Autovetture senza conducente

Tutto sul mondo dei PC e dei videogiochi e degli altri prodotti tecnologici.

Moderatore: Super Moderators

Avatar utente
Alga
Massimo Carbone
Messaggi: 38754
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Roma, LAZIO

Re: Autovetture senza conducente

Messaggioda Alga » lun apr 10, 2017 12:06 pm

Nickognito ha scritto:gia' oggi la gente sta attenta.


:lol: :lol: :lol:
Immagine GIORGIO CHINAGLIA E' IL GRIDO DI BATTAGLIA!

Immagine

Immagine

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 10622
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Autovetture senza conducente

Messaggioda Rosewall » lun apr 10, 2017 4:51 pm

far deragliare un treno, sia pure " vuoto", continua a sembrarmi più complicato (su un rettilineo) e potenzialmente più catastrofico che deviare un'auto; mentre il discorso sulla priorità al rispetto del codice piuttosto che al minor numero di morti trovo sia certamente sensato!
E tuttavia optare per quel modello sottintende anche in quel caso una posizione etica. Non sarebbe un'impostazione scontata e soltanto tecnica.
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 103143
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Autovetture senza conducente

Messaggioda Nickognito » lun apr 10, 2017 9:23 pm

Rosewall ha scritto:far deragliare un treno, sia pure " vuoto", continua a sembrarmi più complicato (su un rettilineo) e potenzialmente più catastrofico che deviare un'auto; mentre il discorso sulla priorità al rispetto del codice piuttosto che al minor numero di morti trovo sia certamente sensato!
E tuttavia optare per quel modello sottintende anche in quel caso una posizione etica. Non sarebbe un'impostazione scontata e soltanto tecnica.


Be', si', ma quasi ogni scelta tecnica ne presuppone una etica. Francamente non penso che per il treno si sia pensato 'beh, deragliare e' complesso, ci sarebbero molti danni, magari fosse un solo vagone, anche anche!'. Penso che semplicemente sia stata fatta, in automatico, la scelta etica che se ho un treno che segue il suo normale percorso regolare, senza infrangere nessuna regola, che gli altri stiano attenti al treno, o peggio per loro.

Anche l' andare in macchina presuppone la scelta etica di rischiare la vita piu' che non facendolo.

Per me non esiste nessuno status speciale etico delle auto senza conducente. Esiste pero' un diverso impatto emotivo, per cui ci sta che molti si pongano questioni etiche che prima non si ponevano per situazioni simili.

Se il terrorismo facesse tante vittime quante ne fa il traffico, vivremmo una vita totalmente diversa, sarebbe probabilmente quasi impossibile viaggiare, rinunceremmo alle liberta' personali, in politica conterebbe solo la risposta al terrorismo. Ma dei pericoli del traffico se ne fregano tutti e pero' non e' detto che si continui a fregarcene se si usino macchine senza conducente.
Avevamo studiato per l'aldilà un fischio,un segno di riconoscimento. Mi provo a modularlo nella speranza che tutti siamo morti senza saperlo.

Avatar utente
uglygeek
Saggio
Messaggi: 9783
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr - Dar al-Harb

Re: Autovetture senza conducente

Messaggioda uglygeek » mar apr 11, 2017 8:27 am

Nickognito ha scritto:Se il terrorismo facesse tante vittime quante ne fa il traffico, vivremmo una vita totalmente diversa, sarebbe probabilmente quasi impossibile viaggiare, rinunceremmo alle liberta' personali, in politica conterebbe solo la risposta al terrorismo. Ma dei pericoli del traffico se ne fregano tutti e pero' non e' detto che si continui a fregarcene se si usino macchine senza conducente.

Vero. Ma anzi, le automobili nel mondo fanno piu' vittime non solo del terrorismo (sarebbe uno scherzo) ma di terrorismo sommato a tutte le guerre sommato a tutta la criminalita'. Per dire.

Nickognito ha scritto:Discorsi teoricamente affascinanti, ma non credo siano molto realistici. Non succede praticamente mai che uno debba decidere se suicidarsi o investire qualcuno.

Quanti incidenti sono causati da autisti che si trovano all'improvviso un cane davanti e fanno una manovra pericolosa per evitarlo e perdono il controllo del mezzo?
Tu continui a tirare in ballo il suicidio, come se le auto a guida automatica avessero un meccanismo di auto-distruzione che le fa esplodere per evitare che investano un pedone, che sarebbe assurdo. Ma ovviamente qui non si tratta di suicidarsi, ma piuttosto di fare una manovra che puo' mettere piu' a rischio il conducente piuttosto di un'altra che puo' metterla meno a rischio. Del resto le cose non sono sempre bianche o nere, l'ostacolo che ci si trova davanti potrebbe essere un (moto)ciclista che e' appena caduto e che non ha colpa. E non e' nemmeno detto che il computer debba scegliere tra la vita del passeggero e quella di chi e' sulla strada. Magari guida un suv o un tir, e il passeggero non si fara' niente, ma l'ostacolo che si trova davanti potrebbe essere una macchina che si e' fermata di colpo, e per evitarla puo' decidere di sterzare e andare sull'altra corsia e travolgere una moto. Magari nella macchina ci sono tre persone, il motociclista e' da solo. Cosa scegliere? Oppure si puo' trovare davanti un bambino piccolo che e' corso via dalla madre, e per evitarlo basta andare sul marciapiede, dove pero' rischia di travolgere una persona anziana. Cosa scegliere? Del resto in molti casi non e' nemmeno detto che debba necessariamente esserci un passeggero.

Comunque ricerche dimostrano che la gente non comprerebbe macchine che mettono a rischio la vita del passeggero, e dato che - scelte etiche a parte - le macchine a guida automatica comunque contribuiranno a salvare moltissime vite, il paradosso e' che imporre algoritmi "utilitaristici" (che privilegiano il bene comune rispetto a quello del passeggero) rallenterebbe molto l'adozione di questa tecnologia e quindi contribuirebbe a far morire molta piu' gente. Dunque per salvare piu' vite le macchine andrebbero programmate per salvaguardare in tutti i modi la vita dei passeggeri, come dice Nickognito, nel dubbio passando sopra a qualsiasi ostacolo. https://www.samharris.org/forum/viewthread/68301/

Rosewall ha scritto:E tuttavia, come regolarsi con chi impostasse l'auto-robot su 'salva il passaggero a qualunque costo'? Oltre ai pedoni, chi è responsabile in caso di una strage di pedoni?
Ugly che ha ideato il software pirata? L'elettrauto che l'ha installato? Il proprietario dell'auto che l'ha acquistato? Il passeggero che è salito sull'auto essendone al corrente?

Pensa che questo tema gia' due anni fa ha ispirato un bell'episodio di "The Good Wife". http://ew.com/recap/the-good-wife-season-7-episode-7/
E' tutt'altro che chiaro chi sia il responsabile degli incidenti causati da auto a guida automatica. E' il proprietario dell'auto? Il passeggero? La casa automobilistica? La societa' che ha scritto il software? O il programmatore stesso?

Rosewall ha scritto:In ogni caso, se opti per la versione 'minor numero di morti' o per quella 'salva te stesso', sei responsabile per quella scelta. Non necessariamente colpevole, ma responsabile. Il che è interessante: la sostituzione della macchina all'uomo non lo deresponsabilizza ma al contrario.

La cosa piu' interessante e' proprio che costruire questa tecnologia richiede, impone che al programmatore vengano dati criteri morali precisi, impone di stabilire che una scelta e' oggettivamente preferibile, piu' morale, di un'altra possibile scelta. Una moralita' oggettiva.
Come dice Sam Harris: "So this is an interesting phenomenon: Technology is going to force us to admit to ourselves that we know right from wrong in a way that many people imagine isn’t possible." https://www.samharris.org/podcast/item/ ... anything-1
Tout le monde a une seule vie qui passe, Mais tout le monde ne s'en souvient pas,
J'en vois qui la plient et même qui la cassent, Et j'en vois qui ne la voient même pas.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 103143
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Autovetture senza conducente

Messaggioda Nickognito » mar apr 11, 2017 8:40 am

Mah, io insisto che questa supposta questione morale, in questo caso, e' sopravvalutata.

Semplicemente uno deve seguire il codice della strada e programmare le macchine per seguirlo. E' abbastanza normale, seguendo lo spirito del codice, che un tir non si butti sotto da un cavalcavia colpendo le macchine sottostanti, per evitare un ciclista. Come e' normale cercare di evitarlo, se e' possibile, anche a scapito di graffiare il tir. La morale che il programmatore dovra' seguire e' in generale quella del codice stradale. Il caso in cui la macchina perfetta calcoli tutti gli esiti possibili di una frenata o sterzata improvviso e faccia un serie di conti etici sugli esseri coinvolti a ma pare piu' che altro fantascienza, al momento, la realta' mi pare piu' simile a quella di chi non si butta in un dirupo per evitare un pedone che attraversa la strada all' improvviso.
Tra l' altro e' normale che la morale faccia parte di leggi e tecnologia, persino facendo una guerra viene rispettata da sempre (o non rispetattata) una sorta di morale. Nulla di nuovo sotto il sole, nulla di strano.

Ripeto, l' unica grande vera conseguenza, per me, sarebbe il considerare a livello oggettivo gli effetti catastrofici dell' uso dei mezzi di locomozione, il fornire dati, il rendersi conto di un fatto che molti pretendono di ignorare. Le conseguenze potrebbero essere nulle, ma anche invece quella di cambiare totalmente il modo di viaggiare, e renderlo piu' sicuro (ovviamente all'inizio solo in pochi paesi).
Avevamo studiato per l'aldilà un fischio,un segno di riconoscimento. Mi provo a modularlo nella speranza che tutti siamo morti senza saperlo.

Avatar utente
scooter
Membro
Messaggi: 352
Iscritto il: mar mar 07, 2017 10:01 am

Re: Autovetture senza conducente

Messaggioda scooter » mar apr 11, 2017 10:57 am

La macchina a guida automatica identifica un ostacolo e vede che è possibile aggirarlo senza rischiare frontali o burroni.
Solo che l'ostacolo è un posto di blocco della polizia, e se non ti fermi ti sparano.
Che si fa?

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 39187
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: Autovetture senza conducente

Messaggioda Nasty » mar apr 11, 2017 10:59 am

scooter ha scritto:La macchina a guida automatica identifica un ostacolo e vede che è possibile aggirarlo senza rischiare frontali o burroni.
Solo che l'ostacolo è un posto di blocco della polizia, e se non ti fermi ti sparano.
Che si fa?


Credo sia uno dei problemi in assoluto più facili da gestire, obiettivamente. La macchina sarà certamente in grado di distinguere un auto della polizia, figurarsi.
"Ti ha lasciato un figlio, Foster Wallace, tre maglioni
E queste cazzo di parole senza senso dentro le canzoni"

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 103143
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Autovetture senza conducente

Messaggioda Nickognito » mar apr 11, 2017 11:16 am

Piu' che altro la polizia dovra' avere segnali diversi per quelle macchine. E' sempre quello il modo di ragionare. Per dire, quando mai la polizia ferma un treno facendo finta sia una macchina normale, e poi sparando?
Avevamo studiato per l'aldilà un fischio,un segno di riconoscimento. Mi provo a modularlo nella speranza che tutti siamo morti senza saperlo.

Avatar utente
scooter
Membro
Messaggi: 352
Iscritto il: mar mar 07, 2017 10:01 am

Re: Autovetture senza conducente

Messaggioda scooter » mar apr 11, 2017 11:26 am

D'accordo con entrambi, ma il punto è che non si può mettere in circolazione una di queste macchine finché ogni pattuglia di polizia del mondo sarà stata attrezzata per il riconoscimento da parte dell'automa

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 103143
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Autovetture senza conducente

Messaggioda Nickognito » mar apr 11, 2017 11:29 am

scooter ha scritto:D'accordo con entrambi, ma il punto è che non si può mettere in circolazione una di queste macchine finché ogni pattuglia di polizia del mondo sarà stata attrezzata per il riconoscimento da parte dell'automa



be, del mondo, basta limitarne la circolazione a una zona limitata...


Mio padre, che forse non puo' rinnovare la patente perche' vecchio, penso non si farebbe problemi a comprare una macchina che non puo' andare in Mongolia dove la polizia non fosse preparata.
Avevamo studiato per l'aldilà un fischio,un segno di riconoscimento. Mi provo a modularlo nella speranza che tutti siamo morti senza saperlo.


Torna a “Tecnologia, Informatica e Videogames”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite