Rovescio a una mano - rovescio a due mani a confronto

Sotto-sezione del forum Area Tecnica dedicata alla tecnica e alla tattica
Avatar utente
corsair
FooLminato
Messaggi: 12977
Iscritto il: ven lug 22, 2005 2:54 pm

Messaggioda corsair » gio ago 24, 2006 10:52 am

non sbagli Hubert, Stefan da ragazzino giocava il rovescio a due mani, in piena sintonia con la scuola svedese: non a caso della sua generazione di connazionali, generazione molto forte che ad un certo punto arrivò ad avere 4 giocatori tra i top 10, era l'unico a non usare il rovescio bimane insieme a Sundstrom.
Fu un allenatore a cambiargli il rovescio, per sfruttare al meglio le sue caratteristiche offensive; a quell'allenatore farei volentieri un bel monumento.
Piccola curiosità: anche Sampras da ragazzino giocava il rovescio a due mani
"se ero forte di testa secondo me io ero uno dei migliori difensori degli ultimi trent'anni comunque" (Floyd 10)

gambit84
Illuminato
Messaggi: 4703
Iscritto il: ven mar 31, 2006 11:42 am
Località: prov di Napoli

Messaggioda gambit84 » gio ago 24, 2006 11:00 am

cavolo quest'anno ho deciso che prenderò lezioni serie di tennis...ma il mio occhio dominante è il sinistro...come faccio ad emulare nalpanzo??????? :(
e non mi dite mangiando che quello lo faccio già 8)

Avatar utente
Edberg74
Massimo Carbone
Messaggi: 16894
Iscritto il: sab giu 17, 2006 2:54 pm
Località: Lisboa

Messaggioda Edberg74 » gio ago 24, 2006 11:46 am

corsair ha scritto:non sbagli Hubert, Stefan da ragazzino giocava il rovescio a due mani, in piena sintonia con la scuola svedese: non a caso della sua generazione di connazionali, generazione molto forte che ad un certo punto arrivò ad avere 4 giocatori tra i top 10, era l'unico a non usare il rovescio bimane insieme a Sundstrom.
Fu un allenatore a cambiargli il rovescio, per sfruttare al meglio le sue caratteristiche offensive; a quell'allenatore farei volentieri un bel monumento.


Anch'io.

noel
Matricola
Messaggi: 42
Iscritto il: gio apr 27, 2006 5:35 pm
Contatta:

Messaggioda noel » ven ago 25, 2006 12:25 am

La scuola svedese insegna il rovescio bimane, la russa insegna il rovescio bimane, la scuola spagnola insegna il rovescio bimane...oh ma c'è una cavolo di nazione che insegna a prediligere il rovescio a una mano?

Mi viene da pensare agli svizzeri, vedendo Federer e Wawrinka..però non ne so abbastanza, quindi boh..
Immagine

Avatar utente
Iubbo
Illuminato
Messaggi: 2326
Iscritto il: sab ago 05, 2006 11:15 pm
Località: Civitavecchia

Messaggioda Iubbo » ven ago 25, 2006 12:26 am

noel ha scritto:La scuola svedese insegna il rovescio bimane, la russa insegna il rovescio bimane, la scuola spagnola insegna il rovescio bimane...oh ma c'è una cavolo di nazione che insegna a prediligere il rovescio a una mano?

Mi viene da pensare agli svizzeri, vedendo Federer e Wawrinka..però non ne so abbastanza, quindi boh..

la nostra che insegna????
ZP "paperino, vai a prendere quel pappagallo!" (posato sull'asta di una bandiera)
P "scherzi? siamo al tredicesimo piano!"
ZP "non è il momento di fare i superstiziosi, vai!"

noel
Matricola
Messaggi: 42
Iscritto il: gio apr 27, 2006 5:35 pm
Contatta:

Messaggioda noel » ven ago 25, 2006 12:38 am

Bella domanda.

Credo bimane, ma Bracciali e Volandri mi fanno propendere per non darlo per scontato..
Immagine

Avatar utente
mp4/18
Saggio
Messaggi: 7039
Iscritto il: ven set 16, 2005 7:19 pm
Contatta:

Messaggioda mp4/18 » ven ago 25, 2006 12:40 am

Iubbo ha scritto:
noel ha scritto:La scuola svedese insegna il rovescio bimane, la russa insegna il rovescio bimane, la scuola spagnola insegna il rovescio bimane...oh ma c'è una cavolo di nazione che insegna a prediligere il rovescio a una mano?

Mi viene da pensare agli svizzeri, vedendo Federer e Wawrinka..però non ne so abbastanza, quindi boh..

la nostra che insegna????


il rovescio tristo :lol:

scherzi a parte c'è la scuola francese, ma se poi vediamo bene anche lì, santorò, grojean, mathieu, clemant, monfils son tutti bimani...

la verità è che più si va avanti e più scomparirà il rovescio a una mano. è naturale: anche la mia istruttrice è una cultrice del rovescio a una mano però poi insegna ai ragazzini il rovescio bimane, perchè è più facile. a meno che proprio uno sia portato. così c'è più tempo per lavorare su altri aspetti, dritto ad esempio, che soprattutto oggi dove quasi nessuno attacca, è più importante. il rovescio è relegato a colpo di sbarramento. anche federer non attacca mai di rovescio, al massimo spinge l'avverario a metà campo per poi passarlo. il chip & charge e l'approcio di rovescio sono roba che solo pochi specialisti fanno (per lo più a fine carriera tipo henman o philippoussis). rassegnamoci.
Pete - The King of Swing
"Gasquet nei quarti agli Us Open? Se gioca il torneo femminile, forse. Ma forse" cit. PINDARO

noel
Matricola
Messaggi: 42
Iscritto il: gio apr 27, 2006 5:35 pm
Contatta:

Messaggioda noel » ven ago 25, 2006 12:52 am

Che tristezza.

Diciamo che comunque il rovescio a una mano è più elegante ma anche più complicato e richiede più sensibilità, quello bimane più "rozzo" (se mi passate il termine) ma anche più semplice da giocare.

Lasciamo il rovescio a una mano ai pochi baciati da madre natura come Federer e Gasquet, e sorbiamoci i bimani di Nadal, Nalbandian e compagnia bella, meno piacevoli all'occhio ma terribilmente efficaci.

Amen.
Immagine

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 131181
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Messaggioda Nickognito » ven ago 25, 2006 1:04 am

ma solo io penso che il rovescio di Agassi era molto piu' efficace di quello di Edberg, per non parlare di quello di Stich?

E che Federer (per non parlar di Sampras) se mai puo' perdere da Safin o da Nalbandian o perfino da Nadal è solo perché gli altri hanno il rovescio bimane? (o perde per il dritto?)

Poi il talento/genio assoluto non si insegna.. se no insegnate ai ragazzini (ma anche ai top10 di oggi) il gioco di korda, rovescio a una mano compreso. Impazzirebbero tutti.

Bisogna considerare il giocatore medio.

E, anche se esteticamente non c'è paragone, almeno con queste racchette il rovescio bimane conviene. (non alla schiena, ma a fare i punti)

Col rovescio a una mano si attacca meglio? Sì, beh, più che altro un attaccante deve giocare di meno il rovescio da fondo, e quindi è meno svantaggiato.

I Gasquet sono l'eccezione, mi sembra, eccezioni geniali, la regola purtroppo - spero di sbagliarmi - mi sembra questa.

c.

Avatar utente
alcol
Massimo Carbone
Messaggi: 16589
Iscritto il: ven apr 15, 2005 8:53 pm

Messaggioda alcol » ven ago 25, 2006 2:06 am

Nickognito ha scritto:ma solo io penso che il rovescio di Agassi era molto piu' efficace di quello di Edberg, per non parlare di quello di Stich?



no no,il successo del bimane è proprio l'efficacia...

nonchè la quasi impossibilità di rispondere bene alle prime di servizio ad una mano(risposta bloccata in back esclusa,ovviamente)
MyMag si divide in due categorie: chi parla di tennis e chi sparla di tennisti.(cit)

Partito anti-poltronati

Qui siamo uno step più avanti

Avatar utente
Clythus
FooLminato
Messaggi: 12840
Iscritto il: dom giu 08, 2003 1:07 pm
Località: Dove i post nun se possono rrefiutare
Contatta:

Messaggioda Clythus » ven ago 25, 2006 8:24 am

Dal recente e cruento match fra Murray e Roddick è entrato nella corta lista dei miei rovesci bimani preferiti anche quello dello scozzese.
Immagine

Quando l' uomo a nitroglicerina trova l' uomo ad antimateria, l'uomo a nitro è un 7/5, 4/6, 2/6, 7/6(5), 5/7.

noel
Matricola
Messaggi: 42
Iscritto il: gio apr 27, 2006 5:35 pm
Contatta:

Messaggioda noel » ven ago 25, 2006 9:08 am

E' vero, Murray non mi piace granchè però devo ammettere che il suo rovescio bimane è grandioso.
Immagine

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22257
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Messaggioda laplaz » ven ago 25, 2006 10:07 am

Il problema del rovescio bimane è che:

1 limita troppo i giocatori negli spostamenti in verticale.
2 determina una scarsa attitudine al gioco di rete, a meno che non venga parallelamente istruito il giocatore a staccare una mano nei pressi della stessa, ma va insegnato fin da piccoli.
3 determina una minore sensibilità del polso per il gioco di fino (palle corte, risposta bloccata, stop volley...).

D'altra parte i vantaggi sono:

1 maggiore geometria di gioco (fondamentale nel tennis moderno).
2 maggiore controllo del colpo (soprattutto nel rovescio lungo linea).
3 possibilità di colpire la palla frontalmente (rovescio Williams).
4 possibilità di colpire la palla anche sopra la spalla.

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 18171
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Messaggioda maxredo » ven ago 25, 2006 11:40 am

Ma l'importante per me è che ognuno giochi il rovescio ed esprima lo stile di gioco che gli riesce più naturale e meglio, guardando i risultati, non l'estetica.
Qui sembra che se uno non fa serve & vollei gioca la volee e il rovescio ad una mano sia una vergogna...
Secondo me c'è gente in questo forum che con un rovescio bimane alla agassi o nadal si metterrebbe a farlo ad una mano per la ricerca di quell'ideale estetico di giocatore classico tanto sognato....che se non è interpretato ai massimi livelli non è detto che sia più spettacolare (oltre che redditizio)

Avatar utente
Edberg74
Massimo Carbone
Messaggi: 16894
Iscritto il: sab giu 17, 2006 2:54 pm
Località: Lisboa

Messaggioda Edberg74 » ven ago 25, 2006 11:56 am

maxredo ha scritto:Ma l'importante per me è che ognuno giochi il rovescio ed esprima lo stile di gioco che gli riesce più naturale e meglio, guardando i risultati, non l'estetica.
Qui sembra che se uno non fa serve & vollei gioca la volee e il rovescio ad una mano sia una vergogna...


Ah, ma proprio ce l'hai a morte con "noi" esteti! :wink:
Che ti abbiamo fatto di male? Siamo come i panda, ridotti a guardare uno sport con sempre più bombardieri e sempre meno cesellatori. Consentici almeno il gusto per la diversità e il piacere della memoria, diamine.
Siamo veramente una minoranza da Wwf, ridotti a questuare per i Gasquet et similia proprio perché, nel tennis contemporaneo e post-Agassi (e Bollettieri), certi giocatori ("ebanisti", li chiama Clerici) sono diventati più rari di una frase intelligente di Vieri.
Via, su, lasciaci almeno fantasticare...

P.s. Comunque, sì, uno che non fa s&v e ha il rovescio bimane è una "vergogna". :P

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 131181
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Messaggioda Nickognito » ven ago 25, 2006 11:59 am

ma poi, se non guardo 'estetica nel tennis, perché allora non dovrei giocare a baseball? :)

c.

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 18171
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Messaggioda maxredo » ven ago 25, 2006 12:00 pm

Edberg74 ha scritto:
maxredo ha scritto:Ma l'importante per me è che ognuno giochi il rovescio ed esprima lo stile di gioco che gli riesce più naturale e meglio, guardando i risultati, non l'estetica.
Qui sembra che se uno non fa serve & vollei gioca la volee e il rovescio ad una mano sia una vergogna...


Ah, ma proprio ce l'hai a morte con "noi" esteti! :wink:
Che ti abbiamo fatto di male? Siamo come i panda, ridotti a guardare uno sport con sempre più bombardieri e sempre meno cesellatori. Consentici almeno il gusto per la diversità e il piacere della memoria, diamine.
Siamo veramente una minoranza da Wwf, ridotti a questuare per i Gasquet et similia proprio perché, nel tennis contemporaneo e post-Agassi (e Bollettieri), certi giocatori ("ebanisti", li chiama Clerici) sono diventati più rari di una frase intelligente di Vieri.
Via, su, lasciaci almeno fantasticare...

P.s. Comunque, sì, uno che non fa s&v e ha il rovescio bimane è una "vergogna". :P


Si in effetti mi piace andare un po' contro corrente. :D
Tra l'altro io ai miei livelli bassissimi/infimi gioco il rovescio ad un mano colpi di tocco alla Pozzi! Ma non ditelo in giro...

Secondo me il tennis se ai massimi livelli può essere divertente in qualsiasi modo

In sintesi Edberg è il massimo ma Rusedsky,Mirny etc. non li trovo tanto più divertenti di Berasategui...(ovviamente esagero!)

Avatar utente
corsair
FooLminato
Messaggi: 12977
Iscritto il: ven lug 22, 2005 2:54 pm

Messaggioda corsair » ven ago 25, 2006 12:00 pm

le considerazioni sulla scuola francese, a mio parere, riflettono chiaramente quella che è la realtà attuale: se prendiamo i giocatori francesi fino a metà degli anni '90, vediamo che il rovescio a due mani lo giocava Santoro, un Escude in fasce e stop; di contraltare c'erano Leconte, Forget, Boetsh, Delaitre, Raoux ...
attualmente invece sono tanti e sono stati citati
è lo specchio della realtà attuale, piaccia o meno
poi, sono d'accordo con l'amico toscano quando dice che attualmente il rovescio a due mani sembra più efficace, ma non sono assolutamente d'accordo quando dice che Federer perde con Safin e Nadal perchè questi hanno il rovescio bimane: innanzitutto, lo svizzero con Safin è in netto vantaggio e c'ha perso solo 2 volte con mp a favore
quanto a Nadal, non ci perde perchè bimane, ma perchè mancino e perchè anche Federer, nonostante tutte le sue enormi qualità, automaticamente cerca sempre il lato sinistro dell'avversario, quello che abitualmente è il più debole, solo che se trova uno forte dal lato sinistro (v. Nadal o Nalba) soffre molto di più
"se ero forte di testa secondo me io ero uno dei migliori difensori degli ultimi trent'anni comunque" (Floyd 10)

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 18171
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Messaggioda maxredo » ven ago 25, 2006 12:01 pm

Nickognito ha scritto:ma poi, se non guardo 'estetica nel tennis, perché allora non dovrei giocare a baseball? :)

c.


però la mazza tienila ad una mano non bimane! :D

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 131181
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Messaggioda Nickognito » ven ago 25, 2006 12:03 pm

ho detto 'se perde'

li soffre sul lato sinistro perché il dritto di federer vale 5 volte il rovescio di federer. e non dire di no! e non dire che è cosi per tutti quelli che hanno un dritto forte, guarda agassi!

c.

Avatar utente
Edberg74
Massimo Carbone
Messaggi: 16894
Iscritto il: sab giu 17, 2006 2:54 pm
Località: Lisboa

Messaggioda Edberg74 » ven ago 25, 2006 12:04 pm

maxredo ha scritto:
Edberg74 ha scritto:Si in effetti mi piace andare un po' contro corrente. :D
Tra l'altro io ai miei livelli bassissimi/infimi gioco il rovescio ad un mano colpi di tocco alla Pozzi! Ma non ditelo in giro...
Secondo me il tennis se ai massimi livelli può essere divertente in qualsiasi modo
In sintesi Edberg è il massimo ma Rusedsky,Mirny etc. non li trovo tanto più divertenti di Berasategui...(ovviamente esagero!)


Hai ragione sul gioco che, ai massimi livelli, può essere divertente in qualsiasi modo, ci mancherebbe. E poi citi Pozzi, il MITICO e MERAVIGLIOSO Pozzi... un grande.
Però, per quanto esagerato, Mirnyi come Berasategui no, dai. Mirnyi non farà mai una finale Slam, è vero, ma Berasategui non si è neanche mai lontanamente avvicinato alla bellezza saltuaria (molto saltuaria) messa in mostra dal Bielorusso - per esempio - all'ultimo Wimbly con Blake, per dire, o al Masters di Parigi due anni fa con Roddick.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 131181
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Messaggioda Nickognito » ven ago 25, 2006 12:05 pm

O con Kuerten a Us Open. Rusedski lo odio, hai ragione su di lui :)

c.

Avatar utente
Kim86
Illuminato
Messaggi: 4401
Iscritto il: dom gen 15, 2006 1:34 am
Località: Ravenna
Contatta:

Messaggioda Kim86 » ven ago 25, 2006 9:06 pm

laplaz ha scritto:Il problema del rovescio bimane è che:

1 limita troppo i giocatori negli spostamenti in verticale.
2 determina una scarsa attitudine al gioco di rete, a meno che non venga parallelamente istruito il giocatore a staccare una mano nei pressi della stessa, ma va insegnato fin da piccoli.
3 determina una minore sensibilità del polso per il gioco di fino (palle corte, risposta bloccata, stop volley...).

D'altra parte i vantaggi sono:

1 maggiore geometria di gioco (fondamentale nel tennis moderno).
2 maggiore controllo del colpo (soprattutto nel rovescio lungo linea).
3 possibilità di colpire la palla frontalmente (rovescio Williams).
4 possibilità di colpire la palla anche sopra la spalla.


Avendoli provati entrambi (il discorso vale per me, poi magari cambia da persona a persona) non concordo il fatto di colpire la palla frontalmente, secondo me sei più facilitato a colpirla frontalmente se fai il rovescio ad una mano...
Immagine
Quando ancora non sapevano...

Super Fede

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 131181
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Messaggioda Nickognito » ven ago 25, 2006 9:51 pm

concordo con kim.

io, nel mio schifo, grazie al bimane ho:

piu' potenza, più controllo, più precisione soprattutto nel cross, miglior risposta.

ma gioco talmente male che non faccio testo, sinceramente :D

domenico67
Illuminato
Messaggi: 2143
Iscritto il: dom lug 09, 2006 2:29 am

Messaggioda domenico67 » sab ago 26, 2006 1:11 am

Kim86 ha scritto:
laplaz ha scritto:Il problema del rovescio bimane è che:

1 limita troppo i giocatori negli spostamenti in verticale.
2 determina una scarsa attitudine al gioco di rete, a meno che non venga parallelamente istruito il giocatore a staccare una mano nei pressi della stessa, ma va insegnato fin da piccoli.
3 determina una minore sensibilità del polso per il gioco di fino (palle corte, risposta bloccata, stop volley...).

D'altra parte i vantaggi sono:

1 maggiore geometria di gioco (fondamentale nel tennis moderno).
2 maggiore controllo del colpo (soprattutto nel rovescio lungo linea).
3 possibilità di colpire la palla frontalmente (rovescio Williams).
4 possibilità di colpire la palla anche sopra la spalla.


Avendoli provati entrambi (il discorso vale per me, poi magari cambia da persona a persona) non concordo il fatto di colpire la palla frontalmente, secondo me sei più facilitato a colpirla frontalmente se fai il rovescio ad una mano...


Vado più controcorrente, e dico che per quanto riguarda me (gioco destro ma sono mancino, con occhio dominante sinistro), il rovescio bimane, che ho provato un sacco di volte, è quasi improponibile, ho meno controllo, meno POTENZA (eccesso di topspin), meno sensibilità (non solo nel tocco ma anche nella profondità dei colpi liftati), e molto ma molto meno possibilità di variare peso di palla e quantità di rotazione.
Sicuramente è una cosa personale, ma io, pur relativamente ai miei livelli tremendi di gioco, come bimane sono una autentica catastrofe, mentre il rovescio a una mano è nettamente il mio colpo migliore...

Quanto al fatto che il rovescio bimane sia un vantaggio in termini assoluti, io ci andrei piano... :roll: la palla addosso intanto è molto ma molto più gestibile a una mano, il backspin, la smorzata e la voleè sono molto più naturali, la capacità di variare il ritmo ne guadagna molto, il dispendio energetico è abbastanza nettamente inferiore... sinceramente per esempio non so se, a degli spilungoni attaccanti non rapidissimi come Ancic e Ivanisevic, convenga davvero giocare bimani...

E poi, ma ve li immaginate un Federer o un Sampras bimani??? :lol: La loro grande forza (vabbè, una delle tante...), nel palleggio, è anche l'avere la possibilità, se vogliono, di TOGLIERE il ritmo agli avversari, di interrompere certi scambi-ping pong a cui i bimani non sembrano capaci di rinunciare, cambiando ripetutamente velocità alla palla, cosa con cui, ad esempio, la Henin e la Mauresmo fanno andare in bestia la Sharapova, per la quale il tennis è solo scambio sul ritmo... (chi ha detto che il rovescio a due mani è più bello nelle donne? Guarda un match Henin-Sharapova e poi dillo di nuovo... 8) )

Secondo me i maestri/allenatori dovrebbero trattare con più "serietà" la scelta del tipo di rovescio: semplicemente non è possibile, non è VERO che adesso non si possa più giocare a una mano (guardare chi sono i più forti ATP e WTA, le classifiche parlano chiarissimo), e ognuno dovrebbe seguire la sua natura, non le mode o lo standard, o, ancora peggio, preoccuparsi solo del dritto dotandosi dall'altra parte di un insignificante e prevedibilissimo rovescietto a due mani, come troppi giocatori e giocatrici fanno. :evil: :evil: :evil:
Diversissimo, ovviamente è il caso dei giocatori con grandi rovesci bimani (Nalba, Agassi, Hingis, Clijsters, Myskina, Safin più altri del passato e presente più volte nominati), tutti quelli come loro ovviamente faranno sempre BENISSIMO a giocare bimani, quelli come Roddick, per esempio, già un po' meno... #92# #100#

Ok, io sono un fan sfegatato del rovescio a una mano (ma anche di Martina Hingis peraltro...), sicuramente non sarò obiettivo, in ogni caso una media di solo 4 non bimani nella top 50 WTA :o mi sembra una vera assurdità, considerato poi che, di queste, tre si chiamano Mauresmo, Henin e Schiavone e non sono certo più scarse delle altre!

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Messaggioda infinitejest » sab ago 26, 2006 1:12 pm

Dopo 15 anni di tennis mi sono stufato di avere un rovescio bimane molto ballerino. Sarebbe troppo complicato passare al rovescio "monomano" ?.
Qualche anno fa provai un paio di volte a cambiare il mio rovescio, riuscivo a spingere di più, ma il controllo ....................... :oops: :cry: #103#.
Forse è meglio continuare a "ballare" #1#
Ultima modifica di infinitejest il dom ago 27, 2006 5:10 pm, modificato 1 volta in totale.
Immagine

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22257
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Messaggioda laplaz » dom ago 27, 2006 4:58 pm

Kim86 ha scritto:
laplaz ha scritto:Il problema del rovescio bimane è che:

1 limita troppo i giocatori negli spostamenti in verticale.
2 determina una scarsa attitudine al gioco di rete, a meno che non venga parallelamente istruito il giocatore a staccare una mano nei pressi della stessa, ma va insegnato fin da piccoli.
3 determina una minore sensibilità del polso per il gioco di fino (palle corte, risposta bloccata, stop volley...).

D'altra parte i vantaggi sono:

1 maggiore geometria di gioco (fondamentale nel tennis moderno).
2 maggiore controllo del colpo (soprattutto nel rovescio lungo linea).
3 possibilità di colpire la palla frontalmente (rovescio Williams).
4 possibilità di colpire la palla anche sopra la spalla.


Avendoli provati entrambi (il discorso vale per me, poi magari cambia da persona a persona) non concordo il fatto di colpire la palla frontalmente, secondo me sei più facilitato a colpirla frontalmente se fai il rovescio ad una mano...


Con frontalmente intendo con le punte dei piedi rivolte verso alla rete, non so se mi ero spiegato.
Sinceramente non capisco come tu possa riuscire a giocare un rovescio ad una mano in questa modalità :D

Avatar utente
Kim86
Illuminato
Messaggi: 4401
Iscritto il: dom gen 15, 2006 1:34 am
Località: Ravenna
Contatta:

Messaggioda Kim86 » lun ago 28, 2006 12:57 am

laplaz ha scritto:
Con frontalmente intendo con le punte dei piedi rivolte verso alla rete, non so se mi ero spiegato.
Sinceramente non capisco come tu possa riuscire a giocare un rovescio ad una mano in questa modalità :D


Io gioco molto a racchettoni, e li la palla si colpisce frontalmente e sempre ad una mano, il rovescio a due mani non esiste, e quindi mi risulta molto più semplice...anche frontalmente...non so perchè :lol:
Immagine
Quando ancora non sapevano...

Super Fede

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22257
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Messaggioda laplaz » lun ago 28, 2006 9:11 am

Kim86 ha scritto:
laplaz ha scritto:
Con frontalmente intendo con le punte dei piedi rivolte verso alla rete, non so se mi ero spiegato.
Sinceramente non capisco come tu possa riuscire a giocare un rovescio ad una mano in questa modalità :D


Io gioco molto a racchettoni, e li la palla si colpisce frontalmente e sempre ad una mano, il rovescio a due mani non esiste, e quindi mi risulta molto più semplice...anche frontalmente...non so perchè :lol:


Ma racchettoni è un altro sport! :D
Comunque anche a me piace giocarci, soprattutto al mare :wink:

noel
Matricola
Messaggi: 42
Iscritto il: gio apr 27, 2006 5:35 pm
Contatta:

Messaggioda noel » sab set 02, 2006 9:28 pm

Ultimamente, mi rendo conto di come il rovescio bimane mi venga naturale, quello a una mano molto meno.
Immagine

Avatar utente
Maxim79
Saggio
Messaggi: 9237
Iscritto il: ven gen 14, 2005 7:40 pm
Località: Roma..ma sardo..e pure un po incazzoso.
Contatta:

Messaggioda Maxim79 » sab set 02, 2006 9:37 pm

praticando solo tennis tavolo non posso parlare di rovescio ad una mano..

ma nelle poche volte che mi è capitato di giocare a tennis uso il rovescio bimane..

chissa' perche :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D
So u think u'll take another piece of me to satisfy your intellectual need.

ImmagineImmagine

Avatar utente
laplaz
Massimo Carbone
Messaggi: 22257
Iscritto il: lun set 05, 2005 10:37 am

Messaggioda laplaz » sab set 02, 2006 11:11 pm

maxim79 ha scritto:praticando solo tennis tavolo non posso parlare di rovescio ad una mano..

ma nelle poche volte che mi è capitato di giocare a tennis uso il rovescio bimane..

chissa' perche :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D


Ma tennis tavolo è un altro sport, con il tennis centra pochissimo.

KingFed
Matricola
Messaggi: 43
Iscritto il: mar ago 29, 2006 8:07 pm

Messaggioda KingFed » sab set 02, 2006 11:28 pm

io non riesco a spingere col rovescio monomano ._.
riesco solo col bimane

MrLuca
Matricola
Messaggi: 60
Iscritto il: sab ott 16, 2004 5:48 pm

Re: Rovescio a una mano - rovescio a due mani a confronto

Messaggioda MrLuca » sab set 02, 2006 11:41 pm

domenico67 ha scritto:1) Maggior facilità nel variare il colpo, specialmente nel trovare un buon backspin.
2) Maggior facilità nell'approccio a rete.
3( Maggiore naturalezza nel passare al gioco di volo (molti giocatori e soprattutto giocatrici hanno difficoltà nello staccare una mano, arrivando a giocare voleé bimani di dubbia efficacia).
4) Minore prevedibilità della palla che esce dalla racchetta (che è uno dei peggiori difetti del giocatore bimane "medio", la cui palla "piattina" e ben appoggiata è alquanto prefedibile mette in palla l'avversario...)
5) Maggiore allungo, minore necessità di un faticoso gioco di piedi.
6)Minore, o nulla, pericolosità per la schiena.

I vantaggi del rovescio a due mani invece per me sono:

1) Maggiore facilità nel cross stretto (ma ultimamente Henin e Federer stanno dimostrando il contrario).
2) Maggiore facilità per chi non sente bene la palla dalla parte del rovescio di tenere un ritmo abbastanza alto.
3) Sempre per chi non sente bene la palla, maggior fiducia nello spingere, nel passante e nella risposta.

.







per me il rovescio a una mano(come lo gioco io) offre sicuramente un buon allungo, una predisposizione al back, un buon gioco a rete.
ma perde di precisione, top spin(molto importante nel gioco attuale) ha bisogno di maggiore caricamento con le gambe.
i colpi di controllo sono notoriamente più facilitati ai 2 mani.
io snceramente nn so perkè il mio coach mi abba insegnato prima il bimane e poi averlo modificato in un rovescio a una mano, ma penso che alla fine dei conti sia più facile il bimane

Avatar utente
Maxim79
Saggio
Messaggi: 9237
Iscritto il: ven gen 14, 2005 7:40 pm
Località: Roma..ma sardo..e pure un po incazzoso.
Contatta:

Messaggioda Maxim79 » dom set 03, 2006 2:27 am

laplaz ha scritto:
maxim79 ha scritto:praticando solo tennis tavolo non posso parlare di rovescio ad una mano..

ma nelle poche volte che mi è capitato di giocare a tennis uso il rovescio bimane..

chissa' perche :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D


Ma tennis tavolo è un altro sport, con il tennis centra pochissimo.


lo so..

io parlavo di preferenza in generale tra una e due mani..

comunque non credere che centri cosi poco..

quelli che sanno giocare a tennis bene o male se la cavano a ping pong..almeno cosi è per tutti i miei amici..

non è vero il contrario pero..io per esempio a tennis sono negato,mentre a ping pong sono bravo..
So u think u'll take another piece of me to satisfy your intellectual need.



ImmagineImmagine

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 131181
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Messaggioda Nickognito » dom set 03, 2006 2:29 am

io gioco spesso a ping pong a due mani, e poi vengo a rete, ma non sono mai abbastanza svelto a cambiare impugnatura per la volee di rovescio :)

c.

Avatar utente
Maxim79
Saggio
Messaggi: 9237
Iscritto il: ven gen 14, 2005 7:40 pm
Località: Roma..ma sardo..e pure un po incazzoso.
Contatta:

Messaggioda Maxim79 » dom set 03, 2006 2:35 am

Nickognito ha scritto:io gioco spesso a ping pong a due mani, e poi vengo a rete, ma non sono mai abbastanza svelto a cambiare impugnatura per la volee di rovescio :)

c.


grazie al caz..

ovvio che le variazione del gioco sono tutt'altre..ma il senso della palla..e la coordinazione hanno molto in comune..

hai mai provato una palla corta a ping pong? :wink:
So u think u'll take another piece of me to satisfy your intellectual need.



ImmagineImmagine

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 131181
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Messaggioda Nickognito » dom set 03, 2006 3:03 am

io non sono forte come te a ping pong, ma la volee e il rovescio bimane li gioco davvero. anche se la mia specialità è il doppio dritto alla jensen :)

c.

Avatar utente
Maxim79
Saggio
Messaggi: 9237
Iscritto il: ven gen 14, 2005 7:40 pm
Località: Roma..ma sardo..e pure un po incazzoso.
Contatta:

Messaggioda Maxim79 » dom set 03, 2006 1:13 pm

Nickognito ha scritto:io non sono forte come te a ping pong, ma la volee e il rovescio bimane li gioco davvero. anche se la mia specialità è il doppio dritto alla jensen :)

c.


sono scioccato :D

dai non buttarti via cosi..

magari mi dai un 11-1 11-1 11-1 secco
So u think u'll take another piece of me to satisfy your intellectual need.



ImmagineImmagine

Avatar utente
Re Roger
Matricola
Messaggi: 81
Iscritto il: dom ago 27, 2006 11:10 pm
Località: Italy

Messaggioda Re Roger » dom set 03, 2006 1:43 pm

laplaz ha scritto:Il problema del rovescio bimane è che:

1 limita troppo i giocatori negli spostamenti in verticale.
2 determina una scarsa attitudine al gioco di rete, a meno che non venga parallelamente istruito il giocatore a staccare una mano nei pressi della stessa, ma va insegnato fin da piccoli.
3 determina una minore sensibilità del polso per il gioco di fino (palle corte, risposta bloccata, stop volley...).

D'altra parte i vantaggi sono:

1 maggiore geometria di gioco (fondamentale nel tennis moderno).
2 maggiore controllo del colpo (soprattutto nel rovescio lungo linea).
3 possibilità di colpire la palla frontalmente (rovescio Williams).
4 possibilità di colpire la palla anche sopra la spalla.


Non mi trovo d'accordo con te dato che anke io gioco con un rovescio bimane , ma non trovo gli svantaggi che tu hai detto:
1)Negli spostamenti verticali ti posso anke dare raggione
2)A me non ha mai insegnato nessuno a giocare a tennis , ma nonostante sia bimane , mi viene del tutto naturale staccare la mano andndo a rete
3)Questo è il punto in cui mi trovo pienamente contro , perche l'unico colpo che mi vengono sempre e ovunque è la palla corta (giocata ad una mano) , poi mi viene bene anke la risposta bloccata e la stop volley come ho detto prima la effettuo ad una mano.

PS
Forse ho un rovescio bimane atipico , dato che gioco bimane solo per fare il rovescio da fondocampo e il passante incrociato , mentre per il resto dei colpi uso sempre una sola mano
Re Roger Campione Wimbledon 2003/2004/2005/2006
ImmagineImmagineImmagine


Torna a “Tecnica & Tattica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti