Il Masters al tempo della Brexit.

Discussioni sui principali eventi tennistici a livello internazionale (tornei dello Slam, ATP, WTA, Davis Cup, ecc.)
Avatar utente
Burian siberiano
Saggio
Messaggi: 8310
Iscritto il: mar lug 28, 2009 11:22 am
Località: TERAMO

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda Burian siberiano » mar nov 15, 2016 10:35 pm

Raonic un pollo di prima categoria..palla fuori, non chiama il falco e perde il set dopo aver sprecato 3 palle break e messo solo seconde nel tie break decisivo a parte i primi 2 punti. un cesso
Il giorno in cui Federer appenderà la racchetta al chiodo capiremo la differenza.Quelli che si commuoveranno saranno coloro che amano il tennis.Tutti gli altri no.Tutti gli altri avranno visto sempre e solo due persone che si scambiano una pallina gialla.

Avatar utente
marat77
Massimo Carbone
Messaggi: 27972
Iscritto il: mar gen 16, 2007 1:18 am
Località: Lissone(MI)

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda marat77 » mer nov 16, 2016 8:30 am

Una buona vittoria per Nole che si qualifica alle Semi.
Primo set dove meritava di più Raonic che ha avuto 3 pb annullate bene da Djokovic.
Nel Tiebreak parte meglio Milos ma con il primo DF della partita ha regalato il set.
Nel secondo Nole avanti 2 volte di un break si è fatto recuperare entambe le volte.
La prima con molti meriti del canadese.
La seconda completamente regalato con 3 gratuiti di fila orrendi.
Da dire che nel game del secondo brea Raonic non ha messo nemmeno una prima in campo.
Nel Tie di nuovo partito meglio Milos ma Nole è riuscito a rientrare e a chiudere in 2 set.
Per il morale una buona vittoria e con l'atteggiamento giusto in campo.
Alti e bassi del secondo set in questo periodo ci stanno.
Deve ovviamente salire di livello per battere Nishikori e/o Murray.
2014 - a meta' torneo: "Nole non vincera' mai piu' Wimbledon" (cit.Sottoscritto)

Avatar utente
Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 39515
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda Johnny Rex » mer nov 16, 2016 9:04 am

Sì, Raonic avrebbe meritato quantomeno il primo set, nel secondo è rimasto in partita più per demeriti di Nole che ha avuto fasi di acceso/spento ma si è comunque guadagnato il primo posto.
Murray che al momento rimane comunque il primo favorito, Novak in progresso .

F.F.
"E rivelo qui un dato preoccupante. Mi tocca pensare a balbysauro diverse volte al giorno. Ormai, e' una schiavitu' "

s&v
Illuminato
Messaggi: 2847
Iscritto il: mar ago 09, 2011 6:11 pm

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda s&v » mer nov 16, 2016 9:16 am

marat77 ha scritto:Una buona vittoria per Nole che si qualifica alle Semi.
Primo set dove meritava di più Raonic che ha avuto 3 pb annullate bene da Djokovic.
Nel Tiebreak parte meglio Milos ma con il primo DF della partita ha regalato il set.
Nel secondo Nole avanti 2 volte di un break si è fatto recuperare entambe le volte.
La prima con molti meriti del canadese.
La seconda completamente regalato con 3 gratuiti di fila orrendi.
Da dire che nel game del secondo brea Raonic non ha messo nemmeno una prima in campo.
Nel Tie di nuovo partito meglio Milos ma Nole è riuscito a rientrare e a chiudere in 2 set.
Per il morale una buona vittoria e con l'atteggiamento giusto in campo.
Alti e bassi del secondo set in questo periodo ci stanno.
Deve ovviamente salire di livello per battere Nishikori e/o Murray.


Buona vittoria che vuol dire? Ogni vittoria é buona :) il livello è basso. Raonic ha giocato male nei tie-break, mi ricordo solo uno scambio dove ha manovrato bene di dritto e ha recuperato un minibreak. Poi come dici tu perde il primo tie-break con un doppio fallo, il secondo con l'ennesimo rovescio sparacchiato fuori a seguito di una seconda di servizio timida.

Djokovic, boh...tanta grinta, tanto carattere, poco tennis onestamente. Giocano male tutti ultimamente, specialmente quei 3 nel suo girone sono tutti fuori forma. Difficile giudicare.

Tra un paio di anni rifletteremo su questo momento che potrebbe sancire il calo definitivo a livelli eccelsi del serbo (che comunque avrà altre opportunità di vincere slam eh, anche questo torneo lo potrebbe vincere) o un calo di forma passeggero.

PINDARO
Picchiatore professionista
Messaggi: 59106
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda PINDARO » mer nov 16, 2016 10:20 am

marat77 ha scritto:Una buona vittoria per Nole che si qualifica alle Semi..


Aspetterei la conferma di Ludega e Backandwinner.
Comunque sì, sta migliorando.
Ieri ha tirato fuori un paio di punti da fenomeno.
E questa partita un mese fa l'avrebbe persa.
Tutto il resto è un bellissimo romanzo di Saramago.

Avatar utente
marat77
Massimo Carbone
Messaggi: 27972
Iscritto il: mar gen 16, 2007 1:18 am
Località: Lissone(MI)

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda marat77 » mer nov 16, 2016 11:08 am

s&v ha scritto:
marat77 ha scritto:Una buona vittoria per Nole che si qualifica alle Semi.
Primo set dove meritava di più Raonic che ha avuto 3 pb annullate bene da Djokovic.
Nel Tiebreak parte meglio Milos ma con il primo DF della partita ha regalato il set.
Nel secondo Nole avanti 2 volte di un break si è fatto recuperare entambe le volte.
La prima con molti meriti del canadese.
La seconda completamente regalato con 3 gratuiti di fila orrendi.
Da dire che nel game del secondo brea Raonic non ha messo nemmeno una prima in campo.
Nel Tie di nuovo partito meglio Milos ma Nole è riuscito a rientrare e a chiudere in 2 set.
Per il morale una buona vittoria e con l'atteggiamento giusto in campo.
Alti e bassi del secondo set in questo periodo ci stanno.
Deve ovviamente salire di livello per battere Nishikori e/o Murray.


Buona vittoria che vuol dire? Ogni vittoria é buona :) il livello è basso.


Buona vittoria perchè a Bercy o Shanghai questa partita l'avrebbe persa.
Ieri no.
Poi di sto periodo ogni vittoria è buona,nei primi 6 mesi sarebbe stata lo standard generale.
A parte l'ottavo game del secondo set non l'ho visto così male.
E in progresso col dritto.
Troppo attendista sì ma insomma difficile non esserlo contro servizio e dritto di Raonic.
Certo se vuole vincere qui deve salire di livello e in questo momento non è affatto detto che accada.
2014 - a meta' torneo: "Nole non vincera' mai piu' Wimbledon" (cit.Sottoscritto)

ludega
Illuminato
Messaggi: 3995
Iscritto il: lun lug 25, 2005 1:12 pm
Località: Milano

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda ludega » mer nov 16, 2016 12:29 pm

PINDARO ha scritto:
marat77 ha scritto:Una buona vittoria per Nole che si qualifica alle Semi..


Aspetterei la conferma di Ludega e Backandwinner.
Comunque sì, sta migliorando.
Ieri ha tirato fuori un paio di punti da fenomeno.
E questa partita un mese fa l'avrebbe persa.
Tutto il resto è un bellissimo romanzo di Saramago.


Ma adesso dobbiamo menarla per una settimana? :D :D

Condivido l'analisi di s&v

Multivac
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 532
Iscritto il: mar ott 27, 2015 10:03 am

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda Multivac » mer nov 16, 2016 12:40 pm

Anche io con s&v, più che altro si conferma una differenza di base con la concorrenza tale per cui basta anche un Nole al 60% per portare a casa il match. Vediamo eventualmente con Nishikori, che era parso in palla, per il resto l'unico avversario credibile per un Nole in non totale disarmo è Murray.

PINDARO
Picchiatore professionista
Messaggi: 59106
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda PINDARO » mer nov 16, 2016 12:40 pm

E figurarsi. :)

stefano61
Saggio
Messaggi: 7947
Iscritto il: ven gen 26, 2007 3:50 pm
Località: Faenza

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda stefano61 » mer nov 16, 2016 12:56 pm

s&v ha scritto:
Raonic ha giocato male nei tie-break, mi ricordo solo uno scambio dove ha manovrato bene di dritto e ha recuperato un minibreak.




Poteva far di meglio, senza dubbio. Nel primo, tra l' altro, non ha inspiegabilmente chiamato il challenge su una palla fuori di Djokovic.

C' è da dire, a parte questo, che Nole ha giocato due punti importanti fenomenali, che lo hanno un po' scoraggiato: nel primo tie break, un pallonetto millimetrico di rovescio da posizione molto difficile; nel secondo, una demi-volee di rovescio a due mani vincente su un passante di Raonic giocato al termine di uno scambio in cui il canadese si era difeso benissimo.

Insomma, la classe non è acqua.

Avatar utente
eddie v.
FooLminato
Messaggi: 12089
Iscritto il: mer dic 02, 2009 11:01 am

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda eddie v. » mer nov 16, 2016 1:50 pm

PINDARO ha scritto:
marat77 ha scritto:Una buona vittoria per Nole che si qualifica alle Semi..


Aspetterei la conferma di Ludega e Backandwinner.
Comunque sì, sta migliorando.
Ieri ha tirato fuori un paio di punti da fenomeno.
E questa partita un mese fa l'avrebbe persa.
Tutto il resto è un bellissimo romanzo di Saramago.

L'ho letto anch'io Sordità. Davvero bellissimo.
Non sto seguendo molto il tennis in questo periodo. Dalla finale dello US Open non ho più visto un match.
Federer come è messo nel suo girone? Ha una buona differenza reti?
Aveva una mente così ristretta che riusciva a guardare dal buco della serratura con tutti e due gli occhi.

PINDARO
Picchiatore professionista
Messaggi: 59106
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda PINDARO » mer nov 16, 2016 1:54 pm

eddie v. ha scritto:Federer come è messo nel suo girone?


Bisogna chiedere a Backand.

ludega
Illuminato
Messaggi: 3995
Iscritto il: lun lug 25, 2005 1:12 pm
Località: Milano

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda ludega » mer nov 16, 2016 2:09 pm

Multivac ha scritto:Anche io con s&v, più che altro si conferma una differenza di base con la concorrenza tale per cui basta anche un Nole al 60% per portare a casa il match. Vediamo eventualmente con Nishikori, che era parso in palla, per il resto l'unico avversario credibile per un Nole in non totale disarmo è Murray.


Va beh ma non capisco la sorpresa, è da quando è venuto fuori il sorteggio che sappiamo che i due gironi sono squilibrati. Vediamo tra sabato e domenica cosa succede prima di dare giudizi

stefano61
Saggio
Messaggi: 7947
Iscritto il: ven gen 26, 2007 3:50 pm
Località: Faenza

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda stefano61 » mer nov 16, 2016 2:35 pm

ludega ha scritto:
è da quando è venuto fuori il sorteggio che sappiamo che i due gironi sono squilibrati.



Nemmeno più di tanto, alla fine: Wawrinka continua a giocar male e Cilic non si può certo dire che abbia fatto vedere grandi cose....
Murray mantiene il suo ruolo di favorito, mentre Djokovic - chiaramente motivato dal desiderio di riprendersi il primo posto in classifica, e dimostrare che è ancora lui il più forte - sta risalendo lentamente la china.

PINDARO
Picchiatore professionista
Messaggi: 59106
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda PINDARO » mer nov 16, 2016 3:21 pm

stefano61 ha scritto:mentre Djokovic - chiaramente motivato dal desiderio di riprendersi il primo posto in classifica, e dimostrare che è ancora lui il più forte - sta risalendo lentamente la china.

Cosa lapalissiana. Financo banale.

ludega
Illuminato
Messaggi: 3995
Iscritto il: lun lug 25, 2005 1:12 pm
Località: Milano

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda ludega » mer nov 16, 2016 3:51 pm

stefano61 ha scritto:
ludega ha scritto:
è da quando è venuto fuori il sorteggio che sappiamo che i due gironi sono squilibrati.



Nemmeno più di tanto, alla fine: Wawrinka continua a giocar male e Cilic non si può certo dire che abbia fatto vedere grandi cose....
Murray mantiene il suo ruolo di favorito, mentre Djokovic - chiaramente motivato dal desiderio di riprendersi il primo posto in classifica, e dimostrare che è ancora lui il più forte - sta risalendo lentamente la china.


Beh insomma Monfils e Thiem in condizioni pessime. Raonic a Bercy si era ritirato dopo un autunno abbastanza scarso. Su Wawrinka non dico niente perchè è capace di vincere le prossime due. Cilic comunque ha vinto Basilea e fatto bene a Bercy (battendo Djokovic) nelle ultime settimane. Nishikori mi sembra stare bene.

Torneo che sarà interessante da sabato in ogni caso

Avatar utente
YesWeCan91
Illuminato
Messaggi: 3991
Iscritto il: mer giu 18, 2008 11:17 am

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda YesWeCan91 » mer nov 16, 2016 6:51 pm

3 ore e 20 minuti di match,16 turni di battuta,119 punti sul suo servizio,quindi 119 prime servite (esclusi i "let"),zero ace per il numero 5 del mondo.Zero.
"(...)Style is a difference, a way of doing, a way of being done.
Six herons standing quietly in a pool of water, or you, walking
out of the bathroom naked without seeing me."

https://www.youtube.com/watch?v=uJ_1HMAGb4k

Ombra84
Core 'ngrato
Messaggi: 24308
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda Ombra84 » mer nov 16, 2016 6:52 pm

Partita cmq vedibile dai.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Ace Man
Saggio
Messaggi: 7523
Iscritto il: lun gen 01, 2007 8:10 pm

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda Ace Man » mer nov 16, 2016 8:39 pm

Nishikori avrebbe le armi per essere veramente al livello dei migliori, e spesso, come propositività e vincenti è anche sopra, ma non c'è niente da fare... quando si gioca su quei due/tre punti decisivi lui sbaglia.
Non è fragile mentalmente come Raonic, che per dire ieri nel tie del secondo ha messo una sola prima e delle seconde tremebonde, ma insomma, anche lui non è proprio un vincentone, ecco.
Murray troppo, troppo, passivo.
Comunque questi due sono gli unici ad offrire sempre garanzie di battaglia, di questi tempi, e ciò è bene perchè fino ad ora per dire questo Master è stato nettamente inferiore a quello WTA.
Una nota su Cilic: credo che in questo momento la sua testa sia molto ma molto rivolta alla davis anche se è un professionista e nelle restanti partite penso cercherà di onorare l'impegno.
"Ma perchè Federer non si ritira? Voglio dire, ha 34 anni, giusto? Perchè continua a giocare?"---(Srdjan Djokovic, padre di Novak, ad inizio 2016)---

I miei utenti in ignore: Burian Siberiano; Ferryboat; mp4/18; Nickognito; NNick87; eddie.

ludega
Illuminato
Messaggi: 3995
Iscritto il: lun lug 25, 2005 1:12 pm
Località: Milano

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda ludega » mer nov 16, 2016 9:01 pm

Ace Man ha scritto:Nishikori avrebbe le armi per essere veramente al livello dei migliori, e spesso, come propositività e vincenti è anche sopra, ma non c'è niente da fare... quando si gioca su quei due/tre punti decisivi lui sbaglia.
Non è fragile mentalmente come Raonic, che per dire ieri nel tie del secondo ha messo una sola prima e delle seconde tremebonde, ma insomma, anche lui non è proprio un vincentone, ecco.
Murray troppo, troppo, passivo.
Comunque questi due sono gli unici ad offrire sempre garanzie di battaglia, di questi tempi, e ciò è bene perchè fino ad ora per dire questo Master è stato nettamente inferiore a quello WTA.
Una nota su Cilic: credo che in questo momento la sua testa sia molto ma molto rivolta alla davis anche se è un professionista e nelle restanti partite penso cercherà di onorare l'impegno.


Tutto giusto, come qualità di tennis intesa come picco Nishikori è lì coi top players ma nei match pesanti spesso perde. Wawrinka che è molto meno continuo di lui, ha il coraggio del vincente quando gli si presenta l'occasione, lui no.

Davvero un peccato perché gioca un tennis brillante pur non avendo un fisico paragonabile ai big, in termini di altezza e di peso...

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 114064
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda Nickognito » mer nov 16, 2016 9:12 pm

Nishikori e' un vincente assoluto nei match e situazioni equilibrate. Ma non e' che Wawrinka abbia il coraggio di tirare il vincente e lui no, semplicemente Wawrinka al meglio e' di un'altra categoria ed e' in grado per il suo gioco di generare molti piu' vincenti.
"La comunita' in storia, quasi sempre, quando e' forte e coesa non desidera niente di piu' che sottomettere le comunita' vicine, ed eventualmente annientarle.

s&v
Illuminato
Messaggi: 2847
Iscritto il: mar ago 09, 2011 6:11 pm

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda s&v » mer nov 16, 2016 9:45 pm

YesWeCan91 ha scritto:3 ore e 20 minuti di match,16 turni di battuta,119 punti sul suo servizio,quindi 119 prime servite (esclusi i "let"),zero ace per il numero 5 del mondo.Zero.


E' questo il punto. Nishikori non ha servizio. Hai voglia a parlare di errori, di carattere (di cui si abusa sempre troppo come motivazione per uno scarso rendimento). Ora viene NIck a dirci che il servizio di NIshikori non è malaccio :)
Di certo il tennis quest'anno del giapponese si è evoluto e personalmente con Thiem e Raonic è il giocatore che guardo più volentieri in questo master.

ludega
Illuminato
Messaggi: 3995
Iscritto il: lun lug 25, 2005 1:12 pm
Località: Milano

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda ludega » mer nov 16, 2016 10:00 pm

Nickognito ha scritto:Nishikori e' un vincente assoluto nei match e situazioni equilibrate. Ma non e' che Wawrinka abbia il coraggio di tirare il vincente e lui no, semplicemente Wawrinka al meglio e' di un'altra categoria ed e' in grado per il suo gioco di generare molti piu' vincenti.


Mah insomma tutte le finali pesanti che ha giocato le ha perse inclusa una a New York dove partiva alla pari con Cilic e l'ha persa nettamente. Vince tante partite al quinto ma sempre prima di arrivare in fondo. A parte la stranissima partita con Murray di quest'anno a New York

Intanto arriva lo scontatissimo forfait ufficiale di Monfils, domani l'esibizione con Djokovic la gioca Goffin.....

ThePiper
Saggio
Messaggi: 8853
Iscritto il: gio lug 21, 2011 6:01 pm

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda ThePiper » mer nov 16, 2016 10:43 pm

Nickognito ha scritto:Nishikori e' un vincente assoluto nei match e situazioni equilibrate. Ma non e' che Wawrinka abbia il coraggio di tirare il vincente e lui no, semplicemente Wawrinka al meglio e' di un'altra categoria ed e' in grado per il suo gioco di generare molti piu' vincenti.


Per me semplicemente il suo picco è più basso. Serve peggio dei primi due, ha meno diritto, probabilmente di rovescio sta coi primi due(è il colpo migliore dei tre). Ha meno fisico. Per battere i primi spesso deve cambiare tattica e spingere di più perciò sbaglia più spesso. Nishikori debole mentalmente non si può sentire, uno che a 18 anni vinceva un atp vincendo tutte partite al terzo e battendo un top ten in rimonta al terzo...
Mi pare che su questo forum qualche anno fa non lo si vedeva nemmeno top ten perchè leggerino, ora non batte i primi perchè è psicopatico :D

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 114064
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda Nickognito » mer nov 16, 2016 10:51 pm

ThePiper ha scritto:
Nickognito ha scritto:Nishikori e' un vincente assoluto nei match e situazioni equilibrate. Ma non e' che Wawrinka abbia il coraggio di tirare il vincente e lui no, semplicemente Wawrinka al meglio e' di un'altra categoria ed e' in grado per il suo gioco di generare molti piu' vincenti.


Per me semplicemente il suo picco è più basso. Serve peggio dei primi due, ha meno diritto, probabilmente di rovescio sta coi primi due(è il colpo migliore dei tre). Ha meno fisico. Per battere i primi spesso deve cambiare tattica e spingere di più perciò sbaglia più spesso. Nishikori debole mentalmente non si può sentire, uno che a 18 anni vinceva un atp vincendo tutte partite al terzo e battendo un top ten in rimonta al terzo...
Mi pare che su questo forum qualche anno fa non lo si vedeva nemmeno top ten perchè leggerino, ora non batte i primi perchè è psicopatico :D


appunto. Che poi ovviamente con i grandi il suo tennis non basta e ovviamente questo non lo fa rendere al meglio anche nei punti importanti, ma si parla di uno dei migliori di sempre nei set decisivi, eh, uno dei migliori di sempre non e' una esagerazione, sono fatti.

Wawrinka ha tutto piu' di lui, su, ma di che si parla?
"La comunita' in storia, quasi sempre, quando e' forte e coesa non desidera niente di piu' che sottomettere le comunita' vicine, ed eventualmente annientarle.

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32022
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda BackhandWinner » mer nov 16, 2016 11:16 pm

ThePiper ha scritto:
Nickognito ha scritto:Nishikori e' un vincente assoluto nei match e situazioni equilibrate. Ma non e' che Wawrinka abbia il coraggio di tirare il vincente e lui no, semplicemente Wawrinka al meglio e' di un'altra categoria ed e' in grado per il suo gioco di generare molti piu' vincenti.


Per me semplicemente il suo picco è più basso. Serve peggio dei primi due, ha meno diritto, probabilmente di rovescio sta coi primi due(è il colpo migliore dei tre). Ha meno fisico. Per battere i primi spesso deve cambiare tattica e spingere di più perciò sbaglia più spesso. Nishikori debole mentalmente non si può sentire, uno che a 18 anni vinceva un atp vincendo tutte partite al terzo e battendo un top ten in rimonta al terzo...
Mi pare che su questo forum qualche anno fa non lo si vedeva nemmeno top ten perchè leggerino, ora non batte i primi perchè è psicopatico :D

:)
Quando non si sa bene di che si parla, si tira fuori 'l'anima'. E' così da secoli. :)
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

ludega
Illuminato
Messaggi: 3995
Iscritto il: lun lug 25, 2005 1:12 pm
Località: Milano

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda ludega » mer nov 16, 2016 11:17 pm

Nickognito ha scritto:
ThePiper ha scritto:
Nickognito ha scritto:Nishikori e' un vincente assoluto nei match e situazioni equilibrate. Ma non e' che Wawrinka abbia il coraggio di tirare il vincente e lui no, semplicemente Wawrinka al meglio e' di un'altra categoria ed e' in grado per il suo gioco di generare molti piu' vincenti.


Per me semplicemente il suo picco è più basso. Serve peggio dei primi due, ha meno diritto, probabilmente di rovescio sta coi primi due(è il colpo migliore dei tre). Ha meno fisico. Per battere i primi spesso deve cambiare tattica e spingere di più perciò sbaglia più spesso. Nishikori debole mentalmente non si può sentire, uno che a 18 anni vinceva un atp vincendo tutte partite al terzo e battendo un top ten in rimonta al terzo...
Mi pare che su questo forum qualche anno fa non lo si vedeva nemmeno top ten perchè leggerino, ora non batte i primi perchè è psicopatico :D


appunto. Che poi ovviamente con i grandi il suo tennis non basta e ovviamente questo non lo fa rendere al meglio anche nei punti importanti, ma si parla di uno dei migliori di sempre nei set decisivi, eh, uno dei migliori di sempre non e' una esagerazione, sono fatti.

Wawrinka ha tutto piu' di lui, su, ma di che si parla?


Si parla che con Nadal a Madrid stava per vincere e si è rotto come si è rotto in altre mille occasioni secondo me anche per la tensione nei tornei importanti, e la finale Slam non l'ha persa con Wawrinka né con Djokovic né con Murray, l'ha persa con Cilic 3 set a 0. Gli manca un minimo di fiducia in sé stesso e un filo di calma nei grandi match, inteso contro i grandi avversari.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 114064
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda Nickognito » mer nov 16, 2016 11:20 pm

non ha perso da Djokovic perche' lo ha battuto in semifinale, e quel Cilic era a livelli superiori, anche Federer ci aveva perso 3 set a 0.
"La comunita' in storia, quasi sempre, quando e' forte e coesa non desidera niente di piu' che sottomettere le comunita' vicine, ed eventualmente annientarle.

Avatar utente
ciccio
Massimo Carbone
Messaggi: 15518
Iscritto il: mar ago 28, 2007 4:33 pm
Località: vagabondo

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda ciccio » mer nov 16, 2016 11:21 pm

faccio finta di non aver letto :-?
approccio concreto e pragmatico, frutto di esperienze, anche pesanti, maturate sul campo in contrapposizione con l'attitudine salottiera di questi utenti, perfettamente in linea con tanto mondo internettiano fatto di presunti esperti da tastiera. (cit.)

ludega
Illuminato
Messaggi: 3995
Iscritto il: lun lug 25, 2005 1:12 pm
Località: Milano

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda ludega » mer nov 16, 2016 11:25 pm

Nickognito ha scritto:non ha perso da Djokovic perche' lo ha battuto in semifinale, e quel Cilic era a livelli superiori, anche Federer ci aveva perso 3 set a 0.


Tutto quello che vuoi, ma resta una grande occasione che secondo me si è giocato al di sotto delle sue possibilità. Secondo me oggi tecnicamente meritava di vincere eppure alla fine sui punti pesanti ha giocato meno bene di Murray. Che poi Murray sia in uno stato di grazia psicologico è palese però 2/11 sulle palle break, insomma, si poteva far meglio...

Avatar utente
eddie v.
FooLminato
Messaggi: 12089
Iscritto il: mer dic 02, 2009 11:01 am

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda eddie v. » mer nov 16, 2016 11:27 pm

Nishikori è forte, a me piace. Un fiero e leale combattente giapponese, con dei bei colpi.
Ma Wawrinka, quando ci si mette, è un panzer...
Aveva una mente così ristretta che riusciva a guardare dal buco della serratura con tutti e due gli occhi.

ludega
Illuminato
Messaggi: 3995
Iscritto il: lun lug 25, 2005 1:12 pm
Località: Milano

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda ludega » mer nov 16, 2016 11:40 pm

Con la vittoria di Wawrinka, si prospetta un super incontro tra lui e Murray in terza giornata. Girone che si conferma di livello ben superiore all'altro. Non sono nemmeno sicuro che Cilic sia fuori perché con vittoria in 2 set sua e in due set di Murray, rientrerebbe forse come secondo. Però non ho fatto i conti

Avatar utente
loveboat
Saggio
Messaggi: 7454
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda loveboat » mer nov 16, 2016 11:42 pm

eddie v. ha scritto:Wawrinka, quando ci si mette, è un panzer...

Giocatore non intelligentissimo, però, Wawrinko
Tutto verde su tennistalker

PINDARO
Picchiatore professionista
Messaggi: 59106
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda PINDARO » mer nov 16, 2016 11:46 pm

eddie v. ha scritto:Ma Fognini, quando ci si mette, ha una panzer...

Avatar utente
Burian siberiano
Saggio
Messaggi: 8310
Iscritto il: mar lug 28, 2009 11:22 am
Località: TERAMO

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda Burian siberiano » mer nov 16, 2016 11:51 pm

ludega ha scritto:Con la vittoria di Wawrinka, si prospetta un super incontro tra lui e Murray in terza giornata. Girone che si conferma di livello ben superiore all'altro. Non sono nemmeno sicuro che Cilic sia fuori perché con vittoria in 2 set sua e in due set di Murray, rientrerebbe forse come secondo. Però non ho fatto i conti

Cilic è fuori essendo 0 a 4
Il giorno in cui Federer appenderà la racchetta al chiodo capiremo la differenza.Quelli che si commuoveranno saranno coloro che amano il tennis.Tutti gli altri no.Tutti gli altri avranno visto sempre e solo due persone che si scambiano una pallina gialla.

ludega
Illuminato
Messaggi: 3995
Iscritto il: lun lug 25, 2005 1:12 pm
Località: Milano

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda ludega » mer nov 16, 2016 11:54 pm

Burian siberiano ha scritto:
ludega ha scritto:Con la vittoria di Wawrinka, si prospetta un super incontro tra lui e Murray in terza giornata. Girone che si conferma di livello ben superiore all'altro. Non sono nemmeno sicuro che Cilic sia fuori perché con vittoria in 2 set sua e in due set di Murray, rientrerebbe forse come secondo. Però non ho fatto i conti

Cilic è fuori essendo 0 a 4


Pensavo che un 2-4 come Wawrinka potesse rientrare col numero dei games ma probabilmente sbaglio. Ad ogni modo l'eliminazione di Cilic rende ancora più pesante la sfida tra Murray e Wawrinka sia per la qualificazione che per i possibili incroci in semifinale....

Avatar utente
Burian siberiano
Saggio
Messaggi: 8310
Iscritto il: mar lug 28, 2009 11:22 am
Località: TERAMO

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda Burian siberiano » gio nov 17, 2016 12:13 am

ludega ha scritto:
Burian siberiano ha scritto:
ludega ha scritto:Con la vittoria di Wawrinka, si prospetta un super incontro tra lui e Murray in terza giornata. Girone che si conferma di livello ben superiore all'altro. Non sono nemmeno sicuro che Cilic sia fuori perché con vittoria in 2 set sua e in due set di Murray, rientrerebbe forse come secondo. Però non ho fatto i conti

Cilic è fuori essendo 0 a 4


Pensavo che un 2-4 come Wawrinka potesse rientrare col numero dei games ma probabilmente sbaglio. Ad ogni modo l'eliminazione di Cilic rende ancora più pesante la sfida tra Murray e Wawrinka sia per la qualificazione che per i possibili incroci in semifinale....
Si ma il giapponese massimo fa 3 a 4..quindi nel caso passerebbe lui come secondo. Se la giocano in 3 ma a questo punto credo che stan sia costretto a vincere 2 set a 0 se vince sushikori in 2 set contro cilic
Il giorno in cui Federer appenderà la racchetta al chiodo capiremo la differenza.Quelli che si commuoveranno saranno coloro che amano il tennis.Tutti gli altri no.Tutti gli altri avranno visto sempre e solo due persone che si scambiano una pallina gialla.

ThePiper
Saggio
Messaggi: 8853
Iscritto il: gio lug 21, 2011 6:01 pm

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda ThePiper » gio nov 17, 2016 12:15 am

ludega ha scritto:Si parla che con Nadal a Madrid stava per vincere e si è rotto come si è rotto in altre mille occasioni secondo me anche per la tensione nei tornei importanti, e la finale Slam non l'ha persa con Wawrinka né con Djokovic né con Murray, l'ha persa con Cilic 3 set a 0. Gli manca un minimo di fiducia in sé stesso e un filo di calma nei grandi match, inteso contro i grandi avversari.


Si pure con Joao Sousa a Tokyo. Purtroppo ha dolori di stomaco e nei momenti di tensione inizia a fare come Nevenez agli appuntamenti galanti #1#

ludega
Illuminato
Messaggi: 3995
Iscritto il: lun lug 25, 2005 1:12 pm
Località: Milano

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda ludega » gio nov 17, 2016 12:26 am

ThePiper ha scritto:Si pure con Joao Sousa a Tokyo. Purtroppo ha dolori di stomaco e nei momenti di tensione inizia a fare come Nevenez agli appuntamenti galanti #1#


Ma anche nella finale per il bronzo a Rio con Nadal semovente ha rischiato di perdere un match già vinto dove era tipo 6-2 5-2 o qualcosa del genere...

Non sapevo che conoscessi Nevenez così bene! :D :D

Avatar utente
fabio86
Massimo Carbone
Messaggi: 36268
Iscritto il: gio lug 23, 2009 6:53 pm
Località: The Island

Re: Il Masters al tempo della Brexit.

Messaggioda fabio86 » gio nov 17, 2016 12:04 pm

Dai, finalmente due buone partite ieri.
Niente di eccezionale ma lotta e qualche sprazzo di ottimo tennis.
Girone di Murray che come si sapeva si dimostra molto più interessante con un'ultima giornata ancora importante.
Occhio a Wawrinka se decide di giocare.
L'unico che Djokovic vorrebbe assolutamente evitare in semi.


Torna a “Tornei ATP & WTA”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti