Il sangue di maiale è meglio delle palle di Mozart.

Libri, canzoni, mostre, musei, concerti, ecc....
chiaky
Saggio
Messaggi: 8812
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda chiaky » gio gen 10, 2019 4:39 pm

Nick ha scritto:
Nickognito ha scritto:
Nick ha scritto:Anch'io ho fatto il cameriere.


diciamo che farlo temporaneamente, si fa quasi prima a trovare chi non lo ha fatto :)


Ho anche imparato a strimpellare la chitarra.


Al ristorante?

Avatar utente
Nick
Saggio
Messaggi: 8411
Iscritto il: gio mag 12, 2016 8:32 am
Località: Collo dello Stivale, Terronia

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Nick » gio gen 10, 2019 4:41 pm

No a casa, ma nel periodo in cui facevo il cameriere.
2-3 anni.
Ho fatto cathering non ristorante, cioè la giornata tipo erano 8-10 ore da pilota di furgone e scaricatore di porto e 4-6 ore da cameriere. 3-4 gg settimana.

Alla fine ho imparato entrambi male.
Ma superati i 30 anni non ho fatto una cosa bene nella vita.

chiaky
Saggio
Messaggi: 8812
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda chiaky » gio gen 10, 2019 4:56 pm

Io, vado a memoria, ho fatto il terminalista in una agenzia ippica (con tanto di agguati e di botte prese dalla feccia che stava giorno e notte a giocare ai cavalli. Prostitute, spacciatori, insomma la creme de la creme), venditore di corsi di pc al telefono, assistente cuoco in un asilo, insegnante di sostegno a un ragazzino con ritardo mentale che mi tirava in testa tavoli e sedie, autista di scuolabus per i bambini dell'asilo, bigliettaio a teatro, addetto al guardaroba a teatro, impiegato dei seguenti uffici comunali: ragioneria, servizi generali, anagrafe.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 119368
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Nickognito » gio gen 10, 2019 4:57 pm

chiaky ha scritto:insegnante di sostegno a un ragazzino con ritardo mentale che mi tirava in testa tavoli e sedie,


poverino, avra' avuto la meningite
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

chiaky
Saggio
Messaggi: 8812
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda chiaky » gio gen 10, 2019 5:01 pm

Nickognito ha scritto:
chiaky ha scritto:insegnante di sostegno a un ragazzino con ritardo mentale che mi tirava in testa tavoli e sedie,


poverino, avra' avuto la meningite


Era un ragazzino con problemi che dovevo controllare a scuola, alle medie. Aveva giorni davvero tremendi. Poi ogni tanto mi scappacva e cominciava a correre per tutto il paese dicendo che andava a Napoli. Mah...

Avatar utente
Nick
Saggio
Messaggi: 8411
Iscritto il: gio mag 12, 2016 8:32 am
Località: Collo dello Stivale, Terronia

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Nick » gio gen 10, 2019 5:02 pm

Io da neonato ha avuto una forma di meningite.
Per fortuna ho fatto male anche quella.

Avatar utente
NK7
Saggio
Messaggi: 5437
Iscritto il: dom lug 17, 2016 2:00 pm
Località: Basovizza, Jugoslavija

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda NK7 » gio gen 10, 2019 7:53 pm

Burano ha scritto:Visto che è diventato un topic di musica classica, consiglierei di eliminare Biagio Antonacci dal titolo del topic

Andrebbe rinominato "Nick and chiaky's petting 101". Ma come diceva Monheim altrove è bello vedere degli amori che nascono online, non è carino interrompere la luna di miele.
"Together we will make MyMag Metal again"

chiaky
Saggio
Messaggi: 8812
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda chiaky » gio gen 10, 2019 11:45 pm

NK7 ha scritto:
Burano ha scritto:Visto che è diventato un topic di musica classica, consiglierei di eliminare Biagio Antonacci dal titolo del topic

Andrebbe rinominato "Nick and chiaky's petting 101". Ma come diceva Monheim altrove è bello vedere degli amori che nascono online, non è carino interrompere la luna di miele.


Un mostro di simpatia.

Avatar utente
balbysauro
Massimo Carbone
Messaggi: 58259
Iscritto il: mer nov 28, 2007 6:53 pm
Località: Palermo

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda balbysauro » ven gen 11, 2019 1:20 am

Nickognito ha scritto:
chiaky ha scritto:insegnante di sostegno a un ragazzino con ritardo mentale che mi tirava in testa tavoli e sedie,


poverino, avra' avuto la meningite


tavoli e sedie, non poltrone

Avatar utente
Monheim
Illuminato
Messaggi: 2719
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Monheim » ven gen 11, 2019 5:43 am

Avresti dovuto sedarlo con un fucile da caccia come fecero con Hulksauro, ma non ti si può biasimare perché non conoscevi ancora La Contromisura che adottarono in quell'episodio meraviglioso.

Comunque le persone che ho conosciuto e conosco che han fatto la meningite da piccoli, son "solo" rimaste un po' offese/sceme nel senso di avere l'insegnante di sostegno a elementari e medie (da lì il compagno di classe che in terza media disegnava dinosauri come lezione di storia).

Avatar utente
Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 64441
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Pindaro » ven gen 11, 2019 11:42 am

Monheim ha scritto: son "solo" rimaste un po' offese/sceme nel senso di avere l'insegnante di sostegno a elementari e medie (da lì il compagno di classe che in terza media disegnava dinosauri come lezione di storia).

C'è chi non ha fatto la meningite eppure a 45 anni va in giro travestito da vigile, poliziotto, carabiniere e si fa chiamare capitano.
Meglio la meningite a questo punto.
uglygeek ha scritto:Considera che io scrivo anche un sacco di cazzate. eh... :-)

Avatar utente
NK7
Saggio
Messaggi: 5437
Iscritto il: dom lug 17, 2016 2:00 pm
Località: Basovizza, Jugoslavija

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda NK7 » ven gen 11, 2019 2:30 pm

Quando parla di Salvini è impossibile non amare Pindaro.
"Together we will make MyMag Metal again"

chiaky
Saggio
Messaggi: 8812
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda chiaky » ven gen 11, 2019 6:02 pm

Non rompete con la politica e le sue fregnacce anche qui please. La musica non contempla la politica, o almeno sarebbe meglio se non la contemplasse. Avete l'intero forum per sfogare le partegianerie di bandiera.

Avatar utente
Nick
Saggio
Messaggi: 8411
Iscritto il: gio mag 12, 2016 8:32 am
Località: Collo dello Stivale, Terronia

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Nick » sab gen 12, 2019 7:34 am

Ieri ho finito la sonnambula.
Bella ma non entusiasmante, la meno entusiasmante tra quelle finora ascoltate.

Sto cominciando Il barbiere, la mia prima di Rossini.
1988, Bartoli, Kuebler, Quilico.

Avatar utente
scooter
Gran Maestro
Messaggi: 1187
Iscritto il: mar mar 07, 2017 10:01 am

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda scooter » sab gen 12, 2019 8:58 am

L'ho rivisto (anche se non proprio dall'inizio alla fine) giusto settimana scorsa!

Avatar utente
Nick
Saggio
Messaggi: 8411
Iscritto il: gio mag 12, 2016 8:32 am
Località: Collo dello Stivale, Terronia

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Nick » sab gen 12, 2019 9:11 am

Bellissimo, però c'è più casino che in mozart.
Comunque I atto. lunghissimo, andato.

Avatar utente
scooter
Gran Maestro
Messaggi: 1187
Iscritto il: mar mar 07, 2017 10:01 am

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda scooter » sab gen 12, 2019 10:24 am

La maggiore lunghezza del primo atto rispetto al secondo è tipica dell'opera buffa, non solo rossiniana.
Quanto al casino, beh sì alla fine l'opera buffa è più o meno la versione in musica della commedia degli equivoci quindi in moltissimi casi le trame sono abbastanza complicate. Anzi, tutto sommato il Barbiere è una di quelle più lineari!

Avatar utente
Nick
Saggio
Messaggi: 8411
Iscritto il: gio mag 12, 2016 8:32 am
Località: Collo dello Stivale, Terronia

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Nick » sab gen 12, 2019 11:12 am

Si infatti.
Ma anche a teatro io prediligo tragedie o drammi alle commedie.
Al cinema 50/50.

Avevo letto qualcosa ieri su Rossini e tra le altre cose il fatto che lui nelle opere buffe faceva primi atti molti lunghi, anche più degli altri co-autori, quasi 2/3 dell'opera.

Avatar utente
Nick
Saggio
Messaggi: 8411
Iscritto il: gio mag 12, 2016 8:32 am
Località: Collo dello Stivale, Terronia

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Nick » mar gen 15, 2019 5:41 pm

Intanto ieri avevo cominciato Lucia di Lammerloor.
Più della metà.
Non mi sta piacendo, come non mi piacque quando la vidi allora dal vivo nel 1996.

Finito il barbiere, promosso a pieni voti ovviamente, anche se sotto mozart e sotto le opere serie le mie preferite.

Avatar utente
Pitone
Massimo Carbone
Messaggi: 17636
Iscritto il: ven nov 08, 2002 1:00 am
Località: Estremissimo ponente ligure/Sardegna
Contatta:

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Pitone » lun feb 04, 2019 10:07 pm

Una domanda a chiaky e gli esperti in generale, come si inquadra questo personaggio, è bravo o solo spettacolo?

Fuck off means naw, naw means mibbie, mibbie means aye n aye means anal...

Avatar utente
balbysauro
Massimo Carbone
Messaggi: 58259
Iscritto il: mer nov 28, 2007 6:53 pm
Località: Palermo

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda balbysauro » lun feb 04, 2019 10:30 pm

comunque la domanda del topic ha un'ovvia risposta
una delle più belle canzoni italiane, la Canzone dell'amore perduto di De Andrè, è totalmente copiata da due frasi musicali di un concerto di Telemann, autore classico tedesco quasi dimenticato
e se il meglio della leggera è una cosa come tante della classica...

a mio avviso la classica non arriva al grande pubblico anche per motivi abbastanza futili: l'orchestrazione complessa alla fine risulta ostica e appesantisce l'ascolto di chi è abituato ad ascoltare cose molto più leggere
e, lo dico, non insultatemi :) , la mancanza di una ritmica rende "antica" qualunque cosa
non è un caso che molti tentativi di contaminazione e semplificazione, arie classiche suonate con pochi strumenti moderni e con una base ritmica suonata alla batteria hanno spesso successo

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 119368
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Nickognito » lun feb 04, 2019 10:56 pm

Telemann comunque terzo turno a Wimbledon, ma de Andrè ci ha vinto nel 92
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

Avatar utente
Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 64441
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Pindaro » lun feb 04, 2019 11:01 pm

balbysauro ha scritto:e, lo dico, non insultatemi :) , la mancanza di una ritmica

ignore
uglygeek ha scritto:Considera che io scrivo anche un sacco di cazzate. eh... :-)

Avatar utente
balbysauro
Massimo Carbone
Messaggi: 58259
Iscritto il: mer nov 28, 2007 6:53 pm
Località: Palermo

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda balbysauro » lun feb 04, 2019 11:17 pm

Nickognito ha scritto:Telemann comunque terzo turno a Wimbledon, ma de Andrè ci ha vinto nel 92


:lol:

rob
Saggio
Messaggi: 8948
Iscritto il: lun set 16, 2002 2:00 am
Località: Savona

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda rob » mar feb 05, 2019 7:49 am

balbysauro ha scritto:comunque la domanda del topic ha un'ovvia risposta
una delle più belle canzoni italiane, la Canzone dell'amore perduto di De Andrè, è totalmente copiata da due frasi musicali di un concerto di Telemann, autore classico tedesco quasi dimenticato
e se il meglio della leggera è una cosa come tante della classica...

a mio avviso la classica non arriva al grande pubblico anche per motivi abbastanza futili: l'orchestrazione complessa alla fine risulta ostica e appesantisce l'ascolto di chi è abituato ad ascoltare cose molto più leggere
e, lo dico, non insultatemi :) , la mancanza di una ritmica rende "antica" qualunque cosa
non è un caso che molti tentativi di contaminazione e semplificazione, arie classiche suonate con pochi strumenti moderni e con una base ritmica suonata alla batteria hanno spesso successo


È il famoso o famigerato a seconda dei punti di vista orecchio africano di cui parlava Stockhausen. :)

Ma al di là della simpatica provocazione del compositore tedesco peraltro pianista jazz in gioventù e quindi alieno da razzismi latenti o conclamati purtroppo presenti in certi ragionamenti letti e ascoltati, credo che non si possa fare a meno di considerare che suonare musica concepita anche secoli prima sia percepita come cosa fuori dal tempo adatta ad un'epoca storica dove il compositore di turno suonava al cospetto dei nobili e della emergente borghesia e che lo Chopin di turno che illanguidisce la contessina di turno in un salotto parigino suoni un po' ridicolo agli occhi di tanti che conducono vite radicalmente diverse nel mondo contemporaneo.
E comunque anche se si toglie l'orchestra, la si sostituisce con il pianoforte e/o il violino e violoncello o si usano strumenti elettronici, ma si suona una musica contrassegnata spesso da dissonanze che so Frank Zappa o I Residents , Pere Ubu, Tuxedomoon ecc... gli esiti non sono poi così diversi da Mahler, Liszt o Richard Strauss.

Avatar utente
koufax75
FooLminato
Messaggi: 11988
Iscritto il: lun giu 10, 2002 2:00 am
Località: Udine / Shanghai

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda koufax75 » mar feb 05, 2019 8:15 am

Pitone ha scritto:Una domanda a chiaky e gli esperti in generale, come si inquadra questo personaggio, è bravo o solo spettacolo?


Il ceffo sa suonare. Ottima tecnica d'arco. L'intonazione è molto buona, anche se in alcuni passaggi è un po' sporco. Ho appena letto la sua biografia. Ha studiato con alcuni dei massimi violinisti del 20esimo secolo: Ruggero Ricci, Franco Gulli e il Quartetto Alban Berg.
Leo Durocher: You don't save a pitcher for tomorrow. Tomorrow it may rain.

Avatar utente
Pitone
Massimo Carbone
Messaggi: 17636
Iscritto il: ven nov 08, 2002 1:00 am
Località: Estremissimo ponente ligure/Sardegna
Contatta:

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Pitone » mar feb 05, 2019 8:41 am

Grazie Koufax, mi sembrava ci fosse qualcosa di più, ma non oso fidarmi del mio orecchio ignorante allora ho chiesto :D
Fuck off means naw, naw means mibbie, mibbie means aye n aye means anal...

Avatar utente
Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 64441
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Pindaro » mar feb 05, 2019 9:32 am

rob ha scritto:
balbysauro ha scritto:comunque la domanda del topic ha un'ovvia risposta
una delle più belle canzoni italiane, la Canzone dell'amore perduto di De Andrè, è totalmente copiata da due frasi musicali di un concerto di Telemann, autore classico tedesco quasi dimenticato
e se il meglio della leggera è una cosa come tante della classica...

a mio avviso la classica non arriva al grande pubblico anche per motivi abbastanza futili: l'orchestrazione complessa alla fine risulta ostica e appesantisce l'ascolto di chi è abituato ad ascoltare cose molto più leggere
e, lo dico, non insultatemi :) , la mancanza di una ritmica rende "antica" qualunque cosa
non è un caso che molti tentativi di contaminazione e semplificazione, arie classiche suonate con pochi strumenti moderni e con una base ritmica suonata alla batteria hanno spesso successo


È il famoso o famigerato a seconda dei punti di vista orecchio africano di cui parlava Stockhausen. :)

Ma al di là della simpatica provocazione del compositore tedesco peraltro pianista jazz in gioventù e quindi alieno da razzismi latenti o conclamati purtroppo presenti in certi ragionamenti letti e ascoltati, credo che non si possa fare a meno di considerare che suonare musica concepita anche secoli prima sia percepita come cosa fuori dal tempo adatta ad un'epoca storica dove il compositore di turno suonava al cospetto dei nobili e della emergente borghesia e che lo Chopin di turno che illanguidisce la contessina di turno in un salotto parigino suoni un po' ridicolo agli occhi di tanti che conducono vite radicalmente diverse nel mondo contemporaneo.
E comunque anche se si toglie l'orchestra, la si sostituisce con il pianoforte e/o il violino e violoncello o si usano strumenti elettronici, ma si suona una musica contrassegnata spesso da dissonanze che so Frank Zappa o I Residents , Pere Ubu, Tuxedomoon ecc... gli esiti non sono poi così diversi da Mahler, Liszt o Richard Strauss.


Grazie Rob.
Quando parli di chim... musica sei sempre sublime.
uglygeek ha scritto:Considera che io scrivo anche un sacco di cazzate. eh... :-)

chiaky
Saggio
Messaggi: 8812
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda chiaky » mar feb 05, 2019 9:34 am

balbysauro ha scritto:comunque la domanda del topic ha un'ovvia risposta
una delle più belle canzoni italiane, la Canzone dell'amore perduto di De Andrè, è totalmente copiata da due frasi musicali di un concerto di Telemann, autore classico tedesco quasi dimenticato
e se il meglio della leggera è una cosa come tante della classica...

a mio avviso la classica non arriva al grande pubblico anche per motivi abbastanza futili: l'orchestrazione complessa alla fine risulta ostica e appesantisce l'ascolto di chi è abituato ad ascoltare cose molto più leggere
e, lo dico, non insultatemi :) , la mancanza di una ritmica rende "antica" qualunque cosa
non è un caso che molti tentativi di contaminazione e semplificazione, arie classiche suonate con pochi strumenti moderni e con una base ritmica suonata alla batteria hanno spesso successo


Si. Diciamo che l'uomo di oggi considera la musica come un genere esclusivamente di consumo e di svago. La musica perde, nella percezione attuale, la sua valenza artistico-culturale per diventare un genere di sfogo-svago o al limite sottofondo mentre si chiacchiera al bar.
Buona osservazione anche di rob. Ma tutto ciò dovrebbe essere superato dalla consapevolezza che ci si trova di fronte a opere dell'ingegno di valore non dissimile da una pittura di Botticelli, anche quella forse non parla direttamente all'uomo di oggi, ma resta un capolavoro e comunque milioni di persone ogni anno fanno la fila per vederla.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 119368
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Nickognito » mar feb 05, 2019 9:38 am

Per forza, i dipinti del Botticelli son di solito fighe mezze nude, quindi la gente va #10#
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

Avatar utente
Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 64441
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Pindaro » mar feb 05, 2019 9:58 am

chiaky ha scritto:Si. Diciamo che l'uomo di oggi considera la musica come un genere esclusivamente di consumo e di svago. La musica perde, nella percezione attuale, la sua valenza artistico-culturale per diventare un genere di sfogo-svago o al limite sottofondo mentre si chiacchiera al bar. .

Ci sono anche le sfumature eh.
Non è che la musica classica va ascoltata soltanto durante un simposio con vestiti a tema eh.
La musica è uno svago, non è che usare il termine svago è offensivo.
Se si ascolta Vivaldi , non è che pensi alla sua valenza artistico culturale, lo fai se ti piace e se ti emoziona.
uglygeek ha scritto:Considera che io scrivo anche un sacco di cazzate. eh... :-)

chiaky
Saggio
Messaggi: 8812
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda chiaky » mar feb 05, 2019 10:01 am

Nickognito ha scritto:Per forza, i dipinti del Botticelli son di solito fighe mezze nude, quindi la gente va #10#

Si. Cambiano i tempi. Una volta davanti alla Venere la gente aveva la cd. sindrome di Stendhal, con tanto di perturbazioni neurobiologiche, oggi invece pare che si masturbino, al punto che qui agli uffizi i quadri non li restaurano più, ma li asciugano.

chiaky
Saggio
Messaggi: 8812
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda chiaky » mar feb 05, 2019 10:03 am

PINDARO ha scritto:
chiaky ha scritto:Si. Diciamo che l'uomo di oggi considera la musica come un genere esclusivamente di consumo e di svago. La musica perde, nella percezione attuale, la sua valenza artistico-culturale per diventare un genere di sfogo-svago o al limite sottofondo mentre si chiacchiera al bar. .

Ci sono anche le sfumature eh.
Non è che la musica classica va ascoltata soltanto durante un simposio con vestiti a tema eh.
La musica è uno svago, non è che usare il termine svago è offensivo.
Se si ascolta Vivaldi , non è che pensi alla sua valenza artistico culturale, lo fai se ti piace e se ti emoziona.

Certo, la musica è innanzitutto emozione, sempre detto questo a qualche trombone che ascolta l'Opera e la classica solo col cervello.
Ma comunque non è genere da sottofondo ecco. Un minimo impegno lo richiede, ed è quello che magari oggi non ci si vuole assumere, preferendo generi totalmente disimpegnati.

Avatar utente
Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 64441
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Pindaro » mar feb 05, 2019 10:06 am

chiaky ha scritto:Ma comunque non è genere da sottofondo ecco

Mai ascoltato la musica da sottofondo, per quanto mi riguarda.
O ascolto musica o faccio altro.
Tipo rispondere a Chiaky.
uglygeek ha scritto:Considera che io scrivo anche un sacco di cazzate. eh... :-)

chiaky
Saggio
Messaggi: 8812
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda chiaky » mar feb 05, 2019 10:09 am

PINDARO ha scritto:
chiaky ha scritto:Ma comunque non è genere da sottofondo ecco

Mai ascoltato la musica da sottofondo, per quanto mi riguarda.
O ascolto musica o faccio altro.
Tipo rispondere a Chiaky.


Non mi riferivo a te chiaramente.
Quando rispondi a me richiedo totale attenzione, sapevatelo :D :D

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 119368
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Nickognito » mar feb 05, 2019 11:05 am

chiaky ha scritto:
Nickognito ha scritto:Per forza, i dipinti del Botticelli son di solito fighe mezze nude, quindi la gente va #10#

Si. Cambiano i tempi. Una volta davanti alla Venere la gente aveva la cd. sindrome di Stendhal, con tanto di perturbazioni neurobiologiche, oggi invece pare che si masturbino, al punto che qui agli uffizi i quadri non li restaurano più, ma li asciugano.


ma dai, su... :D
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 119368
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda Nickognito » mar feb 05, 2019 11:08 am

Mai capito come non ascoltare la musica (anche) come sottofondo. E' proprio bello ascoltare la musica facendo altro, prestando attenzione ad altro. Insomma, anche una moglie o un cane sono belli come sottofondo, a volte, non e' che uno debba fare solo sempre una cosa alla volta. Magari devi finire un lavoro una mezz'ora e hai la moglie accanto che legge e un po' di musica di Mozart e tu pensi quasi solo al lavoro e va benissimo.
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

Avatar utente
NK7
Saggio
Messaggi: 5437
Iscritto il: dom lug 17, 2016 2:00 pm
Località: Basovizza, Jugoslavija

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda NK7 » mar feb 05, 2019 11:08 am

balbysauro ha scritto:a mio avviso la classica non arriva al grande pubblico anche per motivi abbastanza futili: l'orchestrazione complessa alla fine risulta ostica e appesantisce l'ascolto di chi è abituato ad ascoltare cose molto più leggere

Detto che dei musicisti che la composero ieri e la riproducono oggi posso avere null'altro che stima infinita (per suonare robe tanto complesse devi essere un genio, punto e no xe catsi come si dice dalle mie parti), io la classica la trovo insopportabilmente tediosa. Troppo pomposa, ridondante, pesante e pretenziosa a livello di melodie e atmosfere. Uno dei fattori che me la rende indigesta è l'assenza del cantato: per me in qualunque genere musicale deve esserci una voce trainante, gli strumentali mi risultano noiosi anche nel rock, salvo rare eccezioni li salto a piè pari.

Opera: ok qua ci sono i cantanti, già un passo avanti ma boh, anche questi mi fanno addormentare :D al terzo gorgheggio del soprano obeso o del tenore pelatone di turno cado in catalessi, è più forte di me. Né mi aiuta il fatto che le parole siano per lo più incomprensibili a un primo ascolto.

Aggiungici quell'insopportabile atteggiamento snob che accompagna questi generi, della serie se ascolti classica sei un essere ontologicamente superiore che sa cos'è la vera Musica mentre gli altri sono un esercito di poveri decerebrati ignorantoni da commiserare -abbiamo un paio di fulgidi esempi di questa mentalità deleteria anche qui.

In genere mi viene istintivo collegare musica classica a scheletrici nerd occhialuti benestanti con la puzza sotto il naso, di quelli che al liceo erano casta inavvicinabile e non ti passavano la versione di latino. Repulsione immediata :)
"Together we will make MyMag Metal again"

Avatar utente
balbysauro
Massimo Carbone
Messaggi: 58259
Iscritto il: mer nov 28, 2007 6:53 pm
Località: Palermo

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda balbysauro » mar feb 05, 2019 11:22 am

rob ha scritto:
È il famoso o famigerato a seconda dei punti di vista orecchio africano di cui parlava Stockhausen. :)



non so cosa ne dicesse
posso immaginare però
peraltro mi pare che la musica attuale dia un importanza invece eccessiva, sempre più

Avatar utente
balbysauro
Massimo Carbone
Messaggi: 58259
Iscritto il: mer nov 28, 2007 6:53 pm
Località: Palermo

Re: Biagio Antonacci vale Mozart? I Nirvana meglio di Bach? Passato e presente si possono paragonare?

Messaggioda balbysauro » mar feb 05, 2019 11:24 am

NK7 ha scritto:
balbysauro ha scritto:a mio avviso la classica non arriva al grande pubblico anche per motivi abbastanza futili: l'orchestrazione complessa alla fine risulta ostica e appesantisce l'ascolto di chi è abituato ad ascoltare cose molto più leggere

Detto che dei musicisti che la composero ieri e la riproducono oggi posso avere null'altro che stima infinita (per suonare robe tanto complesse devi essere un genio, punto e no xe catsi come si dice dalle mie parti), io la classica la trovo insopportabilmente tediosa. Troppo pomposa, ridondante, pesante e pretenziosa a livello di melodie e atmosfere. Uno dei fattori che me la rende indigesta è l'assenza del cantato: per me in qualunque genere musicale deve esserci una voce trainante, gli strumentali mi risultano noiosi anche nel rock, salvo rare eccezioni li salto a piè pari.

Opera: ok qua ci sono i cantanti, già un passo avanti ma boh, anche questi mi fanno addormentare :D al terzo gorgheggio del soprano obeso o del tenore pelatone di turno cado in catalessi, è più forte di me. Né mi aiuta il fatto che le parole siano per lo più incomprensibili a un primo ascolto.

Aggiungici quell'insopportabile atteggiamento snob che accompagna questi generi, della serie se ascolti classica sei un essere ontologicamente superiore che sa cos'è la vera Musica mentre gli altri sono un esercito di poveri decerebrati ignorantoni da commiserare -abbiamo un paio di fulgidi esempi di questa mentalità deleteria anche qui.

In genere mi viene istintivo collegare musica classica a scheletrici nerd occhialuti benestanti con la puzza sotto il naso, di quelli che al liceo erano casta inavvicinabile e non ti passavano la versione di latino. Repulsione immediata :)



così ti piace? :)



Torna a “Musica, arte e cultura”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite