Un buon libro...

Libri, canzoni, mostre, musei, concerti, ecc....
Avatar utente
Janie Jones
Illuminato
Messaggi: 4642
Iscritto il: sab dic 01, 2007 12:44 pm
Località: Palude pontina

Re: Un buon libro...

Messaggioda Janie Jones » gio ago 17, 2017 8:18 pm

Torno a frequentare dopo un po' di assenza questi lidi e come prima cosa mi informo sulla situazione al gcn (le priorità... :) ), poi passo al topic dei libri.

Mi imbatto in questa frase di Villo
Villo ha scritto:Gli Strumenti delle Tenebre di Anthony Burgess

e quasi mi commuovo :cry:

Quando entrai in fissa con Burgess, anni fa, per un periodo mi misi a consigliare a chiunque i suoi libri. Siccome è uno scrittore poco conosciuto in Italia, per cercare di invogliare alla lettura dicevo "è l'autore di Arancia Meccanica" a cui seguiva quasi sempre la risposta "ma no quella è di Kubrick". E ogni volta non sapevo se mettermi a piangere o imprecare.

Gli Strumenti delle Tenebre è un'opera enorme e potentissima, a mio parere uno dei migliori romanzi del - e sul - Novecento. E poi si apre con un incipit folgorante che appena letto mi fece pensare "questo libro sarà un gran viaggio". E così fu :)

Quindi evviva Burgess, evviva Villo e (per estensione) evviva Paire :D
"If you can keep your head when all around you have lost theirs, then you probably haven't understood the seriousness of the situation."

(David Brent)

Villo
FooLminato
Messaggi: 11497
Iscritto il: dom dic 30, 2007 12:03 am
Località: Bari

Re: Un buon libro...

Messaggioda Villo » dom set 17, 2017 1:07 pm

Sto leggendo Horcynus Orca di Stefano D'Arrigo.
Pirdeu, c'è talmente tanta ricchezza linguistica che sbalordito sono.

Avatar utente
tuborovescio
Saggio
Messaggi: 7906
Iscritto il: mer dic 17, 2008 5:30 pm
Località: Colorado

Re: Un buon libro...

Messaggioda tuborovescio » dom set 17, 2017 9:16 pm

Villo ha scritto:Sto leggendo Horcynus Orca di Stefano D'Arrigo.
Pirdeu, c'è talmente tanta ricchezza linguistica che sbalordito sono.


eh sì tanta roba, lo trovai su una bancarella una decina di anni fa, 2 euro mi sa, ma ho letto solo l'inizio.
Ma perchè vuoi aumentare lo iato (?) con le ragazze dei tuoi amici e, soprattutto, con le loro amiche? #100#

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 31427
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Un buon libro...

Messaggioda BackhandWinner » dom set 17, 2017 9:48 pm

Villo ha scritto:Sto leggendo Horcynus Orca di Stefano D'Arrigo.
Pirdeu, c'è talmente tanta ricchezza linguistica che sbalordito sono.

Le femminote :oops: :oops:
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Villo
FooLminato
Messaggi: 11497
Iscritto il: dom dic 30, 2007 12:03 am
Località: Bari

Re: Un buon libro...

Messaggioda Villo » gio ott 05, 2017 12:10 am

Scarico House of Leaves di Mark Z. Danielewski

L'inizio in inglese:

I still get nightmares. In fact I get them so often I should be used to them by now. I’m not. No one ever really gets used to nightmares.
For a while there I tried every pill imaginable. Anything to curb the fear. Excedrin PMs, Melatonin, L-tryptophan, Valium, Vicodin,

Traduzione in italiano:

Ho ancora gli incubi. Così spesso che ormai dovrei essermi abituato. Ma non è così. Nessuno si abitua agli incubi. Per un po' di tempo ho provato a cambiare cuscino, poi qualunque cosa potesse servire a tenere a bada la paura. Excedrin, Melatonina, L-Tryptophan, Valium, Vicodin,


Pill - Cuscino. Andate a cagare. E cosa c'entra quel "poi". L'elenco di farmaci che c'azzecca con il cuscino da cambiare?

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 12943
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade
Contatta:

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » gio ott 05, 2017 12:24 pm

Villo ha scritto:Scarico House of Leaves di Mark Z. Danielewski

L'inizio in inglese:

I still get nightmares. In fact I get them so often I should be used to them by now. I’m not. No one ever really gets used to nightmares.
For a while there I tried every pill imaginable. Anything to curb the fear. Excedrin PMs, Melatonin, L-tryptophan, Valium, Vicodin,

Traduzione in italiano:

Ho ancora gli incubi. Così spesso che ormai dovrei essermi abituato. Ma non è così. Nessuno si abitua agli incubi. Per un po' di tempo ho provato a cambiare cuscino, poi qualunque cosa potesse servire a tenere a bada la paura. Excedrin, Melatonina, L-Tryptophan, Valium, Vicodin,


Pill - Cuscino. Andate a cagare. E cosa c'entra quel "poi". L'elenco di farmaci che c'azzecca con il cuscino da cambiare?


Curiosamente la sciatteria della traduzione rende un periodo non memorabile in qualcosa di molto più interessante (che uno provi ogni pillola immaginabile, e poi ti venga data una lista di medicinali, è usuale; ma l'idea che per sopravvire agli incubi si debba, prima di tutto, cambiare cuscino, è deliziosamente surreale).
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
balbysauro
Massimo Carbone
Messaggi: 47982
Iscritto il: mer nov 28, 2007 6:53 pm
Località: Palermo

Re: Un buon libro...

Messaggioda balbysauro » gio ott 05, 2017 12:27 pm

:D

Avatar utente
PINDARO
L'Hazard del forum
Messaggi: 57090
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Un buon libro...

Messaggioda PINDARO » gio ott 05, 2017 4:12 pm

Gios ha scritto:(ma l'idea che per sopravvire agli incubi si debba, prima di tutto, cambiare cuscino, è deliziosamente surreale).

Infatti. Rende meglio dell'originale.
Ma tutto questo Villo non lo sa.
Nasty ha scritto:Sergej Milinkovic é qualcosa di straordinario, di mai visto prima. E' il lebron james del.calcio

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 107172
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Un buon libro...

Messaggioda Nickognito » gio ott 05, 2017 4:16 pm

Se vi sembra piu' normale provare diversi pillole, per gli incubi, invece che diversi cuscini, significa che il vostro collo e la vostra schiena si sentono davvero straordinariamente bene.
Avevamo studiato per l'aldilà un fischio,un segno di riconoscimento. Mi provo a modularlo nella speranza che tutti siamo morti senza saperlo.

Avatar utente
Janie Jones
Illuminato
Messaggi: 4642
Iscritto il: sab dic 01, 2007 12:44 pm
Località: Palude pontina

Re: Un buon libro...

Messaggioda Janie Jones » gio ott 05, 2017 6:18 pm

Sì ok, la versione italiana ha involontariamente reso più interessante la frase. Resta il fatto che una figura professionale retribuita ha confuso pill con pillow #1#

Un po' di tempo fa stavo leggendo un libro sugli impressionisti e a un certo punto trovo la frase "II banchiere Cézanne guarda impaurito / dietro il banco appare una pantera" quando invece nell'originale si parlava di un peintre, pittore, e non di felini dal manto scuro #103# #103#

Parlando d'altro: sono davvero molto contenta per il Nobel a Ishiguro #177#
"If you can keep your head when all around you have lost theirs, then you probably haven't understood the seriousness of the situation."

(David Brent)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 107172
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Un buon libro...

Messaggioda Nickognito » gio ott 05, 2017 7:09 pm

Janie Jones ha scritto:Sì ok, la versione italiana ha involontariamente reso più interessante la frase. Resta il fatto che una figura professionale retribuita ha confuso pill con pillow #1#

Un po' di tempo fa stavo leggendo un libro sugli impressionisti e a un certo punto trovo la frase "II banchiere Cézanne guarda impaurito / dietro il banco appare una pantera"


:lol:
Avevamo studiato per l'aldilà un fischio,un segno di riconoscimento. Mi provo a modularlo nella speranza che tutti siamo morti senza saperlo.

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 12943
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade
Contatta:

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » gio ott 05, 2017 11:25 pm

Janie Jones ha scritto:Sì ok, la versione italiana ha involontariamente reso più interessante la frase. Resta il fatto che una figura professionale retribuita ha confuso pill con pillow #1#

Un po' di tempo fa stavo leggendo un libro sugli impressionisti e a un certo punto trovo la frase "II banchiere Cézanne guarda impaurito / dietro il banco appare una pantera" quando invece nell'originale si parlava di un peintre, pittore, e non di felini dal manto scuro #103# #103#

Parlando d'altro: sono davvero molto contenta per il Nobel a Ishiguro #177#


Anche in questo caso, è molto più misterioso e interessanta una pantera che compare da dietro una bancone (una pantera nella sua lucida e muscolosa e tesa indifferenza), di un pittore.

Ho letto di Ishiguro quello del gigante, che mi pare di ricordare JJ dicesse non sia il suo migliore: ed è un libro di un cavallo di gran razza.
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
scooter
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 616
Iscritto il: mar mar 07, 2017 10:01 am

Re: Un buon libro...

Messaggioda scooter » ven ott 06, 2017 9:00 am

Janie Jones ha scritto:Resta il fatto che una figura professionale retribuita ha confuso pill con pillow #1#

Per me è ancora più grave l'errore successivo, cioè l'avere inventato mezza frase per giustificare l'elenco dei farmaci che con il cuscino ovviamente non c'entravano niente. E 'sto fenomeno (o fenomena?) non si è neanche insospettito...

Avatar utente
Janie Jones
Illuminato
Messaggi: 4642
Iscritto il: sab dic 01, 2007 12:44 pm
Località: Palude pontina

Re: Un buon libro...

Messaggioda Janie Jones » ven ott 06, 2017 6:49 pm

Gios ha scritto:Ho letto di Ishiguro quello del gigante, che mi pare di ricordare JJ dicesse non sia il suo migliore: ed è un libro di un cavallo di gran razza.

In un primo momento Il Gigante Sepolto non mi aveva del tutto convinta, poi però superato lo scetticismo per l'ambientazione fantasy ho amato molto la grande eleganza e la malinconia della storia, così tipiche della scrittura di Ishiguro.

Oggettivamente non so dire quale sia il suo romanzo migliore: personalmente, è una lotta tra Non Lasciarmi e Quel Che Resta Del Giorno, con una leggera preferenza per quest'ultimo e la tragica, impassibile figura del maggiordomo Stevens #177#
"If you can keep your head when all around you have lost theirs, then you probably haven't understood the seriousness of the situation."

(David Brent)

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 10771
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Un buon libro...

Messaggioda Rosewall » sab ott 07, 2017 4:42 pm

e infatti mi ricordo che lo avevi inserito nell'elenco dei tuoi scrittori inglesi preferiti e consigliati! : - )

Quel che resta del giorno mi piacque, ma altrettanto Quando eravamo orfani (a Shanghai feci apposta un giro nel Peace Hotel già Hotel Cathay: la cosa più prossima ad un viaggio nel tempo mai sperimentata).
Non lasciarmi sembra curiosamente scritto da un altro autore, come stile.
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 107172
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Un buon libro...

Messaggioda Nickognito » sab ott 07, 2017 8:38 pm

Ho finito oggi il libro di paolino, ehm, di Taleb, il Cigno Nero.

Mi ha deluso, ma e' interessante. Sarebbe oppurtuno rileggerlo e considerare singole affermazioni, per fare una buona recensione, ma mi fa fatica. Sostanzialmente lo trovo un libro disonesto (ma penso non volutamente tale).

Per quanto sia fondamentalmente d' accordo con lui, sulla generale sottovalutazione del ruolo del caso, soprattutto nei grandi eventi, soprattutto nell' interpretazione della 'storia', per quanto non possa intervenire molto su alcuni aspetti piu' tecnici in economia e statistica, e per quanto alcuni sui consigli, sostanzialmente, su come essere consapevoli di tutto questo e permettersi di correre piccoli rischi senza scetticismo, ma evitando i grandi rischi e massimizzando le opportunita', trovo pero' troppe cose che non vanno.

Intanto, un disprezzo per certi personaggi. Filosofi, in particolare, ma anche di altri settori. A leggerlo, sembra che la filosofia del 900 sia stata fatta da un grande Popper e da una serie di cattedratici che si facevano fellatio a vicenda recitando supercazzole. L' economia e la statistica non se la passano troppo meglio, e lui li smaschera tutti.

Ma questo e' il meno, il piu' e' che quello che dice mi sembra molto legato alla sua autobiografia. Io capisco che lui abbia avuto a che fare con la guerra in Libano, con Wall Street, la statistica, e cosi' via. Ma io no. Credo che lui sia piu' eccezione di me, ma nemmeno e' importante, credo semplicemente che non sia tutto come lui dica. Mi viene in mente un esempio: quando scrive che e' facile prevedere che un cubetto di ghiaccio diventi acqua dopo poco, ma difficile sapere che l' acqua che vediamo fosse un cubetto poco prima, e quindi in genere il futuro e' piu' semplice da conoscere del passato, piu' o meno. Quando uno potrebbe fare molti esempi opposti (non so, un incidente in macchina). In generale, ci sono molti esempi, quando uno ogni volta potrebbe fare esempi contrari.

Ma lui stesso scrive che, se guardiamo alla nostra vita, vedremo come nulla fosse prevedibile e che i grandi eventi che definiscono la nostra vita non lo fossero. Per me , pero', vale esattamente l' opposto. Prendiamo quello che conta: la salute. Beh, la mia salute e' legata alla mancanza di cura e allenamento del mio corpo, a problemi che avevo da piccolo e altri che hanno avuto genitori e nonni. Tutto e' molto prevedibile, poteva andare diversamente, certo, in parte. I problemi che ho a vivere all' estero (avere nuovi amici, essere lontano dai miei, difficolta' con la lingua), li ho elencati 6 anni fa, prima di andare, e quelli sono, e non lo dico a posteriori, lo avevo proprio previsto prima. Lo stesso discorso potrei farlo per amore, o lavoro.
I grandi fenomeni del mondo non mi hanno cambiato granche'. La crisi del lavoro e' stata prevista da anni, magari non negli anni 80, ma dagli anni 90 si. Su Internet si, ha ragione lui, il ruolo non era cosi' previsto, inizialmente. La mia vita, principalmente, e' basata su situazioni del tipo: posso prevedere quel che succedera', posso darmi e farmi dare buoni consigli su tutto, ma non li seguo, pensando in qualche modo che tutto alla fine sua casuale, e poi, dopo anni, vedo che le previsioni erano invece tutte giuste, il caso contato poco, e io ne pago le conseguenze. Cioe' esattamente il contrario di quanto dice Taleb. Il che non significa che per molti non valga quanto dica lui, dico solo che dipende.

Per me semplicemente e' stato considerato dalla sua vita, dal lavorare nei mercati, nella statistica, dal vivere certe esperienze personali, dal pensare alla storia (sulla filosofia esagera, ma ci sono dei lati veri, in quel che critica). Solo che espandere tutto questo a legge generale mi sembra eccessivo.

Rimane una lettura molto interessante e, nel caso che il lettore sia uno di quelli che ha sempre pensato l' opposto, anche molto utile. Nel mio caso no, ho sempre avuto il difetto opposto a quello che critica lui.

Una cosa che mi e piaciuta del libro e' il suo totale disprezzo del mondo e di madre natura, sommamente ingiusti, uniti pero' a un atteggiamento propositivo, americano direi (e lo dice anche lui).
Avevamo studiato per l'aldilà un fischio,un segno di riconoscimento. Mi provo a modularlo nella speranza che tutti siamo morti senza saperlo.

Avatar utente
Janie Jones
Illuminato
Messaggi: 4642
Iscritto il: sab dic 01, 2007 12:44 pm
Località: Palude pontina

Re: Un buon libro...

Messaggioda Janie Jones » dom ott 08, 2017 3:39 pm

Rosewall ha scritto:e infatti mi ricordo che lo avevi inserito nell'elenco dei tuoi scrittori inglesi preferiti e consigliati! : - )

E' vero :oops:

(a Shanghai feci apposta un giro nel Peace Hotel già Hotel Cathay: la cosa più prossima ad un viaggio nel tempo mai sperimentata)

Wow :)
"If you can keep your head when all around you have lost theirs, then you probably haven't understood the seriousness of the situation."

(David Brent)

s&v
Illuminato
Messaggi: 2565
Iscritto il: mar ago 09, 2011 6:11 pm

Re: Un buon libro...

Messaggioda s&v » lun ott 09, 2017 3:45 pm

Nickognito ha scritto:
Ma lui stesso scrive che, se guardiamo alla nostra vita, vedremo come nulla fosse prevedibile e che i grandi eventi che definiscono la nostra vita non lo fossero. Per me , pero', vale esattamente l' opposto. Prendiamo quello che conta: la salute. Beh, la mia salute e' legata alla mancanza di cura e allenamento del mio corpo, a problemi che avevo da piccolo e altri che hanno avuto genitori e nonni. Tutto e' molto prevedibile, poteva andare diversamente, certo, in parte. I problemi che ho a vivere all' estero (avere nuovi amici, essere lontano dai miei, difficolta' con la lingua), li ho elencati 6 anni fa, prima di andare, e quelli sono, e non lo dico a posteriori, lo avevo proprio previsto prima. Lo stesso discorso potrei farlo per amore, o lavoro.
I grandi fenomeni del mondo non mi hanno cambiato granche'. La crisi del lavoro e' stata prevista da anni, magari non negli anni 80, ma dagli anni 90 si. Su Internet si, ha ragione lui, il ruolo non era cosi' previsto, inizialmente. La mia vita, principalmente, e' basata su situazioni del tipo: posso prevedere quel che succedera', posso darmi e farmi dare buoni consigli su tutto, ma non li seguo, pensando in qualche modo che tutto alla fine sua casuale, e poi, dopo anni, vedo che le previsioni erano invece tutte giuste, il caso contato poco, e io ne pago le conseguenze. Cioe' esattamente il contrario di quanto dice Taleb. Il che non significa che per molti non valga quanto dica lui, dico solo che dipende.

Per me semplicemente e' stato considerato dalla sua vita, dal lavorare nei mercati, nella statistica, dal vivere certe esperienze personali, dal pensare alla storia (sulla filosofia esagera, ma ci sono dei lati veri, in quel che critica). Solo che espandere tutto questo a legge generale mi sembra eccessivo.



Beh ma se a uno non capita mai un incontro amoroso imprevisto che ha segnato la vita o un lutto che ha cambiato la vita é lui un cigno nero :)
A me pare che la vita di quasi tutti sia più o meno caratterizzata da eventi inaspettati ( eventi per cui l'esperienza del passato non permette di dir nulla sulla loro natura).
Lo stesso per i grandi fenomeni del mondo: la crisi di 10 anni fa non l'ha prevista praticamente nessuno. La grande migrazione del 2015, l'elezione di Trump, la caduta dell'URSS, l'11 settembre e via dicendo...

A me pare che nel libro ci siano parti discutibili e che Taleb sia antipatico (fa di tutto per farsi odiare, in questi giorni sta dicendo che il premio Nobel dell'economia è un idiota ecc...), ma il messaggio di fondo é illuminante e anche se non si inventa nulla - l'esempio del tacchino che non sa che sarà mangiato per il ringraziamento mi pare si di Russell- sistematizza un filone di pensiero scettico in modo esemplare e accessibile anche a chi, purtroppo, non ha la laurea in filosofia come me.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 107172
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Un buon libro...

Messaggioda Nickognito » ven ott 13, 2017 6:32 am

Un esempio, sempre per il cigno nero. Taleb spiega che tutti dicono che fare nuoto sviluppi un tipo di fisico. Lui invece sostiene che non e' vero, tutte le attivita' sviluppano il fisico allo stesso modo, solo che chi e' naturalmente portato a nuotare bene ha un fisico da nuotatore, questa e' la causa, non la conseguenza.

Il che e' palesemente assurdo e non dimostrato. Ma non e' una eccezione nel libro.
Avevamo studiato per l'aldilà un fischio,un segno di riconoscimento. Mi provo a modularlo nella speranza che tutti siamo morti senza saperlo.

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 12943
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade
Contatta:

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » mar ott 17, 2017 3:02 pm

Vorrei segnalare, lo sto leggendo in questi giorni con divertimento inestimabile, Vita e opinioni di Tristram Shandy, gentiluomo di Laurence Sterne: il più circostanziato, svagato, spiritoso ed amorevole romanzo autobiografico che abbia mai letto.
Il tratto bonario con cui, attraverso piccoli particolari en passant, vengono delineati lo zio Toby ed il caporale Trim è unico.
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
Janie Jones
Illuminato
Messaggi: 4642
Iscritto il: sab dic 01, 2007 12:44 pm
Località: Palude pontina

Re: Un buon libro...

Messaggioda Janie Jones » mar ott 17, 2017 4:21 pm

Tristram Shandy è un gioiello che sorprende e diverte. In molti lo considerano il primo romanzo post-moderno della storia, per la sua geniale ed innovativa sovversione della struttura convenzionale di un testo narrativo e l'assenza di una trama.
In pratica Laurence Sterne è un James Joyce ante litteram con uno sguardo sul mondo più leggero e scanzonato :)

Quanti autori meravigliosi ci ha regalato l'Irlanda #177#
"If you can keep your head when all around you have lost theirs, then you probably haven't understood the seriousness of the situation."

(David Brent)

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 12943
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade
Contatta:

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » mar ott 17, 2017 4:53 pm

Janie Jones ha scritto:Tristram Shandy è un gioiello che sorprende e diverte. In molti lo considerano il primo romanzo post-moderno della storia, per la sua geniale ed innovativa sovversione della struttura convenzionale di un testo narrativo e l'assenza di una trama.
In pratica Laurence Sterne è un James Joyce ante litteram con uno sguardo sul mondo più leggero e scanzonato :)

Quanti autori meravigliosi ci ha regalato l'Irlanda #177#


Se pensiamo al romance, Sterne in sostanza fa nel romanzo psicologico quello che Mallory fece al ciclo bretone e carolingio, intricando, sobbalzando, esasperando una consuetudine (quella della "selva di avventure", per Mallory, che Galavant sublima con la Forest of Coincidence): con la differenza che Mallory aveva il romanzo cavalleresco nel passato, mentre Sterne aveva il romanzo psicologico (che è poi una definizione sciocca, in sé, ogni storia romanzesca è "psicologica") nel futuro, accidente che avrebbe dovuto rendere il tutto piuttosto complicato. Per cui è tutto molto più rilevante.

È chiaro come la saletta d'attesa in cui si riuniscono il padre di Tristram, il dr. Slop, lo zio Toby e Trim sia la stessa in cui vedremo assieme, così tante volte, i personaggi di Dickens. Credo sia una peculiarità del genio isolano, quella saletta (stavo per scrivere "inglese" :D ): nessuno del continente è mai riuscito, tra '700, '800 e prima parte del '900 a riprodurre un atmosfera che anche a scrittori isolani non proprio memorabili riusciva piuttosto semplice.
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
Janie Jones
Illuminato
Messaggi: 4642
Iscritto il: sab dic 01, 2007 12:44 pm
Località: Palude pontina

Re: Un buon libro...

Messaggioda Janie Jones » mar ott 17, 2017 5:33 pm

Gios ha scritto:È chiaro come la saletta d'attesa in cui si riuniscono il padre di Tristram, il dr. Slop, lo zio Toby e Trim sia la stessa in cui vedremo assieme, così tante volte, i personaggi di Dickens. Credo sia una peculiarità del genio isolano, quella saletta (stavo per scrivere "inglese" :D ): nessuno del continente è mai riuscito, tra '700, '800 e prima parte del '900 a riprodurre un atmosfera che anche a scrittori isolani non proprio memorabili riusciva piuttosto semplice.

Verissimo.
Ci si potrebbe scrivere un saggio, "La saletta come luogo metafisico in cui si esprime il genio isolano" :)
"If you can keep your head when all around you have lost theirs, then you probably haven't understood the seriousness of the situation."

(David Brent)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 107172
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Un buon libro...

Messaggioda Nickognito » mar ott 17, 2017 5:34 pm

anche salette sarde o siciliane?
Avevamo studiato per l'aldilà un fischio,un segno di riconoscimento. Mi provo a modularlo nella speranza che tutti siamo morti senza saperlo.

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 12943
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade
Contatta:

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » mar ott 17, 2017 5:37 pm

Ispirandosi a Lansdale si potrebbe pensare di proporre come tesi laurea "Influenza di James Joyce su Laurence Sterne".
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
Janie Jones
Illuminato
Messaggi: 4642
Iscritto il: sab dic 01, 2007 12:44 pm
Località: Palude pontina

Re: Un buon libro...

Messaggioda Janie Jones » mar ott 17, 2017 5:46 pm

Gios ha scritto:Ispirandosi a Lansdale si potrebbe pensare di proporre come tesi laurea "Influenza di James Joyce su Laurence Sterne".

:D
"If you can keep your head when all around you have lost theirs, then you probably haven't understood the seriousness of the situation."

(David Brent)

Villo
FooLminato
Messaggi: 11497
Iscritto il: dom dic 30, 2007 12:03 am
Località: Bari

Re: Un buon libro...

Messaggioda Villo » sab nov 04, 2017 10:09 am

Sto leggendo Angela's Ashes di Frank McCourt in inglese. E' il primo libro che leggo in inglese; se sapete piuttosto bene la lingua è meno difficile di quel che sembra.
Versione inglese in mano e versione italiana sul computer per controllare le parole che non conoscete senza dover digitare sempre ogni parola per vederne il significato.

Prossimi libri in inglese Moon Palace di Paul Auster e il già citato House of Leaves di Danielewski, che è un horror cult postmoderno.

Poi ho preso La Festa del Caprone di Vargas Llosa, in italiano. Che mi dite di Vargas Llosa?

Tra l'altro non capisco perché abbia messo solo ora Amazon Prime, con 20 euro all'anno ti arriva tutto prima e senza spese di spedizione.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 107172
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Un buon libro...

Messaggioda Nickognito » sab nov 04, 2017 4:04 pm

Villo ha scritto:Sto leggendo Angela's Ashes di Frank McCourt in inglese. E' il primo libro che leggo in inglese; se sapete piuttosto bene la lingua è meno difficile di quel che sembra.
Versione inglese in mano e versione italiana sul computer per controllare le parole che non conoscete senza dover digitare sempre ogni parola per vederne il significato.

Prossimi libri in inglese Moon Palace di Paul Auster e il già citato House of Leaves di Danielewski, che è un horror cult postmoderno.

Poi ho preso La Festa del Caprone di Vargas Llosa, in italiano. Che mi dite di Vargas Llosa?

Tra l'altro non capisco perché abbia messo solo ora Amazon Prime, con 20 euro all'anno ti arriva tutto prima e senza spese di spedizione.


Ho letto due libri di Vargas Llosa, lo ho letto molto volentieri pur senza che mi sembrasse una gran cosa. Pero' in spagnolo. Ho appena comprato Moon Palace pure io, dopo aver comprato per errore un Bignami di Moon Palace in tedesco.
Avevamo studiato per l'aldilà un fischio,un segno di riconoscimento. Mi provo a modularlo nella speranza che tutti siamo morti senza saperlo.

Avatar utente
NK7
Illuminato
Messaggi: 2045
Iscritto il: dom lug 17, 2016 2:00 pm

Re: Un buon libro...

Messaggioda NK7 » mar nov 07, 2017 12:13 am

Villo ha scritto:Tra l'altro non capisco perché abbia messo solo ora Amazon Prime, con 20 euro all'anno ti arriva tutto prima e senza spese di spedizione.

Senza ti arriva tutto lo stesso, senza spese di spedizione, un giorno dopo.
Orson lo avete fatto smettere di scrivere, tu e Pindaro a forza di insulti e prese per il culo. Almeno ora che non c'è più, lasciatelo stare, brutti str... strabici

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 107172
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Un buon libro...

Messaggioda Nickognito » mar nov 07, 2017 5:38 pm

mi spiegate che e'? Io compro solo dall' Inghilterra, anche da li' non ci sono spese di spedizione? E costa 11 euro al mese, non 20 l' anno. Grazie.
Avevamo studiato per l'aldilà un fischio,un segno di riconoscimento. Mi provo a modularlo nella speranza che tutti siamo morti senza saperlo.

Avatar utente
Janie Jones
Illuminato
Messaggi: 4642
Iscritto il: sab dic 01, 2007 12:44 pm
Località: Palude pontina

Re: Un buon libro...

Messaggioda Janie Jones » mar nov 07, 2017 6:21 pm

Nickognito ha scritto:mi spiegate che e'? Io compro solo dall' Inghilterra, anche da li' non ci sono spese di spedizione? E costa 11 euro al mese, non 20 l' anno. Grazie.

Con Amazon Prime si paga una quota fissa ogni anno (che può variare da Paese a Paese) e si ottengono vantaggi come assenza di spese di spedizione, tempi di consegna più rapidi senza costi aggiuntivi, streaming gratuiti di vari film, serie tv e altro prodotti da Amazon, e altre offerte esclusive riservate agli abbonati.
Però Amazon Prime non è valido all'estero, se acquisti dal sito Uk e risiedi altrove pagherai le spese di spedizione ed il tuo ordine arriverà nei tempi standard.

Io di solito ordino varie cose insieme, così da superare la soglia dei 29 euro ed avere lo stesso la spedizione gratuita, e mi vanno benissimo anche i tempi di consegna normali e non super rapidi, quindi Prime non lo ritengo necessario.

Un servizio molto utile offerto da Amazon da un po' di tempo a questa parte è la possibilità di farsi consegnare il pacco in un punto di ritiro autorizzato, solitamente gli uffici postali della propria città, in modo da poterlo ritirare con calma senza preoccuparsi del fatto che passa il corriere e a casa non c'è nessuno. Lo trovo molto comodo
"If you can keep your head when all around you have lost theirs, then you probably haven't understood the seriousness of the situation."

(David Brent)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 107172
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Un buon libro...

Messaggioda Nickognito » mar nov 07, 2017 6:25 pm

Grazie. Quindi con piu' di 29 euro spesi la spedizione dall' estero e' pure gratuita?

In ogni caso, per me non e' una soluzione. Trovo tutti libri a una sterlina, in effetti potrei prenderne 30, si , in caso :)

I corrieri non li uso mai, sempre la posta, se non sono in casa ed e' piccolo lo lasciano nella cassetta, altrimenti lo prendo alla posta a 5 minuti da casa. I corrieri li odio.
Avevamo studiato per l'aldilà un fischio,un segno di riconoscimento. Mi provo a modularlo nella speranza che tutti siamo morti senza saperlo.

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 12943
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade
Contatta:

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » mar nov 07, 2017 6:26 pm

Qua, in sostanza non paghi spese di spedizione per ordini piccoli, ed ha consegne un poco più veloci.
A me è utile particolarmente la prima, può capitare di avere un piccolo ordine ma di ritardarlo per non avere le spese di spedizioni in attesa di qualcos'altro.

Non ultimo, hai incluso Amazon Prime Video, che è una specie di Netflix.
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 12943
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade
Contatta:

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » mar nov 07, 2017 6:27 pm

Ah bravi, molto rapidi.
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
Janie Jones
Illuminato
Messaggi: 4642
Iscritto il: sab dic 01, 2007 12:44 pm
Località: Palude pontina

Re: Un buon libro...

Messaggioda Janie Jones » mar nov 07, 2017 6:34 pm

Nickognito ha scritto:Grazie. Quindi con piu' di 29 euro spesi la spedizione dall' estero e' pure gratuita?

Sono andata a controllare perchè non ne avevo idea. A quanto pare no, questi sono i costi di Amazon Uk verso la Repubblica Ceca. E' invece disponibile la consegna rapida

Immagine
"If you can keep your head when all around you have lost theirs, then you probably haven't understood the seriousness of the situation."

(David Brent)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 107172
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Un buon libro...

Messaggioda Nickognito » mar nov 07, 2017 6:53 pm

eh si :(
Avevamo studiato per l'aldilà un fischio,un segno di riconoscimento. Mi provo a modularlo nella speranza che tutti siamo morti senza saperlo.

Avatar utente
PINDARO
L'Hazard del forum
Messaggi: 57090
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Un buon libro...

Messaggioda PINDARO » mar nov 07, 2017 7:59 pm

NK7 ha scritto:
Villo ha scritto:Tra l'altro non capisco perché abbia messo solo ora Amazon Prime, con 20 euro all'anno ti arriva tutto prima e senza spese di spedizione.

Senza ti arriva tutto lo stesso, senza spese di spedizione, un giorno dopo.

No. Senza devi spendere 29 euro minimo.
E la consegna il giorno dopo non è garantita.
Con invece puoi avere il giorno dopo a casa tutto anche se fai ordini di 50 cent.
E con amazon prime hai pure amazon video ora, con filme telefilm a gratis.
Nasty ha scritto:Sergej Milinkovic é qualcosa di straordinario, di mai visto prima. E' il lebron james del.calcio

Avatar utente
NK7
Illuminato
Messaggi: 2045
Iscritto il: dom lug 17, 2016 2:00 pm

Re: Un buon libro...

Messaggioda NK7 » mar nov 07, 2017 8:10 pm

Ah è 29 ora la spesa minima? Io ero rimasto a 19. Quest'anno ho aderito a Prime ma credo non rinnoverò, per tre volte mi hanno consegnato il materiale in ritardo, danneggiato (con i vinili non ci sanno fare mi spiace) o con articoli mancanti. Sempre risolto e sostituito in tempi brevi, di questo gli va dato atto.

Diciamo che in media sono uno paziente, che il pacco mi arrivi domani o la prossima settimana non mi cambia più di tanto.
Orson lo avete fatto smettere di scrivere, tu e Pindaro a forza di insulti e prese per il culo. Almeno ora che non c'è più, lasciatelo stare, brutti str... strabici

Avatar utente
madmarat
Massimo Carbone
Messaggi: 20638
Iscritto il: ven giu 01, 2007 1:03 pm
Località: ovunque...ma nn qui
Contatta:

Re: Un buon libro...

Messaggioda madmarat » mar nov 07, 2017 9:04 pm

Abitare nel terzo mondo come me, avere il Prime significa consegne entro 3 giorni, come al Nord senza Prime, invece che in 7/10 giorni :D

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 12943
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade
Contatta:

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » ven nov 10, 2017 5:13 pm

Ogni tanto lo risegnalo: c'è qualcuno su Anobii? Il sito ha subito un pesante restyling (ovviamente criticatissmo. A me va bene).

Segnalo che Sellerio ha pubblicato il primo del ciclo Pallister di Trollope.
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.


Torna a “Musica, arte e cultura”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite