Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Il topic dei sogni di Koufax si trova qui
Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 121692
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Messaggioda Nickognito » ven ago 10, 2018 7:36 pm

Senza sondaggio, non si puole piu', e non per tuborovescio, che mi ha dato una risposta live.

Potete argomentare quanto volete, ma vi lascio delle opzioni, o linee guida.

- Non avete una ragione di vita o delle ragioni teoriche. Avete una serie di cose importanti e di valori, ma non c'e' nulla di unificante dietro quei valori o una singola cosa decisiva. O non ci avete ma pensato, non e' una domanda che vi ponete.

- Una persona, o qualche persona (figli, moglie).

- La vostra felicita', o voi stessi in qualche altro modo

- Le vostre passioni

- La vostra fede, in un dio o non solo, in una morale, in qualcos'altro.

Cosa succederebbe perdendo questo? Cosa succederebbe, andando a ritroso, perdendo la vostra fede, il vedere voi stessi al centro dei vostri pensieri, il perdere le persone amate, o le proprie passioni o, semplicemente, il perdere contemporaneamente qualche certezza, qualche persona, magari un lavoro anche, o cio' che fin qui guida la vostra quotidianita'.
il 90% del territorio italiano non e' poi questo granche'... E abbiamo tempo anche molto brutto

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 121692
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Messaggioda Nickognito » ven ago 10, 2018 7:53 pm

Tra parentesi puo' esserci anche un 'come avete reagito, perdendole'.
il 90% del territorio italiano non e' poi questo granche'... E abbiamo tempo anche molto brutto

Avatar utente
ciccio
Massimo Carbone
Messaggi: 15623
Iscritto il: mar ago 28, 2007 4:33 pm
Località: vagabondo

Re: Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Messaggioda ciccio » ven ago 10, 2018 7:58 pm

Sono sempre e da sempre in discussione, per cui lê mie ragioni di vita essendo malleabili sono correggibili e sostituibili.
L'unica cosa che non accetto é invecchiare, e ormai ci sono sinistramente e terribilmente dentro.
approccio concreto e pragmatico, frutto di esperienze, anche pesanti, maturate sul campo in contrapposizione con l'attitudine salottiera di questi utenti, perfettamente in linea con tanto mondo internettiano fatto di presunti esperti da tastiera. (cit.)

Avatar utente
loveboat
Saggio
Messaggi: 9635
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Messaggioda loveboat » ven ago 10, 2018 8:27 pm

La mia ragione di vita e’ acquisire maggiore consapevolezza. Attraverso la compassione.
Non che tutto il resto non sia importante, ma e’ necessario concentrarmi su questo affinche’ tutto il resto vada a posto
Tutto verde su tennistalker

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 16809
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Re: Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Messaggioda maxredo » sab ago 11, 2018 10:05 am

Sicuramente NON

Nickognito ha scritto:- La vostra fede, in un dio

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 44169
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Messaggioda Johnny Rex » sab ago 11, 2018 3:16 pm

Osservazione preventiva; Chi ne Ha poche , di Ragioni di Vita, o Una sola, anche sbagliata :) (Il Successo Lavorativo, essere il Migliore di Sempre, La superiorità della Razza bianca,etc etc)) generalmente vive meglio, o diciamo con meno dubbi e problematiche, di chi ne ha molte (anche se non si deve confondere pluralità di passioni ed interessi con ragioni di vita percepite come realmente basilari) o nessuna.
Perchè chi ne ha molte tende a disperdersi in esse, e chi non ne ha crede inconsciamente alla bufala per cui la vita sia autoesplicativa ,parli da sola, e attende al bujo la famosa autoesplicazione che può arrivare (o meglio ancora, essere percepita come tale) o mai arrivare.

Sitting target
Sitting waiting
God is saying
Nothing
Nothing


Ciò detto,come reagirei, per dire, ad una malattia , una frattura che mi impedisca di allenarmi, qualcosa che danneggi il miof isico in modo che non possa usarlo come al solito?
Risposta Semplice, Male :) , ci starei davvero male. Poi cercherei strategie palliative, alternative, soluzioni .
Stessa cosa per legami sentimentali ed affettivi. Scrivo ovviamente di perdite che si verifichino contro od indipendetentemente dalla nostra volontà.
Ci sono Poi perdite che avvengono senza dolore nè malessere, verosimilmente perchè in realtà nel nostro intimo ci eravamo distaccatati da tempo dall'oggetto della perdita , solo non vedevamo con chiarezza quanto poco fosse divenuto importante.
Nella Mia Adolescenza il Calcio è stato una ragione di vita , non lo è più da moltissimi anni, e senza dolore nè rammarico.

F.F.
Alga ha scritto:Mondiali di rugby dove ci sono i tifoni, mondiali di calcio dove ci sono temperature di 50° e mondiali di sci dove non ci sono montagne.


Burian siberiano ha scritto:Nadal non ha alcuna forza mentale.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 121692
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Messaggioda Nickognito » sab ago 11, 2018 4:59 pm

Intendi che oggi il fisico ed alcuni legami affettivi sono la tua ragione di vita?
il 90% del territorio italiano non e' poi questo granche'... E abbiamo tempo anche molto brutto

Johnny Rex
Massimo Carbone
Messaggi: 44169
Iscritto il: gio set 15, 2005 2:21 pm
Località: Salò
Contatta:

Re: Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Messaggioda Johnny Rex » sab ago 11, 2018 7:06 pm

Nickognito ha scritto:Intendi che oggi il fisico ed alcuni legami affettivi sono la tua ragione di vita?


La Salute ed alcuni legami affettivi possono esserlo :)
Ma direi di no, dovessi proprio dire una Way Of Life che ho cercato di seguire da molto tempo, direi ridurre il più possibile lo stress, le sensazioni negative, il Malessere .

F.F.
Alga ha scritto:Mondiali di rugby dove ci sono i tifoni, mondiali di calcio dove ci sono temperature di 50° e mondiali di sci dove non ci sono montagne.


Burian siberiano ha scritto:Nadal non ha alcuna forza mentale.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 121692
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Messaggioda Nickognito » sab ago 11, 2018 7:21 pm

Ma non parlo di way of life, ma di purpose o meaning of life :)

Se c'e', potrebbe anche non esserci e vivere bene lo stesso.

Ma anche senza andare troppo sul filosofico, la cosa che fa piacere, la sera, sapere di ritrovarsi la mattina dopo. Per me lo sono stati ad esempio la religione, il pensiero di qualche amore, per un periodo anche il lavoro, per un altro periodo degli amici, in altri periodi nulla senza che questo mi rendesse depresso, in altri periodi nulla con questo che mi ha reso depresso.

E' piu' una passione positiva, che pero' in effetti puo' non esserci, puo' esserci anche una felicita' tranquilla senza passioni che non si pone nemmeno molte domande.

O ci possono essere tanti impegni, sia piacevoli che gravosi, che non lasciano spazio ad altro.
il 90% del territorio italiano non e' poi questo granche'... E abbiamo tempo anche molto brutto

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 13695
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Messaggioda uglygeek » dom ago 12, 2018 4:30 pm

Woody Allen ha scritto:"I firmly believe, and I don't say this as a criticism, that life is meaningless. I'm not alone in thinking this — there have been many great minds far, far superior to mine, that have come to that conclusion. And unless somebody can come up with some proof or some example where it's not, I think it is. I think it's a lot of sound and fury signifying nothing, and that's just the way I feel about it."

"I'm not saying that one should opt to kill oneself," Allen said. "But the truth of the matter is, when you think of it, every 100 years, there's a big flush, and everybody in the world is gone. And there's a new group of people. And that gets flushed, and there's a new group of people. And this goes on and on interminably — and I don't want to upset you — toward no particular end, no rhyme or reason."

"And the universe, as you know from the best of physicists, is coming apart, and eventually there will be nothing, absolutely nothing. All the great works of Shakespeare, and Beethoven, and Da Vinci, all that will be gone. Now, not for a long time, but shorter than you think, really, because the sun is going to burn out much earlier than the universe vanishes, so you don't have to wait for the universe to vanish. It'll happen earlier than that. So all these plays and these symphonies, the height of human achievement, will be gone completely. There'll be no time, no space, nothing at all. Just zero.

"That's why over the years, I've never written or made movies about political themes. Because while they do have current critical importance, in the large scheme of things, only the big questions matter, and the answers to those big questions are very, very depressing. What I would recommend — this is the solution that I've come up with — is distraction.

"That's all you can do! You get up, you can be distracted by your love life, by the baseball game, by the movies, by the nonsense. Can I get my kid into this private school? Will this girl go out with me Saturday night? Can I think of an ending for the third act of my play? Am I going to get the promotion in my office? All this stuff, but in the end the universe burns out. So I think it's completely meaningless, and to be honest, my characters portray this feeling. Have a good weekend."
La Laver Cup e' una cagata pazzesca! (92 minuti di applausi...)

Avatar utente
loveboat
Saggio
Messaggi: 9635
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Messaggioda loveboat » dom ago 12, 2018 4:49 pm

Ma Woody ce l’hai su whatsapp?
Tutto verde su tennistalker

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 13722
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Messaggioda Gios » dom ago 12, 2018 9:49 pm

L'ultima salvezza,
e la ricerca della bellezza.
Nickognito ha scritto:Gios e' una brava persona.

chiaky
FooLminato
Messaggi: 10113
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Messaggioda chiaky » gio ago 16, 2018 3:09 pm

Tema anche interessante ma complesso. innanzitutto bisognerebbe capire cosa sono queste "ragioni di vita".
Sono i nostri traguardi? Sono i nostri affetti? Oppure le nostre passioni?
Forse possono essere tutte queste cose prese singolarmente o anche insieme.
Per quanto mi riguarda, traguardi non ne ho. Sono ben poco ambizioso. Certo, forse vorrei avere un sacco di soldi facendo poco e niente, ma non è possibile. Magari una vittoria al "turista per sempre" farebbe molto piacere, ma non giocando e, nella sventurata e rara ipotesi, perdendo costantemente, non credo sia un obiettivo percorribile.
La salute che è stata qui spesso citata non mi pare una ragione di vita. E' una condizione. Una condizione che spesso esula dalla nostra volontà. Tutti noi vogliamo star bene e abbiamo bisogno di star bene per fare tutto ciò che desideriamo, ma è solo in minima parte dipendente dalla nostra volontà. Certo, io non fumo, non mi drogo, bevo il giusto, non mi butto dai dirupi con gli elastici, ma alla fin fine sto di merda lo stesso, quindi non vedo proprio cosa posso fare se non sperare che le cose non peggiorino ulteriormente.
Gli affetti e le passioni. Quelli si.
Le mie ragioni di vita sono innanzitutto mia madre, mia moglie e mia sorella. Un gineceo che riempie la mia vita di meraviglia e di bellezza. Se le dovessi perdere perderei la ragione. E le perderò, anche perché mia madre ha 80 anni e mia sorella 11 più di me, a meno che non ceda prima io. E' il destino di tutti noi. Ho reagito straordinariamente bene alla morte di mio padre anni fa, ma il distacco dalle mie donne non lo posso nemmeno immaginare. Penso che la vita sia molto crudele e non credendo nella morte, o meglio, in ciò che dovrebbe rappresentare per il mondo cattolico, non mi do pace di questi allontanamenti, per me, eterni e definitivi.
Le passioni, beh, quelle sono una buona parte di ciò che mi fa amare la vita. Se morissi oggi non potrei più ascoltare la voce di Pippo Di Stefano, i dischi dei Queen, non potrei più leggere Tex e la mia caterva di romanzi li in attesa di fianco al comodino, non potrei più scrivere, non potrei più cantare, non potrei più fare il bagno al mare, ascoltare il canto dei grilli mentre bevo un Franciacorta in terrazzo, non potrei più mangiare una bella fiorentina al sangue, non potrei più ammirare l'immensità di una pinacoteca e perdermi nel sogno di capolavori senza tempo, che mi fanno quasi riconciliare con la religione che li ha così Divinamente ispirati.
E si, non potrei più bearmi di una bella volèe smorzata sul campo centrale di Wimbledon, o, ancor meglio, su un vecchio dvd di Mac, dacchè di volèe a Wimbledon se ne vedono ormai ben poche.
Sono tutti piccoli pezzi di un puzzle che mi fanno restare in vita con curiosità, e senza i quali la vita sarebbe grigia e sgombra. Se li perdessi perderei la vita.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 121692
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Messaggioda Nickognito » gio ago 16, 2018 3:23 pm

Era anche per sapere se appunto la vostra ragione di vita e' un puzzle con tanti pezzi, o alcuni pezzi, o uno solo, compongono tutti il puzzle.

Anche per me la salute e' solo una precondizione. Pero' Johnny Rex vive il suo corpo, credo, in modo diverso da quello che fai tu o faccio io.

Suppongo che il numero dei pezzi del puzzle spesso cambi a seconda delle scelte. Magari chi ha un lavoro totalizzante pensa solo a questo, lo stesso chi punta a una famiglia con i figli.

Leggevo oggi un post facebook di una donna che conosca, che ha lasciato amore (ma non regolamentato, e' anche lesbica), lavoro (ottimamente retribuito) e affetti per andare a vivere in cina. Sta studiando kung-fu, e' in splendida salute, piena di energia e conosce tantissime persone. E' ancora giovane, ma non piu' nei 20, comunque. Scriveva come fatica a concordare con gli insegnamenti buddisti per cui la felicita' e' assenza di sofferenza e che preferisce soffrire, ma avere passioni. Avere persone, anche.

Ma, senza menzionare l'enorme e spesso decisiva influenza della sorte, non solo a livello di interiorita' ma anche piu' banalmente di fatti che ci capitano, non so cosa venga prima, la voglia di immergerci in passioni per attivita' e persone, ed esserne poi circondati e, alla fine, non dipendenti da nessuna di esse in particolare, o il fatto che, capitando di vivere molte, cose, i pezzi del nostro puzzle sono di piu'.

La ragione di vita di cui parlo pero' e' quella che, perdendola, non lascia tristezza ma panico, o vuoto, o perdita di identita'. Quella che non lascia preoccupazioni, all'imbrunire o al risveglio, ma il nulla.

Ed e' questo che mi chiedo, se si capisca o meno. Chiunque ha una famiglia, dei figli, sa della tristezza, anche disperazione, che ne seguirebbe senza. Chiunque puo' porsi il problema di andare in pensione dopo aver lavorato per 30 anni 10 ore al giorno con passione. Ma non so se si e' in grado di capire se alla tristezza subentrerebbe il vuoto, oppure no, senza averlo prima provato.

Ma e' quello che vorrei capire. Non un teorico 'la vita non ha senso'.

E' anche vero che un teorico, ragionato, ma sentito, accettato 'non senso' forse non puo' produrre nessun panico, nessuna paura, anche nessun vuoto.
il 90% del territorio italiano non e' poi questo granche'... E abbiamo tempo anche molto brutto

chiaky
FooLminato
Messaggi: 10113
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Le vostre ragioni di vita, e come reagireste perdendole.

Messaggioda chiaky » gio ago 16, 2018 3:39 pm

La ragione è immortale, tutto il resto è mortale, dice Pitagora, e quindi se perdessi queste MIE ragioni...dato che le ragioni di vita sono pur sempre ragioni, direi che si, finirei in un nulla,sarei un morto, mi ritroverei ad essere solo in compagnia di me stesso, e dato che niente è più reale del niente, farei molta fatica ad uscire da questo buco nero e vuoto.
Senza affetti e senza passioni la vita non è vita. E non ha ragioni.


Torna a “Generale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti