ma occorre quantificare.
Intanto la crescita dei casi - noti - contraddice l'idea che il loro tracciamento sia comparabile a quello - fin qui - coreano. Ed è difficile pensare che in Corea ci siano più casi non rilevati che in Germania. Ora, in Corea, con meno di un terzo dei casi - noti - della Germania, hanno registrato quasi gli stessi morti che in Germania.

@Ugly: verissimo che i ''siamo meglio noi'' non si possono sentire. Però in questa epidemia, a fronte dei ''facciamo i tamponi solo noi'' dei sovranisti, c'è stato un altrettanto grottesco-ideologico ''sono tutti meglio di noi, lì sì che sanno cosa fare'', dove il ''tutti'' andava via via scalando man mano che emergevano i contagi e che - quasi - nessuno ci stava a capire un cazzo. Ma certo mentre il ''siamo peggio di tutti'' è - quasi - innocuo, il ''siamo meglio noi'' è invece sempre pericoloso - qui e negli altri paesi.
Ultima modifica di Rosewall il mer mar 25, 2020 9:24 am, modificato 1 volta in totale.
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 127791
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome mondiale

Messaggioda Nickognito » mer mar 25, 2020 9:23 am

klaus ha scritto:Premetto che non auguro alla Germania di attraversare quello che stiamo passando noi (sono stato il primo a postare il fatto che i Tedeschi si sono pres in carico 8 nostri ammalati con tanto di foto dl parlamentare che si è impeganto su questo).
Io (e credo altri) ho solo una genuina curiosità di capire.
Il virus ha una mortalità x che poi cresce al momento del collasso del sistema sanitario.
Non sembra essere così facendo almeno il parallelo che ho fatto io.
Ora o mi si dice che in Germania e in Corea lo stato ha dato a tutti un saturimetro per poter ricoverare precocemente i malati a rischio di insufficienza respiratoria o non so cosa pensare.
Sono sicuro che la Germania se avesse medicine più efficienti ce lo comunicherebbe.


ma l'Austria, per dire?

Toscana, 2700 casi, 130 morti. Austria, 5300 casi, 28 morti. Piu' o meno si muore 9 volte meno e sono pure confinanti col Norditalia.

Repubblica Ceca, piu' di 1500 positivi, 3 morti. Venti volte meno che in Toscana.

Si parla di due stati confinanti con la Germania. Perche' quindi parlare sempre di questa anomalia tedesca?

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 127791
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Coronavirus la sindrome italiana

Messaggioda Nickognito » mer mar 25, 2020 9:25 am

Rosewall ha scritto: Ora, in Corea, con meno di un terzo dei casi - noti - della Germania, hanno registrato quasi gli stessi morti che in Germania.


Il 60% dei contagiati coreani appartiene a una setta che ha tenuto nascosto il virus.

Suppongo che se in Germania aggiungessimo 40mila persone infette che appartengono a una setta che rifiuta di curarsi se non pregando in gruppo, i morti in percentuale sarebbero di piu'.


Torna a “Politica e società”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 9 ospiti