Spilorci

Il topic dei sogni di Koufax si trova qui
Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 5955
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Spilorci

Messaggioda Monheim » mer lug 31, 2019 4:24 pm

Vivevo in una famiglia talmente tirchia ma tirchia che ogni vigilia di Natale mio papà usciva di casa col fucile e sparava due colpi in aria.
Anche quest'anno Babbo Natale si è suicidato.

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 5955
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Spilorci

Messaggioda Monheim » ven ago 30, 2019 11:42 pm

Non so voi, ma a me quantomeno a volte capita di pensare ai soldi spesi, che avrei potuto evitare/limitare, anche se poi alla fine credo che gli unici davvero impiegati male/buttati nel cesso siano quelli relativi a multe.

Questo al di là del discorso sigarette-Ferrari di cui sopra, non avendo tra l'altro mai fumato.

Immagino di essere in buona compagnia.

Avete notato un diverso approccio al risparmio, a prescindere dalla disponibilità, in riferimento a differenze culturali/di nazionalità?

Si potrebbe anche allargare a episodi opposti cioè di gente particolarmente con le mani bucate.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128517
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Spilorci

Messaggioda Nickognito » gio set 05, 2019 4:57 pm

Beh, le multe alla fine vanno alla pubblica amministrazione come le tasse. Ok, destinazioni un po' diverse, ma alla fine evadere 100 euro di tasse e prendere apposta una multa di 100 euro fa quasi pari.

I soldi veramente persi sono quelli che vanno a chi ne ha bisogno molto meno di te in cambio di qualcosa di cui non hai molto bisogno.

Che so, passare una brutta serata nel locale di Briatore spendendo per bere.

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 16191
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Spilorci

Messaggioda uglygeek » gio set 05, 2019 6:16 pm

ThePiper ha scritto:A me è capitato qualche anno fa che a un compleanno, al momento di dividere, una ragazza si impuntasse sulla divisione del bere. Era un compleanno con molte persone e si beveva da caraffe di coca e birra (quindi non è che c'erano cose particolarmente costose tipo cocktail, vini pregiati o altro). Insomma quelle cose che dividi in parti eque senza pensarci troppo e paghi qualcosa sull'ordine di 3-4 euro. E niente si impuntò perchè a suo dire lei aveva bevuto un paio di bicchieri solo di coca e quindi pretendeva la suddivisione precisa perchè non aveva bevuto birra... Insomma venne fuori un delirio per risparmiare, forse 1 euro :lol: .

Ho letto da qualche parte che Danilo Gallinari e' uno che fa cosi' al ristorante... :-)
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Avatar utente
Gios
FooLminato
Messaggi: 14185
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: Falcade

Re: Spilorci

Messaggioda Gios » gio set 05, 2019 6:37 pm

Penso di potere dire con ammirazione che nei miei conterranei (che per altri aspetti possono essere criticabili, presumo) vi sia enorme liberalità e larghezza nel gestire la spesa del bere.
Quando si è in in compagnia bisogna LITIGARE per pagare un giro di alcol, sgomitare, prendere accordi con la barista, il più delle volte si finge di andare in bagno invece si anticipa tutti e si va alla cassa. La banale idea di pagare alla romana, spulciandosi in divisioni, è giudicata offensiva. Il concetto poi di dividere in quote proporzionali ai consumi, è alieno. Accettabile che i primi due o tre che raggiungono la cassa lascino quote sovrabbondanti al pagamento (mettiamo: si è in sei, due birre cadauno? Arrivi per primo o secondo lasci almeno venti euro), il quarto al massimo si becca pure il resto, per poi proclamare che la prossima volta pretenderà di pagare tutto, oppure l'amicizia finirà qui.


In vita mai, mai pentito dei soldi impiegati a bere.
Nickognito ha scritto:niente qui R sta salendo ogni giorno dal 27 aprile, la curva e' risalita ormai con un trend permanente. La riapertura, anche parziale, non funziona. E tra 10 giorni rivoluzione con riapertura totale.

Avatar utente
babaoriley
FooLminato
Messaggi: 10227
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: Spilorci

Messaggioda babaoriley » gio set 05, 2019 6:53 pm

Io non sopporto alla fine di una cena i conti della serva tipo "Io ho preso questo questo e questo e pago X" dopodiché chiedere al cameriere di pagare separatamente alla cassa :o La trovo una cosa di una piaggeria assurda.
Non dico pagare uguali se io ho mangiato un panino e tu filetto, ma se tutti più o meno mangiamo primo, secondo, contorno e dolce mi sembra assurdo mettersi a fare questi conti da ragioniere.
Un mio carissimo amico, che negli ultimi 10 anni ha vissuto fra Austria-Germania-Svizzera è un grande sostenitore di questa prassi perché dice che in questi paesi è la norma. Ovviamente quando viene in Italia questa sua pratica è da noi osteggiata (preferiamo i conti alla romana) e anche ristoratori/camerieri non vedono di buon occhio la cosa.

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 5955
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Spilorci

Messaggioda Monheim » gio set 05, 2019 7:02 pm

babaoriley ha scritto:Io non sopporto a fine cena i conti della serva tipo "Io ho preso questo questo e questo e pago X" dopodiché chiedere al cameriere di pagare separatamente alla cassa :o La trovo una cosa di una piaggeria assurda.
Non dico pagare uguali se io ho mangiato un panino e tu filetto, ma se tutti più o meno mangiamo primo, secondo, contorno e dolce mi sembra assurdo mettersi a fare questi conti da ragioniere.
Un mio carissimo amico, che negli ultimi 10 anni ha vissuto fra Austria-Germania-Svizzera è un grande sostenitore di questa prassi perché dice che in questi paesi è la norma. Ovviamente quando viene in Italia questa sua pratica è da noi osteggiata (preferiamo i conti alla romana) e anche ristoratori/camerieri non vedono di buon occhio la cosa.

Sicura che non volessi scrivere un altro termine al posto di piaggeria? :wink:
Sì, anche in Regno Unito, o quantomeno in Inghilterra di sicuro, è la norma e penso pure in Repubblica Ceca...
A me non dispiace affatto francamente anche se mi adatto senza problemi pure alla romana.

Avatar utente
babaoriley
FooLminato
Messaggi: 10227
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: Spilorci

Messaggioda babaoriley » gio set 05, 2019 7:03 pm

si scusa, pensavo a spilorceria - che non esiste in italiano - e mi è uscito piaggeria :D

Avatar utente
loveboat
Pillola Rossa
Messaggi: 11004
Iscritto il: lun apr 21, 2014 8:29 pm
Località: Torino

Re: Spilorci

Messaggioda loveboat » gio set 05, 2019 7:07 pm

Gios ha scritto:La banale idea di pagare alla romana, spulciandosi in divisioni...

Io ho avuto una fidanzata romana, ma dovevo pagare sempre tutto io
Tutto verde su tennistalker

Avatar utente
babaoriley
FooLminato
Messaggi: 10227
Iscritto il: lun gen 14, 2008 2:55 pm
Località: Milan

Re: Spilorci

Messaggioda babaoriley » gio set 05, 2019 7:10 pm

Io sarei a disagio a farmi sempre offrire la cena da un uomo.
Può essere carino una volta, per una questione di galanteria. Ma trovo altrettanto carino ricambiare, o forse è imbarazzante per un uomo farsi offrire la cena?

Avatar utente
uglygeek
Massimo Carbone
Messaggi: 16191
Iscritto il: mer feb 06, 2002 1:00 am
Località: Dar al Kufr

Re: Spilorci

Messaggioda uglygeek » gio set 05, 2019 11:42 pm

Gios ha scritto:Penso di potere dire con ammirazione che nei miei conterranei (che per altri aspetti possono essere criticabili, presumo) vi sia enorme liberalità e larghezza nel gestire la spesa del bere.

In Irlanda c'e' tutta una complessa serie di regole che sono fondamentali per la convivenza civile tra gruppi di amici al pub.
Quando si va in gruppo al pub, in genere una persona a turno paga l'intero giro di pinte per tutti. C'e' un lato negativo nel meccanismo che non vi sara' sfuggito: se si va in otto per andare pari bisogna fare otto o dieci giri e bere 8 o 10 pinte. Evenienza tutt'altro che insolita peraltro, ma che ha altre controindicazioni, per cui spesso ci si divide in sottogruppi che pagano giri tra di loro.
Ma se qualcuno prova a fare il furbo e va via prima che il suo turno, e' la morte civile. Peggio che dar fuoco al locale. :)
Invece rifiutare i giri e pagare solo le proprie pinte e' accettabile, ma un po' da asociali.
Se nel 1946 i nostri padri avessero deciso di spendere i dollari del Piano Marshall in redditi di cittadinanza, non avrebbero fatto dell’Italia una grande potenza industriale. [Aldo Cazzullo]

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 5955
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Spilorci

Messaggioda Monheim » sab set 07, 2019 12:31 am

Nickognito ha scritto:Beh, le multe alla fine vanno alla pubblica amministrazione come le tasse. Ok, destinazioni un po' diverse, ma alla fine evadere 100 euro di tasse e prendere apposta una multa di 100 euro fa quasi pari.

I soldi veramente persi sono quelli che vanno a chi ne ha bisogno molto meno di te in cambio di qualcosa di cui non hai molto bisogno.

Che so, passare una brutta serata nel locale di Briatore spendendo per bere.

Mmm, sebbene la destinazione sia "nobile", anzitutto i soldi delle multe non son frutto di scelta bensì di negligenza/disattenzione più o meno grave e penso a chiunque stia sul gozzo dover sborsare a causa di ciò.

Quanto alla seconda osservazione, allora si perdono soldi anche quando acquisti un bene di cui non hai molto bisogno da Amazon per arricchire ulteriormente Bezos che è un pezzo di emme che sfrutta i dipendenti e bla bla bla oppure lo stesso se finanzi in modo diretto o indiretto una delle numerose aziende di Berlusconi e così via una valanga di altri esempi che non farò.

In tale ottica i soldi non buttati si limitano a ciò di cui hai molto bisogno che alla fine si riducono a nutrirti (non mangiare), coprirti (non vestirti), dissetarti (non bere) e non molto altro ossia ciò che sta alla base della piramide dei bisogni delineata dal buon Maslow.

A quel punto è da capire il concetto di bisogno che è piuttosto soggettivo: per me può essere indispensabile avere una bottiglia di acqua frizzante in frigo mentre per un altro una Bentley in garage, per dirla in termini iperbolici.

Ora, detto che son uno a cui non cale nulla dei beni di lusso/status fine a sé stessi come collane, anelli, gioielli vari, smartphone da 1000 euro con le stesse funzionalità di uno di 200, auto costose eccetera, sarei ancora per est modus in rebus nel valutare qual è, ammesso esista, il danaro davvero gettato nell'immondizia.

A mio parere rimane quello per cui non c'è stata una decisione consapevole a monte volta all'appagamento di una necessità più o meno prossima, vista come il soddisfacimento di un bisogno della piramide testé citata, oppure una scelta oggettivamente totalmente scriteriata come puntare sul Grande Slam 2020 di Ramirez Hidalgo (fosse possibile farlo).

Oltretutto il punto locale di Briatore eccetera non tiene conto del fatto che i tuoi soldi contribuiscono altresì a far campare anche il povero stronzo (si fa per dire) che lì pulisce i cessi il quale probabilmente ha più bisogno di soldi di te avventore.

Ma, vabbè, il discorso è ampio (e magari pure ovvio) e credo l'abbiate già affrontato in passato dritto per dritto o di sponda.

Perdonate la digressione forse spacca capello.


P.S. Tutto questo pur essendo anche in teoria potenzialmente d'accordo con la storica esternazione di Diliberto che avrebbe sì avuto piacere a entrare al Billionaire ma imbottito di tritolo.

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 20577
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Spilorci

Messaggioda alessandro » sab set 07, 2019 9:34 am

Quando usciamo tra noi soliti 5/6 amici, di solito uno paga per tutti.
Al ristorante si fa alla romana, se si esce con famiglia magari chi ha più figli paga di più.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 5955
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Spilorci

Messaggioda Monheim » sab mag 30, 2020 9:42 am

Non saprei dove mettere sta riflessione se non qui.

Cosa ne pensate di beni che oltre un certo limite non son più necessariamente così tanto migliori di un altro, da giustificare il differenziale di prezzo, bensì più rappresentativi di status?
Un grande classico è l'auto.

Faccio un esempio concreto.

Stringo amicizia con sto tizio conosciuto all'università.
Genitori con una posizione lavorativa di un certo spessore i quali avevano entrambi auto non indifferenti: la mamma una Mercedes boh e il papà un'Audi bah. Poiché di auto e moto non me ne può fregare di meno, tendo anche a non ricordare, ma il punto è che erano con certezza belle vetture di grossa cilindrata e quindi che bevevano di più di un'utilitaria o qualsiasi altra un po' meno "modesta".

Specifico che l'auto veniva usata per andare e tornare dal lavoro oltre a necessità generali di spostamento tra Milano e il comune dell'hinterland dove vivono (precisamente Basiglio/Milano 3) perciò non per fare lunghi viaggi ogni giorno.

Continuava a dirmi che stavano riscontrando problemi economici e bla bla bla e dunque io ho, ingenuamente (?), avanzato: "Beh, perché non iniziare a vendere le auto e casomai, se proprio, riacquistarle in momenti più floridi?"

Son conscio che la vendita di grosse auto anche dopo pochi anni dall'acquisto comporti un rientro limitato perché si svalutano molto, però allo stesso tempo son soldi che entrano oltre a minori spese per mantenerle.

La risposta dell'amico è stata tipo: "No, ma sei matto, l'Audi e la Mercedes van tenute perché rappresentano e bla bla bla..."

La mia deduzione alla fine è stata: che non stessero così male oppure che preferissero far sacrifici di altra natura pur di non far trapelare un momento di difficoltà scendendo di categoria passando da due auto da 60000 euro (è per dire) a due da 30000. Con ciò mi collego a quanto emerso per caso nel topic sul Covid-19.

Monheim ha scritto:
Nasty ha scritto:Una titolare di una fabbrichetta marchigiana mi disse più o meno testualmente : " non sono mai stata all'Ikea, non volevo correre il rischio di incontrare qualcuno che mi conoscesse"

...Vivono col timore di poter sembrare poveri
Quel che hanno ostentano, tutto il resto invidiano, poi lo comprano,
In costante escalation col vicino costruiscono
Parton dal pratino e vanno fino in cielo,
han più parabole sul tetto che S.Marco nel Vangelo...


Tristezza. #1#


La "condanna sociale" è duplice: da un lato c'è il timore che gli altri vedano che sei povero/in crisi mentre dall'altro il giudizio se un ricco/benestante adotta soluzioni di acquisto analoghe a persone con minor disponibilità ("Ha i soldi e va in giro con una Punto? Che poraccio!").

Posto che non ho scoperto l'acqua calda e che tutto ciò mi mette una tristezza infinita, la mia domanda è la seguente: esiste una differenza razionale tra un'auto da 35000 euro (che direi essere una validissima vettura e infatti è un esempio "alto" evitando una più basica da 13000 euro) e una da 80000 che non sia giocoforza legata alla componente status?

Quei 45000 euro risparmiati non potrebbero essere utilizzati per altro rispetto a essere seduti su un mezzo che ti porta da A a B e allo stesso tempo ti rende più cool e importante agli occhi degli altri? Certo, certo, capisco che per taluni (tanti?) il riconoscimento sociale sia importantissimo se non fondamentale.

È così tanto più piacevole guidare un'auto da 60000 euro rispetto a una da 30000 quando comunque occorre rispettare i limiti di velocità oltre a essere nel traffico di città, cittadine, paesi e paesini, circondati da altri stronzi, e non si superano i 50 km/h?

Durata e affidabilità? Dalla mia esperienza, di conoscenti e amici affermo con fermezza che financo utilitarie e un poco più siano assolutamente durevoli nonché affidabili nel tempo.

Mah, sarà che proprio non me ne cale nulla di cosa guido purché non debba andare dal meccanico ogni due per tre.

Scusate la lunghezza. Come disse un mio vecchio compaesano noto come Camillo33.

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 20577
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Spilorci

Messaggioda alessandro » sab mag 30, 2020 7:38 pm

Monheim ha scritto:Non saprei dove mettere sta riflessione se non qui.

Cosa ne pensate di beni che oltre un certo limite non son più necessariamente così tanto migliori di un altro, da giustificare il differenziale di prezzo, bensì più rappresentativi di status?
Un grande classico è l'auto.

Faccio un esempio concreto.

Stringo amicizia con sto tizio conosciuto all'università.
Genitori con una posizione lavorativa di un certo spessore i quali avevano entrambi auto non indifferenti: la mamma una Mercedes boh e il papà un'Audi bah. Poiché di auto e moto non me ne può fregare di meno, tendo anche a non ricordare, ma il punto è che erano con certezza belle vetture di grossa cilindrata e quindi che bevevano di più di un'utilitaria o qualsiasi altra un po' meno "modesta".

Specifico che l'auto veniva usata per andare e tornare dal lavoro oltre a necessità generali di spostamento tra Milano e il comune dell'hinterland dove vivono (precisamente Basiglio/Milano 3) perciò non per fare lunghi viaggi ogni giorno.

Continuava a dirmi che stavano riscontrando problemi economici e bla bla bla e dunque io ho, ingenuamente (?), avanzato: "Beh, perché non iniziare a vendere le auto e casomai, se proprio, riacquistarle in momenti più floridi?"

Son conscio che la vendita di grosse auto anche dopo pochi anni dall'acquisto comporti un rientro limitato perché si svalutano molto, però allo stesso tempo son soldi che entrano oltre a minori spese per mantenerle.

La risposta dell'amico è stata tipo: "No, ma sei matto, l'Audi e la Mercedes van tenute perché rappresentano e bla bla bla..."

La mia deduzione alla fine è stata: che non stessero così male oppure che preferissero far sacrifici di altra natura pur di non far trapelare un momento di difficoltà scendendo di categoria passando da due auto da 60000 euro (è per dire) a due da 30000. Con ciò mi collego a quanto emerso per caso nel topic sul Covid-19.

Monheim ha scritto:
Nasty ha scritto:Una titolare di una fabbrichetta marchigiana mi disse più o meno testualmente : " non sono mai stata all'Ikea, non volevo correre il rischio di incontrare qualcuno che mi conoscesse"

...Vivono col timore di poter sembrare poveri
Quel che hanno ostentano, tutto il resto invidiano, poi lo comprano,
In costante escalation col vicino costruiscono
Parton dal pratino e vanno fino in cielo,
han più parabole sul tetto che S.Marco nel Vangelo...


Tristezza. #1#


La "condanna sociale" è duplice: da un lato c'è il timore che gli altri vedano che sei povero/in crisi mentre dall'altro il giudizio se un ricco/benestante adotta soluzioni di acquisto analoghe a persone con minor disponibilità ("Ha i soldi e va in giro con una Punto? Che poraccio!").

Posto che non ho scoperto l'acqua calda e che tutto ciò mi mette una tristezza infinita, la mia domanda è la seguente: esiste una differenza razionale tra un'auto da 35000 euro (che direi essere una validissima vettura e infatti è un esempio "alto" evitando una più basica da 13000 euro) e una da 80000 che non sia giocoforza legata alla componente status?

Quei 45000 euro risparmiati non potrebbero essere utilizzati per altro rispetto a essere seduti su un mezzo che ti porta da A a B e allo stesso tempo ti rende più cool e importante agli occhi degli altri? Certo, certo, capisco che per taluni (tanti?) il riconoscimento sociale sia importantissimo se non fondamentale.

È così tanto più piacevole guidare un'auto da 60000 euro rispetto a una da 30000 quando comunque occorre rispettare i limiti di velocità oltre a essere nel traffico di città, cittadine, paesi e paesini, circondati da altri stronzi, e non si superano i 50 km/h?

Durata e affidabilità? Dalla mia esperienza, di conoscenti e amici affermo con fermezza che financo utilitarie e un poco più siano assolutamente durevoli nonché affidabili nel tempo.

Mah, sarà che proprio non me ne cale nulla di cosa guido purché non debba andare dal meccanico ogni due per tre.

Scusate la lunghezza. Come disse un mio vecchio compaesano noto come Camillo33.


guarda, io ho una macchina pagata due mila euro.

e credo che la differenza tra la mia auto che va benissimo, spaziosa, potente, comoda, e una nuova da 30 40 80.000 euro sia solo status simbol.
poi io faccio pochissima strada, faro' in media 30 Km al giorno.

comunque non voglio dire nulla a chi ritiene importante avere una macchina da 50 o 90 mila euro che sbaglia.
se questo poi gli porta vantaggi, va benissimo.

diciamo che per me non ha senso e preferisco spendere quei soldi in viaggi, libri, tennis o avere qualche soldo in piu' per i momenti difficili o per mandare il figlio alla bocconi se ne avra' voglia.

poi, se uno ha tanti soldi, la cosa nn e' cosi' grave.
e' ancor piu' grave per uno che deve stringere la cinghia e fare 20 anni di rate che si prende una macchina da 30 mila euro anziche' una da 13 per fare il figo
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128517
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Spilorci

Messaggioda Nickognito » lun giu 01, 2020 8:51 am

Per me non e' tanto un problema di macchina. La macchina grossa uno se la compra per mille motivi diversi, a volte ha semplicemente molti soldi, molti sono appassionati, molti per motivi di apparenza sociale, ma, se questo e' un problema forse per la societa', in effetti a molti conviene praticamente cosi'. Sono macchine anche molto piu' sicure, spesso.

Il fatto e' che secondo me era vera la tua prima ipotesi, non stavano cosi' male. Come diceva Berlusconi, la gente si lamenta ma i ristoranti sono pieni. Io conosco decine di italiani che si lamentano che non hanno soldi ma spendono interi stipendi per il cibo. Cibo buono da tenere in casa, aperitivi, ristoranti, vacanze.

La differenza e' che chi tiene alla macchina a un non tamarro spessso sta sul culo e chi tiene troppo al cibo no. Non si tratta solo di status symbol, ma di semplici abitudini, sei abituato a fare in un certo modo e non vuoi rinunciare a quello che hai. E non lo fai perche' non sei in emergenza vera.

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 5955
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Spilorci

Messaggioda Monheim » mar giu 02, 2020 3:54 am

alessandro ha scritto:diciamo che per me non ha senso e preferisco spendere quei soldi in viaggi, libri, tennis o avere qualche soldo in piu' per i momenti difficili o per mandare il figlio alla bocconi se ne avra' voglia.

poi, se uno ha tanti soldi, la cosa nn e' cosi' grave.
e' ancor piu' grave per uno che deve stringere la cinghia e fare 20 anni di rate che si prende una macchina da 30 mila euro anziche' una da 13 per fare il figo

D'accordo con entrambi i punti.

Nickognito ha scritto:Per me non e' tanto un problema di macchina. La macchina grossa uno se la compra per mille motivi diversi, a volte ha semplicemente molti soldi, molti sono appassionati, molti per motivi di apparenza sociale, ma, se questo e' un problema forse per la societa', in effetti a molti conviene praticamente cosi'. Sono macchine anche molto piu' sicure, spesso.

Il fatto e' che secondo me era vera la tua prima ipotesi, non stavano cosi' male. Come diceva Berlusconi, la gente si lamenta ma i ristoranti sono pieni. Io conosco decine di italiani che si lamentano che non hanno soldi ma spendono interi stipendi per il cibo. Cibo buono da tenere in casa, aperitivi, ristoranti, vacanze.

La differenza e' che chi tiene alla macchina a un non tamarro spessso sta sul culo e chi tiene troppo al cibo no. Non si tratta solo di status symbol, ma di semplici abitudini, sei abituato a fare in un certo modo e non vuoi rinunciare a quello che hai. E non lo fai perche' non sei in emergenza vera.

Mmm, auto molto più sicure mi convince fino a un certo punto cioè relativamente poco (in virtù appunto anche dell'affermazione con fermezza di prima), il riferimento a Berlusconi ci sta (probabilmente era così) mentre riguardo al cibo si potrebbe magari avanzare l'ipotesi che se è di maggior qualità può essere anche più salutare per il corpo.

Oltretutto l'auto è per forza di cose visibile mentre il cibo non necessariamente funge altresì da strumento per mostrarsi agli altri.

Per taluni potrà financo sembrare incredibile oggigiorno, ma pare che sia ancora possibile mangiare pietanze particolari e andare in ristoranti più o meno cool senza pubblicizzarlo sui social network.

A ogni modo, forse il mio esempio nel caso specifico non è sufficientemente paradigmatico a differenza di quello di Nasty; lì sì che denota una forma mentis allarmante non tanto della sola persona che ne è succuba quanto della mentalità che va per la maggiore (vedi condanna sociale duplice).

chiaky
FooLminato
Messaggi: 12803
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Spilorci

Messaggioda chiaky » mar giu 02, 2020 8:28 am

La macchina è l'ultimo dei miei problemi e nessuno mi ha mai discriminato.
All'inizio usavo la 127 verde sport di mio padre. L'ho usata per almeno 6-7 anni. Mentre i miei amici andavano in disco con i macchinoni di paparino, io andavo in disco con la caffettiera verde pisello di paparino, al massimo si facevano una risata ma chissene.
Poi ho comprato, a metà con mio padre, una uno bianca usata per due lire. L'ho usata una decina di anni. Me l'hanno anche rubata 3 volte per rapinare banche nel Cesenate, La uno bianca andava molto forte, all'epoca, per questo genere di lavoretti. Ancora conservo gelosamente le foto della mia protetta sul Resto del carlino (una volta anche in prima pagina) dopo il recupero da parte della polizia, con tutta la descrizione delle sue imprese leggendarie.
Dopo il terzo furto (ricordo che non mi sorpresi per nulla quando, la terza volta, mi suonò la polizia. Appena suonarono gli dissi subito "scommetto che mi hanno rubato la macchina" e li invitai a prendere un caffè...la macchina stava in un parcheggio piuttosto lontano e non potevo saperlo ndr) mi balenò l'idea di aprire un autonoleggio per rapinatori, avrei potuto farci molti soldi, ma poi soprassedei.
Quando la regalai, per inutilizzo (ormai abitavo a Florence) a mio cognato, piansi come un vitello.
Infine ho partecipato con 3.000 euro all'acquisto della attuale Matiz usata di mia madre, nel 2009. Diciamo che in tutto avrò speso 4000 euro nella mia vita per la macchina.
Infatti ora mi devo sputtanare 22.000 euro per fare un ascensore e mi sto dicendo che devo far finta di comprarmi la macchina nuova che non ho mai preso, per consolarmi :roll:

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128517
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Spilorci

Messaggioda Nickognito » mar giu 02, 2020 8:48 am

Il cibo piu' salutare per il corpo sono le verdure, che non costan nulla. Non certo l'abbuffata al ristorante o lo spritz.

Semplicemente siamo abituati a non rinunciare a spese a cui siamo abituati, e riteniamo futili quelle degli altri.

Ovviamente l'automobile e' una grande spesa, soprattutto un certo tipo di automobile, ma considera che in molte zone la differenza la fa, eh, veramente puo' esser la differenza tra trovare 10 donne o zero. Ovviamente magari non sono le donne che piacciono a me, ma ognuno ha i supi gusti.

Piu' che altro, una macchina buona usata perde tutto. Io adesso sto guardando macchine da comprare usate, ma non lo faro'. Ma intanto vedo che un Clio e una BMW di 20 anni fa costano uguale, piu' o meno. Certo, cambia il consumo, anche lassicurazione, ma insomma, non si parla di solito di rivenderla e riprenderci quasi tutta la spesa.

Un altro esempio e' la casa. La casa forse e' meno uno spreco comprarla, perche' la puoi rivendere, ma e' la prima cosa che mi verrebbe in mente da rivendere in ristrettezze economiche, o da evitare di comprare, o andare in affitto in un posto meno costoso. E; cio' che costa di piu' nella vita quindi istintivamente cio' su cui e' piu' facile risparmiare.

Di solito, invece, un ex ricco che ha perso tutto viene quasi compatito se deve vendere una villa e andare in un monolocale, mentre viene giudicato malissimo se si tiene un'Audi.

Un po' come il telefono, se uno ne compra uno l'anno e non ha soldi viene preso per spendaccione indegno, se uno non lascia l'appartamento da 1000 euro per andare in uno da 700, nulla, mail secondo spreca 7 volte di piu'. Seplicemente, abbiamo le noste priorita' e ci aspettiamo che gli altri abbiano le stesse.

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 21725
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Spilorci

Messaggioda NNick87 » mar giu 02, 2020 10:08 am

Sulle verdure che non costano nulla, parliamone! :D
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128517
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Spilorci

Messaggioda Nickognito » mar giu 02, 2020 10:14 am

NNick87 ha scritto:Sulle verdure che non costano nulla, parliamone! :D


ma anche legumi, pane, uova, molta frutta, mangiare sano non costa, anche se il pesce costa e la carne buona pure. Ma non e' che serva molto spesso.

La macchina per me e' un lusso, la macchina lussuosa un grande lusso. Ma a venderla ci prendi poco, se diventi povero improvvisamente, vendere la macchina grande e prendere una macchina piccola ti fa risparmiare, ma non tantissimo.

Poi ovviamente ci sara' quello che proprio co nquesto scambio ci prenderebbe quel che gli serve e non lo fa per insicurezza sociale, ma insomma...

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 21725
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Spilorci

Messaggioda NNick87 » mar giu 02, 2020 10:14 am

Sul resto pero son d’accordo con Nick. Sulla macchina in particolare. Non riesco a trovare un valido motivo per acquistarla. È proprio un bene di lusso, se ci rifletti, che in città ha una concorrenza spietata: i mezzi pubblici.

Dove abito io già più necessaria. Per fare la spesa da dove abito adesso dovrei fare circa 3 km a piedi.

La casa direi che oggi in Italia almeno è sensato comprarla con i tassi dei mutui attuali...e gli affitti alle stelle. Almeno dalle mie parti.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Avatar utente
balbysauro
Massimo Carbone
Messaggi: 63442
Iscritto il: mer nov 28, 2007 6:53 pm
Località: Palermo

Re: Spilorci

Messaggioda balbysauro » mar giu 02, 2020 10:47 am

chiaky ha scritto:La macchina è l'ultimo dei miei problemi e nessuno mi ha mai discriminato.
All'inizio usavo la 127 verde sport di mio padre. L'ho usata per almeno 6-7 anni. Mentre i miei amici andavano in disco con i macchinoni di paparino, io andavo in disco con la caffettiera verde pisello di paparino, al massimo si facevano una risata ma chissene.
Poi ho comprato, a metà con mio padre, una uno bianca usata per due lire. L'ho usata una decina di anni. Me l'hanno anche rubata 3 volte per rapinare banche nel Cesenate, La uno bianca andava molto forte, all'epoca, per questo genere di lavoretti. Ancora conservo gelosamente le foto della mia protetta sul Resto del carlino (una volta anche in prima pagina) dopo il recupero da parte della polizia, con tutta la descrizione delle sue imprese leggendarie.
Dopo il terzo furto (ricordo che non mi sorpresi per nulla quando, la terza volta, mi suonò la polizia. Appena suonarono gli dissi subito "scommetto che mi hanno rubato la macchina" e li invitai a prendere un caffè...la macchina stava in un parcheggio piuttosto lontano e non potevo saperlo ndr) mi balenò l'idea di aprire un autonoleggio per rapinatori, avrei potuto farci molti soldi, ma poi soprassedei.
Quando la regalai, per inutilizzo (ormai abitavo a Florence) a mio cognato, piansi come un vitello.
Infine ho partecipato con 3.000 euro all'acquisto della attuale Matiz usata di mia madre, nel 2009. Diciamo che in tutto avrò speso 4000 euro nella mia vita per la macchina.
Infatti ora mi devo sputtanare 22.000 euro per fare un ascensore e mi sto dicendo che devo far finta di comprarmi la macchina nuova che non ho mai preso, per consolarmi :roll:


appena ho letto Uno bianca stavo per scriverti se l'avevi comprata a Bologna
e invece non era solo una battuta :lol:

Avatar utente
Alga
Massimo Carbone
Messaggi: 43901
Iscritto il: ven giu 23, 2000 2:00 am
Località: Roma, LAZIO

Re: Spilorci

Messaggioda Alga » mar giu 02, 2020 11:04 am

NNick87 ha scritto:in città ha una concorrenza spietata: i mezzi pubblici.


#40#
GIORGIO CHINAGLIA E' IL GRIDO DI BATTAGLIA!

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128517
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Spilorci

Messaggioda Nickognito » mar giu 02, 2020 11:13 am

Alga ha scritto:
NNick87 ha scritto:in città ha una concorrenza spietata: i mezzi pubblici.


#40#


post dell'anno. :D

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 20577
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Spilorci

Messaggioda alessandro » mar giu 02, 2020 11:20 am

Io ho avuto una uno che mi hanno comprato appena presa la patente che ho distrutto dopo poche settimane in uno spettacolare capottamento doppio nei campi (per fortuna senza danni fisici, almeno sino al rientro a casa :D ).
Poi altra uno che pure a me hanno rubato 2 volte e mezza. Una volta ci hanno fatto 2 rapine in due uffici postali e poi abbandonata con una ruota buca.
Altra volta l’ho prestata alla morosa per andare al lavoro e rubata... lasciata a qualche km di distanza senza benzina. Ah un’altra volta, rubata in garage e utilizzata per portare via i liquori dal magazzino dell’hotel e abbandonata a milano. Quindi 3 volte e mezza.
La mezza perché sono andato con una ragazza fuori la sera in un bar e al ritorno la macchina non partiva (rubata la batteria) la lascio lì e torno con un amico con la batteria la mattina dopo e nella notte avevano rubato tutto: strumentazione, impianto elettrico, tutto... auto nuova.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 21725
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Spilorci

Messaggioda NNick87 » mar giu 02, 2020 11:25 am

Nickognito ha scritto:
Alga ha scritto:
NNick87 ha scritto:in città ha una concorrenza spietata: i mezzi pubblici.


#40#


post dell'anno. :D


Non capisco :D

Qualcuno reputa accettabile girare in macchina per più di 5 minuti per trovare parcheggio (realisticamente se giri 30 minuti puoi considerarti fortunato)?
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128517
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Spilorci

Messaggioda Nickognito » mar giu 02, 2020 11:31 am

La macchina da' molti problemi, ma l'idea che i mezzi pubblici delle citta' italiane siano una concorrenza spietata e' comica oltre ogni immaginazione. :D

I mezzi pubblici sono la cosa peggiore dell'Italia, dai, non c'e' paragone, sono il mio incubo se tornero', gia da adesso.

chiaky
FooLminato
Messaggi: 12803
Iscritto il: dom feb 02, 2003 12:14 am

Re: Spilorci

Messaggioda chiaky » mar giu 02, 2020 11:34 am

Eh, le uno bianche hanno una grande storia di furti alle spalle. Si può dire fosse la macchina perfetta per rapinare. Facile da aprire, anonima, molto diffusa, pratica.
Io invece mi sono capottato nei campi con la 127 verde. Finii in un fosso tornando da lavoro perchè avevo una fame pazzesca e correvo ai 100 all'ora su un viottolo di campagna strettissimo e angusto.
Mi ritrovai nel fosso e andai a suonare alla casetta davanti per cercare aiuto.
Dalla casetta uscì un mio collega che non sapevo abitasse li, che mi prese per il culo mezz'ora e poi mi ripescò la macchina con la gru.
Mi fece anche chiamare mio padre (non c'erano ancora i cellulari) che poi arrivò incazzato nero (la macchina era la sua).

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128517
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Spilorci

Messaggioda Nickognito » mar giu 02, 2020 11:35 am

cappottarsi nei campi, nemmeno nei romanzi anni 50. Io cappotatto seriamente in superstrada.

Avatar utente
balbysauro
Massimo Carbone
Messaggi: 63442
Iscritto il: mer nov 28, 2007 6:53 pm
Località: Palermo

Re: Spilorci

Messaggioda balbysauro » mar giu 02, 2020 11:38 am

mi sono cappottato anch'io in una strada collinare :D
notte e un bicchiere di troppo (tanto ormai è in prescrizione, è stato quasi 30 anni fa): colpo di sonno
per fortuna ero all'ultima curva della discesa prima della pianura e non andai giù per decine di metri
in più c'erano dei rovi che attutirono il colpo
ne uscii senza un graffio, i graffi vennero solo per uscire dai rovi, in effetti

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 21725
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Spilorci

Messaggioda NNick87 » mar giu 02, 2020 11:45 am

Nickognito ha scritto:La macchina da' molti problemi, ma l'idea che i mezzi pubblici delle citta' italiane siano una concorrenza spietata e' comica oltre ogni immaginazione. :D

I mezzi pubblici sono la cosa peggiore dell'Italia, dai, non c'e' paragone, sono il mio incubo se tornero', gia da adesso.


Quindi un servizio di basso livello non può essere comunque una concorrenza spietata?

Immagina di acquistare un auto a 150€ al mese della quale paghi 500€ tra assicurazione bollo cambio gomme totale 2.300€

Immagina di fare 10.000 km anno e che faccia 20 con un litro, quindi avrai bisogno di 500 litri di carburante ad 1,2€/L sono 600€

Totale annuo 2.900€ che definirei una stima al ribasso.

Ogni km percorso ti costa 29 centesimi.

In pratica ogni volta che vado a Firenze sotto queste ipotesi mi costa 17€.

Ovviamente in città, lavorando in città i km annui dovrebbero diminuire, dovresti contare le probabili multe, e anche i danni. Che aumenterebbero la spesa annua, o addirittura un posto auto.
Boh non vedo come i mezzi pubblici inefficienti non siano concorrenziali... :D

Siamo a 3000€/anno contro i 600€ di abbonamento Annuale. Ti resta un budget di 2.400€ annui per noleggiare la macchina per spostamenti più lunghi.
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Shakespeare
Matricola
Messaggi: 144
Iscritto il: lun giu 01, 2020 7:05 pm

Re: Spilorci

Messaggioda Shakespeare » mar giu 02, 2020 11:46 am

Io mi sono solo cappottato dal ridere, varie volte,, ero seduto e non in auto
Vale lo stesso ?

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128517
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Spilorci

Messaggioda Nickognito » mar giu 02, 2020 11:55 am

600 l'abbonamento? ahahaha, io pago 200 e ho mezzi in orario spessissimo ovunque giorno e notte. Per 600 euro, tra un po' prendo il taxi.

Io per mesi, quando ero senza macchina, a Firenze, sono tornato facendo 40 minuti a piedi perche' gli autobus a quell'ora non esistevano.

Ad andare a piedi spesso non ci metti molto meno, e ci sono anche altre alternative, andare in piu' persone in macchina, motorino, bicicletta.

Posso anche scegliere di abitare vicino al lavoro, ma la sera, la sera no, se vedi persone, esci, devi avere i mezzi che ti portino ovunque. A Firenze se esci presto forse ce la fai a prendere un mezzo, ma poi torni a piedi.

In piu' pure il covid adesso.

Avatar utente
NNick87
Massimo Carbone
Messaggi: 21725
Iscritto il: mer apr 09, 2008 5:36 pm
Contatta:

Re: Spilorci

Messaggioda NNick87 » mar giu 02, 2020 11:59 am

Nickognito ha scritto:600 l'abbonamento? ahahaha, io pago 200 e ho mezzi in orario spessissimo ovunque giorno e notte. Per 600 euro, tra un po' prendo il taxi.

Io per mesi, quando ero senza macchina, a Firenze, sono tornato facendo 40 minuti a piedi perche' gli autobus a quell'ora non esistevano.

Ad andare a piedi spesso non ci metti molto meno, e ci sono anche altre alternative, andare in piu' persone in macchina, motorino, bicicletta.

Posso anche scegliere di abitare vicino al lavoro, ma la sera, la sera no, se vedi persone, esci, devi avere i mezzi che ti portino ovunque. A Firenze se esci presto forse ce la fai a prendere un mezzo, ma poi torni a piedi.

In piu' pure il covid adesso.


Scusa non avevo capito! Certo che la bici e i piedi sono alternative comunque migliori a macchina personale e mezzi pubblici. Anche perché con i mezzi pubblici puoi combinarli...Anche con la macchina ma ha meno senso. Il vantaggio della macchina sta anche nel non aver fermate prestabilite!
djagermaister ha scritto:Dzumhur è il troll che controlla il ponte tra i challenger e gli Atp.

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128517
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Spilorci

Messaggioda Nickognito » mar giu 02, 2020 12:46 pm

Comunque la macchina non e' che debba essere personale, eh, non puoi fare il conto a persona come i mezzi pubblici.

Avatar utente
alessandro
Massimo Carbone
Messaggi: 20577
Iscritto il: gio gen 01, 2009 1:00 am
Località: desenzano
Contatta:

Re: Spilorci

Messaggioda alessandro » mar giu 02, 2020 12:50 pm

In città ben organizzate e se vivi e lavori nella stessa città , avere una macchina non ha molto senso.

Penso a città come Londra Parigi ma anche milano.
Già Roma è diverso.
Se vivi in un paesino di provincia l’auto è indispensabile.
Andare al lavoro, spesa, portare i figli, etc.
Uno spostamento di 5 minuti ti richiede 30-40 minuti.

Senza figli, quando abitavo accanto al lavoro, non usavo l’auto anche per 3-4 mesi di seguito.
Il primo a postare un messaggio alla nascita di questo forum

Avatar utente
Monheim
Saggio
Messaggi: 5955
Iscritto il: mer lug 18, 2018 3:19 pm
Località: Hobb's End

Re: Spilorci

Messaggioda Monheim » mar giu 02, 2020 1:05 pm

alessandro ha scritto:In città ben organizzate e se vivi e lavori nella stessa città , avere una macchina non ha molto senso.

Penso a città come Londra Parigi ma anche milano.

Beh, insomma, se ne può discutere.

D'accordo circa l'utilizzo di mezzi pubblici per la settimana lavorativa, ma se durante il fine settimana vuoi levarti un attimo dalle palle andando via a sciare, escursioni, lago o quel che preferite (chiaramente parlo di Milano) direi che un'auto ha abbastanza senso e alla lunga preferibile rispetto a noleggiarla volta per volta. No?

Nickognito
Massimo Carbone
Messaggi: 128517
Iscritto il: lun feb 07, 2005 2:31 am
Località: Praha

Re: Spilorci

Messaggioda Nickognito » mar giu 02, 2020 1:28 pm

Monheim ha scritto:
alessandro ha scritto:In città ben organizzate e se vivi e lavori nella stessa città , avere una macchina non ha molto senso.

Penso a città come Londra Parigi ma anche milano.

Beh, insomma, se ne può discutere.

D'accordo circa l'utilizzo di mezzi pubblici per la settimana lavorativa, ma se durante il fine settimana vuoi levarti un attimo dalle palle andando via a sciare, escursioni, lago o quel che preferite (chiaramente parlo di Milano) direi che un'auto ha abbastanza senso e alla lunga preferibile rispetto a noleggiarla volta per volta. No?


No, se non sei ricco. Ci sono anche bus e treni locali che costano poco.
La macchina per me serve soprattutto quando sei vecchio e devi limitare il camminare perche' non ce la fai.

In Italia serve quasi ovunque. Ma tanto gli italiani sono ricchi e preferiscono usarla.

Shakespeare
Matricola
Messaggi: 144
Iscritto il: lun giu 01, 2020 7:05 pm

Re: Spilorci

Messaggioda Shakespeare » mar giu 02, 2020 2:20 pm

Ogni volta che esco o rientro in casa ho mezzo trasloco in auto
Difficile farlo coi mezzi pubblici


Torna a “Generale”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti