Un buon libro...

Libri, canzoni, mostre, musei, concerti, ecc....
Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 13850
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » ven ott 11, 2019 6:18 pm

Piccolo appunto: di tutti quelli che ho letto, hanno tutti senza dubbio scritto almeno un capolavoro, eh, cioé non è mai capitato che leggessi un libro di un Nobel e poi "ok questo non è capace". Insomma è una statistica secondo me significativa: poi ce ne saranno, nel mazzo, senza dubbio.
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 13850
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » gio ott 31, 2019 6:39 pm

Vorrei segnalare un libro molto molto riuscito, story driven come dire: Le sette morti di Evelyn Hardcastle: è un'opera prima, affascinante, in un certo senso complesso, sullo sfondo del più classico giallo inglese del primo dopoguerra.

Non so quanti di voi ragionino per case editrici (particolarmente le piccole case editrici sono in fondo composte da un inner circle di una manciata di persone, che se la pensano, letterariamente, come voi, garantiscono parecchie gioie). Ecco, in proposito, segnalo quelle che è una grande casa editrice: la Folio Society: guardate l'edizione magnifica di The Wind in the Willows, di The Murder of Roger Ackroyd, di Middlemarch, di A Brief History of Time, di The Book ok Common Prayer.

Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
Monheim
Illuminato
Messaggi: 4816
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Un buon libro...

Messaggioda Monheim » ven nov 01, 2019 9:03 am

Gios, tutto bello ma hai criminosamente scordato Il cazzaro verde alla ventiseiesima ristampa in neanche due settimane dall'uscita.

Avatar utente
balbysauro
Massimo Carbone
Messaggi: 61913
Iscritto il: mer nov 28, 2007 6:53 pm
Località: Palermo

Re: Un buon libro...

Messaggioda balbysauro » ven nov 01, 2019 11:14 am

Gios ha scritto:non andate dietro le cazzate


Monheim ha scritto: Il cazzaro verde

Avatar utente
NK7
Saggio
Messaggi: 7144
Iscritto il: dom lug 17, 2016 2:00 pm
Località: Basovizza, Jugoslavija

Re: Un buon libro...

Messaggioda NK7 » ven nov 01, 2019 2:40 pm

Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.

Conosco qualcuno che su questa frase ha avuto un fremito tantrico

EDIT: non avevo visto la nuova firma, quanto lo conosco bene :lol:
"Together we will make MyMag Metal again"

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 13850
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » lun nov 04, 2019 12:18 pm

Monheim ha scritto:Gios, tutto bello ma hai criminosamente scordato Il cazzaro verde alla ventiseiesima ristampa in neanche due settimane dall'uscita.


Ho controllato ed esiste davvero.
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Avatar utente
Monheim
Illuminato
Messaggi: 4816
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Un buon libro...

Messaggioda Monheim » lun nov 04, 2019 12:24 pm

Gios ha scritto:
Monheim ha scritto:Gios, tutto bello ma hai criminosamente scordato Il cazzaro verde alla ventiseiesima ristampa in neanche due settimane dall'uscita.


Ho controllato ed esiste davvero.

Ovvio.

Ecchettecredi, che sia un cazzaro?

Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 67388
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Un buon libro...

Messaggioda Pindaro » lun nov 04, 2019 12:33 pm

Stimo molto chi si dedica all'assistenza sociale.
Un giorno ci proverò pure io.
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.

Il pastorello cominciò a gridare disperato: “Al lupo! Al lupo!”. I contadini, però, pensarono che si trattasse di uno scherzo e rimasero al loro posto.

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 11267
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Un buon libro...

Messaggioda Rosewall » ven nov 22, 2019 1:58 pm

Diciotto racconti di Beppe Fenoglio. Riporto qui Il Gorgo letto da Ferretti prima di E ti vengo a cercare. È un racconto tanto breve ed essenziale quanto clamorosamente bello ed epico.




Il gorgo

Nostro padre si decise per il gorgo, e in tutta la nostra grossa famiglia soltanto io lo
capii, che avevo nove anni ed ero l’ultimo.

In quel tempo stavamo ancora tutti insieme, salvo Eugenio che era via a far la
guerra d’Abissinia.
Quando nostra sorella penultima si ammala. Mandammo per il medico di Niella e
alla seconda visita disse che non ce ne capiva niente; chiamammo il medico di
Murazzano ed anche lui non le conosceva il male; venne quello di Feisoglio e tutt’e tre
dissero che la malattia era al di sopra della loro scienza.
Deperivamo anche noi accanto a lei, e la sua febbre ci scaldava come un braciere,
quando ci chinavamo su di lei per cercar di capire a che punto era
. Fra quello che
soffriva e le spese, nostra madre arrivò a comandarci di pregare il Signore che ce la
portasse via; ma lei durava, solo più grossa un dito e lamentandosi sempre come
un’agnella.
Come se non bastasse, si aggiunse il batticuore per Eugenio, dal quale non ricevevamo più posta. Tutte le mattine correvo in canonica a farmi dire dal parroco cosa c'era sulla prima pagina del giornale, e tornavo a casa a raccontare che erano in corso coi mori le più grandi battaglie. Cominciammo a recitare il rosario anche per lui, tutte le sere, con la testa tra le mani.
Uno di quei giorni, nostro padre si leva da tavola e dice con la sua voce ordinaria: –
Scendo fino al Belbo, a voltare quelle fascine che m’hanno preso la pioggia.
Non so come, ma io capii a volo che andava a finirsi nell’acqua, e mi atterrì,
guardando in giro, vedere che nessun altro aveva avuto la mia ispirazione: nemmeno
nostra madre fece il più piccolo gesto, seguitò a pulire il paiolo, e sì che conosceva il
suo uomo come se fosse il primo dei suoi figli.

Eppure non diedi l’allarme, come se sapessi che l’avrei salvato solo se facessi tutto
da me. Gli uscii dietro che lui, pigliato il forcone, cominciava a scender dall’aia. Mi
misi per il suo sentiero, ma mi staccava a solo camminare, e così dovetti buttarmi a una
mezza corsa. Mi sentì, mi riconobbe dal peso del passo, ma non si voltò e mi disse di
tornarmene a casa, con una voce rauca ma di scarso comando. Non gli ubbidii. Allora,
venti passi più sotto, mi ripeté di tornarmene su, ma stavolta con la voce che metteva
coi miei fratelli più grandi, quando si azzardavano a contraddirlo in qualcosa.
Mi spaventò, ma non mi fermai. Lui si lasciò raggiungere e quando mi sentì al suo
fianco con una mano mi fece girare come una trottola e poi mi sparò un calcio dietro
che mi sbatté tre passi su.
Mi rialzai e di nuovo dietro. Ma adesso ero più sicuro che ce l'avrei fatta ad impedirglielo, e mi venne da urlare verso casa, ma ne eravamo già troppo lontani. Avessi visto un uomo lì intorno, mi sarei lasciato andare a pregarlo: - Voi, per carità, parlate a mio padre. Ditegli qualcosa, - ma non vedevo una testa d'uomo, in tutta la conca. Eravamo quasi in piano, dove si sentiva già chiara l’acqua di Belbo correre tra le canne.
A questo punto lui si voltò, si scese il forcone dalla spalla e cominciò a mostrarmelo come si fa con le bestie feroci. Non posso dire che faccia avesse, perché guardavo solo i denti del forcone che mi ballavano a tre dita dal petto, e sopratutto
perché non mi sentivo di alzargli gli occhi in faccia, per la vergogna di vederlo come nudo.

Ma arrivammo insieme alle nostre fascine. Il gorgo era subito lì, dietro un fitto di
felci, e la sua acqua ferma sembrava la pelle di un serpente. Mio padre, la sua testa era
protesa, i suoi occhi puntati al gorgo ed allora allargai il petto per urlare. In quell’attimo
lui ficcò il forcone nella prima fascina. E le voltò tutte, ma con una lentezza infinita,
come se sognasse. E quando l’ebbe voltate tutte, tirò un sospiro tale che si allungò d’un
palmo.
Poi si girò. Stavolta lo guardai, e gli vidi la faccia che aveva tutte le volte che
rincasava da in festa con una sbronza fina.
Tornammo su, con lui che si sforzava di salire adagio per non perdermi d’un passo,
e mi teneva sulla spalla la mano libera dal forcone ed ogni tanto mi grattava col pollice,
ma leggero come una formica, tra i due nervi che abbiamo dietro il collo
.
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

chiaky
FooLminato
Messaggi: 11306
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Un buon libro...

Messaggioda chiaky » sab nov 23, 2019 4:44 pm

Sto leggendo, tra gli altri, l'ultimo di Falcones, autore che senza essere un genio si legge molto molto piacevolmente. Mi ha colpito molto l'ammissione, prima dell'inizio del romanzo, di avere un cancro e di sentire delle punte di spilli nelle dita ogni volta che scrive sulla tastiera del pc. :roll: .
Mi auguro che possa guarire.

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 11267
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Un buon libro...

Messaggioda Rosewall » sab nov 23, 2019 6:22 pm

La cattedrale del mare è il primo romanzo scritto da Ildefonso Falcones.
La vicenda si apre nel 1320, il giorno delle nozze di Bernat Estanyol con Francesca: al banchetto, nella masseria Estanyol nei pressi di Navarcles, sono invitati tutti i contadini della zona e l'atmosfera è festosa, fino all'irruzione a cavallo del conte, il quale reclama il diritto feudale ius primae noctis: esige ed ottiene di giacere per primo con la moglie del servo, la prima notte di nozze.


Immagine

:)
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

Avatar utente
Monheim
Illuminato
Messaggi: 4816
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Un buon libro...

Messaggioda Monheim » sab dic 07, 2019 1:07 am

Nella diretta Facebook di stasera fuori da un'enoteca di Roma, visibile sul suo profilo, l'autore di Il cazzaro verde ha ripetuto due volte che ogni ristampa (finora nove) è costituita da 180 milioni di copie.

Comincia a dare i numeri (deliranti) pure lui come l'Unto?

Avatar utente
balbysauro
Massimo Carbone
Messaggi: 61913
Iscritto il: mer nov 28, 2007 6:53 pm
Località: Palermo

Re: Un buon libro...

Messaggioda balbysauro » sab dic 07, 2019 2:57 am

Monheim ha scritto:Nella diretta Facebook di stasera fuori da un'enoteca di Roma, visibile sul suo profilo, l'autore di Il cazzaro verde ha ripetuto due volte che ogni ristampa (finora nove) è costituita da 180 milioni di copie.

Comincia a dare i numeri (deliranti) pure lui come l'Unto?


la risposta è nella domanda :D

Villo
Cecchi Nato
Messaggi: 12367
Iscritto il: dom dic 30, 2007 12:03 am
Località: Bari

Re: Un buon libro...

Messaggioda Villo » sab dic 07, 2019 10:14 am

I migliori romanzi che ho letto quest'anno:

Exit West - Mohsin Hamid 5/5
Il Commesso - Bernard Malamud 5/5
Anna Karenina - Lev Tolstoj 5/5
A Sangue Freddo - Truman Capote 5/5
Se questo è un uomo - Primo Levi 5/5
Il Sussurro del Mondo - Richard Powers 4,5/5
Horcynus Orca - Stefano D'Arrigo 4,5/5
Il Mio Anno di Riposo e Oblio - Ottessa Moshfegh 4,5/5
Che ne è stato di te, Buzz Aldrin - Johan Harstad 4,5/5
Il Coltivatore del Maryland - John Barth 4,5/5
Scrittura Cuneiforme - Kader Abdollah 4,5/5
Conversazione nella "Catedral" - Mario Vargas Llosa 4,5/5
L'Uomo di Kiev - Bernard Malamud 4,5/5
Guerra e Pace - Lev Tolsoj 4/5
I Miserabili - Victor Hugo 4/5
Fame - Knut Hamsun 4/5
Epepe - Ferenc Karinthy 4/5
Grandi Speranze - Charles Dickens 4/5
L'Armata dei Sonnambuli - Wu Ming 4/5
Paradiso e Inferno - Jón Kalman Stefansson 4/5

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 13850
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Un buon libro...

Messaggioda Gios » sab dic 07, 2019 10:21 am

La Recherche s'è beccata un 3/5 che non è in lista? :D
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

Villo
Cecchi Nato
Messaggi: 12367
Iscritto il: dom dic 30, 2007 12:03 am
Località: Bari

Re: Un buon libro...

Messaggioda Villo » sab dic 07, 2019 10:29 am

Gios ha scritto:La Recherche s'è beccata un 3/5 che non è in lista? :D


Sta lì sullo scaffale che mi guarda minacciosa. Forse nel 2020...

Pindaro
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 67388
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Un buon libro...

Messaggioda Pindaro » sab dic 07, 2019 11:11 am

Villo ha scritto:Paradiso e Inferno - Jón Kalman Stefansson 4/5

Leggi gli altri due della trilogia.
La tristezza degli angeli e il cuore dell'uomo.
Scrittore sontuoso.


Immagine
Gios ha scritto:Fate del bene al mondo, ragazzi, non andate dietro le cazzate: comprate bei libri.

Il pastorello cominciò a gridare disperato: “Al lupo! Al lupo!”. I contadini, però, pensarono che si trattasse di uno scherzo e rimasero al loro posto.

Avatar utente
Monheim
Illuminato
Messaggi: 4816
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Un buon libro...

Messaggioda Monheim » mar dic 17, 2019 4:00 am

balbysauro ha scritto:
Monheim ha scritto:Nella diretta Facebook di stasera fuori da un'enoteca di Roma, visibile sul suo profilo, l'autore di Il cazzaro verde ha ripetuto due volte che ogni ristampa (finora nove) è costituita da 180 milioni di copie.

Comincia a dare i numeri (deliranti) pure lui come l'Unto?


la risposta è nella domanda :D

Siamo all'undicesima ristampa: se la matematica non è un'opinione, il totale ora è di 1.980.000.000 copie ossia a solo venti milioni da due miliardi.
Vamos.

Avatar utente
Rosewall
FooLminato
Messaggi: 11267
Iscritto il: gio gen 25, 2007 11:42 am

Re: Un buon libro...

Messaggioda Rosewall » gio gen 02, 2020 5:32 pm

"Può essere che invece non mi segua il lettore, qui ed altrove, dove è questione di mandrini, di molecole, di cuscinetti a sfere e di capicorda; bene, non so che farci, mi scuso ma sinonimi non ce n'è. Se, come è probabile, ha accettato a suo tempo i libri di mare dell'Ottocento, avrà pure digerito i bompressi e i palischermi: dunque si faccia animo, lavori di fantasia o consulti un dizionario. Gli potrà venire utile, dato che viviamo in un mondo di molecole e di cuscinetti." (La chiave a stella)
#177# #177# #177#
"A torto o ragione, la regina dei nostri tempi".

Avatar utente
Sinestro
Matricola
Messaggi: 17
Iscritto il: mer dic 11, 2019 10:52 am

Re: Un buon libro...

Messaggioda Sinestro » mer gen 08, 2020 11:38 pm

Qualsiasi di C.S. Lewis o almeno ciò che ha pubblicato la casa editrice Adelphi, autore davvero notevole.

Villo
Cecchi Nato
Messaggi: 12367
Iscritto il: dom dic 30, 2007 12:03 am
Località: Bari

Re: Un buon libro...

Messaggioda Villo » gio gen 16, 2020 8:31 am

Vita e Destino di Vasilij Grossman e Luce d'estate, ed è subito notte di Jón Kalman Stefánsson, due dei libri più belli che abbia mai letto.

Per il romanzo preferito di Guidolin consiglio di tenere sempre a portata di mano - almeno per le prime 300 pagine - la pagina wikipedia dedicata che tiene il conto di tutti i personaggi e luoghi, in modo da potersi orientare.

Il romanzo islandese è talmente poetico da far arrossire. Incredibile la scrittura di Stefánsson.


Torna a “Musica, arte e cultura”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti