Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Discussioni e approfondimenti sui risultati dei giocatori italiani in giro per il mondo
Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 55893
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda tennisfan82 » ven ott 16, 2015 1:14 pm

Cipolla e Fabbiano in semifinale a Ho Chi Minh
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Avatar utente
tuborovescio
Saggio
Messaggi: 8584
Iscritto il: mer dic 17, 2008 5:30 pm
Località: Colorado

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda tuborovescio » ven ott 16, 2015 1:58 pm

tennisfan82 ha scritto:Cipolla e Fabbiano in semifinale a Ho Chi Minh



Avatar utente
madmarat
Massimo Carbone
Messaggi: 23724
Iscritto il: ven giu 01, 2007 1:03 pm
Località: ovunque...ma nn qui
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda madmarat » ven ott 16, 2015 2:22 pm

Nella posizione di classifica di Fabbiano non si va avanti nemmeno vincendo challenger! :o

A Thomas entrano 27 punti con queste semifinali e guadagna solo 8 posti (162). Per entrare nel 150 ci vogliono più di 50 punti. E tra il 152 ed il 151 ci sono 27 punti di differenza!!! :o

Avatar utente
tuborovescio
Saggio
Messaggi: 8584
Iscritto il: mer dic 17, 2008 5:30 pm
Località: Colorado

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda tuborovescio » ven ott 16, 2015 2:26 pm

madmarat ha scritto:Nella posizione di classifica di Fabbiano non si va avanti nemmeno vincendo challenger!


ma come, pare sia così facile salire in classifica coi vari pippe tour! #100#

Comunque ha battuto Granollers :o

Avatar utente
_Matt87_
Massimo Carbone
Messaggi: 18745
Iscritto il: gio nov 23, 2006 12:26 pm
Località: Edmonton

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda _Matt87_ » ven ott 16, 2015 6:32 pm

Lasciando un attimo da parte le questioni prettamente tecniche a Fabbiano e compagnia manca la continuità dimostrata da un Cecchinato della situazione. A quel punto nei 100 ci entri, ma ti devi fare un bel mazzo e puoi toppare pochissimi tornei. Per dire Fabbiano quest'anno tra maggio e luglio non ha combinato quasi nulla.
Reputo comunque questa stagione positiva per molte delle seconde linee/nuovi volti.
Fabbiano, Arnaboldi, Vanni, Cecchinato, Donati, Caruso, Bellotti, Gaio, Mager etc hanno tutti mostrato progressi e di fatto ritoccato i best ranking. Poi per salire servono mezzi/mentalità/continuità e qui ovviamente iniziano i problemi, chi per una cosa, chi per un'altra.

Avatar utente
_Matt87_
Massimo Carbone
Messaggi: 18745
Iscritto il: gio nov 23, 2006 12:26 pm
Località: Edmonton

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda _Matt87_ » dom ott 18, 2015 4:20 pm

Gaio al turno di qualificazione nell' atp di Stoccolma dopo aver superato Petzschner in due set. Ora si gioca il draw con Ante Pavic.

Avatar utente
_Matt87_
Massimo Carbone
Messaggi: 18745
Iscritto il: gio nov 23, 2006 12:26 pm
Località: Edmonton

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda _Matt87_ » lun ott 19, 2015 3:18 pm

Perso in due set tirati. Peccato perchè era una buona occasione...Pavic credo venga da un infortunio, vale molto più della sua classifica ma rimaneva un avversario alla portata.

Avatar utente
madmarat
Massimo Carbone
Messaggi: 23724
Iscritto il: ven giu 01, 2007 1:03 pm
Località: ovunque...ma nn qui
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda madmarat » mer nov 04, 2015 4:44 pm

Gaio ha battuto Berankis, indoor. Mah, Federico è proprio un giocatore strano... :)

Avatar utente
_Matt87_
Massimo Carbone
Messaggi: 18745
Iscritto il: gio nov 23, 2006 12:26 pm
Località: Edmonton

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda _Matt87_ » mar nov 17, 2015 10:23 am

A Brescia buonissima vittoria di Caruso contro Ymer. C'è stato il rischio di vedere un secondo turno contro Mager, ma alla fine ha avuto la meglio Dustin Brown. I segnali di crescita di Gianluca sono in ogni caso evidenti. Nello stesso spot Arnaboldi approfitta del ritiro di Youzhny.
Il tabellone mi sembra di buonissimo livello per essere un challenger nemmeno troppo ricco.

Avatar utente
madmarat
Massimo Carbone
Messaggi: 23724
Iscritto il: ven giu 01, 2007 1:03 pm
Località: ovunque...ma nn qui
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda madmarat » mar nov 17, 2015 10:34 am

Le seconde linee hanno quasi tutte fatto un deciso passo in avanti in classifica quest'anno, anche diversi giovani.

Alla fine dei challenger italiani farò una tabella comparativa, se ho tempo :)

Avatar utente
madmarat
Massimo Carbone
Messaggi: 23724
Iscritto il: ven giu 01, 2007 1:03 pm
Località: ovunque...ma nn qui
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda madmarat » dom gen 03, 2016 3:20 pm

Grazie alla mirata scelta dei tornei a cui partecipare, Fabbiano supera le quali a Chennai e Napolitano a Noumea (battendo niente di meno che Becuzzi :D )

Avatar utente
YesWeCan91
Illuminato
Messaggi: 4335
Iscritto il: mer giu 18, 2008 11:17 am

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda YesWeCan91 » gio gen 07, 2016 2:00 pm

Due set a zero al 38 del mondo...poi insomma Muller sul veloce :o
"(...)Style is a difference, a way of doing, a way of being done.
Six herons standing quietly in a pool of water, or you, walking
out of the bathroom naked without seeing me."

Avatar utente
madmarat
Massimo Carbone
Messaggi: 23724
Iscritto il: ven giu 01, 2007 1:03 pm
Località: ovunque...ma nn qui
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda madmarat » gio gen 07, 2016 2:04 pm

8)

Avatar utente
madmarat
Massimo Carbone
Messaggi: 23724
Iscritto il: ven giu 01, 2007 1:03 pm
Località: ovunque...ma nn qui
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda madmarat » dom mar 13, 2016 12:04 pm

Seconda vittoria challenger in carriera per Fabbiano e primi 100 ad un passo.

Avatar utente
loveboat
Saggio
Messaggi: 8934
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda loveboat » dom mar 13, 2016 12:13 pm

Ora Nevenez gli apre il topic: "Fabbiano, chi va piano va sano e va lontano"?
Tutto verde su tennistalker

Avatar utente
_Matt87_
Massimo Carbone
Messaggi: 18745
Iscritto il: gio nov 23, 2006 12:26 pm
Località: Edmonton

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda _Matt87_ » lun apr 04, 2016 8:00 pm

A Napoli bene Mager contro Struff

Avatar utente
YesWeCan91
Illuminato
Messaggi: 4335
Iscritto il: mer giu 18, 2008 11:17 am

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda YesWeCan91 » lun apr 04, 2016 8:16 pm

_Matt87_ ha scritto:A Napoli bene Mager contro Struff


Direi molto bene,certo il 2016 di Struff fino ad ora abbastanza scadente.
"(...)Style is a difference, a way of doing, a way of being done.
Six herons standing quietly in a pool of water, or you, walking
out of the bathroom naked without seeing me."

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 20731
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda NNick87 » lun apr 04, 2016 8:19 pm

YesWeCan91 ha scritto:
_Matt87_ ha scritto:A Napoli bene Mager contro Struff


Direi molto bene,certo il 2016 di Struff fino ad ora abbastanza scadente.


Mi pare che con Struff tutti ottengano belle vittorie :D
Non so se è sopravvalutato lui, oppure se è un giocatore super discontinuo.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Avatar utente
madmarat
Massimo Carbone
Messaggi: 23724
Iscritto il: ven giu 01, 2007 1:03 pm
Località: ovunque...ma nn qui
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda madmarat » dom apr 24, 2016 11:26 am

Caruso ha battuto Montanes ad Estoril...

Avatar utente
tuborovescio
Saggio
Messaggi: 8584
Iscritto il: mer dic 17, 2008 5:30 pm
Località: Colorado

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda tuborovescio » dom apr 24, 2016 11:28 am

madmarat ha scritto:Caruso ha battuto Montanes ad Estoril...


non poteva essere altrimenti là dove il mare luccica :D

Avatar utente
alfius
Gran Maestro
Messaggi: 1466
Iscritto il: ven mar 24, 2006 2:04 pm
Località: Trastevere

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda alfius » ven apr 29, 2016 1:50 pm

Napolitano in semifinale al Challenger di Ostrava, partendo dalle qualificazioni. Ho visto qualche spezzone di partita, e devo dire che è migliorato parecchio rispetto all'anno scorso. Servizio e rovescio sono colpi potenti, il diritto un po' meno falloso, e cerca spesso la rete, con risultati apprezzabili.
C'è di che sperare.
Non pretendo di capire la legge di Brannigan, la impongo soltanto. (Zapp Brannigan)

Avatar utente
madmarat
Massimo Carbone
Messaggi: 23724
Iscritto il: ven giu 01, 2007 1:03 pm
Località: ovunque...ma nn qui
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda madmarat » mar mag 03, 2016 5:36 pm

Boom! Pellegrino batte Zeballos...

Avatar utente
madmarat
Massimo Carbone
Messaggi: 23724
Iscritto il: ven giu 01, 2007 1:03 pm
Località: ovunque...ma nn qui
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda madmarat » mer mag 04, 2016 3:00 pm

madmarat ha scritto:Boom! Pellegrino batte Zeballos...


E quarti meritatissimi al Garden. Gioca davvero bene il pugliese, un piccolo Fognini, ma con la testa normale :D

Avatar utente
loveboat
Saggio
Messaggi: 8934
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda loveboat » mer mag 04, 2016 3:28 pm

madmarat ha scritto:
madmarat ha scritto:Boom! Pellegrino batte Zeballos...


Gioca davvero bene il pugliese, un piccolo Fognini

Ancora più piccolo di Fognini? E che è... un metro e mezzo?
Tutto verde su tennistalker

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 20731
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda NNick87 » mer mag 04, 2016 8:26 pm

madmarat ha scritto:
madmarat ha scritto:Boom! Pellegrino batte Zeballos...


E quarti meritatissimi al Garden. Gioca davvero bene il pugliese, un piccolo Fognini, ma con la testa normale :D


Segnalato in tempi non sospetti. 8)
È molto sorpreso di questi risultati che non arrivavano.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Avatar utente
Speedy
Saggio
Messaggi: 7445
Iscritto il: mer ago 30, 2006 10:45 am
Località: torino

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda Speedy » gio mag 05, 2016 12:48 pm

non ditelo a Klaus
Forza Panino!

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 20731
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda NNick87 » ven mag 06, 2016 1:08 pm

64 al terzo dallo "zingaro di merda" (cit.).
Peccato, gli è mancato un po' di esperienza nel classico 7° gioco del terzo set. Per il resto del match ci ha giocato sostanzialmente alla pari. Gran bel torneo comunque.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Avatar utente
madmarat
Massimo Carbone
Messaggi: 23724
Iscritto il: ven giu 01, 2007 1:03 pm
Località: ovunque...ma nn qui
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda madmarat » ven mag 06, 2016 5:36 pm

A tratti è ingiocabile...i risultati dei mesi scorsi non facevano supporre questo livello.

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 20731
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda NNick87 » ven mag 06, 2016 6:25 pm

madmarat ha scritto:A tratti è ingiocabile...i risultati dei mesi scorsi non facevano supporre questo livello.


Ripeto erano i risultati ad essere strani. Perché già lo scorso anno per me poteva giocarsela con dei top300. Poi certo la differenza sta nella continuità all'interno della partita.

Comunque lo "zingaro" ha dato 64 63 a Vesely.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Avatar utente
babaoriley
Saggio
Messaggi: 9796
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda babaoriley » mar mag 10, 2016 8:33 pm

Scanagatta spara a zero sulla situazione tennistica italica (niente di nuovo sotto il sole, i recenti risultati sono sotto gli occhi di tutti ma stavolta ci va giù pesante in particolar modo contro una stampa secondo lui azzerbinata a mamma Fit).

Un disastro annunciato eppur viene taciuto. Si salva solo Seppi. Gestione tecnica scellerata

ROMA ATP/WTA – E Andreas Seppi ha 32 anni. Ma chi c’è dietro a lui e alle quattro pensionate-pensionande? Il grande bluff, macchè grande bellezza. Dal caso Errani al caso Moroni. Il silenzio assordante della stampa. Uno scandalo.

Una volta mi sono sentito dire una cosa che mi ha fatto infuriare: “Se gli italiani perdono tu sei contento!”
A dirmelo era una persona che di fondo considero una buona persona, pur con il difetto di essere più realista del re (il re sardo) e quindi ai miei occhi assolutamente incapace di essere obiettivo.
Quella frase è talmente sciocca, che allora mi misi le mani nei capelli che non ho e mi rifiutai lì per lì di commentarla.
Perché è sempre stato vero il contrario. Anzi, semmai a volte la mia reazione è stata quella tipica dell’innamorato deluso, quasi tradito, di quello che sogna sempre sorprese azzurre e si imbatte invece troppo spesso in delusioni azzurre. Quante volte mi sono alzato dal mio posticino in tribuna stampa dicendo “Mai una gioia!”, quando si era sfiorata un’affermazione purtroppo svanita.
Sono stato l’uomo più felice del mondo il 10 settembre scorso quando Roby Vinci e Flavia Pennetta si qualificarono per la finale dell’US Open. Ero orgoglioso di loro, come tanti italiani, e felicissimo anche per i risultati straordinari di contatti per Ubitennis.
E sempre son stato felicissimo quando i tennisti italiani, dal ’70 in poi e sotto i miei occhi, hanno colto un exploit. Lo avrò scritto mille volte, ma evidentemente non è bastato.
Anche un idiota dovrebbe capire che per un sito italiano di tennis qualunque vittoria italiana porta contatti, clic. E anche che qualunque intervista, anche banale, di un italiano in gara ha i suoi lettori, i suoi clic. Quando i tennisti italiani hanno perso – dovreste saperlo – se ne vanno. Tornano a casa o vanno in un’altra città, ad allenarsi o a partecipare ad un altro torneo. E di interviste non ne fanno più.
Quindi sia per cuore sia per portafogli come potrei mai essere contento quando gli italiani perdono? Sarei un grosso imbecille e anche peggio.
Reagisco però in modo furibondo, perchè proprio non lo sopporto, quando i “politici” di turno ci raccontano le solite balle. Le ho sentite dai tempi di Gigi Orsini, di Giorgio Neri, di Paolo Galgani, di Francesco Ricci Bitti, di commissari vari, di Angelo Binaghi che è forse il più sfacciato di tutti nel proclamare i grandi successi italiani, nell’affidare ora alla Bocconi e ora alla Luiss (ma sempre coinvolgendo uno stesso professore) delle ricerche ben remunerate che testimoniano l’eccellente lavoro di promozione compiuto.
Chi più chi meno ha sempre raccontato agli italiani come il proprio fosse “un grande momento per il tennis italiano”.
Intendiamoci, non è che io sia così ingenuo da non capire che il loro ruolo non è quello di essere sinceri nel dipingere una situazione. Soprattutto quando è fortemente negativa.
I politici, mica solo Binaghi, devono sempre far capire che loro hanno fatto bene, che meritano la fiducia di chi li ha votati, di chi li voterà, per poter restare sulle loro poltrone il più a lungo possibile. Difatti riescono ad abbindolare la maggior parte di coloro che li ascoltano.
È umano che sia così, però non bisognerebbe esagerare nel prendere chi ti ascolta per… il naso. Perché non tutti ci hanno l’anello a quel naso.

Oggi, prima vera giornata dell’unico importante torneo sopravvissuto in Italia – difettuccio gestionale mica da poco: in Germania, in Francia, in Spagna, in Inghilterra, in Oriente, in America e in Australia non è così – gli addetti ai lavori non dovrebbero in effetti manifestare alcuna vera sorpresa nel constatare che al di là dei proclami “politici” – che ho avuto la ventura di sentire anche stamani nei cinque minuti in cui mi sono sintonizzato su Supertennis (“È un periodo di grandi successi per il tennis italiano, viviamo un momento di grande espansione sotto tutti i profili”…e voi indovinate chi ha pronunciato queste frasi) – la situazione tecnica del tennis italiano è la seguente:
come nel 2014 qui a Roma un solo giocatore (allora fu Bolelli, stavolta è il trentaduenne Seppi) ha passato il primo turno agli Internazionali BNL d’Italia dei cinque uomini scesi finora in campo: Fognini, Cecchinato, Caruso, Sonego (devono ancora disputare il primo round Volandri con Ferrer e Lorenzi con Bautista Agut…ed è onestamente difficile essere ottimisti).
Tre donne (Errani, Schiavone e Knapp) hanno giocato e tre hanno perso. Devono ancora giocare la McHale con la Giovine – non la vedo bene…anche se la McHale sulla terra rossa non è un fenomeno – mentre la Vinci gode di un bye prima di imbattersi in chi passerà il primo turno fra Larsson e Konta.
L’anno scorso i promossi al secondo turno in campo maschile erano stati due, Fognini e Donati; negli ultimi anni mai più di tre, ma poi sempre eliminati subito o quasi subito. Volandri, semifinalista nel 2007, e sono passati 9 anni, è stato il solo a fare strada.
Una volta ribadito che a) i nostri tennisti in tabellone, salvo Fognini, non avevano classifiche “promettenti” e quindi non potevamo aspettarci chissà che (Sonego 333 Atp, 251 Caruso, 119 Cecchinato) e che b) sulla forma di Fognini e anche di Seppi, reduci da infortuni, non si poteva giurare, credo sia mio precipuo dovere sottolineare (senza alcuna soddisfazione ahimè) che la situazione del tennis italiano è semitragica.
Non esagero. In campo maschile non abbiamo nessuno giocatore fra i primi 30, Fabio Fognini, 29 anni e n. 31 nel ranking di questo lunedì è di fatto già n.32 nella migliore delle ipotesi perchè un anno fa qua aveva perso al terzo turno e perde 80 punti. Potrebbe non essere testa di serie a Parigi e se è vero, come ci ha spiegato serenamente Fabio, che dai primi 10 del mondo in poi nessuno delle altre 22 teste di serie potrebbe rallegrarsi di incontrarlo…è anche vero però che un sorteggio maligno potrebbe fin dal primo turno metterlo di fronte anche ad un top-ten. E a quel punto sarebbe lui a non rallegrarsi. Almeno credo.
Insomma, con tutto il rispetto per il pensiero di Fabio che relativizza, teorizzare che è meglio non essere testa di serie è un errore. Che poi possa non essere una tragedia…beh certo, come non essere d’accordo? Ci mancherebbe.
Fabio è ancora relativamente giovane, si è tolto un sacco di soddisfazioni, è arrivato ad essere n.13 del mondo, ha guadagnato un sacco di soldi ad un’età in cui la maggior parte dei nostri giovani cerca disperatamente un lavoro ben retribuito. Sa che continuerà a guadagnarli finché giocherà a tennis e poi, come è successo a tanti, diventerà perfino opinionista televisivo. Nel frattempo avrà sposato una brava e bella ragazza come Flavia Pennetta, avrà forse messo a mondo un paio di figli…perché mai dovrebbe fare una tragedia per qualche sconfitta in più?
Difatti non la fa. Mi è parso fin troppo chiaro che per lui ormai nessuna sconfitta sia una vera tragedia, a giudicare dal modo in cui si divertiva beato pochi minuti dopo la sconfitta con Garcia Lopez (n.51 del mondo e non un top-ten) a giocare con Florenzi, De Rossi, Totti e compagnia romanista nello spettacolo circense ospitato sul Pietrangeli… mentre i giornalisti erano costretti ad attendere dalle 18 alle 21 la sua conferenza stampa. Vi assicuro che a Wimbledon o al Roland Garros una cosa del genere non l’avrebbero permessa. Ma da noi, nessuno si è preoccupato della cosa. I giornali dovevano chiudere presto? Peggio per loro. Chissenefrega delle loro esigenze.
È anche giusto che Fabio non si turbi più di tanto per una sconfitta. La vita continua.
Osservo soltanto che se le sconfitte non bruciano davvero tanto, diventa difficile, improbabile, che uno si metta d’impegno per evitarne altre. Se va… va, se non va… pazienza. Con questo approccio filosofico raramente si fanno grandi risultati.
Alle sue sconfitte, ci crediate o meno, ci rimaniamo, ogni volta, invece peggio noi. Noi che – sempre secondo quella brava persona cui accennavo all’inizio di questo articolo – saremmo contenti quando gli italiani perdono. Vabbè…lasciamo perdere.

Torno al concetto che non sentirete mai esprimere in questi giorni da alcun giornalista di Supertennis, della Rai, di Sky…perché non possono ahiloro permettersi di farlo presente (leggete a questo proposito il mio precedente editoriale sulla crisi del giornalismo).
Fognini ha 29 anni, Seppi 32, Lorenzi 34, Volandri quasi 35. Dietro di loro c’è Cecchinato che è n.119 a 24 anni, non proprio un pischello, né un vero talento baciato da Madre Natura. Dove può arrivare? C’è chi scommetterebbe che entrerà fra i primi 30 del mondo? Mah…
Dietro c’è il deserto dei tartari e se chiedi, come ho chiesto oggi a Andreas Seppi cosa mai farebbe lui – che il nostro piccolo mondo del tennis lo conosce bene – per uscire da questo impasse, lui ti risponde: “Eh non lo so, non saprei, è una domanda difficile, prova a sentire il mio coach Massimo Sartori…”. Ehi, anche lui mica può dire che questo sistema non va, che è tutto da rifare! E chi lo dice? Nessuno.

L’altro giorno ho incontrato Vittorio Magnelli, a lungo tecnico federale a Latina, ex marito di Sandrine Testud e gli ho chiesto se avesse per le mani, lui tecnico del TC Parioli, qualche giovane promettente, ma mi ha fatto cascare le braccia quando mi ha risposto: “Beh, abbiamo Moroni, classe 1998, che è bravo, ha un buon potenziale. Purtroppo l’anno scorso l’abbiamo mandato al centro tecnico di Tirrenia e… ha perso un anno!”
Quest’anno Moroni si allena a Bordighera nella struttura messa in piedi da Riccardo Piatti (che però non c’è quasi mai, perché deve stare dietro alla sua gallina dalle uova d’oro, Milos Raonic).
Siamo messi così, in campo maschile.

E in quello femminile stiamo perfino messi peggio, sebbene possa apparire incredibile, dopo che 4 ragazze sono arrivate fra le top-ten. I nomi li sapete, come sapete che sono ragazze che – come si diceva una volta – si sono fatte da sole. Genitori, sacrifici, rischi, estero. Con la FIT che è venuta a raccogliere negli ultimi anni quello che loro, le loro famiglie, i loro coach avevano seminato rischiando in proprio. Il caso Errani con il suo Lozano è il più eclatante, ma anche per le altre storie soltanto chi abbia una gran faccia tosta potrebbe dichiarare che “sono prodotti federali”. Il che non significa che in questi ultimi anni la FIT non le abbia aiutato, con soldi, assistenze, e servizi di vario tipo. Assicurandosi così eterna gratitudine, perfino da chi per anni si era sentito parecchio abbandonata a se stessa. Non ce lo dirà mai più state tranquilli. Ma io ho buona memoria. Mi ricordo quasi più le cose più lontane nel tempo, come molti anziani, che quelle recenti. Ricordo quello che mi raccontavano le ragazze quando non erano ancora famose e “corteggiate”, nonché gli sfoghi dei loro genitori.

Chiudo dicendo quanto già scritto recentemente: dietro di loro, ormai pensionate e prepensionande, c’è il vuoto più sconfinato. Da zona top 100 si sprofonda per più di 170 posti al 275, al 285 e giù giù fino al 500.
E la nostra federazione è una delle più ricche d’Europa e quindi del mondo, anche se – come sostengo invano da anni e naturalmente tanti pensano che io lo sostenga per partito preso – quei soldi li spende male, malissimo. Altrimenti non ci troveremmo in questa situazione tecnica nella quale non abbiamo né giocatori maschi né giocatrici femmine di un livello internazionale dignitoso. Almeno avessimo formato dei coach di gran livello. Io non ne conosco. E le nostre ragazze nemmeno, altrimenti non sarebbero andate regolarmente a cercarseli all’estero, Errani, Pennetta, Schiavone o – come Roberta – dando fiducia a tecnici che con la FIT non avevano fatto alcuno “stage”. Quinzi, a parte una deludente parentesi con Petrazzuolo, ha cercato disperatamente un coach dappertutto fuorchè in Italia. Se non è un fallimento tecnico anche questo che cos’è?
Si è spesso scritto che il tennis maschile è ipercompetitivo. Ma anche che quello femminile proprio non lo è. E allora qualcuno in buona fede mi spiegare perché fra le prime 275 tenniste del mondo non c’è un solo prodotto tecnico uscito dal nostro glorioso sistema federale?
Su una cosa la FIT di Binaghi è stata certamente grandiosa: nell’appiattire la critica. Non c’è un giornale, o quasi, che scriva le cose che ho appena scritto. Sembrano tutti entusiasti. Il tennis italiano vive un momento felicissimo, evviva, continuiamo così. Un grande bluff incredibilmente e colpevolmente diffuso. Tutto va bene madama la Marchesa ma…
L’importante non è ammettere i propri errori e cercare di rimediare. L’importante semba essere compiere altre battaglie, ostacolare chi ti critica, cancellare i risultati di Panatta del quale non bisogna parlare e difatti nessun giornale ne parla, come se celebrare i suoi risultati sportivi volesse significare avallare altre sue pecche comportamentali (anche punite da sentenze) quando da tennista si è riciclato dirigente.

Alla fine viene il dubbio anche a me. Ma non sarà che sono davvero io che mi sbaglio e hanno ragion tutti gli altri che plaudono quotidianamente a questa gestione scellerata che dopo 16 anni in un Paese di 60 milioni di abitanti e di 3500 circoli con l’incredibile aumento di tesserati che ci viene sbandierato ogni due per tre (sottacendo che si tesserano anche i giocatori di burraco e i bambini dei circuiti per bebè…ma questo è un altro bluff su cui nessuno ha voglia di soffermarsi e approfondire) non ha prodotto un solo giocatore né una minima base di una dozzina di giocatori e giocatrici fra i primi 150 del mondo, fra i primi 200, fra le prime 250?

I risultati di Roma e degli Internazionali d’Italia sorprendono ancora qualcuno? Me no di certo. Sono proprio curioso di vedere la rassegna stampa di oggi. Leggetela anche voi. Noi la pubblichiamo tutti i giorni. E sappiatemi dire se sono sempre l’unica Cassandra.

Avatar utente
Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 42484
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda Johnny Rex » mar mag 10, 2016 9:55 pm

Sapete che non mi piace molto, ma sul tema ha pienamente ragione.
tanto, tanto fumo ,malgrado un po' di arrosto vi sia stato (i grandi successi femminili, un maschile comunque dignitoso )

F.F.
"E rivelo qui un dato preoccupante. Mi tocca pensare a balbysauro diverse volte al giorno. Ormai, e' una schiavitu' "

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 55893
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda tennisfan82 » mer mag 11, 2016 1:43 pm

Condivido tutto, comunque quando gli italiani perdono non è vero che gli dispiace :D
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome

Avatar utente
loveboat
Saggio
Messaggi: 8934
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda loveboat » mer mag 11, 2016 2:06 pm

E' vero che il tennis italiano è in un momento piuttosto felice.

Donne che si issano nelle top ten, vincono slam e Coppe Davis (ok, Federation Cup), uomini che vincono tornei Atp, battono mostri sacri e fanno capolino nei primi venti.
Movimento in ascesa, tv che trasmettono tennis a tutto spiano, Supertennis fa conoscere il nostro sport anche ai non addetti ai lavori.
Molti amici e conoscenti, sapendo che gioco a tennis, mi sciorinano nomi e risultati come se fossero competenti veri, in realtà sono poco più che simpatizzanti del nostro sport, ma con Supertennis sempre sotto il naso.

Nei circoli si cominciano a vedere ragazzini forti, che si iscrivono a tutti i tornei e finalmente battono anche i 4.1 quarantenni. In Coppa Italia sono sempre stato in squadre con gente della mia età, ora gli Under premono per giocare con noi.
I campi da tennis venivano lasciati andare in malora o sostituiti da piscine e campi da calcetto. Ora spuntano campi da tennis nuovi un po' dappertutto.
Nei pullman o nei viaggi per vedere i tornei Atp, i giovani sono sempre di più e sempre più appassionati. Una volta mi sembrava di vivere la mia passione per il tennis quasi da solo o, al limite, insieme a un sempre più ristretto numero di appassionati, quasi nostalgici dei bei tempi andati e quasi rassegnati a uno sport che sembrava, almeno qui in Italia, sempre più in declino.

Tutto questo (per fortuna) non è più.

Magari non sarà tutto merito della Federazione (almeno per quanto riguarda la formazione tecnica dei nostri), però io ci vedo più meriti che demeriti.
Vai Binaghi

(ps: Panatta escluso? Mi pare che si sia un po' escluso da solo. Adriano mi piace umanamente e mi è molto simpatico, ma non pare gliene freghi granchè del tennis, almeno da quando non gioca più... e non ce lo vedo come elemento trainante del nostro sistema.
Sarà la sua naturale indolenza romanaccia, ma sembra più un demotivatore che un motivatore, ahah)
Tutto verde su tennistalker

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 19398
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda laplaz » mer mag 11, 2016 5:34 pm

Johnny Rex ha scritto:Sapete che non mi piace molto, ma sul tema ha pienamente ragione.
tanto, tanto fumo ,malgrado un po' di arrosto vi sia stato (i grandi successi femminili, un maschile comunque dignitoso )

F.F.


Anche a me Scanagatta non mi fa impazzire, un po' troppo pieno di sè per i miei gusti, ma effettivamente ha ragione.
Le donne hanno fatto cose impensabili, fenomenali, ma è evidente che in questo la Federazione centri zero, ed è un po' fastidioso che insistano a prendersene i meriti.
Secondo me qualcosa di buono la FIT sta anche cercando di farlo, più che altro a livello di promozione e di diffusione del tennis, ma come risultati siamo lontani anni luce da quanto è in grado di fare, per dirne una, la Francia, che seppur senza un vero campione (che quello più che altro ti capita, non lo puoi costruire) è riuscita a generare una pletora di tennisti di seconda fascia veramente impressionante.

Avatar utente
Lazzaro_Santandrea
Membro
Messaggi: 310
Iscritto il: mer ago 29, 2001 2:00 am
Località: Borgosesia (Vc)

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda Lazzaro_Santandrea » dom mag 15, 2016 11:53 pm

Iniziano già domani le qualificazioni al Roland Garros. Fabbiano avrebbe lo spot più facile, ma su terra non ne vince mezza. Per quanto riguarda gli altri, vedo qualche remotissima chance solo per Arnaboldi, il resto tutti fuori di sicuro.

Avatar utente
ameba
FooLminato
Messaggi: 13337
Iscritto il: ven feb 08, 2002 1:00 am

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda ameba » mar mag 24, 2016 3:35 am

Ma mi posso spogliare su Napolitano vs. Brkic @ 1.87 a Vicenza ? :roll:

Macheccazz , Brkic , e dai su #100#
Solo l'amare, solo il conoscere conta, non l'aver amato, non l'aver conosciuto.
Dà angoscia il vivere di un consumato amore. L'anima non cresce piu'.
(P.P.P.)

Avatar utente
balbysauro
Massimo Carbone
Messaggi: 58284
Iscritto il: mer nov 28, 2007 6:53 pm
Località: Palermo

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda balbysauro » mar mag 24, 2016 7:28 am

ameba ha scritto:Ma mi posso spogliare su Napolitano vs. Brkic @ 1.87 a Vicenza ? :roll:

Macheccazz , Brkic , e dai su #100#


si trova anche sopra i 2.00

Avatar utente
ameba
FooLminato
Messaggi: 13337
Iscritto il: ven feb 08, 2002 1:00 am

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda ameba » mar mag 24, 2016 7:30 am

Giocato @ 2.13 al risveglio, speriamo bene :D
Solo l'amare, solo il conoscere conta, non l'aver amato, non l'aver conosciuto.
Dà angoscia il vivere di un consumato amore. L'anima non cresce piu'.
(P.P.P.)

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 119397
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda Nickognito » mar mag 24, 2016 8:18 am

ameba ha scritto:Ma mi posso spogliare su Napolitano vs. Brkic @ 1.87 a Vicenza ? :roll:

Macheccazz , Brkic , e dai su #100#


gioca in nazionale, di sicuro piu' agile dell' ex presidente.
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation
Beauty is truth, truth beauty, that is all ye know on earth, and all ye need to know.

Avatar utente
tennisfan82
Massimo Carbone
Messaggi: 55893
Iscritto il: mar lug 12, 2005 4:33 pm
Contatta:

Re: Focus sugli italiani in corsa nei tornei ATP

Messaggioda tennisfan82 » mar mag 24, 2016 7:45 pm

Napolitano ha fatto 4 games
Ti piace il doppio? Preferisco il threesome


Torna a “Tennis Italiano”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite