Acquisti on-line, Amazon & co.

Tutto sul mondo dei PC e dei videogiochi e degli altri prodotti tecnologici.
Avatar utente
Pitone
Massimo Carbone
Messaggi: 17005
Iscritto il: ven nov 08, 2002 1:00 am
Località: Estremissimo ponente ligure/Sardegna
Contatta:

Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Pitone » lun nov 26, 2018 1:30 pm

Mi sembra non ci sia un topic apposito, magari nessuno risponderà o magari può risultare interessante.
Un topic per giudicare, segnalare, richiedere info, recensire i vari siti di vendita on-line.
O anche segnalare super offerte, perché no.

Questo è il senso ulteriore che ho voluto trovare a questo topic, aperto in realtà solo per un motivo, segnalare una per me anomalia su Amazon :D

Stavo seguendo un lettore DVD, individuato incrociando varie recensioni, circa 10 giorni fa costava 215 euro che non avevo nessuna intenzione di spendere.
Aspetto chiaramente il Black Friday e quanto costa? 295 euro.
Un po' sorpreso non demordo, arriva il Cyber Monday! Cavolo è la giornata della tecnologia! Entro in Amazon: 333 euro.
Eccheccazzo! :D
Fuck off means naw, naw means mibbie, mibbie means aye n aye means anal...

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 25293
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Ombra84 » lun nov 26, 2018 1:39 pm

Mica è anomalo. :)
E' la normalità su diversi prodotti che vengano scontati da un fantomatico prezzo di listino che in realtà non esiste
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

maxredo
Massimo Carbone
Messaggi: 15787
Iscritto il: sab ott 15, 2005 12:33 am
Località: Milano

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda maxredo » lun nov 26, 2018 1:56 pm

Pitone ha scritto:recensire i vari siti di vendita on-line.


Ecco questo può essere molto utile, visto che ormai, credo tutti compriamo molto su internet.

Ultimamente mi chiedevo una cosa.
Visto che in molti paesi si può comperare, fisicamente, oggetti (di marca/qualità, non parlo di fake o cinesate) a prezzi inferiori...è possibile usando proxy o altro acquistare dalla versione online locale con il prezzo "loro" e non "nostro"?
Mi spiego meglio...è abbastanza in uso chi ha amici che vivono in paesi "meno ricchi" chiedere di comperare qualcosa e spedire o portare quando capita di vedersi.
Esempio...uno vorrebbe comperare un paio di scarpe da ginnastica che qua magari costano 150/200 euro ma se vai in vacanza in qualche paese le trovi originali a 50 euro (convertendo la divisa locale).
Non si può fare la stessa cosa senza il tramite all'estero ma con qualche espediente comprando da siti in versione locale e pagando solo come sovrappezzo la spedizione?

Il problema credo che sia che certi siti non spediscono oltre i propri confini o accettano iscrizioni solo di clienti locali.
Mi pare di aver provato una volta col sito della Nike senza risultato

Qualcuno ha tecniche di acquisto su internet particolarmente vantaggiose?

Avatar utente
Paolo79
Illuminato
Messaggi: 4468
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Paolo79 » lun nov 26, 2018 2:10 pm

Il fantastico mondo delle inculate online :D
Durante queste occasioni (black friday, promo speciali in genere) gonfiare il prezzo di un prodotto ed offrirlo ad un prezzo apparentemente scontato è assolutamente la prassi, non solo su amazon ma ovunque. Questo perchè in queste situazioni il consumatore medio è alla ricerca dell'Occasione più che dell'acquisto e dire che una cosa costa 100 euro ma è scontata del 70% fa più figo che dire che costa 90 euro ed è scontata del 20%
Le eccezioni però ci sono e non è vero che è impossibile fare affari perchè in queste occasioni ci finiscono tutti i prodotti per i quali si vuole fare ottimizzazione di magazzino e allora l'affare è fattibile. Oppure mettono qualcosa in offerta ma in offerta a tempo, in quel caso è più difficile ma comunque fattibile.
Io faccio 2 cose :
1) SE SO GIA COSA DEVO COMPRARE: copia/incolla del modello su google e clicco su shopping. Se è o no un affare lo si capisce in 5 secondi. Per esempio io ho comprato la lavatrice col black friday e lì avevo come riferimento il prezzo ufficiale sul sito della samsung (che di solito è già abbastanza gonfiato). In alcuni siti il prezzo era quasi il doppio di quello originale quindi vi lascio immaginare qual'era lo sconto % proposto. Il più pericoloso di questi siti secondo me è E-PRICE, ma non vuol dire che non si trovino offerte anche lì
2) SE SONO IN CERCA DI OFFERTE: relativamente ad amazon, guardo solo le offerte in arrivo. Questo perchè quando fai scorrere le offerte del black friday, l'ordine è quello proposto da loro ed ovviamente partono da quelli che hanno interesse a vendere; quindi o ti metti a filtrare (per recensione, % di sconto, etc) oppure metto il flag sulle offerte in arrivo in questo modo vedo in ordine temporale cosa sta arrivando
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
Paolo79
Illuminato
Messaggi: 4468
Iscritto il: dom gen 09, 2005 12:25 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Paolo79 » lun nov 26, 2018 2:12 pm

Una cosa che invece secondo me sarebbe molto utile ma che vedo nessuno fa, è scrivere nella recensione quanto si è pagato quel prodotto. Questo sì che sarebbe veramente utile a chi deve valutare un acquisto, ho il sospetto però che queste recensioni non vengano ammesse a priori
Il mio obiettivo non è vincere. Il mio obiettivo è far sì che quando scendo in campo il mio avversario abbia paura di me" (A.Agassi)

Avatar utente
Pitone
Massimo Carbone
Messaggi: 17005
Iscritto il: ven nov 08, 2002 1:00 am
Località: Estremissimo ponente ligure/Sardegna
Contatta:

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Pitone » lun nov 26, 2018 3:46 pm

Ombra84 ha scritto:Mica è anomalo. :)
E' la normalità su diversi prodotti che vengano scontati da un fantomatico prezzo di listino che in realtà non esiste


Beh insomma, un po' anomalo lo è, in poco tempo ha fatto il percorso inverso... 10 giorni fa 215 sottolineando il prezzo di partenza 350 euro, quando ho scritto alle 13:30 333 euro senza segnalare il prezzo di partenza. E per la cronaca ora è sceso a 299 euro ed è riapparso il 350 euro di prezzo iniziale :D
A questo punto voglio vedere stasera...Mediaworld lo stesso prodotto lo da a 199 euro, per la cronaca Sony UBP-X800.

Avevo anche messo un altro DVD da monitorare il Samsung UBD-M8500 che partiva da 199 euro su prezzo iniziale 299, ecco, questo dal Black Friday si è assestato fisso a 149
Fuck off means naw, naw means mibbie, mibbie means aye n aye means anal...

Avatar utente
fabio86
Massimo Carbone
Messaggi: 38836
Iscritto il: gio lug 23, 2009 6:53 pm
Località: The Island

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda fabio86 » lun nov 26, 2018 3:47 pm

Ma tanto i DVD sono ormai in disuso che ti frega. #100#

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 25293
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Ombra84 » lun nov 26, 2018 3:48 pm

fabio86 ha scritto:Ma tanto i DVD sono ormai in disuso che ti frega. #100#

Ma se deve gustarsi questo:
https://www.mediaworld.it/product/mp-80 ... aprezzi%7c

(La voce di Cumbertatch :oops: )
:D
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
Pitone
Massimo Carbone
Messaggi: 17005
Iscritto il: ven nov 08, 2002 1:00 am
Località: Estremissimo ponente ligure/Sardegna
Contatta:

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Pitone » lun nov 26, 2018 7:20 pm

Sono troppo legato al possedere, poter toccare ciò che mi piace di più. Sarà poi un mio feticismo ma dev'essere un'uscita originale, ufficiale.
Si ok, il film lo posso guardare copiato, ma se voglio entri nella teca deve essere ufficiale. :D
Fuck off means naw, naw means mibbie, mibbie means aye n aye means anal...

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 116646
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Nickognito » lun nov 26, 2018 8:08 pm

Pitone ha scritto:Sono troppo legato al possedere, poter toccare ciò che mi piace di più. Sarà poi un mio feticismo ma dev'essere un'uscita originale, ufficiale.
Si ok, il film lo posso guardare copiato, ma se voglio entri nella teca deve essere ufficiale. :D


e poi non devo quotare sbagliato.
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation

Avatar utente
Pitone
Massimo Carbone
Messaggi: 17005
Iscritto il: ven nov 08, 2002 1:00 am
Località: Estremissimo ponente ligure/Sardegna
Contatta:

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Pitone » lun nov 26, 2018 8:37 pm

Nickognito ha scritto:
Pitone ha scritto:Sono troppo legato al possedere, poter toccare ciò che mi piace di più. Sarà poi un mio feticismo ma dev'essere un'uscita originale, ufficiale.
Si ok, il film lo posso guardare copiato, ma se voglio entri nella teca deve essere ufficiale. :D


e poi non devo quotare sbagliato.


Non sai quante volte ho cancellato e riscritto perché la prima stesura era anche peggio :D
Fuck off means naw, naw means mibbie, mibbie means aye n aye means anal...

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 116646
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Nickognito » lun nov 26, 2018 8:51 pm

Peggio che piacere, possedere, toccare, feticismo ed entrare nella teca?
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation

Avatar utente
Mr Moonlight
Illuminato
Messaggi: 3632
Iscritto il: sab ago 23, 2008 10:29 pm
Località: Tuscany

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Mr Moonlight » mar nov 27, 2018 7:58 am

Pitone ha scritto:
Ombra84 ha scritto:Mica è anomalo. :)
E' la normalità su diversi prodotti che vengano scontati da un fantomatico prezzo di listino che in realtà non esiste


Beh insomma, un po' anomalo lo è, in poco tempo ha fatto il percorso inverso... 10 giorni fa 215 sottolineando il prezzo di partenza 350 euro, quando ho scritto alle 13:30 333 euro senza segnalare il prezzo di partenza. E per la cronaca ora è sceso a 299 euro ed è riapparso il 350 euro di prezzo iniziale :D
A questo punto voglio vedere stasera...Mediaworld lo stesso prodotto lo da a 199 euro, per la cronaca Sony UBP-X800.

Avevo anche messo un altro DVD da monitorare il Samsung UBD-M8500 che partiva da 199 euro su prezzo iniziale 299, ecco, questo dal Black Friday si è assestato fisso a 149

Mediaworld a 199 euro dà il 700. L'800 mi sa che meno di 260-270 non lo trovi.
C'è qui https://www.restartcomputer.it/dvd-player-recorder-blu-ray/86829-sony-lettore-4k-blu-ray-4548736042957.html?utm_source=pagomeno ma non so se sono affidabili. Se lo prendevi a 215 facevi un affare.
Una volta esisteva Weblan, un sito di elettronica-informatica magnifico a prezzi strabilianti. Era di Cosenza. L'hanno chiuso dopo poco #1#

Avatar utente
Mr Moonlight
Illuminato
Messaggi: 3632
Iscritto il: sab ago 23, 2008 10:29 pm
Località: Tuscany

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Mr Moonlight » mar nov 27, 2018 7:58 am

Nickognito ha scritto:Peggio che piacere, possedere, toccare, feticismo ed entrare nella teca?

C'avrà due teche ed intendeva la seconda...

Avatar utente
Pitone
Massimo Carbone
Messaggi: 17005
Iscritto il: ven nov 08, 2002 1:00 am
Località: Estremissimo ponente ligure/Sardegna
Contatta:

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Pitone » mar nov 27, 2018 7:58 am

Si si, come era costruita la frase era molto peggio
Fuck off means naw, naw means mibbie, mibbie means aye n aye means anal...

Avatar utente
Pitone
Massimo Carbone
Messaggi: 17005
Iscritto il: ven nov 08, 2002 1:00 am
Località: Estremissimo ponente ligure/Sardegna
Contatta:

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Pitone » mar nov 27, 2018 8:04 am

Mr Moonlight ha scritto:Mediaworld a 199 euro dà il 700. L'800 mi sa che meno di 260-270 non lo trovi.


Stai guardando ora, ieri confermo che era 199 con prezzo di partenza 349 che è il prezzo che leggo ora non scontato.
Era una offerta cyber Monday corretta
Fuck off means naw, naw means mibbie, mibbie means aye n aye means anal...

Avatar utente
Mr Moonlight
Illuminato
Messaggi: 3632
Iscritto il: sab ago 23, 2008 10:29 pm
Località: Tuscany

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Mr Moonlight » mar nov 27, 2018 9:24 am

Pitone ha scritto:
Mr Moonlight ha scritto:Mediaworld a 199 euro dà il 700. L'800 mi sa che meno di 260-270 non lo trovi.


Stai guardando ora, ieri confermo che era 199 con prezzo di partenza 349 che è il prezzo che leggo ora non scontato.
Era una offerta cyber Monday corretta

Ok, sorry. Comunque fanno i furbi ovunque. Resta il fatto che acquistare online è molto meglio che andare in negozio, anche se per alcune cose, come ad esempio grossi elettrodomestici o l'assicurazione preferisco fare face to face

Avatar utente
Pitone
Massimo Carbone
Messaggi: 17005
Iscritto il: ven nov 08, 2002 1:00 am
Località: Estremissimo ponente ligure/Sardegna
Contatta:

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Pitone » mar nov 27, 2018 12:44 pm

Anch'io sono legato al face to face.
Devo dire è interessante il servizio che fanno Mediaworld, Unieuro, di acquisto on line e ritiro in negozio, si ha certamente più scelta e più offerte e la possibilità di un appoggio fisico.
Fuck off means naw, naw means mibbie, mibbie means aye n aye means anal...

Avatar utente
hal
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 799
Iscritto il: mer mag 02, 2001 2:00 am

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda hal » mer nov 28, 2018 11:21 pm

Per quanto riguarda Amazon, c'è un ottimo Plugin (per firefox o chrome) che si chiama Keepa e che permette di vedere nella stessa pagina di Amazon un grafico con lo storico del prezzo del prodotto.
Così ci si rende conto se il prezzo corrente è più alto o più basso del solito, se ci sono offerte etc. Nel caso del Black Friday emerge che gli sconti non sono diversi da quelli che praticano periodicamente durante l'anno.
Keepa permette anche di mettere un alert per ricevere una email il giorno in cui il prezzo scende sotto una soglia predefinita.

Avatar utente
Pitone
Massimo Carbone
Messaggi: 17005
Iscritto il: ven nov 08, 2002 1:00 am
Località: Estremissimo ponente ligure/Sardegna
Contatta:

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Pitone » gio nov 29, 2018 3:57 pm

hal ha scritto:Keepa permette anche di mettere un alert per ricevere una email il giorno in cui il prezzo scende sotto una soglia predefinita.


Ti ringrazio, ottimo davvero
Fuck off means naw, naw means mibbie, mibbie means aye n aye means anal...

Avatar utente
madmarat
Massimo Carbone
Messaggi: 22854
Iscritto il: ven giu 01, 2007 1:03 pm
Località: ovunque...ma nn qui
Contatta:

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda madmarat » gio nov 29, 2018 4:07 pm

Caccia li sordi Pito'! :D

Avatar utente
Pitone
Massimo Carbone
Messaggi: 17005
Iscritto il: ven nov 08, 2002 1:00 am
Località: Estremissimo ponente ligure/Sardegna
Contatta:

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Pitone » gio nov 29, 2018 7:29 pm

madmarat ha scritto:Caccia li sordi Pito'! :D


Son pur sempre ligure, mia risposta tipica al "compralo che è un'affare!":
L'affare lo faccio se mi tengo i soldi... :D
Fuck off means naw, naw means mibbie, mibbie means aye n aye means anal...

Avatar utente
PINDARO
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 60786
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda PINDARO » mar dic 04, 2018 12:48 pm

La garanzia che ti dà Amazon ( oltre che la scelta e il prezzo quasi sempre più basso) non te la dà alcun negozio esistente.
Entro due anni puoi restituire il prodotto se difettoso e vieni rimborsato completamente o, se disponibile ancora il prodotto, te lo sostituiscono.
Mentre entro un mese puoi mandarlo indietro a prescindere.
Senza se e senza ma. Anzi, si scusano sempre loro.
Ludwig Wittgenstein: «Se pure tutte le possibili domande della scienza ricevessero una risposta, i problemi della nostra vita non sarebbero nemmeno sfiorati»

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 25293
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Ombra84 » mar dic 04, 2018 3:36 pm

PINDARO ha scritto:La garanzia che ti dà Amazon ( oltre che la scelta e il prezzo quasi sempre più basso) .

Considerato che i dipendenti lavorano a ritmi tipo i cinesi nel tessile... :D :D :D

(Non è una critica, solo una battuta su un dato di fatto)
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
PINDARO
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 60786
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda PINDARO » mar dic 04, 2018 4:00 pm

Beh, possono sempre scegliere di essere disoccupati.
Anzichè essere pagati 1200 euro al mese con tredicesima e quattordicesima.
Certo, devi correre. Ma non è che se lavori in fabbrica, puoi fumarti la sigaretta per sette ore.
Dopo due giorni sei cacciato a calci.
Ludwig Wittgenstein: «Se pure tutte le possibili domande della scienza ricevessero una risposta, i problemi della nostra vita non sarebbero nemmeno sfiorati»

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 116646
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Nickognito » mar dic 04, 2018 6:12 pm

Ombra84 ha scritto:
PINDARO ha scritto:La garanzia che ti dà Amazon ( oltre che la scelta e il prezzo quasi sempre più basso) .

Considerato che i dipendenti lavorano a ritmi tipo i cinesi nel tessile... :D :D :D

(Non è una critica, solo una battuta su un dato di fatto)


Curiosita', ma avete fatto un fact checking oppure parlate per sentito dire?

Io non ho molta esperienza diretta. Di sicuro la mia ex lavora molto da Amazon, ma non con ritmi da cinese del tessile. Pero' lavora in ufficio, non in magazzino. Ma per dire lei stessa prima lavorava in una catena di montaggio Panasonic, con ritmi da cinesi nel tessile (e un chip alla caviglia per chi stava troppi secondi al bagno, per dire). Insomma, e' vero e indiscutibilmente provato che da Amazon i ritmi sono peggiori che altrove o e un luogo comune?
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 25293
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Ombra84 » mar dic 04, 2018 6:14 pm

Ho detto che era una battuta comunque.
un altro dato di fatto è che stanno scomparendo, se non già scomparsi del tutto i piccoli commercianti
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Avatar utente
PINDARO
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 60786
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda PINDARO » mar dic 04, 2018 6:23 pm

Nickognito ha scritto:indiscutibilmente provato che da Amazon i ritmi sono peggiori che altrove o e un luogo comune?


Direi che sono state scritte molte bufale al riguardo.

http://www.butac.it/amazon-e-i-lavoratori-in-tenda/

https://www.bufale.net/home/disinformaz ... avoratori/

questi due esempi.
Intanto Amazon è l'azienda che in Italia negli ultimi anni ha dato più posti di lavoro fissi. 1700 solo negli ultimi mesi.
Tutti schiavi?
Ludwig Wittgenstein: «Se pure tutte le possibili domande della scienza ricevessero una risposta, i problemi della nostra vita non sarebbero nemmeno sfiorati»

Avatar utente
Monheim
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 977
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Monheim » mar dic 04, 2018 6:39 pm

Nickognito ha scritto:
Ombra84 ha scritto:
PINDARO ha scritto:La garanzia che ti dà Amazon ( oltre che la scelta e il prezzo quasi sempre più basso) .

Considerato che i dipendenti lavorano a ritmi tipo i cinesi nel tessile... :D :D :D

(Non è una critica, solo una battuta su un dato di fatto)


Curiosita', ma avete fatto un fact checking oppure parlate per sentito dire?

Io non ho molta esperienza diretta. Di sicuro la mia ex lavora molto da Amazon, ma non con ritmi da cinese del tessile. Pero' lavora in ufficio, non in magazzino. Ma per dire lei stessa prima lavorava in una catena di montaggio Panasonic, con ritmi da cinesi nel tessile (e un chip alla caviglia per chi stava troppi secondi al bagno, per dire). Insomma, e' vero e indiscutibilmente provato che da Amazon i ritmi sono peggiori che altrove o e un luogo comune?

Non so se Amazon sia l'azienda peggiore in tal senso o meno, ma è indiscutibilmente vero che stiamo assistendo a una deriva significativa secondo cui il cliente è sempre più esigente in termini di velocità di consegna con dall'altra parte qualcuno che volente o nolente deve correre/soffrire portando, poi, a una vera e propria selezione naturale darwiniana di chi si adatta meglio a tali condizioni di lavoro sempre più disumane.

Loro ovviamente son ancora fortunati rispetto a quei poveracci veri che estraggono il coltan in Congo per i nostri smartphone del menga.
Chiedere pareri politici a Sgarbi è curioso perché è uno che ha cambiato più partiti e idee che mutande quindi fa abbastanza ridere.

Avatar utente
Ombra84
Amministratore
Amministratore
Messaggi: 25293
Iscritto il: sab mag 19, 2007 1:30 pm
Località: Anacapri

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Ombra84 » mar dic 04, 2018 6:41 pm

PINDARO ha scritto:

Direi che sono state scritte molte bufale al riguardo.

http://www.butac.it/amazon-e-i-lavoratori-in-tenda/

https://www.bufale.net/home/disinformaz ... avoratori/

questi due esempi.
Intanto Amazon è l'azienda che in Italia negli ultimi anni ha dato più posti di lavoro fissi. 1700 solo negli ultimi mesi.
Tutti schiavi?

Da qualche parte i dipendenti dei commercianti che falliscono dovranno pure andare :D

Seriamente qua oramai i negozi che restano aperti sono quelli che vendono anche artigianato locale o ciarpame per turisti. Oltre alle grandi griffe.
Non è che vuole essere una discussione sul fatto se sia giusto o no comunque.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.
.

dsdifr ha scritto:Nel primo set della messa lei dichiarerà di voler sposare Istomin, poi piano piano Andreas riguadagnerà' terreno fino al lieto fine.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 116646
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Nickognito » mar dic 04, 2018 6:48 pm

Monheim ha scritto:Non so se Amazon sia l'azienda peggiore in tal senso o meno, ma è indiscutibilmente vero che stiamo assistendo a una deriva significativa secondo cui il cliente è sempre più esigente in termini di velocità di consegna con dall'altra parte qualcuno che volente o nolente deve correre/soffrire portando, poi, a una vera e propria selezione naturale darwiniana di chi si adatta meglio a tali condizioni di lavoro sempre più disumane..


Ma siamo sicuri? Puo' essere, eh, ma da cosa lo si deduce? Perche' se aumenta la velocita' di consegna uno deve lavorare in condizioni peggiori? Perche' uno deve 'correre'? Cioe' il fattorino che deve correre piu' veloce dell'altro fattorino, per questo la roba arriva prima?

Non credo proprio: la roba arriva prima perche' c'e' una distribuzione migliore (come organizzazione, ma proprio come quantita' di magazzini). Non vedo il problema delle condizioni disumane. Se tutti i lavoratori amazon lavorassero due ore al giorno e avessero massaggi, caviale e champagne alla fine del turno, gli acquisti arriverebbero alla stessa velocita'. Cambierebbero solo i costi, ma questo vale anche per i costi di qualunque altra azienda.
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation

Avatar utente
Monheim
Membro Mooolto Attivo
Messaggi: 977
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Monheim » mar dic 04, 2018 7:17 pm

Io mi rifaccio a quanto visto e letto qui e là (il web è pieno di letteratura e video sull'argomento) in merito alle condizioni di lavoro secondo cui pare che in media in un magazzino Amazon vengano percorsi circa 15-20km a "passo Amazon" ossia passo molto veloce che però non consente la corsa.

Questo oltre al chip che ti rende monitorabile in qualsiasi istante, la gestione non granché edificante in merito alle necessità fisiologiche e chissà che altro che ora non ricordo.

Probabilmente anche altre realtà seguono dinamiche identiche/simili; non si demonizza Amazon rispetto ad altri bensì si cerca di analizzare un andamento oggettivamente sempre più alienante.
Chiedere pareri politici a Sgarbi è curioso perché è uno che ha cambiato più partiti e idee che mutande quindi fa abbastanza ridere.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 116646
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Nickognito » mar dic 04, 2018 7:44 pm

Monheim ha scritto:Io mi rifaccio a quanto visto e letto qui e là (il web è pieno di letteratura e video sull'argomento) in merito alle condizioni di lavoro secondo cui pare che in media in un magazzino Amazon vengano percorsi circa 15-20km a "passo Amazon" ossia passo molto veloce che però non consente la corsa.

Questo oltre al chip che ti rende monitorabile in qualsiasi istante, la gestione non granché edificante in merito alle necessità fisiologiche e chissà che altro che ora non ricordo.

Probabilmente anche altre realtà seguono dinamiche identiche/simili; non si demonizza Amazon rispetto ad altre bensì si cerca di analizzare un andamento oggettivamente sempre più alienante.


Non so, io credo che si parli sempre molto per sentito dire e facendo confusione. E a me non piace Amazon, per altri motivi.

Il "passo Amazon": ci sta che ci sia qualcosa di vero, ma quello che so per certo e' che Amazon e' organizzata benissimo (meglio di quasi tutti i concorrenti, se non tutti), per cui di solito la gente non deve correre, e' l'organizzazione che fa la differenza. Certo, anche i ritmi saranno serrati, ma non credo che questo dipenda particolarmente dalla velocita' di consegna. L'esempio che ho fatto su Panasonic e' l'assemblaggio di televisori di 10 anni fa. Non penso che richiedessero chissa' quale rapida consegna, semplicemente se aumenti i ritmi risparmi comunque, e' sempre stato cosi'. Amazon e' talmente all'avanguardia sui metodi che mi sembra sempre strano che si parli di ritmi. La donna delle pulizie a nero di una guesthouse dove ho lavorato, per dire, teneva di sicuro un "passo" molto piu' veloce, per meno soldi. Cosi' in migliaia di altre strutture.

Una nota sul chip: Io fatico a capire un magazzino, ma anche un ufficio, che non tenga conto del movimento dei dipendenti. Il chip e' uno dei modi (e dipende come viene gestito, se non fai in tempo ad andare in bagno e' un problema). Ci sono altri modi (in ambienti piu' piccoli), come passare un paio di giorni a guardare i movimenti dei dipendenti e scriverli su un foglio: questo e' piu' o meno necessario per ottimizzare (ad esempio, per dire, per trovare il modo ottimale su dove collolare una stampante al piano). Capisco che un ufficio normale non lo faccia, ma la regola di una buona qualita' prevede tutto questo per la limitazione degli sprechi.

Poi ripeto, forse ad Amazon si sta in effetti malissimo, ma non so mai quanto ci sia di vero e quanto di inventato. E non credo che i ritmi di lavoro siano da correlare a una necessita' di consegna veloce del prodotto, ma in generale a un risparmio che puo' esser servito a qualsiasi azienda in qualsiasi momento storico.

Siccome molte aziende sono odiate per altri motivi (monopolio, evasione di tasse, mille altri), a me viene sempre il sospetto che si esagerino certi aspetti e sicuramente si evita quasi sempre di menzionarne altri (ma puo' valere anche per aziende come McDonalds, per dire). Amazon e' organizzata in modo cosi' dettagliato (ma su tutto, anche su eventuali infortuni del lavoratore, ovviamente non per generosita', ma perche' conviene a tutti intervenire il prima possibile) che fatico a capire come non si pensi piu' a copiare tutto questo che a parlar male dei ritmi di lavoro.

Tra l'altro per me la velocita' di consegna e' normalmente importante. Dipende anche cosa compri e perche', io ieri ero con la febbre a 38 e senza cibo e avevo fame, se mi avessero consegnato in due giorni sarebbe stato un problema no? E ho comprato due libri per un regalo di compleanno, sara' importante che arrivino prima della data o no?

Ma poi una consegna tradizionale, che so, i biscotti che arrivano al piccolo alimentari sotto casa, come arriva di solito? Con un tir il cui autista guida 16 ore al giorno e dorme nella piazzola, spesso. Magari viaggiando mille chilometri.
1)Acceptance 2)Awareness 3)Anger 4)Autonomy 5)Attachment 6)Assertion 7)Affirmation

ThePiper
Saggio
Messaggi: 9736
Iscritto il: gio lug 21, 2011 6:01 pm

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda ThePiper » mar dic 04, 2018 8:21 pm

PINDARO ha scritto:questi due esempi.
Intanto Amazon è l'azienda che in Italia negli ultimi anni ha dato più posti di lavoro fissi. 1700 solo negli ultimi mesi.
Tutti schiavi?


Se dico che un'azienda che fattura il PIL dell'Algeria ha soli 560000 dipendenti però suona peggio.

Burano
Saggio
Messaggi: 6712
Iscritto il: mer gen 30, 2002 1:00 am
Località: L'Italia che non vuole bene

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda Burano » mar dic 11, 2018 9:40 am

Monheim ha scritto:
Non so se Amazon sia l'azienda peggiore in tal senso o meno, ma è indiscutibilmente vero che stiamo assistendo a una deriva significativa secondo cui il cliente è sempre più esigente in termini di velocità di consegna con dall'altra parte qualcuno che volente o nolente deve correre/soffrire portando, poi, a una vera e propria selezione naturale darwiniana di chi si adatta meglio a tali condizioni di lavoro sempre più disumane.

Loro ovviamente son ancora fortunati rispetto a quei poveracci veri che estraggono il coltan in Congo per i nostri smartphone del menga.
Lo voglio rivedere, Fabio

Avatar utente
uglygeek
FooLminato
Messaggi: 12323
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda uglygeek » gio dic 13, 2018 10:35 pm

Avere 50 anni e' come quando hai tre settimane di ferie e ne hai gia' passate due, te ne rimane una... ma danno pioggia. [F. De Luigi]

Avatar utente
PINDARO
Bibliofilo onnisciente
Messaggi: 60786
Iscritto il: sab dic 18, 2004 3:43 pm
Località: Iperuranio

Re: Acquisti on-line, Amazon & co.

Messaggioda PINDARO » mer gen 02, 2019 12:25 pm

!11!!!! e nessuno lo dice!!!!


http://www.complottisti.info/i-nuovi-e- ... a-di-casa/


I nuovi e raccapriccianti sistemi di riconoscimento facciale Amazon, spieranno il vicinato dalla porta di entrata di casa


A prima vista il nuovo brevetto di Amazon, e` un sistema integrato di sicurezza “intelligente”.

Non fatevi ingannare, questo sistema per il riconoscimento facciale casalingo fa molto più che fermare potenziali ladri.

Secondo una nuova relazione, la domanda di brevetto, resa disponibile a fine novembre, avrebbe accoppiato tecnologie di riconoscimento facciale come Rekognition, il prodotto che Amazon sta aggressivamente commercializzando per le forze dell’ordine, con Ring – una società di telecamere per citofoni che Amazon ha acquisito nel 2018.

La CNN scrive: “L’applicazione di Amazon porta a quartieri più sicuri e più connessi, oltre a proprietari e forze dell’ordine più informati su quello che sta succedendo”.

Sì, questo è un modo per dirlo. Eccone un altro:

Amazon sogna un futuro pericoloso, con la sua tecnologia al centro di una massiccia rete di sorveglianza decentralizzata, che esegue riconoscimenti facciali in tempo reale su membri del pubblico utilizzando telecamere installate nei citofoni delle persone. –Jacob Snow, ACLU

Wow. Ti senti al sicuro?

Questa tecnologia non serve veramente a proteggere la tua casa o il tuo quartiere.

Registrerà tutti quelli che camminano e raccogliera` immagini composte e registrazioni che possono essere archiviate nel cloud e accessibili dalle forze dell’ordine per aiutare a sorvegliare e catturare i sospetti.

Uno dei problemi principali – oltre alle ovvie violazioni della privacy e la distruzione del 4 ° emendamento (negli Stati Uniti) – è che il riconoscimento facciale è stato finora poco preciso. Ciò significa che se un database determina che sei un sospetto perché hai una somiglianza sorprendente, allora la polizia potrebbe presentarsi a casa tua senza una vera ragione.

Snow scrive:

Mentre i dettagli sono approssimativi, l’applicazione descrive un sistema che la polizia può utilizzare per abbinare i volti delle persone che camminano con una banca dati fotografica di persone che ritengono “sospette”. Allo stesso modo, i proprietari di case possono anche aggiungere foto di “sospetti” nel sistema e il programma di riconoscimento facciale del campanello controllera` chiunque passi vicino a casa. In entrambi i casi, se si verifica una corrispondenza, il volto della persona può essere automaticamente inviato alle forze dell’ordine e la polizia potrebbe arrivare in pochi minuti.

Sara` di gran lunga piu` facile essere inseriti in una “lista” con questa tecnologia

La CNN riporta:

L’applicazione descrive la creazione di un database di persone sospette. I visitatori indesiderati sarranno` aggiunti all’elenco quando un proprietario di casa li etichetta come non autorizzati. Altre persone potrebbero essere aggiunte al database perché si tratta di criminali condannati o di trasgressori sessuali registrati. I residenti possono anche avvisare i vicini della presenza di una persona sospetta.

Ma alcune persone, come un corriere postale, potrebbero essere inserite in una lista di persone autorizzate. I loghi dei servizi postali potrebbero essere utilizzati per identificarli.

Mettere persone in una lista nera? Aspetta un secondo, non sembra stranamente simile al sistema di credito sociale cinese?

“Il brevetto descrive il sistema di sorveglianza del vicinato come un servizio opt-in”, aggiunge la CNN.

Tuttavia, non sara` possibile limitare il livello di sorvegliana. Come posso escludere il mio vicino (e Amazon e il governo) che memorizzano tutto su di me nel Cloud? Cosa succede se il mio vicino odia che i rami del mio albero sforino leggermente nella sua proprieta`? Mi mettera` sulla lista nera delle persone sospette?

Ricordi quando Amazon vendeva solo libri?

“Come ex giurista di brevetti, ho passato molto tempo a leggere i brevetti. È raro che le domande di brevetto presentino, in dettagli così terrificanti, il mondo che un’azienda vuole realizzare “, scrive Jacob Snow in un recente rapporto ACLU sulla nuovissima tecnologia invasiva dell’azienda che solo 10 anni fa vendeva … libri.

La giustizia è cieca o pregiudiziale?

“Questi sistemi minacciano di aumentare la presenza delle forze dell’ordine nella vita delle persone, rovinando le famiglie e aumentando la probabilità di violenze da parte della polizia”, afferma Snow.

Aggiunge, “questa tecnologia mette in pericolo attivisti e manifestanti nell’esercizio dei loro diritti”.

I test dell’ACLU hanno dimostrato che il riconoscimento facciale non identifica correttamente le persone e questo lascia la porta spalancata per consentire alla intelligenza artificiale di fare giustizia Ciò significa che persone innocenti potrebbero riempire il sistema carcerario privatizzato.

L’ACLU nota che il riconoscimento facciale è ancora meno accurato per le persone di colore e che questa tecnologia apre la strada a molestie e azioni illecite nei confronti di coloro che erano stati precedentemente incarcerati. Ma anche per gli attivisti.

Non è tutto, gente!

Snow avverte che il brevetto rende dolorosamente chiaro che questa tecnologia di sorveglianza non sarà limitata ai campanelli o alle case.

Qualsiasi dispositivo audio o visivo complementare – (Amazon Eco) – può essere impostato per la scansione biometrica.

Amazon si aspetta di indirizzare una miriade di altri dati biometrici come:

Le impronte digitali

Analisi della texture della pelle

Analisi di DNA

Geometria della mano

Riconoscimento dell’iride

Riconoscimento di odori / profumi

Inoltre, la tecnologia di sorveglianza potrebbe includere anche il riconoscimento basato su caratteristiche comportamentali, come:

ritmo di battitura

andatura

riconoscimento vocale

Immagina un campanello – o un dispositivo domestico – che possa fare tutto questo.

Ci conosciamo come Amazon ci conosce?

Per Snow … “Questo conferma che Amazon vuole abilitare il tracciamento di tutti, ovunque, sempre. Ed è apparentemente felice di consegnare questi dati al governo “.

Un sacco di persone trovano normale e accettabile l’idea di essere guardate di continuo, come le persone che si mettono in fila per essere scansionate all’aeroporto per risparmiare due secondi del loro tempo.

Per me, essere osservato al microscopio dal mio governo mi fa incazzare di brutto e temere per lamia sicurezza.

Ma, ehi, sono solo io …

Fonte

Tratto da: https://neovitruvian.wordpress.com/2018 ... a-di-casa/
Ludwig Wittgenstein: «Se pure tutte le possibili domande della scienza ricevessero una risposta, i problemi della nostra vita non sarebbero nemmeno sfiorati»


Torna a “Tecnologia, Informatica e Videogames”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti