Un buon libro...

Libri, canzoni, mostre, musei, concerti, ecc....

Moderatore: Super Moderators

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 30878
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Un buon libro...

Messaggioda BackhandWinner » ven feb 17, 2017 11:18 pm

Gios ha scritto:Ragazzi se volete una cosa fatta tanto malamente da mettere un po' a disagio beccatevi Moni Ovadia che legge Il nome della rosa su radiotre.

Eh sì, bruttina. Ma la fonte originaria è così alta e pura che comunque io, quando posso, ci resto attaccato...
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 12795
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade
Contatta:

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » sab feb 18, 2017 8:37 am

Il problema sono le voci, non capisco perché carichi così tanto. Capisco darne una riconoscibilità, ma farne delle caricature, mah.

Il libro è molto bello, colto, ed ovviamente furbo.
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
alfius
Gran Maestro
Messaggi: 1371
Iscritto il: ven mar 24, 2006 2:04 pm
Località: Trastevere

Re: Un buon libro...

Messaggioda alfius » dom feb 19, 2017 9:00 am

pocaluce ha scritto:
alfius ha scritto:Alla fine, dopo anni di tentennamenti, ho deciso di iniziare a leggere Pynchon.

Sono partito da L'incanto del lotto 49 (non a caso il più breve). Dopo 20 pagine già lo amo.


eh beh. comunque pynchon non è mai un discorso di lunghezza, ma di complessità. alcuni passi di lotto 49 comunque credo siano uno dei punti più alti della letteratura americana contemporanea.
ah, se hai dubbi su cosa leggere una volta finito questo, NON proseguire con mason & dixon.


Cosa mi consigli pocaluce?
Non pretendo di capire la legge di Brannigan, la impongo soltanto. (Zapp Brannigan)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 102509
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Un buon libro...

Messaggioda Nickognito » dom feb 19, 2017 9:27 am

Avevamo studiato per l'aldilà un fischio,un segno di riconoscimento. Mi provo a modularlo nella speranza che tutti siamo morti senza saperlo.

s&v
Illuminato
Messaggi: 2345
Iscritto il: mar ago 09, 2011 6:11 pm

Re: Un buon libro...

Messaggioda s&v » lun feb 20, 2017 3:38 pm



Sembra molto interessante, ma non ho capito se lo hai letto e lo consigli o se ti sembra interessante e lo leggerai

Avatar utente
pocaluce
PocoIlluminato
Messaggi: 11230
Iscritto il: mar dic 18, 2001 1:00 am
Località: Cinecittà, Roma

Re: Un buon libro...

Messaggioda pocaluce » lun feb 27, 2017 4:10 pm

alfius ha scritto:
pocaluce ha scritto:
alfius ha scritto:Alla fine, dopo anni di tentennamenti, ho deciso di iniziare a leggere Pynchon.

Sono partito da L'incanto del lotto 49 (non a caso il più breve). Dopo 20 pagine già lo amo.


eh beh. comunque pynchon non è mai un discorso di lunghezza, ma di complessità. alcuni passi di lotto 49 comunque credo siano uno dei punti più alti della letteratura americana contemporanea.
ah, se hai dubbi su cosa leggere una volta finito questo, NON proseguire con mason & dixon.


Cosa mi consigli pocaluce?


scusami alfius, vedo solo ora il post! in ordine di "pynchonismo" (dal meno complesso ai più arduo) direi che puoi proseguire con "vizio di forma", "la cresta dell'onda" (che a me non ha fatto impazzire, a dire il vero, ma forse più per il livello a cui ci ha abituati e l'attesa che precede ogni suo nuovo libro) e "vineland" (o uno tra), per poi proseguire con "contro il giorno" o "v."; finirei con i più complessi, ma anche più rappresentativi dello stile digressivo della letteratura americana postmoderna, ovvero "mason & dixon" ed il suo capolavoro "l'arcobaleno della gravità".
A lot of people say, "Yeah, I like Dennis Rodman," but they don't really mean that. I'm a big Dennis Rodman fan. I've been a Rodman fan since 1998 when he was in all his controversy, so that's never going to change.

Avatar utente
koufax75
FooLminato
Messaggi: 11867
Iscritto il: lun giu 10, 2002 2:00 am
Località: Udine / Shanghai

Re: Un buon libro...

Messaggioda koufax75 » mer mar 08, 2017 2:43 pm

Nei miei lunghi viaggi sulla metropolitana di Shanghai (un'ora all'andata e un'ora al ritorno), avere un buon libro è necessario. Dopo essermi letto i libri più svariati (dall'Expanded Universe di Star Wars a Charles Dickens, da Pillars of Earth di Follett a The Mayor of Casterbridge di Thomas Hardy, dai libri di Rino Tommasi a Bodyline Autopsy), sono passato alla tetralogia di Space Odyssey di Arthur C. Clarke. Oggi ho cominciato con 2001, poi si andrà a 2010, nel 2061 ed infine nel 3001.
Leo Durocher: You don't save a pitcher for tomorrow. Tomorrow it may rain.

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 12795
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade
Contatta:

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » mar mar 14, 2017 2:58 pm

Ascoltando Il Nome della Rosa, ho provato un po' di imbarazzo per le parti del processo di Bernardo Gui a Remigio. Mi sembra eccessivamente caricaturale. Certo Eco avrà consultato documentazione corretta, ma nonostante questo, mi sembra davvero goffo. Lo stesso: c'è della stucchevolezza in questo accanirsi sui monaci (questa invece la ricordavo bene) ed anche è stucchevole la voluta anacrocità di Bernardo. C'è della colpa per Eco sapeva che quello che andava a descrivere non era il Medioevo, ma un suo pregioudizio moderno. Un pregiudizio però redditizio, perché incontrava (ed incontra) quello che la gente mediamente colta pensava su quei secoli (forse oggi un po' meno?).

Io ribadisco che il romanzo meglio riuscito di Eco sia il Pendolo (di cui, a ben pensarci, nel Nome della Rosa c'è un assaggio).

Ora sto ascoltando i Promessi Sposi: è senza dubbio la somma di ogni perfezione, non c'è da spostare una virgola.
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
dsdifr
Massimo Carbone
Messaggi: 28076
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Firenze, Italia.

Re: Un buon libro...

Messaggioda dsdifr » mar mar 14, 2017 10:40 pm

perché "ascoltando"?

Avatar utente
PINDARO
L'Hazard del forum
Messaggi: 52319
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Un buon libro...

Messaggioda PINDARO » mar mar 14, 2017 11:56 pm

dsdifr ha scritto:perché "ascoltando"?

Se lo fa leggere da una schiava.
ciccio ha scritto: post ridicolo


Nevenez ha scritto:Il troll, qui dentro, sei tu


NK7 ha scritto:A volte sei davvero pesante, in modo del tutto gratuito e inutile.

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 12795
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade
Contatta:

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » mer mar 15, 2017 8:40 am

dsdifr ha scritto:perché "ascoltando"?


Grazie a Ad Alta Voce (mentre si fanno le faccende a casa è bene non oziare).

Certo sarebbe davvero un qualcosa di magnifico avere una bella signorina a casa che ti legge quel che desideri, quando desideri. Borges faceva una cosa del genere, se passavi a trovarlo e aveva una giusta sensazione ti faceva leggere per lui, così ci sono i lettori di Borges e i lettori per Borges.
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 12795
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade
Contatta:

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » lun mar 20, 2017 5:14 pm

Sto diventando matto a cercare Le Tragedie nella edizione Bombiani. Tempo fa erano in libreria, l'ho lasciato lì e adesso è esaurito.
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 30878
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Un buon libro...

Messaggioda BackhandWinner » mar mar 21, 2017 10:27 pm

PINDARO ha scritto:
dsdifr ha scritto:perché "ascoltando"?

Se lo fa leggere da una schiava.

:D
Ah, che sogno... :oops:
Stanotte non riuscirò a pensare ad altro. Forse anche domani notte...
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
PINDARO
L'Hazard del forum
Messaggi: 52319
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Un buon libro...

Messaggioda PINDARO » mar mar 21, 2017 10:40 pm

BackhandWinner ha scritto:
PINDARO ha scritto:
dsdifr ha scritto:perché "ascoltando"?

Se lo fa leggere da una schiava.

:D
Ah, che sogno... :oops:
Stanotte non riuscirò a pensare ad altro. Forse anche domani notte...

:lol: :)
Dipende anche come legge eh.
Deve avere una buona pronuncia, cadenza, inflessione.
ciccio ha scritto: post ridicolo


Nevenez ha scritto:Il troll, qui dentro, sei tu


NK7 ha scritto:A volte sei davvero pesante, in modo del tutto gratuito e inutile.

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 30878
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Un buon libro...

Messaggioda BackhandWinner » mar mar 21, 2017 10:51 pm

PINDARO ha scritto:
BackhandWinner ha scritto:
PINDARO ha scritto:Se lo fa leggere da una schiava.

:D
Ah, che sogno... :oops:
Stanotte non riuscirò a pensare ad altro. Forse anche domani notte...

:lol: :)
Dipende anche come legge eh.
Deve avere una buona pronuncia, cadenza, inflessione.

L'accento est-europeo, no, ecco. Escludendo forse polacco e ceco: che poi sono così brave con le lingue straniere che spesso nemmeno si sente. :oops:
No assoluto anche all'accento milanese. Veneto tollerabile ma solo perché mi ricorda le femmine dei film di Tinto Brass. #115#
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 12795
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade
Contatta:

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » mer mar 22, 2017 8:37 am

BackhandWinner ha scritto:
PINDARO ha scritto:
BackhandWinner ha scritto: :D
Ah, che sogno... :oops:
Stanotte non riuscirò a pensare ad altro. Forse anche domani notte...

:lol: :)
Dipende anche come legge eh.
Deve avere una buona pronuncia, cadenza, inflessione.

L'accento est-europeo, no, ecco. Escludendo forse polacco e ceco: che poi sono così brave con le lingue straniere che spesso nemmeno si sente. :oops:
No assoluto anche all'accento milanese. Veneto tollerabile ma solo perché mi ricorda le femmine dei film di Tinto Brass. #115#


Fa piacere notare che in pieno spirito imperiale le prime candidate a schiave di BHW siano in fondo dacie.
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
koufax75
FooLminato
Messaggi: 11867
Iscritto il: lun giu 10, 2002 2:00 am
Località: Udine / Shanghai

Re: Un buon libro...

Messaggioda koufax75 » dom apr 02, 2017 8:32 am

koufax75 ha scritto:Nei miei lunghi viaggi sulla metropolitana di Shanghai (un'ora all'andata e un'ora al ritorno), avere un buon libro è necessario. Dopo essermi letto i libri più svariati (dall'Expanded Universe di Star Wars a Charles Dickens, da Pillars of Earth di Follett a The Mayor of Casterbridge di Thomas Hardy, dai libri di Rino Tommasi a Bodyline Autopsy), sono passato alla tetralogia di Space Odyssey di Arthur C. Clarke. Oggi ho cominciato con 2001, poi si andrà a 2010, nel 2061 ed infine nel 3001.

Finita la lettura dell'intera Space Odyssey. Il giudizio è sicuramente positivo. Il primo libro (2001 - A Space Odyssey) fu scritto mentre Kubrik preparava il suo capolavoro. Ci sono alcune differenze: la più eclatante riguarda la meta del grande viaggio interstellare. Nel film è Giove, mentre nel libro è Saturno. Kubrick decise per Giove, visto che gli effetti speciali dell'epoca non permettevano una riproduzione credibile di Saturno. Il libro spiega molti punti lasciati volutamente oscuri da Kubrick, quindi è molto più facile da comprendere. Ad esempio, viene chiaramente spiegato il motivo per cui Hal impazzisce e decide di eliminare i membri dell'equipaggio.

Gli altri tre libri sono molto piacevoli, anche se (come detto dallo stesso Clarke) non possono essere considerati dei veri e propri sequel. Il primo libro fu pubblicato nel 1968 (quando l'Uomo doveva ancora sbarcare sulla Luna), l'ultimo nel 1997. In quel periodo di quasi 30 anni, sono avvenute talmente tante scoperte scientifiche (per non parlare di eventi politici) che mantenere un unico universo narrativo sarebbe stato impossibile. Inoltre, in 2010, in 2061, e in 3001, la meta del celebre viaggio viene spostata su Giove, così come nel film.
Leo Durocher: You don't save a pitcher for tomorrow. Tomorrow it may rain.

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 10615
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Un buon libro...

Messaggioda Rosewall » lun apr 03, 2017 12:21 pm

adesso si riscatteranno con Elio De Capitani che leggerà il 'Sistema periodico' di Primo Levi.
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 10615
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Un buon libro...

Messaggioda Rosewall » sab apr 08, 2017 4:43 pm

molto molto bene! Mi sembra meraviglioso come P.L. mischi insieme avvenimenti biografici, ritratti famigliari, confessioni introspettive, (soprattutto) chimica, fisica, filosofia, storia, politica, cultura ebraica. Ma non procede per libere associazioni e flussi di coscienza; al contrario, i suoi ricordi seguono con rigore cristallino un preciso filo logico, e le analogie a cui ricorre non sono mai forzate, sono da grande poeta. In ogni racconto rappresenta l'universo, ma lo fa senza prosopopea, con naturalezza ed amore per il dettaglio.
Inoltre, la lettura di De Capitani è all'altezza del testo: le pause sempre al momento giusto, la voce che scandisce le parole rendendo giustizia alla cura minuziosa con cui Levi ha selezionato ogni singolo aggettivo.

Fin qui (siamo arrivati al potassio), sta emergendo, fra i diversi temi, come la scelta di ciò che ci sembra più urgente, essenziale, reale, in un certo tempo, sia legata a necessità soggettive e contingenti, ma non per questo non sia anche un atto morale.
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 30878
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Un buon libro...

Messaggioda BackhandWinner » dom apr 09, 2017 11:09 pm

Rosewall ha scritto:molto molto bene! Mi sembra meraviglioso come P.L. mischi insieme avvenimenti biografici, ritratti famigliari, confessioni introspettive, (soprattutto) chimica, fisica, filosofia, storia, politica, cultura ebraica. Ma non procede per libere associazioni e flussi di coscienza; al contrario, i suoi ricordi seguono con rigore cristallino un preciso filo logico, e le analogie a cui ricorre non sono mai forzate, sono da grande poeta. In ogni racconto rappresenta l'universo, ma lo fa senza prosopopea, con naturalezza ed amore per il dettaglio.
Inoltre, la lettura di De Capitani è all'altezza del testo: le pause sempre al momento giusto, la voce che scandisce le parole rendendo giustizia alla cura minuziosa con cui Levi ha selezionato ogni singolo aggettivo.

Fin qui (siamo arrivati al potassio), sta emergendo, fra i diversi temi, come la scelta di ciò che ci sembra più urgente, essenziale, reale, in un certo tempo, sia legata a necessità soggettive e contingenti, ma non per questo non sia anche un atto morale.

Mi sono sintonizzato l'altro giorno proprio sulla lettura di 'Potassio': che meraviglia (il passo sul confronto Chimica vs Fisica, solo per fare un esempio: l'origine meschina della Chimica, figlia degli alchimisti :)). Ci ho messo un paio di minuti prima di essere certo che fosse il Sistema Periodico...in fondo sono passati circa 15 anni da quando lo lessi. E' ora di rileggerlo: che grande scrittore e, direi, che grande uomo.
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 10615
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Un buon libro...

Messaggioda Rosewall » sab apr 15, 2017 8:29 am

BackhandWinner ha scritto:Mi sono sintonizzato l'altro giorno proprio sulla lettura di 'Potassio': che meraviglia (il passo sul confronto Chimica vs Fisica, solo per fare un esempio: l'origine meschina della Chimica, figlia degli alchimisti :)). Ci ho messo un paio di minuti prima di essere certo che fosse il Sistema Periodico...in fondo sono passati circa 15 anni da quando lo lessi. E' ora di rileggerlo: che grande scrittore e, direi, che grande uomo.
mamma mia, fra fosforo e oro mi sono entusiasmato e commosso. Il commendatore pseudo-scientifico, i conigli, Giulia (il passaggio sulla canna della bicicletta nella Milano notturna è... :cry: ), l'antifascismo, il cercatore d'oro (come imprimere un personaggio nella memoria a lungo termine del lettore in poche righe).

Sull'Einaudi Tascabili c'è in appendice una bella intervista di Philip Roth a Primo Levi.
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".


Torna a “Musica, arte e cultura”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite