"Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Sotto-sezione del forum Area Tecnica dedicata alla tecnica e alla tattica
Satrapo
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 785
Iscritto il: dom feb 18, 2007 2:33 pm

Messaggioda Satrapo » gio giu 04, 2009 1:47 pm

picchio000 ha scritto:No ragazzi sono fermo ai box ....fatemi recuperare dall'infortunio.....VE PREGOOOOOOOOOOOOO


Picchio te fai sempre male!! #100#

La prognosi è lunga? Si prevedono amputazioni, espianti, cazziatoni dalla moglie? #100#

Avatar utente
picchio000
Gran Maestro
Messaggi: 1353
Iscritto il: mer apr 12, 2006 9:30 am
Contatta:

Messaggioda picchio000 » gio giu 04, 2009 3:46 pm

Satrapo ha scritto:
picchio000 ha scritto:No ragazzi sono fermo ai box ....fatemi recuperare dall'infortunio.....VE PREGOOOOOOOOOOOOO


Picchio te fai sempre male!! #100#

La prognosi è lunga? Si prevedono amputazioni, espianti, cazziatoni dalla moglie? #100#


No Sat, tempi lunghi per fortuna no, purtroppo è riaffiorata la pubalgia ma questa volta l'ho presa per tempo.

Sabato faccio un test "atletico", se correndo non ho noie ne all'inguine ne nella parte bassa dell'addome, posso passare al test sul campo. Ormai sono già 15 giorni di fermo totale.....che pa**e, proprio nel momento di forma migliore #1# inoltre m'è saltata tutta la D2 ( a parte l'esordio vittorioso contro un 4.3 :D )
WWF : windshield wiper forehand....un colpo da proteggere!!!!!!!! #100#

"ma tu tra una bella partita combattuta vinta al terzo e una nottata con me, cosa sceglieresti?

E io con lo sguardo pensieroso ma con voce ferma risposi: "che turno?"

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Messaggioda infinitejest » dom lug 05, 2009 1:01 pm

Singolare questione:

incontrare in un incontro ufficiale un amico, uno con cui magari giochi da anni.
Le implicazioni psicologiche sono ovviamente del tutto diverse rispetto ad un normale incontro.
Diventa tutto molto strano.
Da un lato sembra venir meno la componente di aggressività e cattiveria agonistica necessaria per giocare un buon match.
Dall'altro sei ancora più teso, perchè siete amici (è vero), ma è normale che, nel corso degli anni, sia maturata una certa rivalità, per cui "perdere con lui darebbe un surplus di fastidio".
Che ne pensate ?
Immagine

Bolelli
Matricola
Messaggi: 36
Iscritto il: dom giu 29, 2008 12:02 am
Località: Roma

Messaggioda Bolelli » dom lug 05, 2009 8:39 pm

infinitejest ha scritto:Singolare questione:

incontrare in un incontro ufficiale un amico, uno con cui magari giochi da anni.
Le implicazioni psicologiche sono ovviamente del tutto diverse rispetto ad un normale incontro.
Diventa tutto molto strano.
Da un lato sembra venir meno la componente di aggressività e cattiveria agonistica necessaria per giocare un buon match.
Dall'altro sei ancora più teso, perchè siete amici (è vero), ma è normale che, nel corso degli anni, sia maturata una certa rivalità, per cui "perdere con lui darebbe un surplus di fastidio".
Che ne pensate ?

non mi faccio di questi problemi :D sangue sangue e ancora sangue fino alla vittoria, poi caffè al bar insieme... in campo non si guarda in faccia a nessuno (sempre con la dovuta lealtà però).

elgrinta
Matricola
Messaggi: 21
Iscritto il: mer lug 15, 2009 9:41 pm

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda elgrinta » ven lug 17, 2009 8:00 am

Salve a tutti, primo post dopo mesi di tentativi di iscrizione.
Tattica e mentalità, vi riassumo il mio gioco. Non tiro fortissimo, sono un gran pallettaro, profondità prima di tutto, dritto così così, rovescio a 2 mani e bel back con cui so variar molto bene la profondità e gli effetti, servizio pessimo. Fisicamente sto bene, ottimo scatto e buona restistenza.
Tattica: Il mio gioco verte fondamentalmente nel dare profondità ai colpi e prendere la diagonale del rovescio, da quì variare tutto il variabile seguendo la diagonale (colpo piatto lungo, beck lungo (teso o molle) back angolo stretto teso) con tentativi di chisura lungolinea sia in back teso che a 2 mani piatto, e (lo so non vi piacciono) molte palle corte sempre di rovescio.
Mentalità: non mi piace perdere, corro sempre sui colpi dell'avversario anche nelle partite con gli amici. Sono sempre molto concentrato. Se gioco con uno molto più debole di me voglio vincere 6-0 periodico, se gioco con uno di pari livello voglio vincere e basta, se gioco contro un "mostro" il punto le deve fare almeno 3 volte perchè gli ributto di la tutto quello che posso.
Tecnicamente ho molto da imparare, tiro troppo piano soprattutto di dritto e con il servizio (a rete ), gioco tornei sociali e l'anno prossimo vorrei iniziare i quarta.

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda infinitejest » ven lug 17, 2009 9:27 am

elgrinta ha scritto:Salve a tutti, primo post dopo mesi di tentativi di iscrizione.

Mentalità: non mi piace perdere, corro sempre sui colpi dell'avversario anche nelle partite con gli amici. Sono sempre molto concentrato. Se gioco con uno molto più debole di me voglio vincere 6-0 periodico, se gioco con uno di pari livello voglio vincere e basta, se gioco contro un "mostro" il punto le deve fare almeno 3 volte perchè gli ributto di la tutto quello che posso.



:o ora capisco il perchè del tuo nick :)
Immagine

Grass
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 744
Iscritto il: mar dic 10, 2002 3:21 pm

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda Grass » ven lug 17, 2009 9:38 am

elgrinta ha scritto:Salve a tutti, primo post dopo mesi di tentativi di iscrizione.
Tattica e mentalità, vi riassumo il mio gioco. Non tiro fortissimo, sono un gran pallettaro, profondità prima di tutto, dritto così così, rovescio a 2 mani e bel back con cui so variar molto bene la profondità e gli effetti, servizio pessimo. Fisicamente sto bene, ottimo scatto e buona restistenza.
Tattica: Il mio gioco verte fondamentalmente nel dare profondità ai colpi e prendere la diagonale del rovescio, da quì variare tutto il variabile seguendo la diagonale (colpo piatto lungo, beck lungo (teso o molle) back angolo stretto teso) con tentativi di chisura lungolinea sia in back teso che a 2 mani piatto, e (lo so non vi piacciono) molte palle corte sempre di rovescio.
Mentalità: non mi piace perdere, corro sempre sui colpi dell'avversario anche nelle partite con gli amici. Sono sempre molto concentrato. Se gioco con uno molto più debole di me voglio vincere 6-0 periodico, se gioco con uno di pari livello voglio vincere e basta, se gioco contro un "mostro" il punto le deve fare almeno 3 volte perchè gli ributto di la tutto quello che posso.
Tecnicamente ho molto da imparare, tiro troppo piano soprattutto di dritto e con il servizio (a rete ), gioco tornei sociali e l'anno prossimo vorrei iniziare i quarta.


Che vuoi? Chi ti ha invitato? Tornatene da dove sei venuto!
Hai tutto quanto fa più incazzare la maggior parte dei tennisti (pippe..), sei la ragione dell'esistenza di questo topic, la causa di migliaia di euro spesi in maestri e psicologi..

Comunque benvenuto! :D

Avatar utente
picchio000
Gran Maestro
Messaggi: 1353
Iscritto il: mer apr 12, 2006 9:30 am
Contatta:

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda picchio000 » ven lug 17, 2009 11:02 am

Grass ha scritto:
elgrinta ha scritto:Salve a tutti, primo post dopo mesi di tentativi di iscrizione.
Tattica e mentalità, vi riassumo il mio gioco. Non tiro fortissimo, sono un gran pallettaro, profondità prima di tutto, dritto così così, rovescio a 2 mani e bel back con cui so variar molto bene la profondità e gli effetti, servizio pessimo. Fisicamente sto bene, ottimo scatto e buona restistenza.
Tattica: Il mio gioco verte fondamentalmente nel dare profondità ai colpi e prendere la diagonale del rovescio, da quì variare tutto il variabile seguendo la diagonale (colpo piatto lungo, beck lungo (teso o molle) back angolo stretto teso) con tentativi di chisura lungolinea sia in back teso che a 2 mani piatto, e (lo so non vi piacciono) molte palle corte sempre di rovescio.
Mentalità: non mi piace perdere, corro sempre sui colpi dell'avversario anche nelle partite con gli amici. Sono sempre molto concentrato. Se gioco con uno molto più debole di me voglio vincere 6-0 periodico, se gioco con uno di pari livello voglio vincere e basta, se gioco contro un "mostro" il punto le deve fare almeno 3 volte perchè gli ributto di la tutto quello che posso.
Tecnicamente ho molto da imparare, tiro troppo piano soprattutto di dritto e con il servizio (a rete ), gioco tornei sociali e l'anno prossimo vorrei iniziare i quarta.


Che vuoi? Chi ti ha invitato? Tornatene da dove sei venuto!
Hai tutto quanto fa più incazzare la maggior parte dei tennisti (pippe..), sei la ragione dell'esistenza di questo topic, la causa di migliaia di euro spesi in maestri e psicologi..

Comunque benvenuto! :D


eheheheheh glielo stavo per scrivere io:"occhio che qui dentro ti farai molti nemici!!!!"......ovviamente si scherza, benvenuto....e un consiglio, se migliori tecnicamente e lasci invariata la grinta diventi un fenomeno!!!

Ps: migliora il gioco sulla diagonale di dritto, perchè se incontri uno poco poco decente di dritto, su quei back di rovescio sulla diagonale prima o poi gira intorno alla palla e ti fulmina sul lungolinea!!!! :wink:
WWF : windshield wiper forehand....un colpo da proteggere!!!!!!!! #100#



"ma tu tra una bella partita combattuta vinta al terzo e una nottata con me, cosa sceglieresti?



E io con lo sguardo pensieroso ma con voce ferma risposi: "che turno?"

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda infinitejest » ven lug 17, 2009 11:08 am

Grass ha scritto:Che vuoi? Chi ti ha invitato? Tornatene da dove sei venuto!
Hai tutto quanto fa più incazzare la maggior parte dei tennisti (pippe..), sei la ragione dell'esistenza di questo topic, la causa di migliaia di euro spesi in maestri e psicologi..



:lol: :lol: "Vade retro Satana".
ovviamente si scherza "El grinta" :wink:
Immagine

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda infinitejest » ven lug 17, 2009 11:16 am

picchio000 ha scritto:

Ps: migliora il gioco sulla diagonale di dritto, perchè se incontri uno poco poco decente di dritto, su quei back di rovescio sulla diagonale prima o poi gira intorno alla palla e ti fulmina sul lungolinea!!!! :wink:


A proposito di questo P.S., ho recentemente perso contro una mancino dal gran dritto e dal discreto rovescio tagliato.
Ancora adesso mi chiedo: "Ma è possibile che sul palleggio incrociato "suo rovescio-mio dritto" non riuscivo a spingere, per provare a chiudere il colpo lungolinea ?"
Se questo rovescio tagliato fosse stato invece sul mio rovescio (quindi se avessi giocato con un destro), penso che avrei avuto meno problemi a spostarmi e a spingere col dritto anomalo.
Immagine

Satrapo
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 785
Iscritto il: dom feb 18, 2007 2:33 pm

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda Satrapo » ven lug 17, 2009 12:07 pm

elgrinta ha scritto:..Tecnicamente ho molto da imparare, tiro troppo piano soprattutto di dritto e con il servizio (a rete ), gioco tornei sociali e l'anno prossimo vorrei iniziare i quarta.


Da come hai descritto il tuo gioco e dal quello che si vede in giro sicuramente già così vincerai molte partite contro NC e quarta, diciamo che fino ai 4.4 te la giochi e i problemi arriveranno con i 4.3 - 4.2 che iniziano a far viaggiare la palla senza sbagliarne 1 su 3. Praticamente sei il terrore degli NC-4.5 #100#

La profondità è tutto, fa che rimanga sempre una tua priorità come lo è adesso.

Il servizio lo devi migliorare assolutamente perchè un giocatore decente inizierebbe a risponderti pesante sul dritto e lo scambio precipiterebbe subito. Non si tratta di fare ace, ma di non soffrire la risposta quindi meglio trovare una palla molto carica piuttosto che ostinarsi a tirar botte che entrano raramente e specialmente sulla terra non portano punti.

Il rovescio lungolinea è un'arma micidiale, ma..

Il back lungolinea lo chiudi solo contro giocatori assonnati-poco consistenti-distratti: un giocatore attento difficilmente ti consentirà di chiudere uscendo da una diagonale con un back lungolinea. Un giocatore solido ti rimanderebbe un bel crossone in sicurezza sul tuo dritto e sfrutterebbe il tuo più grande "difetto" attuale, ovvero la debolezza sulla diagonale di dritto. Paradossalmente è l'assenza di un buon dritto a rendere inefficace questa soluzione perchè subendo un bel back lungolinea in condizioni normali incrociando in sicurezza su un dritto solido sarei morto, ma se so di trovare un colpo debole non mi preoccupo più di tanto, incrocio senza rischiare passando due metri sopra la rete e magari prendo anche in mano lo scambio. E senza un dritto solido rischi di non riuscire ad utilizzare neanche la chiusura lungolinea piatta perchè se io non temo il tuo dritto non resto più di uno scambio sulla diagonale di rovescio ma ne esco con un qualsiasi lungolinea senza necessità di rischiarlo troppo. (tanto so che non perderò campo contro il tuo dritto!)

In sostanza quando incontrerai giocatori che ti portano sistematicamente sulla diagonale di dritto saranno dolori, c'è anche da dire che buona parte dei quarta pensano che il tennis sia un flipper e continueranno a cercare un destra sinistra che esalterà le tue doti di corridore, e regolarmente ti regaleranno il punto alla terza palla che rimandi indietro, ma prima o poi troverai quello che sa cosa fare e tenendoti fermo in un fazzoletto di campo (sul tuo dritto) con tranquillità aspetterà il momento opportuno per affondare nel campo aperto.

La palla corta è un discorso a se, se ne è parlato più volte. Si dice che il momento giusto per fare una palla corta sia MAI, scherzosamente è chiaro, ma con questa affermazione si vuole ribadire il concetto che stiamo parlando di un colpo che è utilizzabile come variazione e non come strategia. Ti può portare qualche punto, è un ottimo modo per tenere sulle spine un avversario ma comunque è un colpo molto rischioso perchè per portare il punto diretto deve essere eseguito alla perfezione (a meno di giocare contro lumache, ma allora ci sono soluzioni meno rischiose) e nel momento in cui ti esce un po' troppo lunga consegna la scambio nelle mani dell'avversario. Ma comunque torniamo sempre al considerare che avversario mi trovo davanti: l'NC-4.5 di solito incassa la palla corta e piccato nell'orgoglio inizia a farle anche lui per dimostrare al mondo che ha più braccio di te, suicidandosi allegramente. Un giocatore un po' più smaliziato ti dice bravo sulla prima che chiudi, e da li inizia a caricarti topponi sul dritto sui quali forse risulterebbe più facile smashare che far palle corte! #100#

Quindi usala pure con gli avversari che te lo consentono (e non sono pochi eh!) ma non farne un cardine del tuo gioco perchè arriveranno avversari che non ti consentiranno di usarla sistematicamente con profitto.

In sostanza nel tennis maschile servizio e dritto non possono essere punti deboli, altrimenti tutto il castello rischia di crollare. Comunque già da ora con profondità di colpi, buone gambe tanta grinta e pochi errori ne cucinerari parecchi di ragazzotti rampanti! #100#

elgrinta
Matricola
Messaggi: 21
Iscritto il: mer lug 15, 2009 9:41 pm

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda elgrinta » ven lug 17, 2009 3:05 pm

Grazie a tutti per il simpatico benvenuto. :lol:

Grass
Hai tutto quanto fa più incazzare la maggior parte dei tennisti (pippe..), sei la ragione dell'esistenza di questo topic, la causa di migliaia di euro spesi in maestri e psicologi


Io non mi sento e non sono più forte tecnicamente di quelle che chiami pippe ma sto lì a giocarmela punto su punto. A volte lo considero un limite. Ad esenpio se vado a giocare con un mio amico che so di poter battere tranquillamente preparo la partita come un buon allenamento. Penso 1) Cerca di battere meglio, lanciando la palla in alto e in avanti, rispettando i tempi e tagliando un po la palla 2) prova ad accellerare sul dritto 3) scendi a rete a chiudere il punto. Ebbene ci riesco ma solo finchè il punteggio del game è quantomeno in parità, se siamo 30/15 per lui inizio con il mio gioco e lui difficilmente ne esce, perchè non mi va di lasciargli neppure un game.

picchio000
Ps: migliora il gioco sulla diagonale di dritto, perchè se incontri uno poco poco decente di dritto, su quei back di rovescio sulla diagonale prima o poi gira intorno alla palla e ti fulmina sul lungolinea!!!!



Ne ho incontrari diversi, nel circolo in cui gioco ci sono discreti giocatori, e so che vuol dire :evil:
So che per provare a giocarmela devo tirare più forte

Satrapo
Da come hai descritto il tuo gioco e dal quello che si vede in giro sicuramente già così vincerai molte partite contro NC e quarta, diciamo che fino ai 4.4 te la giochi

Spero sia così, ho gia vinto con qualche classificato 4.5

Satrapo
Il servizio lo devi migliorare assolutamente perchè un giocatore decente inizierebbe a risponderti pesante sul dritto e lo scambio precipiterebbe subito. Non si tratta di fare ace, ma di non soffrire la risposta quindi meglio trovare una palla molto carica piuttosto che ostinarsi a tirar botte che entrano raramente e specialmente sulla terra non portano punti.


Perfettamente d'accordo, il mio obiettivo al servizio è non dover andare subito in difesa, il 90% dei servizi è sul rovescio dell'avversario (cosa che mi riesce meglio servendo da sinistra) proprio per cercare di essere attaccato meno possibile

Satrapo
In sostanza quando incontrerai giocatori che ti portano sistematicamente sulla diagonale di dritto saranno dolori,

Questo è il mio punto debole è chiaro. Di solito ad un lungolinea di rovescio (parliamo di avversari destrorsi) rispondo con ul lungolinea di dritto per riportare il gioco sul rovescio. Se la palla non è ben indirizzata verso l'angolo ma resta a metà strada riesco a tirare un dritto molto profondo e alto (sul rovescio) che rimbalza molto e bechè lento non è facile da gestire.

Satrapo :wink:
In sostanza nel tennis maschile servizio e dritto non possono essere punti deboli, altrimenti tutto il castello rischia di crollare.


Perfettamente d'accordo infatti credo di doverli migliorare per poter vincere qualche partita con giocatori decenti, ho la fortuna di avere il circolo vicino casa, abbastanza tempo libero e un amico con cui prendere lezioni in modo da non spendere troppi soldi. Sotto con l'allenamento e il prosimo anno tessera FIT :wink:

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda infinitejest » sab ago 08, 2009 11:49 am

Sono un quarta e forse ho trovato un modo per difendermi dagli odiati toppatori.
Fino ad ora quando incontravo uno che giocava un top esasperato, andavo in tilt soprattutto quando mi si martellava il mio povero rovescio a due mani.
Provavo ad anticipare-tantissimi errori
aspettavo un metro e mezzo dietro la linea di fondo, ma non riuscivo a dare forza e profondità al mio rovescio.
Ieri e oggi ho trovato un metodo, violentando la mia natura di giocatore propositivo.
Mi arriva la palla sul rovescio, io la aspetto, la colpisco sopra la spalla, ma non spingo.
Alzo un palla tre/quattro metri sopra la rete, abbastanza profonda e sfruttando incredibilmente l'effetto che i miei stessi avversari imprimono sulla palla, sono riuscito a metterli in difficoltà.
Non riuscivano più a spingere, gli scambi son diventati lunghi e combattuti e il rovescio che in queste occasioni diventava una banca ha portato spesso all'errore lo spazientito avversario.
Forse non è la soluzione tecnicamente ideale, ma sono davvero soddisfatto di avere trovato una contromisura per fronteggiare il top (ovviamente salendo di livello mi farebbero i buchi in terra ...... :wink: )
Immagine

Avatar utente
ElGraspa
Matricola
Messaggi: 19
Iscritto il: mer gen 28, 2009 7:41 pm

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda ElGraspa » ven ago 28, 2009 8:16 pm

Finalmente dopo aver convinto un caro amico che gioca spesso con me abbiamo fissato una serie di lezioni per migliorare il nostro tennis, il maestro ovviamente da buon professionista con l'occhio allenato ha subito evidenziato i grossi punti deboli di entrambi sui quali lavorare per cercare di migliorare, la cosa tragicomica è che io pensavo di avere un rovescio decente... almeno finchè... il coach dopo un po di cesto sul rovescio mi ferma e mi chiede con aria innocente: "adesso devi raccontarmi la storia del tuo rovescio, da dove nasce" ? :o
Sono rimasto di sasso... ma poi mi sono messo a ridere sotto ai baffi, e bravo il coach.
Questo per dire che soprattutto un giocatore mediocre di club come il sottoscritto per migliorare un pochino invece di cercare corde racchette o altro per tirare piu forte o meglio farebbe bene a prendere lezioni, ovviamente nei limiti di tempo e possiblità.
Al mio amico, che prende lezioni con me, poco tempo fà gli avevo proposto la questione e lui con aria rassegnata mi aveva risposto che passati gli anta difficilmente si può migliorare... la mia risposta è stata che se c'è la volontà non si finisce mai di imparare e migliorare (limiti fisici permettendo).
Lui, dopo aver partecipato al torneo sociale del club dove giochiamo di solito, avendo perso miseramente da "un pallettaro" ha deciso per il grande passo :D
Anch'io come molti soffro i pallettari ma allo stesso tempo ammiro la loro perseveranza perchè loro giocano il proprio miglior tennis, non possono fare altro se vogliono vincere.
La mia soluzione è cercare di migliorare con l'aiuto di un maestro se passato un certo periodo non vedo miglioramenti allora passerò alle bocce :lol:

Buon tennis a tutti.
Il problema non è la racchetta... nè le palline... e tanto meno le scarpe l'illuminazione ecc.
Il vero problema è mantenere il massimo rispetto dell'avversario di qualunque "tipo" sia :)

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda infinitejest » ven nov 27, 2009 9:49 am

Ieri ho fatto un'ora con un ragazzo meno forte di me.
Mobilità limitata, bel dritto, rovescio improvvisato, servizio decente.
Dopo aver vinto il primo set nettamente, nel secondo ho scelto di "farlo giocare", cioè ho impostato il palleggio sul suo dritto.
Risultato: siamo arrivati al tie-break :o

ho avuto l'ulteriore conferma che il mio gioco si basa sulle geometrie e sul trovare gli angoli; se per qualche motivo rinuncio a questo, divento totalmente inoffensivo.
A volte bisogna sperimentare i proprio limiti, per scoprire le proprie qualità. :)
Immagine

Avatar utente
oedem
Membro
Messaggi: 237
Iscritto il: ven lug 11, 2008 12:24 pm

Re:

Messaggioda oedem » lun nov 30, 2009 10:22 am

Satrapo ha scritto:....
Ma una volta che l'esperienza ed una adeguata preparazione ci consentono di leggere correttamente il match individuando le situazioni chiave, come si impara a "raccogliere" tutta la propria attenzione per focalizzarla interamente sull'esecuzione del colpo?

Si allena la capacità di controllare la propria attenzione?

La risposta è si, gli esercizi tecnici mirati a migliorare la capacità di "muovere l'attenzione" sono denominati "con distrattore" e sono decisamente interessanti, anche se normalmente destinati a giocatori di livello già decisamente avanzato.

Nella terza ed ultima parte ne vedremo alcuni tra i più utilizzati.

Sat, non dirmi che ti sei dimenticato della 3° parte!
:D

Satrapo
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 785
Iscritto il: dom feb 18, 2007 2:33 pm

Re: Re:

Messaggioda Satrapo » lun nov 30, 2009 1:08 pm

oedem ha scritto:
Satrapo ha scritto:....
Ma una volta che l'esperienza ed una adeguata preparazione ci consentono di leggere correttamente il match individuando le situazioni chiave, come si impara a "raccogliere" tutta la propria attenzione per focalizzarla interamente sull'esecuzione del colpo?

Si allena la capacità di controllare la propria attenzione?

La risposta è si, gli esercizi tecnici mirati a migliorare la capacità di "muovere l'attenzione" sono denominati "con distrattore" e sono decisamente interessanti, anche se normalmente destinati a giocatori di livello già decisamente avanzato.

Nella terza ed ultima parte ne vedremo alcuni tra i più utilizzati.

Sat, non dirmi che ti sei dimenticato della 3° parte!
:D


Siiiiii in effetti mi dimenticai! Mea culpa, cercherò di porre rimedio a questa dimenticanza in tempi umani. #100#

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32895
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re:

Messaggioda BackhandWinner » lun nov 30, 2009 4:14 pm

infinitejest ha scritto:Singolare questione:

incontrare in un incontro ufficiale un amico, uno con cui magari giochi da anni.
Le implicazioni psicologiche sono ovviamente del tutto diverse rispetto ad un normale incontro.
Diventa tutto molto strano.
Da un lato sembra venir meno la componente di aggressività e cattiveria agonistica necessaria per giocare un buon match.
Dall'altro sei ancora più teso, perchè siete amici (è vero), ma è normale che, nel corso degli anni, sia maturata una certa rivalità, per cui "perdere con lui darebbe un surplus di fastidio".
Che ne pensate ?


Ah questa me l'ero persa.
Beh, è capitato al buon PKK con me quest'estate, primo turno di torneo di 4a in uno dei due circoli della nostra città.
Io mi son divertito, tu PKK? #100#
Comunque una bella (vabbè, si fa per dire eh :)) partita tra amici con in più quel più di brio agonistico.*

*Beh devo ammmettere però che nel secondo si è fatto un po' pericoloso, non voleva mollare l'osso. :o :)
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
ciccio
Massimo Carbone
Messaggi: 15623
Iscritto il: mar ago 28, 2007 4:33 pm
Località: vagabondo

Re: Re:

Messaggioda ciccio » lun nov 30, 2009 7:19 pm

BackhandWinner ha scritto:
infinitejest ha scritto:Singolare questione:

incontrare in un incontro ufficiale un amico, uno con cui magari giochi da anni.
Le implicazioni psicologiche sono ovviamente del tutto diverse rispetto ad un normale incontro.
Diventa tutto molto strano.
Da un lato sembra venir meno la componente di aggressività e cattiveria agonistica necessaria per giocare un buon match.
Dall'altro sei ancora più teso, perchè siete amici (è vero), ma è normale che, nel corso degli anni, sia maturata una certa rivalità, per cui "perdere con lui darebbe un surplus di fastidio".
Che ne pensate ?


Ah questa me l'ero persa.
Beh, è capitato al buon PKK con me quest'estate, primo turno di torneo di 4a in uno dei due circoli della nostra città.
Io mi son divertito, tu PKK? #100#
Comunque una bella (vabbè, si fa per dire eh :)) partita tra amici con in più quel più di brio agonistico.*

*Beh devo ammmettere però che nel secondo si è fatto un po' pericoloso, non voleva mollare l'osso. :o :)

Ma alla fine voi due vi siete classificati ?
approccio concreto e pragmatico, frutto di esperienze, anche pesanti, maturate sul campo in contrapposizione con l'attitudine salottiera di questi utenti, perfettamente in linea con tanto mondo internettiano fatto di presunti esperti da tastiera. (cit.)

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32895
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Re:

Messaggioda BackhandWinner » lun nov 30, 2009 7:25 pm

ciccio ha scritto:
BackhandWinner ha scritto:
infinitejest ha scritto:Singolare questione:

incontrare in un incontro ufficiale un amico, uno con cui magari giochi da anni.
Le implicazioni psicologiche sono ovviamente del tutto diverse rispetto ad un normale incontro.
Diventa tutto molto strano.
Da un lato sembra venir meno la componente di aggressività e cattiveria agonistica necessaria per giocare un buon match.
Dall'altro sei ancora più teso, perchè siete amici (è vero), ma è normale che, nel corso degli anni, sia maturata una certa rivalità, per cui "perdere con lui darebbe un surplus di fastidio".
Che ne pensate ?


Ah questa me l'ero persa.
Beh, è capitato al buon PKK con me quest'estate, primo turno di torneo di 4a in uno dei due circoli della nostra città.
Io mi son divertito, tu PKK? #100#
Comunque una bella (vabbè, si fa per dire eh :)) partita tra amici con in più quel più di brio agonistico.*

*Beh devo ammmettere però che nel secondo si è fatto un po' pericoloso, non voleva mollare l'osso. :o :)

Ma alla fine voi due vi siete classificati ?


Ciccio, io sì, con 6 vittorie su 7 contro N.C. ma un triste 0/3 con dei 4.5 (due di queste al terzo, l'altra 6-4 7-6); ergo, sarò 4.5 nel 2010.
Pensa come è finito in basso il tennis nella provincia di Pesaro, eh? :)


PKK ha vinto una partita gloriosa (recuperando da un set sotto e mi pare 1-4 nel secondo :o ) e avrebbe dovuto vincerne un'altra per classificarsi.
Nell'ultimo torneo stagionale però, ahilui, ha avuto la disgrazia di incontrare ME #111# (vedi supra); e io non mi chiamo Soderling o Delpo o Fedro: niente biscottoni. #100# #66# :D
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
ciccio
Massimo Carbone
Messaggi: 15623
Iscritto il: mar ago 28, 2007 4:33 pm
Località: vagabondo

Re: Re:

Messaggioda ciccio » lun nov 30, 2009 7:32 pm

BackhandWinner ha scritto:
ciccio ha scritto:Ma alla fine voi due vi siete classificati ?


Ciccio, io sì, con 6 vittorie su 7 contro N.C. ma un triste 0/3 con dei 4.5 (due di queste al terzo, l'altra 6-4 7-6); ergo, sarò 4.5 nel 2010.
Pensa come è finito in basso il tennis nella provincia di Pesaro, eh? :)


PKK ha vinto una partita gloriosa (recuperando da un set sotto e mi pare 1-4 nel secondo :o ) e avrebbe dovuto vincerne un'altra per classificarsi.
Nell'ultimo torneo stagionale però, ahilui, ha avuto la disgrazia di incontrare ME #111# (vedi supra); e io non mi chiamo Soderling o Delpo o Fedro: niente biscottoni. #100# #66# :D

caspita, da accopparti al volo per lo sgarro :lol:
spiace per pkk, sarà per l'anno prossimo dai !
approccio concreto e pragmatico, frutto di esperienze, anche pesanti, maturate sul campo in contrapposizione con l'attitudine salottiera di questi utenti, perfettamente in linea con tanto mondo internettiano fatto di presunti esperti da tastiera. (cit.)

Avatar utente
oedem
Membro
Messaggi: 237
Iscritto il: ven lug 11, 2008 12:24 pm

Re: Re:

Messaggioda oedem » lun nov 30, 2009 8:13 pm

BackhandWinner ha scritto:Ciccio, io sì, con 6 vittorie su 7 contro N.C. ma un triste 0/3 con dei 4.5 (due di queste al terzo, l'altra 6-4 7-6); ergo, sarò 4.5 nel 2010.
Pensa come è finito in basso il tennis nella provincia di Pesaro, eh? :)

ma eri nc?
in tal caso quindi per 5 punti non sei passato a 4.4! peccato!

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32895
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: Re:

Messaggioda BackhandWinner » lun nov 30, 2009 8:42 pm

oedem ha scritto:
BackhandWinner ha scritto:Ciccio, io sì, con 6 vittorie su 7 contro N.C. ma un triste 0/3 con dei 4.5 (due di queste al terzo, l'altra 6-4 7-6); ergo, sarò 4.5 nel 2010.
Pensa come è finito in basso il tennis nella provincia di Pesaro, eh? :)

ma eri nc?
in tal caso quindi per 5 punti non sei passato a 4.4! peccato!


Ehggià proprio così.
Dovevo vincere almeno una partita con un 4.5. Giusto così, un passo alla volta. #108#
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)

Avatar utente
PKK
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 869
Iscritto il: mar giu 07, 2005 12:18 am

Re: Re:

Messaggioda PKK » mar dic 01, 2009 12:38 am

ciccio ha scritto:
BackhandWinner ha scritto:
ciccio ha scritto:Ma alla fine voi due vi siete classificati ?


Ciccio, io sì, con 6 vittorie su 7 contro N.C. ma un triste 0/3 con dei 4.5 (due di queste al terzo, l'altra 6-4 7-6); ergo, sarò 4.5 nel 2010.
Pensa come è finito in basso il tennis nella provincia di Pesaro, eh? :)


PKK ha vinto una partita gloriosa (recuperando da un set sotto e mi pare 1-4 nel secondo :o ) e avrebbe dovuto vincerne un'altra per classificarsi.
Nell'ultimo torneo stagionale però, ahilui, ha avuto la disgrazia di incontrare ME #111# (vedi supra); e io non mi chiamo Soderling o Delpo o Fedro: niente biscottoni. #100# #66# :D

caspita, da accopparti al volo per lo sgarro :lol:
spiace per pkk, sarà per l'anno prossimo dai !


Hai visto il ringraziamento per averlo allenato tutta l'estate!?! ....beh,ammetto che soffro i pusher di lusso :D

Comunque se per allenare il mio socio,da una parte ho rischiato di regredire tecnicamente :lol: ...dall'altra ho imparato ad essere più figther,più cattivo e sto cercando di non fare più esperimenti durante le partite e specie nei punti importanti :oops: .....infatti stasera ho sbagliato una palla break per fare una palla corta,dopo il cazziatone del mio socio ho riconquistato palla break e game!! :D :P

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda infinitejest » mer mag 12, 2010 9:02 am

Domanda:
la risposta bloccata di rovescio può diventare un limite ?
Negli ultimi tempi ho sopperito alle mie insicurezze nella risposta al servizio con il rovescio a due mani: mi sono arrangiato con una risposta bloccata ad una mano (come se facessi un rovescio in back), che (con altissime percentuali) restituisce all'avversario un palla lenta, alta e profonda.
Questa risposta con avversari di un certo livello è ottimale, ma quando mi capita di giocare con gente che riesce a spingere questa palla alta e piuttosto profonda, mi ritrovo subito in difficoltà nello scambio.
Penso proprio che in questi casi sia meglio rischiare una solida risposta a due mani.
Immagine

pallettaro
Matricola
Messaggi: 37
Iscritto il: ven gen 08, 2010 10:50 am

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda pallettaro » mer mag 12, 2010 10:19 am

Risposta bloccata sul rovescio...Ciccio dovresti sviscerare l'argomento credo che interessi a molti......effettivamente rispondere bloccando il braccio a mo di back da sicurezza ma non fa far punti...potresti ciccio fare una disamina completa su questo argomento? Ciao grazie 1000 :D

Avatar utente
ciccio
Massimo Carbone
Messaggi: 15623
Iscritto il: mar ago 28, 2007 4:33 pm
Località: vagabondo

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda ciccio » mer mag 12, 2010 10:49 am

Il bimane ha nella risposta al servizio un netto punto di forza rispetto al monomane. Giocare in back col bimane dovrebbe essere un rifugio, non una scelta se non contro quei giocatori che lo soffrono particolarmente.
Nel monomane é diverso, il back fa parte del gioco e normalmente chi gioca cosí sá anche modulare a dovere un back, rispondere coperto é piuttosto difficile e giocare spesso il back variandolo é una buona opzione.
Giá la risposta é nello scritto, fino ad un certo livello ok, poi c'é gente che gli fa un baffo e ti pressiona subito su quella palla
approccio concreto e pragmatico, frutto di esperienze, anche pesanti, maturate sul campo in contrapposizione con l'attitudine salottiera di questi utenti, perfettamente in linea con tanto mondo internettiano fatto di presunti esperti da tastiera. (cit.)

pallettaro
Matricola
Messaggi: 37
Iscritto il: ven gen 08, 2010 10:50 am

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda pallettaro » dom lug 18, 2010 5:30 pm

Caro CICCIO, puoi consigliare degli esercizi per migliorare la profondità di chi usa il rovescio Bimane......muchas gracias :wink:

Avatar utente
ciccio
Massimo Carbone
Messaggi: 15623
Iscritto il: mar ago 28, 2007 4:33 pm
Località: vagabondo

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda ciccio » mar lug 20, 2010 10:54 am

Esercizi specifici per il bimane non ne conosco,
comunque é un po' strana la tua richiesta perché difficile un bimane resti corto se non per un problema di tipo tecnico del colpo, se la tecnica é corretta normalmente un bimane ha problemi al contrario, di andare troppo lungo
approccio concreto e pragmatico, frutto di esperienze, anche pesanti, maturate sul campo in contrapposizione con l'attitudine salottiera di questi utenti, perfettamente in linea con tanto mondo internettiano fatto di presunti esperti da tastiera. (cit.)

Satrapo
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 785
Iscritto il: dom feb 18, 2007 2:33 pm

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda Satrapo » gio lug 22, 2010 9:36 pm

ciccio ha scritto:Esercizi specifici per il bimane non ne conosco,
comunque é un po' strana la tua richiesta perché difficile un bimane resti corto se non per un problema di tipo tecnico del colpo, se la tecnica é corretta normalmente un bimane ha problemi al contrario, di andare troppo lungo


Si quoto quanto detto da Ciccio, di solito il bimane non ha problemi a trovare profondità poichè (a differenza del monomane) può sfruttare la torsione del busto che gli garantisce spinta a volontà.

Probabilmente se si riscontra una carenza di profondità questa può dipendere dal mancato uso del busto perciò è opportuno concentrarsi proprio su un corretto carico-scarico a livello del tronco.

Un esercizio che si fa spesso in fase di impostazione del colpo bimane è l'andare a colpire partendo da una posizione di apertura completa con racchetta tenuta molto bassa (quasi a sfiorare il terreno) avendo cura di avere il braccio destro ben disteso al momento di iniziare lo swing, mentre il sinistro assumerà la tipica posizione da "dritto tirato con la sinistra". (ovviamente ci riferiamo ad un giocatore destro)

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda infinitejest » sab lug 24, 2010 9:56 am

Ho bisogno di una consulenza.
Devo giocare in torneo con un avversario (in tutta sincerità) più forte di me.
L'ho già affrontato altre volte, racimolando pochi game.
Il problema principale è non riuscire a spingere la sua palla. Anche quando prendo in mano il gioco, non riesco a colpire con sicurezza; la sua palla mi da un fastidio enorme, sento di non controllarla.
Adesso mi chiedo se provando a giocare più dentro al campo, cercando di anticipare la palla, potrei trovare dei benefici nel sentire meglio la pallina.
O c'è altro che potrei fare ? :roll:
Immagine

Avatar utente
ciccio
Massimo Carbone
Messaggi: 15623
Iscritto il: mar ago 28, 2007 4:33 pm
Località: vagabondo

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda ciccio » sab lug 24, 2010 11:09 am

Che ha 'sta palla da renderla tale ?
approccio concreto e pragmatico, frutto di esperienze, anche pesanti, maturate sul campo in contrapposizione con l'attitudine salottiera di questi utenti, perfettamente in linea con tanto mondo internettiano fatto di presunti esperti da tastiera. (cit.)

Avatar utente
js
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 899
Iscritto il: mar feb 05, 2008 2:53 pm

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda js » sab lug 24, 2010 11:18 am

apriiiiiiiiiiii

dovremo riorganizzare una rimpatriata :D

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda infinitejest » sab lug 24, 2010 5:00 pm

ciccio ha scritto:Che ha 'sta palla da renderla tale ?


Boh, non riesco ad "incontrarla" come vorrei. Lui tira il colpo, non tira piano, però a me sembra arrivare una palla senza peso. Non so spiegarmi meglio, anche perchè è da un pò che non ci gioco.
Vedremo lunedì.
Immagine

Avatar utente
ciccio
Massimo Carbone
Messaggi: 15623
Iscritto il: mar ago 28, 2007 4:33 pm
Località: vagabondo

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda ciccio » sab lug 24, 2010 5:51 pm

contro una palla senza peso si deve cercare il movimento completo, un movimento scolastico sia negli appoggi che come apertura, colpirla poi sempre in ascesa e solo in casi davvero eccezionali in discesa.
approccio concreto e pragmatico, frutto di esperienze, anche pesanti, maturate sul campo in contrapposizione con l'attitudine salottiera di questi utenti, perfettamente in linea con tanto mondo internettiano fatto di presunti esperti da tastiera. (cit.)

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda infinitejest » sab lug 24, 2010 11:07 pm

ciccio ha scritto:contro una palla senza peso si deve cercare il movimento completo, un movimento scolastico sia negli appoggi che come apertura, colpirla poi sempre in ascesa e solo in casi davvero eccezionali in discesa.


Grazie ciccio. In campo terrò sicuramente conto del tuo consiglio. :wink:
Immagine

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda infinitejest » mar lug 27, 2010 9:58 am

infinitejest ha scritto:
ciccio ha scritto:contro una palla senza peso si deve cercare il movimento completo, un movimento scolastico sia negli appoggi che come apertura, colpirla poi sempre in ascesa e solo in casi davvero eccezionali in discesa.


Grazie ciccio. In campo terrò sicuramente conto del tuo consiglio. :wink:


Grazie lo stesso, ciccio.
Ma non c'è stato nulla da fare. 6-1 6-0 #1#
Commento post-partita del mio avversario: "Contro di te mi sparo sempre partite incredibili".
Immagine

Avatar utente
ciccio
Massimo Carbone
Messaggi: 15623
Iscritto il: mar ago 28, 2007 4:33 pm
Località: vagabondo

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda ciccio » mar lug 27, 2010 12:38 pm

Se uno ti dice cosí é perché non gli sporchi a sufficenza la palla
approccio concreto e pragmatico, frutto di esperienze, anche pesanti, maturate sul campo in contrapposizione con l'attitudine salottiera di questi utenti, perfettamente in linea con tanto mondo internettiano fatto di presunti esperti da tastiera. (cit.)

Avatar utente
infinitejest
Gran Maestro
Messaggi: 1359
Iscritto il: ven set 16, 2005 1:04 pm
Località: la città del "vasa-vasa"

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda infinitejest » mar lug 27, 2010 1:35 pm

ciccio ha scritto:Se uno ti dice cosí é perché non gli sporchi a sufficenza la palla


E' così, purtroppo. Gioco troppo pulito; forse dovrei pensare di spingermi più spesso a rete, di adottare un gioco più offensivo.
Immagine

Avatar utente
BackhandWinner
Massimo Carbone
Messaggi: 32895
Iscritto il: lun mar 12, 2007 3:13 am
Località: Adriazia Centrale

Re: "Impariamo a vincere" ,Tattica e mentalita'

Messaggioda BackhandWinner » gio lug 29, 2010 12:56 am

js ha scritto:apriiiiiiiiiiii

dovremo riorganizzare una rimpatriata :D


Già. :D

Piccolo OT-egocentrico: ho 'salvato' la mia nuova classifica da 4.4, rischiando addirittura di vincere con un 4.3 (ero 3-2 0-40 sul suo servizio al terzo...) e arrivare così a 30 punti dalla promozione a 4.3. :oops: Tutto questo senza sapere giocare il dritto. Pazzesco. :D
Sì sì, lo so lo so, molto meglio se me ne resto buono nei bassifondi della classifica tentando nel frattempo di imparare a giocare questa cosa strana e incomprensibile che tutti chiamno 'dritto'. Ci proverò... :oops:
“True terror is to wake up one morning and discover that your high school class is running the country.” (K. Vonnegut)


Torna a “Tecnica & Tattica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite