Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Parliamo di cinema
Avatar utente
dsdifr
Massimo Carbone
Messaggi: 29796
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Firenze, Italia.

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda dsdifr » gio gen 12, 2012 10:26 am

ho scordato di citare L'allenatore nel pallone #1#

per riscattarmi non posso allora non approfittare per ricordare altre due opere coeve meno fortunate (anche perché obiettivamente peggiori):
Mezzo destro, mezzo sinistro - due calciatori senza pallone con Gigi e Andrea
e il leggendario Paulo Roberto Cotechinho centravanti di sfondamento con Alvaro Vitali.

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 11491
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda paoolino » gio gen 12, 2012 10:32 am

dsdifr ha scritto:ho scordato di citare L'allenatore nel pallone #1#

per riscattarmi non posso allora non approfittare per ricordare altre due opere coeve meno fortunate (anche perché obiettivamente peggiori):
Mezzo destro, mezzo sinistro - due calciatori senza pallone con Gigi e Andrea
e il leggendario Paulo Roberto Cotechinho centravanti di sfondamento con Alvaro Vitali.


Io preferisco Il tifoso, l'arbitro e il calciatore con un grandissimo Mario Carotenuto nell'episodio "Il tifoso".
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

madman 3
Massimo Carbone
Messaggi: 22538
Iscritto il: mar dic 03, 2002 1:39 pm

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda madman 3 » gio gen 12, 2012 7:10 pm

Invece io ho ricordi sbiaditi di un film sul canottaggio che negli anni'80 passava un paio di volte l'anno su Italia 1; è un mio falso ricordo o qualcuno mi sa dire se esiste veramente un film del genere di quel periodo lì?


canottaggio? che mi ricordi c'è True Blue che è sulla sfida tra Oxford e Cambridge, ma mi pare sia degli anni '90.

invece sul basket mi è venuto in mente un film dei primi anni '90 con Shaq e Penny Hardaway che recitavano co Nick Nolte (che era il loro coach).

rob
Saggio
Messaggi: 8726
Iscritto il: lun set 16, 2002 2:00 am
Località: Savona

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda rob » gio gen 12, 2012 7:24 pm

Un film delizioso è All American boys (Breaking away) di Peter Yates, del 1979:


madman 3
Massimo Carbone
Messaggi: 22538
Iscritto il: mar dic 03, 2002 1:39 pm

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda madman 3 » gio gen 12, 2012 7:52 pm

ah come dimenticare, Jerry McGuire, colonna sonora stupenda, 3-4 scene strepitose!

Avatar utente
marat77
Massimo Carbone
Messaggi: 28163
Iscritto il: mar gen 16, 2007 1:18 am
Località: Lissone(MI)

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda marat77 » ven gen 13, 2012 2:20 pm

madman 3 ha scritto:ah come dimenticare, Jerry McGuire, colonna sonora stupenda, 3-4 scene strepitose!



oh a me e' piaciuto,ma non e' stato citato da nessuno.
ho pensato,meglio che non dico nulla senno' mi inchiappettano,meno male che ci hai pensato te Mad :D
2014 - a meta' torneo: "Nole non vincera' mai piu' Wimbledon" (cit.Sottoscritto)

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 17172
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda alessandro » ven gen 13, 2012 2:36 pm

marat77 ha scritto:
madman 3 ha scritto:ah come dimenticare, Jerry McGuire, colonna sonora stupenda, 3-4 scene strepitose!



oh a me e' piaciuto,ma non e' stato citato da nessuno.
ho pensato,meglio che non dico nulla senno' mi inchiappettano,meno male che ci hai pensato te Mad :D


:lol: :lol: :lol: :lol: :lol:

molto amaro, nella parte dell'amore giusto ma non corrisposto.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

D.F.Wallace
Saggio
Messaggi: 9089
Iscritto il: ven dic 19, 2008 8:09 am
Località: Milano

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda D.F.Wallace » ven gen 13, 2012 3:08 pm

marat77 ha scritto:
madman 3 ha scritto:ah come dimenticare, Jerry McGuire, colonna sonora stupenda, 3-4 scene strepitose!



oh a me e' piaciuto,ma non e' stato citato da nessuno.
ho pensato,meglio che non dico nulla senno' mi inchiappettano,meno male che ci hai pensato te Mad :D


Io di la l'ho messo anche nei top 50! devo temere per il mio didietro? :)

Avatar utente
Ancic Fan
Tifoso Occasionale
Messaggi: 4983
Iscritto il: lun nov 06, 2006 7:46 pm
Località: Roma
Contatta:

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda Ancic Fan » ven gen 13, 2012 4:42 pm

come non citare #1#
Immagine
Immagine

madman 3
Massimo Carbone
Messaggi: 22538
Iscritto il: mar dic 03, 2002 1:39 pm

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda madman 3 » ven gen 13, 2012 4:57 pm

:D
Sai cosa, che la colonna sonora , e la parte divertente del film , ti fanno passare veloce pure la parte melensa, e piuttosto poco credibile in cui una donna attraente, con pochi soldi e un figlio lascia il lavoro per uno che ha praticamente nulla :D


ah una cosa in Any Given Sunday (che non è esattamente credibilissimo, la parte che lo è di più forse è quella delle feste e degli steroidi), c'è il bellissimo discorso del coach negli spogliatoi, pare che sia stato ispirato da Pat Riley

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 10895
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda Rosewall » ven gen 13, 2012 5:00 pm

ma è quello che va a rubare in casa di Maradona, che lo scopre e lo perdona?
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

Avatar utente
tuborovescio
Saggio
Messaggi: 8355
Iscritto il: mer dic 17, 2008 5:30 pm
Località: Colorado

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda tuborovescio » ven gen 13, 2012 5:22 pm

madman 3 ha scritto:ah una cosa in Any Given Sunday (che non è esattamente credibilissimo, la parte che lo è di più forse è quella delle feste e degli steroidi), c'è il bellissimo discorso del coach negli spogliatoi, pare che sia stato ispirato da Pat Riley


Bello sì, a me era piaciuto molto anche il breve discorso prima del Super bowl de Il Paradiso può attendere con Warren Beatty, film che qui, mi pare, non è stato ancora citato :o :)

min 6.45



Lo vidi la prima volta nel '90 credo, proprio quando iniziavo ad interessarmi al football, rimasi turbato dagli occhi di Julie Christie :oops:

Immagine

madman 3
Massimo Carbone
Messaggi: 22538
Iscritto il: mar dic 03, 2002 1:39 pm

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda madman 3 » ven gen 13, 2012 5:27 pm

Un paio di settimane fà c'era un servizio su ESPN, sulla vita di Vince Ferragamo, che era il QB che subentrando a stagione in corso, portò i Rams al Super Bowl del 79, non un gran talento, ma uno giusto al momento giusto, anche perchè cosi come il protagonista di Heaven can Wait era amatissimo dalle donne!

Adesso fà il viticoltore , nella zona dei vigneti californiani.

Avatar utente
koufax75
FooLminato
Messaggi: 11951
Iscritto il: lun giu 10, 2002 2:00 am
Località: Udine / Shanghai

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda koufax75 » ven gen 13, 2012 10:58 pm

alessandro ha scritto:Come avevo scritto, una via di mezzo tra momenti di gloria e Gallipoli.

Gallipoli con lo sport c'entra relativamente. Il personaggio principale è un velocista, ma la parte sportiva è alquanto limitata. Tra l'altro, quel film come credibilità storica non è il massimo: è un film intriso di "australianismo" (passatemi il termine) e di sentimenti anti-Inghilterra. La verità storica non è quella raccontata dal film: i generali inglesi stanno al sicuro nella loro tenda e nel frattempo i poveri soldati australiani vanno a morire nelle trincee. Le cose non andarono proprio così-
Leo Durocher: You don't save a pitcher for tomorrow. Tomorrow it may rain.

Avatar utente
koufax75
FooLminato
Messaggi: 11951
Iscritto il: lun giu 10, 2002 2:00 am
Località: Udine / Shanghai

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda koufax75 » ven gen 13, 2012 11:13 pm

paoolino ha scritto:
dsdifr ha scritto:ho scordato di citare L'allenatore nel pallone #1#

per riscattarmi non posso allora non approfittare per ricordare altre due opere coeve meno fortunate (anche perché obiettivamente peggiori):
Mezzo destro, mezzo sinistro - due calciatori senza pallone con Gigi e Andrea
e il leggendario Paulo Roberto Cotechinho centravanti di sfondamento con Alvaro Vitali.


Io preferisco Il tifoso, l'arbitro e il calciatore con un grandissimo Mario Carotenuto nell'episodio "Il tifoso".

Carotenuto in quel film è leggendario.
Leo Durocher: You don't save a pitcher for tomorrow. Tomorrow it may rain.

Avatar utente
balbysauro
Massimo Carbone
Messaggi: 53660
Iscritto il: mer nov 28, 2007 6:53 pm
Località: Palermo

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda balbysauro » ven gen 13, 2012 11:29 pm

koufax75 ha scritto:
paoolino ha scritto:
dsdifr ha scritto:ho scordato di citare L'allenatore nel pallone #1#

per riscattarmi non posso allora non approfittare per ricordare altre due opere coeve meno fortunate (anche perché obiettivamente peggiori):
Mezzo destro, mezzo sinistro - due calciatori senza pallone con Gigi e Andrea
e il leggendario Paulo Roberto Cotechinho centravanti di sfondamento con Alvaro Vitali.


Io preferisco Il tifoso, l'arbitro e il calciatore con un grandissimo Mario Carotenuto nell'episodio "Il tifoso".

Carotenuto in quel film è leggendario.


per fortuna è romanista in quel film, altrimenti invece che Amedeo il figlio si sarebbe chiamato Tardello

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 17172
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda alessandro » sab gen 14, 2012 10:58 am

koufax75 ha scritto:
alessandro ha scritto:Come avevo scritto, una via di mezzo tra momenti di gloria e Gallipoli.

Gallipoli con lo sport c'entra relativamente. Il personaggio principale è un velocista, ma la parte sportiva è alquanto limitata. Tra l'altro, quel film come credibilità storica non è il massimo: è un film intriso di "australianismo" (passatemi il termine) e di sentimenti anti-Inghilterra. La verità storica non è quella raccontata dal film: i generali inglesi stanno al sicuro nella loro tenda e nel frattempo i poveri soldati australiani vanno a morire nelle trincee. Le cose non andarono proprio così-

Dicevo che una biografia di wilding sarebbe stata una via di mezzo tra questi due film.
Wilding era delle colonie neozelandesi, famiglia molto appassionata di sport, e aveva nella sua tenuta un campo da tennis, un tracciato per la corsa, e altri sport. Poi, trasferitosi per gli studi in inghilterra, fece una vita in un ambiente simile a quello di momenti di gloria. Poi mori nelle fiandre, dopo alcune incursioni come pilota di un primitivo mezzo di artiglieria leggera, colpito nella sua trincea.
Il suo compagno di Davis, lo stregone australiano, combatte' proprio a Gallipoli e se ricordo bene con tappa in Egitto.
Il fatto di Gallipoli, con l'assalto sfasato di 7 minuti dalla fine del bombardamento dell'artiglieria che provoco' la carneficina, come l'incertezza sulla presenza o meno di alleati nelle trincee turche, sono fatti storici.
Sono episodi reali.
Sull'antiinglesismo, quello non lo so.
Certo è che nella seconda guerra mondiale, gli attacchi più disperati furono fatti da coloni neozelandesi o nordafricani, penso a Cassino per esempio.
Poi un film è un film e non un trattato di storia.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
koufax75
FooLminato
Messaggi: 11951
Iscritto il: lun giu 10, 2002 2:00 am
Località: Udine / Shanghai

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda koufax75 » dom gen 15, 2012 12:28 am

Per prima cosa: Gallipoli è un film sulla Prima Guerra Mondiale, non la Seconda. Il culmine del film è la battaglia del Nek, uno scontro effettivamente avvenuto in Turchia durante la Prima Guerra Mondiale.

Il protagonista, Archy Hamilton (personaggio inventato) è un promettente velocista che vince diverse competizioni in Australia, ma decide di abbandonare la carriera di atleta per entrare nell'esercito. Ma la parte sportiva del film è ridotta alla prima mezz'ora. I temi del film sono essenzialmente:

1) Rapporto UK, o meglio Inghilterra, con Australia
2) I giovani australiani che abbandonano i sogni di gioventù

La parte sportiva è un pretesto per descrivere un giovane di talento e pieno di speranze che offre la sua vita alla patria. Ma se fosse stato un dentista / insegnante / scienziato, non ci sarebbero state molte differenze.

Sulla battaglia. Quello che viene mostrato nel film è un' "invenzione" di Peter Weir. Gli scontri a Gallipoli ci sono stati veramente e hanno provocato la morte di centinaia di soldati australiani. Il falso, però, è il modo in cui la battaglia è presentata: i perfidi generali inglesi stanno al sicuro nella loro tenda e mandano a morire i poveri soldati australiani. Nulla di più falso. La causa di quel massacro fu la più totale incompetenza e una pessima preparazione strategica: la colpa però fu dei generali AUSTRALIANI, non di quelli inglesi.

Ma Peter Weir non voleva presentare una documentazione storica e accurata degli scontri di Gallipoli: non era il suo interesse. Voleva celebrare il mito australiano e l'ANZAC Day. E lo ha fatto aggiungendo una grande quantità di sentimenti anti-Inghilterra. Piccola parentesi: l'Australia è uno dei pochi paesi in cui si celebra una sconfitta militare. Il 25 aprile, infatti, viene ricordata la sconfitta australiana proprio a Gallipoli.
Leo Durocher: You don't save a pitcher for tomorrow. Tomorrow it may rain.

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 17172
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda alessandro » dom gen 15, 2012 9:41 am

Si, si lo sapevo.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 114927
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda Nickognito » dom gen 15, 2012 11:31 am

un inciso, che vale anche per il post sulla musica classica nel topic dedicato. Adoro il modo di scrivere di Koufax. Penso non ci sia altro forumista che leggo piu' volentieri.

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 42404
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda Nasty » ven gen 20, 2012 10:57 pm

"Little Mo" qualcuno l'ha visto? :D
L'lslanda scalda i cuori dei tifosi di tutto il mondo. Squadra simpatia: 1 punto!

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 10895
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda Rosewall » lun gen 30, 2012 12:43 pm

pocaluce ha scritto:
koufax75 ha scritto:Da poco è uscito Moneyball, tratto dall'omonimo libro. Non l'ho visto, ma per capirlo appieno è necessaria una buona conoscenza sulle statistiche del baseball.


di moneyball se ne parlava poco tempo fa con uglygeek, approfitto per dire che l'ho recuperato (in italia dovrebbe uscire a fine febbraio), non serve una gran conoscenza delle statistiche, almeno da quel che fanno trasparire nel film. certo, bisogna avere delle nozioni base del gioco (la differenza ad esempio tra il concetto di percentuale di battuta e capacità di arrivare in base), ma è molto semplificato credo, almeno per quel che ho carpito del libro. gradevole, ben recitato (impressionante l'attore che fa david justice, mi pare di aver capito sia un ex giocatore di minors) e coinvolgente, non mi è dispiaciuto affatto.



uglygeek ha scritto:
pocaluce ha scritto:
uglygeek ha scritto:Appena visto "Moneyball"... bellissimo film (se vi piace il baseball...)


è quello sugli oakland a's, giusto? se lo consigli, cerco di "reperirlo" perché qua ovviamente s'è un po' perso nella distribuzione....

Pensavo che essendoci Brad Pitt lo distribuissero comunque, per pure ragioni estetiche ... :-) Ma in effetti capisco che possa essere un film un po' ostico per il pubblico europeo.
Reperisci, reperisci! :-D
A me e' piaciuto tantissimo. Avevo anche letto il libro di Michael Lewis da cui e' tratto. Ti ricordi quando parlavamo della "competitive balance" nello sport USA? Beh, quello e' l'argomento di partenza del film. Siccome ci sono squadre ricche e squadre povere, il GM degli A's ha pensato di combattere cambiando le regole del gioco... non dico altro :-)
Tra l'altro il film offre considerazioni interessanti anche per altri sport. Ed e' comunque un bel film, credo sara' tra i maggiori candidati ai prossimi oscar, insieme a "Le idi di Marzo" di Clooney, che e' un altro gran film.


sei: miglior film, montaggio, sceneggiatura non originale, attore protagonista, attore non protagonista (non Philip Seymour Hoffman bensì il giovane Jonah Hill), sonoro.

E' uscito in Italia.

Immagine
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

gianlu
Saggio
Messaggi: 7493
Iscritto il: ven nov 17, 2006 5:01 pm

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda gianlu » lun gen 30, 2012 12:49 pm

koufax75 ha scritto:Per prima cosa: Gallipoli è un film sulla Prima Guerra Mondiale, non la Seconda. Il culmine del film è la battaglia del Nek, uno scontro effettivamente avvenuto in Turchia durante la Prima Guerra Mondiale.

Il protagonista, Archy Hamilton (personaggio inventato) è un promettente velocista che vince diverse competizioni in Australia, ma decide di abbandonare la carriera di atleta per entrare nell'esercito. Ma la parte sportiva del film è ridotta alla prima mezz'ora. I temi del film sono essenzialmente:

1) Rapporto UK, o meglio Inghilterra, con Australia
2) I giovani australiani che abbandonano i sogni di gioventù

La parte sportiva è un pretesto per descrivere un giovane di talento e pieno di speranze che offre la sua vita alla patria. Ma se fosse stato un dentista / insegnante / scienziato, non ci sarebbero state molte differenze.




D'accordo, ma noi appassionati di atletica leggera abbiamo avuto talmente poco dal cinema che ai nostri occhi (sbagliando) persino Gallipoli è un film che tratta di atletica leggera.
« Ci vorrebbe un lavoro a parte per star dietro a tutte le balle che si scrivono »
(Albornoz)

el saòn no’l sa gnente, l’inteligente el sa poco, l’ignorante el sa tanto, el mona el sa tuto!

Avatar utente
paoolino
FooLminato
Messaggi: 11491
Iscritto il: gio set 12, 2002 2:00 am
Località: Sleepin' in Wonderland
Contatta:

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda paoolino » ven feb 10, 2012 10:05 pm

Sto guardando su MGM "Che botte se incontri gli orsi!" l'originale con Walter Matthau. Film sportivo che mi ha sempre divertito.
"C’è gente che magari sa scrivere, scrive e pubblica sui forum quello che scrive, ma non sa assolutamente leggere..."
(paoolino parafrasando Sciascia)

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 10895
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda Rosewall » lun mar 05, 2012 12:28 pm

visto Moneyball anch'io.
Grande film, è il the social network del baseball (non a caso, sceneggiato da Sorkin).
Guardatelo tutti.
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

Villo
Cecchi Nato
Messaggi: 11868
Iscritto il: dom dic 30, 2007 12:03 am
Località: Bari

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda Villo » lun mar 05, 2012 1:21 pm

Rosewall ha scritto:visto Moneyball anch'io.
Grande film, è il the social network del baseball (non a caso, sceneggiato da Sorkin).
Guardatelo tutti.


Davvero un bel film Moneyball.

Avatar utente
taylorhawkins89
Saggio
Messaggi: 8289
Iscritto il: lun ago 25, 2008 5:18 pm

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda taylorhawkins89 » lun mar 05, 2012 3:41 pm

Non il massimo per chi non segue il baseball però.

Avatar utente
dsdifr
Massimo Carbone
Messaggi: 29796
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Firenze, Italia.

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda dsdifr » mar mar 06, 2012 12:59 am

visto Moneyball! Davvero, film interessantissimo e i punti in comune con The Social Network sono tanti ed evidenti.

Chi non si intende un minimo di baseball rinunci (e anche chi non sa l'inglese: l'ho visto in lingua originale anche senza sottotitoli, la traduzione in italiano credo sia ardua), ma peggio per lui :wink:

Avatar utente
taylorhawkins89
Saggio
Messaggi: 8289
Iscritto il: lun ago 25, 2008 5:18 pm

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda taylorhawkins89 » mar mar 06, 2012 1:26 pm

Certo, era un avviso ai potenziali spettatori a digiuno di baseball!
Invece non capisco come mai Social Network sia diventato il metro di giudizio per ogni film, un po' come dire, "hai visto quella ragazza? E' bellissima sembra la Bindi!" :D

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 10895
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda Rosewall » mer mar 07, 2012 1:46 pm

dsdifr ha scritto:visto Moneyball! Davvero, film interessantissimo e i punti in comune con The Social Network sono tanti ed evidenti.

Chi non si intende un minimo di baseball rinunci (e anche chi non sa l'inglese: l'ho visto in lingua originale anche senza sottotitoli, la traduzione in italiano credo sia ardua), ma peggio per lui :wink:
ti confesso che io del baseball ho una conoscenza da cartone animato giapponese, però lo consiglierei comunque. Certo, se uno conosce anche le caratteristiche del ruolo di prima base magari apprezza di più, però il senso si capisce, e comunque si va oltre al baseball.
Che poi è una metafora. :P
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

Avatar utente
dsdifr
Massimo Carbone
Messaggi: 29796
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Firenze, Italia.

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda dsdifr » mer mar 07, 2012 2:22 pm

già :D

Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15488
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda Apollo_Creed. » ven mar 09, 2012 2:06 pm

è stato citato "Glory Road"?
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

D.F.Wallace
Saggio
Messaggi: 9089
Iscritto il: ven dic 19, 2008 8:09 am
Località: Milano

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda D.F.Wallace » dom mar 11, 2012 8:02 pm

Visto anche io l'arte di vincere, mi è piaciuto, non male.

Qualche esperto di baseball mi sa dire se c'è qualcosa di realmente accaduto nei fatti raccontati e nei personaggi rappresentati?

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 10895
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda Rosewall » mer mar 14, 2012 7:03 pm

D.F.Wallace ha scritto:c'è qualcosa di realmente accaduto nei fatti raccontati e nei personaggi rappresentati?
http://en.wikipedia.org/wiki/Moneyball
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 11792
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda uglygeek » gio mar 15, 2012 12:05 am

Rosewall ha scritto:
D.F.Wallace ha scritto:c'è qualcosa di realmente accaduto nei fatti raccontati e nei personaggi rappresentati?
http://en.wikipedia.org/wiki/Moneyball

E' quasi tutto vero. Il libro non e' un racconto, e' una biografia.
Non solo gli A's ma anche i Boston si ispirano alla stessa metodologia statistica. E anche i Cubs, ora che Epstein e' andato li'.
"That Paris exists and anyone could choose to live anywhere else in the world will always be a mystery to me.", Midnight in Paris, Woody Allen

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 17172
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda alessandro » mar mar 20, 2012 9:19 am

uglygeek ha scritto:Non solo gli A's ma anche i Boston si ispirano alla stessa metodologia statistica. E anche i Cubs, ora che Epstein e' andato li'.


non ho idea di cosa faccia la "prima base" pero'
bel film. e pett e' fikissimo. l'anno prossimo fa 50 anni e e' proprio fiko.
risparmiatevi le battutine... :D
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 11792
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda uglygeek » mar mar 20, 2012 11:13 am

alessandro ha scritto:
uglygeek ha scritto:Non solo gli A's ma anche i Boston si ispirano alla stessa metodologia statistica. E anche i Cubs, ora che Epstein e' andato li'.


non ho idea di cosa faccia la "prima base" pero'

Beh, il prima base quando la squadra e' in attacco (lanciano gli avversari) ad un certo punto va in battuta, come tutti gli altri, nell'ordine deciso dal manager.
Quando la squadra e' in difesa (il loro lanciatore e' sul monte) il 1B sta appunto a coprire la prima base. Se il battitore se fa una battuta valida dovra' correre verso la prima base, e quindi e' molto probabile che qualcuno possa cercare di eliminarlo facendo arrivare la palla in prima base prima del battitore stesso. Quindi la particolarita' del ruolo e' che e' molto importante essere capace di prendere palle lanciate dai compagni senza staccarsi dalla base, e' un ruolo in cui non si corre molto, non occorre essere velocissimi, ma si ricevono tante palle piu' che lanciarle, e bisogna perfezionare la tecnica della ricezione. In compenso, e' un ruolo che va bene per giocatori lenti, anziani o che hanno difficolta' a lanciare per problemi alla spalla.

alessandro ha scritto:bel film. e pett e' fikissimo. l'anno prossimo fa 50 anni e e' proprio fiko.
risparmiatevi le battutine... :D

Gia', a quasi 50, beato lui. Se ne parlava proprio con un amico... si diceva che dopo i 30 (massimo i 35) andare per locali diventa ridicolo, le ragazze giustamente ti trattano come se fossi il loro nonno. Ma e' tutto relativo, dipende da chi sei, da come sei. Se entra Pitt in un locale nessuna si lamenta... :-)
"That Paris exists and anyone could choose to live anywhere else in the world will always be a mystery to me.", Midnight in Paris, Woody Allen

Avatar utente
Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 39836
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda Johnny Rex » mer mar 21, 2012 10:46 am

uglygeek ha scritto:.. si diceva che dopo i 30 (massimo i 35) andare per locali diventa ridicolo


Perchè? ci sono ventenni molto più ridicoli dei quarantenni...

F.F.
"E rivelo qui un dato preoccupante. Mi tocca pensare a balbysauro diverse volte al giorno. Ormai, e' una schiavitu' "

Avatar utente
Kafelnikov 18
Gran Maestro
Messaggi: 1732
Iscritto il: mer apr 18, 2007 4:59 am
Località: 100 del mondo tutta la vita
Contatta:

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda Kafelnikov 18 » mer mar 21, 2012 1:27 pm

Johnny Rex ha scritto:
uglygeek ha scritto:.. si diceva che dopo i 30 (massimo i 35) andare per locali diventa ridicolo


Perchè? ci sono ventenni molto più ridicoli dei quarantenni...

F.F.


Direi che per sembrare veramente gagliardi nei locali devi avere dai 35 in sù, ordinare vermont e fumare come un turco avendo l'aria disincantata. Un po' come in Mad Men.

Avatar utente
taylorhawkins89
Saggio
Messaggi: 8289
Iscritto il: lun ago 25, 2008 5:18 pm

Re: Cinema e Sport: un'analisi e volendo, dei ranking.

Messaggioda taylorhawkins89 » mer mar 21, 2012 2:10 pm

Beh dipende dal tipo di locale, dal tipo di serata.
Poi appunto ognuno dimostra gli anni in modo diverso, l'altro giorno ho visto un 37enne a cui davo al massimo 19 anni, sembrava un pischello proprio.


Torna a “Cinema e dintorni”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti