I guadagni nel tennis

Il Topicone si trova qui!
Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 130016
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda Nickognito » dom ago 30, 2020 8:43 am

evento senza dubbio storico. Ieri sul suo sito e' uscito un articolo di Bisti su come la WTA fosse indirizzata verso il fallimento , 30 anni fa, e si sia sostanzialmente salvata grazie a una sorta di commercializzazione del corpo femminile (a partire dalla Kournikova).

Poi le cose sono cambiate, circuito diventato migliore, una giocatrice importante cinese e soprattutto le Williams, pero' insomma, siam sempre li'.

Sono anni che sostengo che l'ATP sia una struttura inadeguata, un'associazione giocatori pero' mista ai tornei. Adesso col Covid e' esplosa, i giocatori giustamente fanno il loro interesse e secondo me adesso c'e' bisogno di una qualche organizzazione che faccia l'interesse del tennis: che faccia capire ai giocatori 'noi vogliamo vendere il prodotto tennis, che ha bisogno di una gestione manageriale, i vostri diritti vanno bene, ma alla lunga conta anche la gestione complessiva, anche per voi, dagli sponsor del circuito, alla tradizione dei tornei, a una strategia di marketing complessiva.

Pero', nonostante il politicamente corretto, non e' detto che questo debba includere la WTA.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 50948
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda Johnny Rex » dom ago 30, 2020 9:10 am

Nickognito ha scritto:evento senza dubbio storico. Ieri sul suo sito e' uscito un articolo di Bisti su come la WTA fosse indirizzata verso il fallimento , 30 anni fa, e si sia sostanzialmente salvata grazie a una sorta di commercializzazione del corpo femminile (a partire dalla Kournikova).

Poi le cose sono cambiate, circuito diventato migliore, una giocatrice importante cinese e soprattutto le Williams, pero' insomma, siam sempre li'.

Sono anni che sostengo che l'ATP sia una struttura inadeguata, un'associazione giocatori pero' mista ai tornei. Adesso col Covid e' esplosa, i giocatori giustamente fanno il loro interesse e secondo me adesso c'e' bisogno di una qualche organizzazione che faccia l'interesse del tennis: che faccia capire ai giocatori 'noi vogliamo vendere il prodotto tennis, che ha bisogno di una gestione manageriale, i vostri diritti vanno bene, ma alla lunga conta anche la gestione complessiva, anche per voi, dagli sponsor del circuito, alla tradizione dei tornei, a una strategia di marketing complessiva.

Pero', nonostante il politicamente corretto, non e' detto che questo debba includere la WTA.


Parliamoci chiaro , da lì in poi salvo il dorato periodo primi anni Zero, con ottimi contenuti tecnici,rivalità, fenomeno Williams e poi Sharapova la WTA si è sempre dovuta barcamenare , già ai tempi della presidenza Allaster il Master prima a Doha nel nulla e poi ad Istanbul, quindi i Combined in massa per prelevare soldi dall' ATP , quindi la vedndita(svendita alla Cina prima per cercare di sfruttare il fenomeno Li e poi chissà per quali accordi sottobanco.

Aggiungiamoci che è dal 2014 che è un circuito in piena crisi, la Serena che rischia il Grand Slam nel 2015 era già lontana parente di quella 2012-13 ,ma le rivali erano quello che erano. Se aggiungiamo che la più forte personalità di adesso è una che manco si sa se scenderà in campo a giocare la sua partita si capisce come si è messi.

F.F.
Nickognito ha scritto: E` ovvio che preferisco fare l`amore in un bosco che discuterne dietro una fabbrica. Ma come trovo ingenuo pensare che mi godrei il bosco senza sviluppo tecnologico che i boschi li distrugge, cosi` per gli aspetti personali accade qualcosa di simile.

Avatar utente
Nasty
Più decisivo di Borriello
Messaggi: 46654
Iscritto il: lun nov 25, 2002 1:00 am
Località: Foligno, centro del mondo
Contatta:

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda Nasty » dom ago 30, 2020 10:03 am

Nickognito ha scritto:
Pero', nonostante il politicamente corretto, non e' detto che questo debba includere la WTA.


Ma infatti, perchè dovrebbero ancora includerle, dato che il loro spettacolo è di livello infinitamente inferiore rispetto a quello dei masculi, ma da ormai 20 anni eh.
Siamo tutti testimoni

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 16915
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda uglygeek » dom ago 30, 2020 10:03 am

Nickognito ha scritto:evento senza dubbio storico. Ieri sul suo sito e' uscito un articolo di Bisti su come la WTA fosse indirizzata verso il fallimento , 30 anni fa, e si sia sostanzialmente salvata grazie a una sorta di commercializzazione del corpo femminile (a partire dalla Kournikova).

Poi le cose sono cambiate, circuito diventato migliore, una giocatrice importante cinese e soprattutto le Williams, pero' insomma, siam sempre li'.

Sono anni che sostengo che l'ATP sia una struttura inadeguata, un'associazione giocatori pero' mista ai tornei. Adesso col Covid e' esplosa, i giocatori giustamente fanno il loro interesse e secondo me adesso c'e' bisogno di una qualche organizzazione che faccia l'interesse del tennis: che faccia capire ai giocatori 'noi vogliamo vendere il prodotto tennis, che ha bisogno di una gestione manageriale, i vostri diritti vanno bene, ma alla lunga conta anche la gestione complessiva, anche per voi, dagli sponsor del circuito, alla tradizione dei tornei, a una strategia di marketing complessiva.

Pero', nonostante il politicamente corretto, non e' detto che questo debba includere la WTA.

Dov’è l’articolo di Bisti? Mi sembrano sbagliati i tempi: 30 anni fa era il 1990, c’era ancora la Navratilova, poi Graf, Seles, Capriati, Sabatini. Novotna, Martinez, la WTA era quasi meglio dell’ATP, possibile che fosse al fallimento? Mi pare strano!

Poi la Kournikova ok, ma è durata un paio d’anni, poi c’era sempre qualche tennista carina, tipo la Ivanovic, ma a parte la Sharapova di strafighe che vincevano ce ne sono sempre state poche. E poi cosa poteva fare la WTA se quelle brutte arrivano in fondo al torneo e quelle belle escono subito? Mi sembra un discorso un po’ da bar, da appassionato di tennis col fiasco di vino.

Riguardo l’ATP, mi pare che con la mossa di Djokovic si vada nella direzione opposta a quella da te auspicata: niente gestione manageriale, più potere ai tennisti che semplicemente chiedono una fetta maggiore della torta.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 16915
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda uglygeek » dom ago 30, 2020 10:08 am

Nasty ha scritto:
Nickognito ha scritto:
Pero', nonostante il politicamente corretto, non e' detto che questo debba includere la WTA.


Ma infatti, perchè dovrebbero ancora includerle, dato che il loro spettacolo è di livello infinitamente inferiore rispetto a quello dei masculi, ma da ormai 20 anni eh.

Sulla stampa americana la pressione è ossessiva, vogliono l’unificazione dei due tour a parità di montepremi e alcuni spingono per gli Slam 2-su-3 per tutti. Le ragioni, che ve le dico a fare... :-?
Che la WTA se la passa male lo sanno anche loro, ma oggettivamente agli americani ora i tornei femminili interessano davvero più di quelli maschili secondo me. Contano più i follower su Instagram che gli Slam vinti. Tanto le partite intere non le vede comunque più nessuno, nemmeno del maschile, per loro meglio una Osaka che non gioca proprio ma fa politica.
Certo l’aver puntato tutto sulla Cina è stato un grosso errore.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 130016
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda Nickognito » dom ago 30, 2020 10:13 am

uglygeek ha scritto:Sulla stampa americana la pressione è ossessiva, vogliono l’unificazione dei due tour a parità di montepremi e alcuni spingono per gli Slam 2-su-3 per tutti. Le ragioni, che ve le dico a fare... :-?


se le ragioni sono il politically correct, qui per me ti sbagli. Lo sara' quando lo proporranno anche per tutti gli altri sport. Ma finche' non ci sono donne che guadagnano come i maschi nel basket, baseball, football e hockey, qualunque lotta per la parita' del tennis non avra' motivi di parita' femminile generica, ma solo motivi specifici tennistici.

Certo, questo e' il periodo che va verso il massimo declino del tennis maschile in decenni, nei prossimi anni, eh. Quindi forzare e' un po' rischioso.

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 16915
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda uglygeek » dom ago 30, 2020 10:17 am

Nickognito ha scritto:
uglygeek ha scritto:Sulla stampa americana la pressione è ossessiva, vogliono l’unificazione dei due tour a parità di montepremi e alcuni spingono per gli Slam 2-su-3 per tutti. Le ragioni, che ve le dico a fare... :-?


se le ragioni sono il politically correct, qui per me ti sbagli. Lo sara' quando lo proporranno anche per tutti gli altri sport. Ma finche' non ci sono donne che guadagnano come i maschi nel basket, baseball, football e hockey, qualunque lotta per la parita' del tennis non avra' motivi di parita' femminile generica, ma solo motivi specifici tennistici.

Certo, questo e' il periodo che va verso il massimo declino del tennis maschile in decenni, nei prossimi anni, eh. Quindi forzare e' un po' rischioso.

Se è per questo vorrebbero che le calciatrici guadagnassero quanto Messi. Le ragioni sono solo il PC, il tennis è anche lo sport più forte dove metterlo in pratica, non è che puoi cominciare dal baseball femminile, che neanche esiste, credo.
Ma basta che leggi quello che scrive il giornalista di tennis del NY Times.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 130016
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda Nickognito » dom ago 30, 2020 10:20 am

uglygeek ha scritto:Se è per questo vorrebbero che le calciatrici guadagnassero quanto Messi. Le ragioni sono solo il PC, il tennis è anche lo sport più forte dove metterlo in pratica, non è che puoi cominciare dal baseball femminile, che neanche esiste, credo.


Esiste, esiste. Ma la misura principale direi il basket, che esiste a ottimi livelli, a differenza degli altri sport tradizionali.
Non dubito che credano di farlo per il politically correct, ma e' un dato di fatto che il tennis sia uno degli sport con maggiore parita' e che la lotta deve esser fatta altrove. Non la fanno perche' la parita' non interessa veramente.

A qualcuno interessa, eh, e ne parla. Una prima scelta WNBA guadagna meno di 100 volte meno di una prima scelta NBA.
Io ovviamente sono contrarissimo a questo tipo di parita', ma chi e' favorevole ne parla sempre, anche per il basket, anzi soprattutto per gli sport in questo molto piu' indietro (tra le altre cose, credo che le cestiste prendano la meta' dei colleghi maschi anche rispetto a quanto vendono, se ho letto bene, tipo guadagnano 120 volte meno, producendo tipo 60 volte meno).

La mia posizione poi la sapete: a livello puramento sportivo, lo sport femminile dovrebbe piu' o meno scomparire (dico tra i fan, non tra le praticanti). Pero' accettando senza problemi che esistano molti e molte fan sessisti/sessiste per cui la differenza di genere e'' fondamentale nella vita e che seguono le donne in quanto tali (che sia per guardar loro il culo o perche' sono donne come loro, cambia poco).

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 16915
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda uglygeek » dom ago 30, 2020 10:30 am

Nickognito ha scritto:
uglygeek ha scritto:Se è per questo vorrebbero che le calciatrici guadagnassero quanto Messi. Le ragioni sono solo il PC, il tennis è anche lo sport più forte dove metterlo in pratica, non è che puoi cominciare dal baseball femminile, che neanche esiste, credo.


Esiste, esiste. Ma la misura principale direi il basket, che esiste a ottimi livelli, a differenza degli altri sport tradizionali.
Non dubito che credano di farlo per il politically correct, ma e' un dato di fatto che il tennis sia uno degli sport con maggiore parita' e che la lotta deve esser fatta altrove. Non la fanno perche' la parita' non interessa veramente.

La WNBA esiste solo per PC in un certo senso perché ha un seguito minuscolo, le giocatrici guadagnano poco e le società sono tutte in perdita, ma sono cifre piccole che i proprietari/mecenati possono facilmente sborsare per tenere in vita il giocattolo. Ci sono articoli che lamentano la situazione ma è veramente difficile anche per il più fondamentalista sostenere che la differenza con i guadagni degli uomini non debba esserci.
Ma la parità interessa davvero. Non dimenticherò mai l’articolo che avevo letto su ESPN, mi pare, o forse su CNN, durante gli ultimi mondiali di calcio maschili, che si lamentava perché le calciatrici non guadagnano come C.Ronaldo e Messi. Vere e proprie farneticazioni di menti obnubilate dalle ideologie politiche.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 130016
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda Nickognito » dom ago 30, 2020 10:38 am

non dico non esistano, dico che chi lo vuole davvero lo vuole per tutti gli sport, chi ne parla solo per il tennis e' anche per altri motivi.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 50948
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda Johnny Rex » dom ago 30, 2020 10:45 am

uglygeek ha scritto:
Nickognito ha scritto:evento senza dubbio storico. Ieri sul suo sito e' uscito un articolo di Bisti su come la WTA fosse indirizzata verso il fallimento , 30 anni fa, e si sia sostanzialmente salvata grazie a una sorta di commercializzazione del corpo femminile (a partire dalla Kournikova).

Poi le cose sono cambiate, circuito diventato migliore, una giocatrice importante cinese e soprattutto le Williams, pero' insomma, siam sempre li'.

Sono anni che sostengo che l'ATP sia una struttura inadeguata, un'associazione giocatori pero' mista ai tornei. Adesso col Covid e' esplosa, i giocatori giustamente fanno il loro interesse e secondo me adesso c'e' bisogno di una qualche organizzazione che faccia l'interesse del tennis: che faccia capire ai giocatori 'noi vogliamo vendere il prodotto tennis, che ha bisogno di una gestione manageriale, i vostri diritti vanno bene, ma alla lunga conta anche la gestione complessiva, anche per voi, dagli sponsor del circuito, alla tradizione dei tornei, a una strategia di marketing complessiva.

Pero', nonostante il politicamente corretto, non e' detto che questo debba includere la WTA.

Dov’è l’articolo di Bisti? Mi sembrano sbagliati i tempi: 30 anni fa era il 1990, c’era ancora la Navratilova, poi Graf, Seles, Capriati, Sabatini. Novotna, Martinez, la WTA era quasi meglio dell’ATP, possibile che fosse al fallimento? Mi pare strano!

Poi la Kournikova ok, ma è durata un paio d’anni, poi c’era sempre qualche tennista carina, tipo la Ivanovic, ma a parte la Sharapova di strafighe che vincevano ce ne sono sempre state poche. E poi cosa poteva fare la WTA se quelle brutte arrivano in fondo al torneo e quelle belle escono subito? Mi sembra un discorso un po’ da bar, da appassionato di tennis col fiasco di vino.

Riguardo l’ATP, mi pare che con la mossa di Djokovic si vada nella direzione opposta a quella da te auspicata: niente gestione manageriale, più potere ai tennisti che semplicemente chiedono una fetta maggiore della torta.


Erri, Bisti tutto è fuorchè uno col fiasco di vino.
E sì, la WTA rischiava davvero il fallimento a metà anni 90' , e c'entrava nulla la buona qualità delle giocatrici di allora, ma motivi prettamente economici e di sponsorizzazione.

Poi lo ripeto, fighe o meno c'entra il giusto, se non hai 1) Grandi rivalità 2) Grandi giocatrici 3) Grandi personalità non ti seguono e basta .
Gli USA possono rompere i coglioni, ma il Tennis oramai è eurocentrico, se ne facciano una ragione. O tornino ad avere giocatori forti loro, senza impadronirsi di quelli di altri (osaka in primis).

F.F.
Nickognito ha scritto: E` ovvio che preferisco fare l`amore in un bosco che discuterne dietro una fabbrica. Ma come trovo ingenuo pensare che mi godrei il bosco senza sviluppo tecnologico che i boschi li distrugge, cosi` per gli aspetti personali accade qualcosa di simile.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 130016
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda Nickognito » dom ago 30, 2020 10:48 am

la Seles fu accoltellata, la Capriati problemi fuori dal campo (decisivi, la Capriati a livello di marketing a fine anni 80 era il massimo di sempre, eh, altro che Graf), Navratilova quasi andata, Novotna e Martinez dai :D

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 21179
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda alessandro » dom ago 30, 2020 12:18 pm

Però le finali di wimbledon Navratilova Martinez o graf seles o graf novotna sono memorabili e in seguito l’arrivo delle Williams e la rivalità con la hingins e la graf
E poi la henin etc.
oggi non so nemmeno chi ha vinto l’ultimo wimbledon.
C’è la Williams e altre 10 ragazzotte che arrivano vincono spariscono rivincono poi vivacchiano con numere uno del mondo mai sentire.
È vero che nel maschile regnano in 3 +1 da 15 anni ma il femminile non ha personaggi non ha rivalità non ha tifoserie non ha (a parte serena ) nessuna ad alto livello in maniera costante. La Osaka ok ma deve vincere per creare il personaggio in maniera consistente.

Da dire che non credo seguirò ne il femminile ne il maschile us open quest’anno, credo sarà comunque una vittoria da segnare con l’asterisco.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 130016
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda Nickognito » dom ago 30, 2020 12:27 pm

saranno state memorabili, ma non riuscivano a trovare uno sponsor per il circuito

tuborovescio
Saggio
Messaggi: 9512
Iscritto il: mer dic 17, 2008 5:30 pm
Località: Colorado

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda tuborovescio » dom ago 30, 2020 1:28 pm

alessandro ha scritto:Da dire che non credo seguirò ne il femminile ne il maschile us open quest’anno, credo sarà comunque una vittoria da segnare con l’asterisco.


dopo il ritiro di Roger saranno tutte da segnare con l'asteroide? #100#

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 50948
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda Johnny Rex » dom ago 30, 2020 1:42 pm

alessandro ha scritto:Però le finali di wimbledon Navratilova Martinez o graf seles o graf novotna sono memorabili e in seguito l’arrivo delle Williams e la rivalità con la hingins e la graf
E poi la henin etc.


Oddio Ale, Graf Seles di memorabile prope gnient ,fu un massacro (a Wimbleodn eh) Graf Novotna un imperdonabile suicidio della povera Jana, diciamo Graf-Sanchez o al limite Graf-Sabatini ,poi le Williams rivalità con la Graf mai avuta per motivi anagrafici, con quelle venute dopo sì.

È vero che nel maschile regnano in 3 +1 da 15 anni ma il femminile non ha personaggi non ha rivalità non ha tifoserie non ha (a parte serena ) nessuna ad alto livello in maniera costante. La Osaka ok ma deve vincere per creare il personaggio in maniera consistente.

Pienamente d'accordo
Da dire che non credo seguirò ne il femminile ne il maschile us open quest’anno, credo sarà comunque una vittoria da segnare con l’asterisco.

Io no (sia nel senso che seguirò, sia che chi non è venuto 'azzi suoi )

F.F.
Nickognito ha scritto: E` ovvio che preferisco fare l`amore in un bosco che discuterne dietro una fabbrica. Ma come trovo ingenuo pensare che mi godrei il bosco senza sviluppo tecnologico che i boschi li distrugge, cosi` per gli aspetti personali accade qualcosa di simile.

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 21179
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda alessandro » dom ago 30, 2020 3:24 pm

Nickognito ha scritto:saranno state memorabili, ma non riuscivano a trovare uno sponsor per il circuito

I tornei fuori dallo slam avevano veramente poco significato (opinione mia).

Ma credo anche oggi (pre covid) vedevo dei gran stadi vuoti nei tornei non slam e con uniti con atp.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 16915
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda uglygeek » dom ago 30, 2020 6:38 pm

alessandro ha scritto:
Nickognito ha scritto:saranno state memorabili, ma non riuscivano a trovare uno sponsor per il circuito

I tornei fuori dallo slam avevano veramente poco significato (opinione mia).

Ma credo anche oggi (pre covid) vedevo dei gran stadi vuoti nei tornei non slam e con uniti con atp.

Si' i tornei WTA importanti sono sempre stati pochi. In quegli anni Roma femminile aveva un grande interesse, poi la Graf aveva un enorme seguito in Germania, ai tempi di Becker/Graf li' erano tutti innamorati del tennis.
Poi comunque se non andava bene con Navratilova, Graf, Seles, Sabatini, hai voglia...
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Avatar utente
Super-Fabio
Massimo Carbone
Messaggi: 16382
Iscritto il: gio ago 11, 2005 10:28 pm

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda Super-Fabio » lun set 07, 2020 6:53 pm

Anche grazie alla presenza (seppur ridotta) degli spettatori, il montepremi del Roland Garros scenderà di pochissimo, dai 42M di euro dello scorso anno ai 38M di quest'anno.

In particolare aumentato del 27% il prize money di chi perderà al primo turno delle qualificazioni (10K dollari) e del 30% l'assegno di chi perderà al primo turno del main draw (60K dollari). In entrambi i casi un record.

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 50948
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: I guadagni nel tennis

Messaggioda Johnny Rex » lun set 07, 2020 8:08 pm

Benissimo, Incentiviamo le Sconfitte!

F.F.
Nickognito ha scritto: E` ovvio che preferisco fare l`amore in un bosco che discuterne dietro una fabbrica. Ma come trovo ingenuo pensare che mi godrei il bosco senza sviluppo tecnologico che i boschi li distrugge, cosi` per gli aspetti personali accade qualcosa di simile.


Torna a “Tennis Club”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti