Doping Olimpico

Road to Rio 2016
Avatar utente
Apollo_Creed.
Massimo Carbone
Messaggi: 15488
Iscritto il: sab set 11, 2004 11:54 am
Località: Roma
Contatta:

Doping Olimpico

Messaggioda Apollo_Creed. » mer ago 08, 2012 2:51 pm

toh, vediamo se 'sto topic funziona :D

intanto...

Fabrizio Bocca su Repubblica

LONDRA – Ho seguito tutta la pubblica confessione di Alex Schwazer, la storia dell’Epo comprata in Turchia, il fatto di essersela iniettata in bagno dopo aver aspettato che la fidanzata Carolina fosse uscita di casa, la sua sofferenza per una vita fatta solo di fatica e monotonia, l’obbligo e la schiavitù di dover essere sempre l’uomo di Pechino, la grande attesa e la pressione per i risultati e così via. Alex, senz’altro, suscita molta comprensione: a tanti di noi può capitare di sbagliare, e anche in maniera grave, di fare atti sbagliati nella vita. Lui è giovane forse troppo, ancora immaturo per le grandi responsabilità di cui uno sportivo si deve far carico, prima fra tutte quella della consapevolezza di saper perdere e di saper accettare la sconfitta. Costi quello che costi, anche il proprio futuro professionale. Gli sportivi è noto devono crescere presto, e a 27 anni si ha l’obbligo di non perdere la testa.

Però ho anche visto la pervicacia con cui ha difeso la sua scelta di essersi rivolto a un luminare della scienza del trucco, facendolo passare come un grande preparatore atletico, lo stesso di Lance Armstrong. E ha poi ha ripetuto “Non ho nulla da nascondere”. No, nasconde e anche parecchie cose, purtroppo. Nessuno, ma proprio nessuno accredita l’idea che possa aver fatto tutto da solo. Il punto di questa storia, come di tutte le storie di doping del resto, è sempre lo stesso e del resto ne abbiamo discusso insieme fin da subito lunedì stesso: l’atleta beccato positivo, perso per perso, ha tutto l’interesse a proteggere chi l’ha aiutato. Poi in una maniera o nell’altra si rientrerà nel giro, il clamore e lo scandalo di questi giorni dimenticato, e l’idea di una vita semplice semplice e monotona lasciata a chi non ha altra possibilità. E così i luminari del doping, circondati da un popolo di galoppini e di dirigenti che chiudono uno, se non entrambi gli occhi – in Italia, come nel mondo – continueranno a prosperare sul marcio dello sport.
"You can walk away from someone who doesn't love you. And you can walk away from someone you don't love. But when the love is mutual," Roy said. "The hardest thing is to walk away."

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 106668
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Doping Olimpico

Messaggioda Nickognito » mer ago 08, 2012 2:52 pm

topic apprezzabile, ma penso che quello ufficiale del doping sia sufficiente. Poi, come volete.
Avevamo studiato per l'aldilà un fischio,un segno di riconoscimento. Mi provo a modularlo nella speranza che tutti siamo morti senza saperlo.

Avatar utente
paolomj
Gran Maestro
Messaggi: 1571
Iscritto il: gio set 18, 2003 12:34 pm
Località: lucca

Re: Doping Olimpico

Messaggioda paolomj » gio ago 09, 2012 2:01 am

Nickognito ha scritto:topic apprezzabile, ma penso che quello ufficiale del doping sia sufficiente. Poi, come volete.

Dove diavolo sta che non riesco a trovarlo? Come solito sono un po' impedito
We're a team of fighters, we keep getting punched in the face but we fight back. I'm proud of this team, and we're going to go into a hostile environment in Brooklyn and we're going to win.

Avatar utente
ciccio
FooLminato
Messaggi: 14342
Iscritto il: mar ago 28, 2007 4:33 pm
Località: vagabondo

Re: Doping Olimpico

Messaggioda ciccio » gio ago 09, 2012 2:03 am

Umberto Eco: "Internet? Ha dato diritto di parola agli imbecilli: prima parlavano solo al bar e subito venivano messi a tacere"

Avatar utente
paolomj
Gran Maestro
Messaggi: 1571
Iscritto il: gio set 18, 2003 12:34 pm
Località: lucca

Re: Doping Olimpico

Messaggioda paolomj » gio ago 09, 2012 12:21 pm

grazie mille :)
We're a team of fighters, we keep getting punched in the face but we fight back. I'm proud of this team, and we're going to go into a hostile environment in Brooklyn and we're going to win.

Avatar utente
Alga
Massimo Carbone
Messaggi: 39391
Iscritto il: ven giu 23, 2000 2:00 am
Località: Roma, LAZIO

Re: Doping Olimpico

Messaggioda Alga » ven nov 10, 2017 7:19 am

Da gazzetta.it:

Doping, squalifica a vita per 4 fondisti russi. E Putin tuona: "Vendetta Usa"
Il Cio ha radiato 4 fondisti accusati di doping e revocato le 4 medaglie (1 oro e 3 argenti) vinti ai Giochi di Sochi. Agli inizi di dicembre la decisione se consentire la partecipazione russa ai Giochi sudcoreani. Secondo il presidente si tratta di un'ingerenza per destabilizzare le elezioni di marzo

Il Comitato olimpico internazionale ha squalificato a vita quattro fondisti russi e ha cancellato i risultati da loro ottenuti alle Olimpiadi invernali di Sochi accusandoli di doping. I quattro atleti sono Maxim Vylegzhanin (3 argenti a Sochi), Alexey Petukhov, Julia Ivanova e Evgenia Shapovalova. Si tratta di squalifiche che fanno riferimento alle conclusioni delle due commissioni istituite dal Cio, presiedute da Samuel Schmid e Denis Oswald, per approfondire la seconda parte del rapporto McLaren, ovvero il coinvolgimento di oltre mille atleti russi in un sistema volto a insabbiare, con la complicità dello Stato, i risultati positivi dei test antidoping. La federsci russa ha già annunciato che farà ricorso al Tas e anche Vylegzhanin si muoverà in questo senso a livello individuale per poter partecipare ai prossimi Giochi di PyeongChang: "Non hanno prove e non abbiamo mai fatto niente di sbagliato né violato le regole - le sue parole alla Tass - Continuerò ad allenarmi per la coppa del Mondo, c'è ancora la possibilità di andare alle Olimpiadi e ci crediamo". L'1 novembre il Cio aveva squalificato a vita altri due atleti russi dello sci di fondo, Alexander Legkov (oro nella 50 km) e Evgeniy Belov, anche loro accusati di doping.

IL PRESIDENTE — Il Cio, a inizio dicembre, deciderà sulla partecipazione o meno della Russia ai Giochi sudcoreani. E sulla questione torna a far sentire la sua voce, con una tesi a dire il vero non nuova, Vladimir Putin. Il presidente russo sostiene che gli Stati Uniti "vogliono creare problemi nelle presidenziali russe" per rispondere alla "presunta ingerenza di Mosca nelle loro elezioni", e per farlo si servono anche dello sport sfruttando le accuse di doping di Stato rivolte alla Russia che potrebbero portare all'esclusione della squadra olimpica russa dai Giochi invernali di PyeongChang. Lo ha dichiarato oggi incontrando gli operai di uno stabilimento di compressori di Celiabinsk, in Siberia. Putin, che ancora non ha sciolto ufficialmente i dubbi sulla sua candidatura, ha detto: "C'è qualcosa che mi preoccupa, le Olimpiadi cominceranno a febbraio e quando si terranno le nostre presidenziali? A marzo. Sono grandi i sospetti che questo utilizzato come pretesto per creare malcontento tra gli appassionati di sport, cercando di far credere loro che lo Stato sia responsabile delle irregolarità".
Immagine GIORGIO CHINAGLIA E' IL GRIDO DI BATTAGLIA!

Immagine

Immagine

Avatar utente
Alga
Massimo Carbone
Messaggi: 39391
Iscritto il: ven giu 23, 2000 2:00 am
Località: Roma, LAZIO

Re: Doping Olimpico

Messaggioda Alga » gio nov 16, 2017 10:50 am

Da gazzetta.it:

Doping, scandalo Russia: la Wada conferma la sospensione della Rusada

A Seul arriva l'attesa decisione che mantiene lo stop all'agenzia antidoping russa. Si riducono ulteriormente le possibilità di vedere la Russia all'Olimpiade di PyeongChang 2018. Decisione il 5 dicembre a Losanna. Anche il Kuwait, la Guinea Equatoriale e Mauritius sono stati giudicati non conformi

Pavel Kolobkov e Alexander Zhukov ci hanno provato anche ieri: il ministro dello sport russo e il presidente del comitato olimpico nazionale, di fronte all'Esecutivo della Wada riunito a Seul, hanno spiegato perché la Rusada, l'Agenzia antidoping russa, meriterebbe di essere nuovamente considerata "conforme". Ma oggi, nel medesimo ambito, il Board della Wada stessa ha ribadito la sospensione, riducendo ulteriormente le possibilità di vedere la Russia all'Olimpiade di PyeongChang 2018. Tra i motivi, il fatto che il laboratorio di Mosca resta inaccessibile e che i vertici politico-sportivi del Paese non ammettono il doping di Stato. Sarà comunque l'Esecutivo del Cio, il 5 dicembre a Losanna, a decidere circa la partecipazione. A complicare la situazione la notizia secondo la quale le provette positive prima di Sochi S014 della giocatrice di curling Ekaterina Galkina sarebbero scomparse. Al momento la giocatrice non è sotto investigazione del Cio perché non ci sono prove che la Galkina potesse essere positiva anche ai Giochi.

Reazione — Immediata la reazione russa: Pavel Kolobkov , ministro dello sport afferma che le richieste della WADA hanno un "carattere politico". Anche il Kuwait, la Guinea Equatoriale e Mauritius sono stati giudicati non conformi dal Consiglio, ha aggiunto. La Russia è sfuggita a un divieto generalizzato alle Olimpiadi estive del 2016 a Rio de Janeiro, ma rimane esclusa dalla competizione negli eventi internazionali di atletica leggera. "La decisione della WADA di mantenere la sospensione sull'agenzia anti-doping della Russia non decide direttamente se il paese possa partecipare ai giochi di PyengChang", ha detto Nancy Park, portavoce del comitato organizzatore de Giochi sudcoreani. "È un problema delicato, e per il momento stiamo aspettando la decisione ufficiale del Cio". Alexander Zhukov, presidente del Comitato Olimpico della Russia: "Non c'era e non esiste un sistema di sostegno statale per il doping in Russia. Tutto questo non può essere accettato".
Immagine GIORGIO CHINAGLIA E' IL GRIDO DI BATTAGLIA!

Immagine

Immagine


Torna a “Forum Olimpico”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti