il servizio pallavolistico

Sotto-sezione del forum Area Tecnica dedicata alla tecnica e alla tattica
Avatar utente
kecco
Matricola
Messaggi: 93
Iscritto il: ven gen 25, 2008 5:37 pm
Contatta:

il servizio pallavolistico

Messaggioda kecco » mer feb 27, 2008 9:50 pm

http://www.gazzetta.it/Sport_Vari/Tennis/Primo_Piano/2008/02_Febbraio/27/doppiomanico.shtml

Solo per dire che questa è un'idea che mi era balenata in testa già qualche anno fa.
Da appassionato di tennis e, soprattutto, da ex pallavolista, ho sempre immaginato come il movimento del servizio del volley(battuta) potesse rappresentare una naturale evoluzione del servizio tennistico.
Se pensiamo poi alla proporzione fra le vertiginose quote del volley e le ridotte dimensioni della rete da tennis, e se ci vogliamo mettere pure la "prolunga" racchetta nelle mani del tennista, uno studio della suddetta "rincorsa" pallavolistica potrebbe portare ad una rivoluzione nel modo di concepire il servizio nel tennis.
La differenza la fa l'elevazione. Quella che si raggiunge con i 3 passi che costituiscono la totalità del movimento nella pallavolo è infatti di gran lunga superiore a quella raggiungibile con il singolo colpo di reni che determina lo slancio del tennista.
In ogni caso, nonostante le intuizione di gran lunga precedenti l'articolo gazzettiano :D, mi augoro che le due cose rimangano ben distinte, per il bene dei due sport.
floyd è gaio

airtheguy
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 611
Iscritto il: lun set 19, 2005 11:14 pm
Località: la foresta di gorleewood

Re: il servizio pallavolistico

Messaggioda airtheguy » mer feb 27, 2008 9:58 pm

kecco ha scritto:http://www.gazzetta.it/Sport_Vari/Tennis/Primo_Piano/2008/02_Febbraio/27/doppiomanico.shtml

Solo per dire che questa è un'idea che mi era balenata in testa già qualche anno fa.
Da appassionato di tennis e, soprattutto, da ex pallavolista, ho sempre immaginato come il movimento del servizio del volley(battuta) potesse rappresentare una naturale evoluzione del servizio tennistico.
Se pensiamo poi alla proporzione fra le vertiginose quote del volley e le ridotte dimensioni della rete da tennis, e se ci vogliamo mettere pure la "prolunga" racchetta nelle mani del tennista, uno studio della suddetta "rincorsa" pallavolistica potrebbe portare ad una rivoluzione nel modo di concepire il servizio nel tennis.
La differenza la fa l'elevazione. Quella che si raggiunge con i 3 passi che costituiscono la totalità del movimento nella pallavolo è infatti di gran lunga superiore a quella raggiungibile con il singolo colpo di reni che determina lo slancio del tennista.
In ogni caso, nonostante le intuizione di gran lunga precedenti l'articolo gazzettiano :D, mi augoro che le due cose rimangano ben distinte, per il bene dei due sport.


direi mooolto singolare ,per non dire quasi unico!
penso che piazzare la palla sia piu' complicato con quel particolarissimo gesto,per non parlare delle enormi difficolta' di coordinazione.Tecnica per pochissimi eletti,e poi rende di piu'?
per quanto ruguarda i due manici dovrei provare ...mi piace l'idea ma è tennis? poi io non sono ambidestro schiaccia sia sx che dx ,atleta fenomenale .
*** What's real can't die ***

Immagine

_2x PS85 Chiao-Ta ,prima versione
_A breve 3x KPS88
***MSV Focus Hex 32Kg***


Torna a “Tecnica & Tattica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite